Trend & Analysis • 2

  • Due nuove obbligazioni Societe Generale, in Euro e in Dollaro USA

    Societe Generale porta sul segmento Bond-X (EuroTLX) di Borsa Italiana due obbligazioni, una in EUR e una in USD, a tasso fisso decrescente con durata massima di 15 anni e possibilità di rimborso anticipato annuale a discrezione dell’Emittente.

    Per continuare a leggere visita questo LINK
  • SONDAGGIO: Potrebbe interessarti una sezione "Trading Sportivo"?

    Ciao, ci piacerebbe sapere se potrebbe interessarti l'apetura di una nuova sezione dedicata unicamente al trading sportivo o betting exchange. Il tuo voto è importante perchè ci consente di capire se vale la pena pianificarla o no. Per favore esprimi il tuo voto, o No, nel seguente sondaggio: LINK.
    Puoi chiudere questo avviso premendo la X in alto a destra.

    Staff | FinanzaOnline

_andy_

Fiat Lux
Registrato
9/10/10
Messaggi
2.809
Punti reazioni
123
Rieccoci. Scusate la mia latitanza, ma gli impegni incombono. Ad ogni modo è arrivato il week end e non vedo l'ora di riposare un pò.

Pensavo di rimandare alla settimana prossima alcune decisioni di trading, ma la prossimità con alcune resistenze, la rinnovata forza del Bund e i rumors riguardo i declassamenti a catena di S&P hanno fatto sì che oggi decidessi di entrare corto qui in Europa, ovviamente su krukkolandia per motivi meramente pratici. Inoltre lunedì in Usa saranno chiusi e nel 2008, in occasione della medesima festività, partì il primo shortone violento, giusto per inaugurare ufficialmente il bear market tecnicamente già iniziato tra la fine dell'estate e l'autunno del 2007.

Per quanto riguarda gli Usa farò alcune valutazione nelle prossime ore e poi, finalmente, il merito riposo per 48 ore... (forse anche 72).
 
E fai bene caro.. Alla perdita della trend c'è stata una forte accelerazione, poi rientrato visto l'orario e che era venerdì. Lunedì è probabile che si balla, ma io per ora non ho preso posizione. Questo collima con la storia della tempesta perfetta in vicinanza delle scadenze..
 

Allegati

  • DA.jpg
    DA.jpg
    146,8 KB · Visite: 34
E-Cat, il prezzo si dimezza


Annunciato che un piccolo impianto a "fusione fredda" potrebbe venire a costare da 400 a 800 euro, con rifornimento semestrale del combustibile "fai da te"

di: 15/01/2012 - h 16,11

La storia dell’E- Cat di Andrea Rossi è in continua evoluzione e non mancano, quasi ogni giorno sorprese.

Alcuni giorni fa era stato annunciato che un impianto domestico di10-20 kW di potenza sarebbe costato tra $ 1.000-1.500

Ora l’annuncio che il prezzo è ulteriormente diminuito.

Entro un anno dovrebbe cominciare la consegna di milioni di pezzi a 50 $ / kW, in virtù di un concetto totalmente nuovo, quindi da 500 a 1000 $.
Ogni 6 mesi l'E-Cat dovrà essere ricaricato, ma l'operazione di ricarica potrà essere effettuata dal Cliente stesso o da un suo idraulico , o installatore.
Sarà un'operazione molto semplice, dice Rossi.

La E-Cat, quindi si posizionerebbe nella stessa fascia di prezzo di un elettrodomestico: come un frigorifero, lavatrice o un televisore o un computer.

In altre parole, chiunque sarà in grado di permettersene uno, secondo Rossi.
Il riscaldamento o l’aria condizionata diminuirebbe del 80 per cento o più.
E quando l'E-Cat sarà in grado di fornire energia elettrica,è difficile immaginare che ogni famiglia non lo vorrà.

A quel punto il più grande problema sarà soddisfare la domanda: 1.000.000 di E-Cat sarebbero una goccia nell'oceano.

Intanto crescono coloro che aspirano a diventare concorrenti di Rossi e questo potrebbe spiegare il crollo dei prezzi.
Giuseppe Zawodny della NASA parla, in un video, di una casa a base di unità di produzione di energia facendo esattamente quello che Rossi ha intenzione di fare con la sua E-Cat.

Per Rossi il suo originale è molto meglio di quello che sta studiando la Nasa:"In ogni caso, questi sono veri concorrenti, non pagliacci, come altri in giro".

"Il fatto che la NASA stia cercando di copiare il mio lavoro mi onora.
Ma la loro teoria è sbagliata.
Li batteremo, così come tutti gli altri concorrenti, con i nostri E-Cat: avranno un prezzo troppo basso per consentire alla NASA o a chiunque altro di competere con noi.
Loro sono Golia, molto grandi e forti, noi siamo David."
 
Errore. Ho confrontato 2 Oi diversi, il dax ha parecchie posizioni su dicembre. Mentre su SP500 la colonna più alta è su marzo. Mentre di solito vanno abbastanza di pari passo. Bisognerebbe capire il perchè
 
Ultima modifica:
L’E-Cat sarà prodotto in America. Rossi: “fabbrica in Florida”

16 gennaio 2012 14:00
di Peppe Croce


Andrea Rossi si conferma un grande amante dell’America e, soprattutto, del sogno americano. In una lunghissima intervista rilasciata l’altro ieri a PESN, in occasione dell’anniversario della prima uscita pubblica con la quale l’ingegnere annunciò al mondo di essere riuscito a creare la fusione fredda, Rossi conferma che l’E-Cat sarà prodotto in America:


Io amo gli Stati Uniti e ho voluto, per molte ragioni che non posso spiegare, sviluppare negli Stati Uniti questa tecnologia. E voglio che questa tecnologia sia americana.

I motivi che Rossi non può spiegare li possiamo intuire facilmente: era stato lo stesso Rossi, infatti, ad ammettere nel novembre scorso di voler sviluppare l’E-Cat nel Massachusetts per questioni burocratiche. Rossi aveva detto:


Il Massachusetts ha la densità di tecnologia e di clienti di cui abbiamo bisogno. E poi non ha la burocrazia che abbiamo in Italia.

Ma la sorpresa è un’altra: la fabbrica degli E-Cat sarà in Florida, mentre nel Massachusetts ci sarà (forse) un secondo impianto produttivo. Lo rivela l’ingegnere a PESN:


D: Ci può dire in quale stato si farà la produzione?

R: In Florida. E a questo punto è molto importante per noi tenere il prezzo dell’E-Cat molto, molto basso. Perché questa tecnologia deve essere per tutti. E voglio che l’E-Cat da 10 kW costi circa 500 dollari. Per farlo dobbiamo assolutamente robotizzare e ingegnerizzare molto bene le catene di montaggio, perché sapete, per competere…

E, a proposito di competizione, Rossi si dichiara preoccupato della concorrenza cinese:


Non possiamo competere contro quel tipo di sistema sociale che rende i costi di produzione insostenibili per noi. Così dobbiamo combatterli con una migliore ingegnerizzazione delle linee produttive

Ma durante l’intervista a PESN Rossi ha anche fornito un paio di novità tecniche molto interessanti. La prima riguarda la famosa cartuccia del combustibile che, come sappiamo, potrà essere sostituita dal cliente stesso o da un normale impiantista. Questa cartuccia, dice Rossi, è piccolissima: più o meno quanto un pacchetto di sigarette. Il costo sarà altrettanto piccolo: 10 dollari per 180 giorni di funzionamento.

Ma non solo: sarà a prova di fusione. Sono in molti, infatti, a temere la possibilità di una “fusione del nucleo” dell’E-Cat con conseguente fuoriuscita di radiazioni. Ma Rossi specifica che l’E-Cat funziona solo con il nichel in polvere e quindi, se il nucleo si fonde in un unico blocco, la reazione si ferma automaticamente e il dispositivo si spegne.

Altra novità interessante è il fatto che, a differenza di quanto si era intuito, l’E-Cat non sostituirà le normali caldaie e scaldabagni elettrici ma li integrerà. Questo perché, per avviarsi e andare a regime, il catalizzatore di energia ha bisogno di quasi un’ora e altrettanto tempo è necessario per farlo spegnere.

Troppo, se vogliamo solo lavarci le mani o farci una doccia. L’E-Cat, insomma, non ha l’elasticità necessaria a sostituire i classici dispositivi di riscaldamento dell’acqua calda sanitaria. Ecco perché dovrà essere installato in parallelo alle normali caldaie che forniranno acqua calda in pochi secondi mentre l’E-Cat sarà utilizzato per riscaldare l’acqua dei termosifoni o per produrre e accumulare gradualmente acqua calda.

Infine Rossi ci offre l’ultimo particolare tecnico interessante: per far avviare l’E-Cat da 10 kW servono 2,7-2,9 kWh di energia elettrica. Cioè, in pratica, quanto un paio di condizionatori accesi per un’ora. Ma dopo, quando il dispositivo è arrivato a temperatura, va avanti da solo con la reazione LENR.

Fonte: PESN
 
L’E-Cat sarà prodotto in America. Rossi: “fabbrica in Florida”


Io amo gli Stati Uniti e ho voluto, per molte ragioni che non posso spiegare, sviluppare negli Stati Uniti questa tecnologia. E voglio che questa tecnologia sia americana.

che tristezza... che rinunci alla cittadinanza italiana e prenda quella americana allora, magari americanizzando anche il nome...
 
Io amo gli Stati Uniti e ho voluto, per molte ragioni che non posso spiegare, sviluppare negli Stati Uniti questa tecnologia. E voglio che questa tecnologia sia americana.

Vecchio Marpione:D.... te le dico io le ragioni che non puoi spiegare...

Il brevetto.... Negli USA lo puoi registrare meglio ed è più sicuro. In Italia le autorità sono così incompetenti che non si riesce neanche a difendere il grana padano all'estero, figuriamoci un tecnologia energetica così importante.

Lui ama il cash, non gli Stati Uniti... :cool:

eastgate.jpg
 
Cambiare tutto per non cambiare nulla... Siamo di nuovo a ridosso della resistenza ed il mib sovraperforma... Sempre intrappolati tra la trend e la 200 l'uscita speriamo metta un po' di verve a questi mercati.
 

Allegati

  • n.jpg
    n.jpg
    141 KB · Visite: 43
vecchio marpione:d.... Te le dico io le ragioni che non puoi spiegare...

Il brevetto.... Negli usa lo puoi registrare meglio ed è più sicuro. In italia le autorità sono così incompetenti che non si riesce neanche a difendere il grana padano all'estero, figuriamoci un tecnologia energetica così importante.

Lui ama il cash, non gli stati uniti... :cool:

eastgate.jpg

wsop???
 
Vecchio Marpione:D.... te le dico io le ragioni che non puoi spiegare...

Il brevetto.... Negli USA lo puoi registrare meglio ed è più sicuro. In Italia le autorità sono così incompetenti che non si riesce neanche a difendere il grana padano all'estero, figuriamoci un tecnologia energetica così importante.

Lui ama il cash, non gli Stati Uniti... :cool:

eastgate.jpg

:yes:

Se avesse fatto un casino come quello con la PetrolDragon sai dove stava ora negli Usa?
L'Italia avrà tanti, tantissimi difetti, però personaggi come Rossi, o Di Bella (alcuni suoi approcci senz'altro discutibili, ma bisogna anche ricordare che parte dei suoi protocolli sono stati approvati e adottati dalla FDA) chissà perchè nascono e crescono proprio qui. Evidentemente trovano nel corso della loro vita le giuste informazioni e il giusto approccio mentale per arrivare alle loro intuizioni... e questo, secondo me, non andrebbe dimenticato.
 
Cambiare tutto per non cambiare nulla... Siamo di nuovo a ridosso della resistenza ed il mib sovraperforma... Sempre intrappolati tra la trend e la 200 l'uscita speriamo metta un po' di verve a questi mercati.

Io mi auguro che non la superi... :D
a parte gli scherzi, il superamento o meno degli attuali livelli determinerà l'andamento successivo, connotando a mio avviso la direzionalità di medio periodo. l'analisi settoriale non aiuta e per certi versi quello che dice Morgan riguardo la "telefonata" negatività di quest'anno non è da sottovalutare.
Se poco poco annunciassero l'adozione degli eurobond partirebbe davvero un mega rialzo... con l'ultimo declassamento generalizzato da parte di S&P si sono create le premesse perchè questa soluzione sia giustificata.
 
Indietro