Tre nuovi possibili pianeti abitabili vicino al Sole

BluNotte

Cassandra docet
Registrato
14/10/08
Messaggi
7.808
Punti reazioni
419
Un gruppo di astronomi ha scoperto l'esistenza di sei o sette pianeti a 22 anni luce dal nostro Sistema Solare, di cui almeno tre sono super-terre di dimensioni simili a quelle della Terra, che potrebbero ospitare forme di vita.
Unendo tutte le informazioni si calcola che i tre pianeti in questione siano nella cosiddetta zona abitabile che ruota attorno alla stella Gliese 667C. Ha una massa pari a circa un terzo del Sole e fa parte di un sistema stellare di tre elementi che rientra nella costellazione dello Scorpione. In parole povere significa che è molto vicina al nostro sistema solare, ben più dei pianeti identificati tempo fa con il satellite Kepler.


eso1328b_t.jpg.pagespeed.ce.wetJWipUUb.jpg


LINK italiano
LINK inglese

Ora salteranno fuori i classici fan di Star Trek entusiasti del fatto che ci potremmo arrivare nel tempo necessario a bere un caffè :wall: , ma tenete conto che:
  1. 22 anni luce sono circa 200.000 MILIARDI di Km, e che l'oggetto più veloce mai lanciato nello spazio ha raggiunto una velocità di 70 Km/sec, ovvero ci vorrebbero circa 100.000 anni per raggiungere i pianeti :eek:
  2. Chi dirà che avvicinandosi alla velocità della luce il tempo si accorcia deve tenere presente che tali velocità richiedono trasformazioni della massa in energia apocalittiche, tali che l'energia emessa dalle reazioni nucleari ci fanno un baffo
  3. Chi dirà che l'antimateria offre notevoli prestazioni deve ricordarsi che a) la deve produrre b) la deve conservare c) non basta produrre energia, ma questa deve poi essere convertita in quantità di moto, cosa facile su una pista di F1 ma nello spazio richiede che venga sacrificata altra massa (che deve essere a sua volta accelerata) da 'sparare' in direzione opposta :censored:
  4. Oltre che ad accelerare per arrivarci, bisogna pure decelerare, altrimenti passeremo vicino ai pianeti come una F1 di fronte ad un paracarro :D
Nero
 
Ultima modifica:
Un gruppo di astronomi ha scoperto l'esistenza di sei o sette pianeti a 22 anni luce dal nostro Sistema Solare, di cui almeno tre sono super-terre di dimensioni simili a quelle della Terra, che potrebbero ospitare forme di vita.
Unendo tutte le informazioni si calcola che i tre pianeti in questione siano nella cosiddetta zona abitabile che ruota attorno alla stella Gliese 667C. Ha una massa pari a circa un terzo del Sole e fa parte di un sistema stellare di tre elementi che rientra nella costellazione dello Scorpione. In parole povere significa che è molto vicina al nostro sistema solare, ben più dei pianeti identificati tempo fa con il satellite Kepler.


eso1328b_t.jpg.pagespeed.ce.wetJWipUUb.jpg


LINK italiano
LINK inglese

Ora salteranno fuori i classici fan di Star Trek entusiasti del fatto che ci potremmo arrivare nel tempo necessario a bere un caffè :wall: , ma tenete conto che:
  1. 22 anni luce sono circa 200.000 MILIARDI di Km, e che l'oggetto più veloce mai lanciato nello spazio ha raggiunto una velocità di 70 Km/sec, ovvero ci vorrebbero circa 100.000 anni per raggiungere i pianeti :eek:
  2. Chi dirà che avvicinandosi alla velocità della luce il tempo si accorcia deve tenere presente che tali velocità richiedono trasformazioni della massa in energia apocalittiche, tali che l'energia emessa dalle reazioni nucleari ci fanno un baffo
  3. Chi dirà che l'antimateria offre notevoli prestazioni deve ricordarsi che a) la deve produrre b) la deve conservare c) non basta produrre energia, ma questa deve poi essere convertita in quantità di moto, cosa facile su una pista di F1 ma nello spazio richiede che venga sacrificata altra massa (che deve essere a sua volta accelerata) da 'sparare' in direzione opposta :censored:
  4. Oltre che ad accelerare per arrivarci, bisogna pure decelerare, altrimenti passeremo vicino ai pianeti come una F1 di fronte ad un paracarro :D
Nero

non se ne farà mai niente,
non riusciamo a staccarci dal petrolio figuriamoci costruire un vettore che porti alcuni selezionati raccomandati a popolare un presunto pianeta che forse potrebbe essere idoneo ad ospitare noi essere umani.
già il nostro pianeta, in funzione della nostra fragile condizione umana, per gran parte è inabitabile (sotto i mari per esempio) o inospitale (deserti, giungle e zone artiche) senza contare i fabbisogni di cure mediche e medicine necessarie a viverci decentemente.
immaginare altri pianeti possibili candidati ad essere abitati (non solo in cilindriche costruzioni pressurizzate) è pura utopia.
 
Tristemente vero, anche se non perchè possano essere realmente abitabili, bensì perchè non potremo mai arrivarci :'(
Nero
 
Ora salteranno fuori i classici fan di Star Trek entusiasti del fatto che ci potremmo arrivare nel tempo necessario a bere un caffè :wall: , ma tenete conto che:
  1. 22 anni luce sono circa 200.000 MILIARDI di Km, e che l'oggetto più veloce mai lanciato nello spazio ha raggiunto una velocità di 70 Km/sec, ovvero ci vorrebbero circa 100.000 anni per raggiungere i pianeti :eek:
  2. Chi dirà che avvicinandosi alla velocità della luce il tempo si accorcia deve tenere presente che tali velocità richiedono trasformazioni della massa in energia apocalittiche, tali che l'energia emessa dalle reazioni nucleari ci fanno un baffo
  3. Chi dirà che l'antimateria offre notevoli prestazioni deve ricordarsi che a) la deve produrre b) la deve conservare c) non basta produrre energia, ma questa deve poi essere convertita in quantità di moto, cosa facile su una pista di F1 ma nello spazio richiede che venga sacrificata altra massa (che deve essere a sua volta accelerata) da 'sparare' in direzione opposta :censored:
  4. Oltre che ad accelerare per arrivarci, bisogna pure decelerare, altrimenti passeremo vicino ai pianeti come una F1 di fronte ad un paracarro :D
Nero
Boff.......che vuoi che sia....sono dettagli....basta la forza di volontà! :o :cool:





























forse....:asd:
 
Ultima modifica:
è come pensare che i romani volessero andare sulla luna; ogni cosa ha i suoi tempi ... probabilmente ci vorranno ancora mille anni di sviluppi tecnologici per poter abbozzare un'idea su come raggiungere tali pianeti e, se non ci si riuscirà, vivranno lo stesso :D
 
Indietro