Troppo sole per i pannelli solari?

mib30

acquisto BUONSENSO
Registrato
21/8/00
Messaggi
44.053
Punti reazioni
1.435

Si, con l'aumentare della temperatura il rendimento cala

La miglior resa oraria si ha nei mesi aprile/maggio e settembre/ottobre

Poi è anche vero che d'estate ci sono più ore di sole e quindi a fine giornata producono di più

Quest'anno nel nordest la resa dei pannelli fotovoltaici è stata rispetto alla media

Gennaio --
Febbraio -
Marzo ++
Aprile =
Maggio +
Giugno ++
Luglio ++


Chi ha i pannelli con scambio sul posto con questi prezzi sta risparmiando/facendo un botto di soldi
Addirittura di più dei contratti stipulati nel 2010 (conto energia)
 

oneone

Nuovo Utente
Registrato
7/11/09
Messaggi
57.718
Punti reazioni
1.462
Perché non vengono realizzati con le celle separate e con i dissipatori sul retro?
 

mib30

acquisto BUONSENSO
Registrato
21/8/00
Messaggi
44.053
Punti reazioni
1.435
Perché non vengono realizzati con le celle separate e con i dissipatori sul retro?

Paghi tu il costo?

Il problema si manifesta per 30-40 giorni all'anno, e solo nei pomeriggi

I dissipatori COSTANO, separare le celle chiede SPAZIO

L'unica attenzione seria è NON METTERLI ADESI AL TETTO, dietro deve fluire aria
Poi salta fuori l'esteta di turno e te li fa schiacciare filo coppo ("non si devono vedere, deve essere bello, mica è una centrale questa!!!")

Effetto: rendimento più basso e riscaldamento nella parte retrostante
E cosa c'è nella parte retrostante? Coibentazione, guaina e polistirolo ...

Poi si stupiscono che i tetti di pannelli fotovoltaici ... bruciano e non riescono a spiegarsi il motivo

I danno del BELLISMO, inquantificabili
 

davidean

Segnala Messaggio
Registrato
9/12/16
Messaggi
11.133
Punti reazioni
818
solo che un villino col tetto rovinato dai pannelli non si può vedere... dopo che gli abbiamo regalato centinaia di migliaia di euro per ristrutturarlo invece di spenderli nelle infrastrutture pubbliche, almeno un po di estetica :o
 

oneone

Nuovo Utente
Registrato
7/11/09
Messaggi
57.718
Punti reazioni
1.462
Paghi tu il costo?

Il problema si manifesta per 30-40 giorni all'anno, e solo nei pomeriggi

I dissipatori COSTANO, separare le celle chiede SPAZIO

L'unica attenzione seria è NON METTERLI ADESI AL TETTO, dietro deve fluire aria
Poi salta fuori l'esteta di turno e te li fa schiacciare filo coppo ("non si devono vedere, deve essere bello, mica è una centrale questa!!!")

Effetto: rendimento più basso e riscaldamento nella parte retrostante
E cosa c'è nella parte retrostante? Coibentazione, guaina e polistirolo ...

Poi si stupiscono che i tetti di pannelli fotovoltaici ... bruciano e non riescono a spiegarsi il motivo

I danno del BELLISMO, inquantificabili

Grazie, ma stai calmo, ho fatto una domanda

Saluti
 

oneone

Nuovo Utente
Registrato
7/11/09
Messaggi
57.718
Punti reazioni
1.462
Lo spazio spesso non è un problema, si tratterebbe di aumentare di un 20% l'area, così a occhio, installati sui tetti c'è sempre spazio che avanza.
Quanto ai dissipatori di sicuro costano ma è un costo una tantum che determina un aumento del rendimento e quindi un cashflow per sempre.
 

mib30

acquisto BUONSENSO
Registrato
21/8/00
Messaggi
44.053
Punti reazioni
1.435
sui libri non si impara nulla

si impara con la zappa
dopo averla usata prima di fare domande ci pensi due volte

è una sorta di vaccino standard, durevole, e non si scarica come quello covid
la zappa te la ricordi

===========================

ora

il problema dei fotovoltaici è che scaldandosi diminuiscono la loro efficienza
le giornate migliori in termine di rendimento so quelle successive alla pioggia, per diversi motivi: si pulisce un po' la superficie, l'ambiente è più fresco, l'aria è più pulita; somma tutto e ti trovi anche un 4-5% (cominciamo a mettere numeri) in più rispetto alla giornata precedente afosa

scaldandosi (perdono efficienza) e viene la tentazione di smaltire il calore
lo smaltiamo per radiazione? che vuoi, pannello (nel retro) a 40-50°C, superficie esterne a 40°C ... che smaltisci per radiazione? un piffero
lo smaltiamo per conduzione? ma va, chi paga il rame per smaltire il calore?
lo smaltiamo per convezione con l'aria? è una idea; e come fai ad aumentare l'alfa si scambio? aumentando la superficie --> dissipatori? NOOOOO, l'alfa non lo alzi con la geometria, ma con la velocità dell'aria --> serve una ventola che spinga (pure questa costa)
lo smaltiamo per convezione con ... l'acqua? una idea, ma devi portarti l'impianto idrico, pomparlo, e qui l'efficienza sarebbe pure elevata causa alfa di scambio e potere calorifico dell'acqua ... ma spera che non ti veda il vigile che dissipi acqua altrimenti ti piazza la multa
lo smaltiamo per conduzione/convezione con l'acqua? anche qui qualcuno ha già testato la strada, con un ibrido pannelli fotovoltaico con serpentine dove fluisce l'acqua ... ma che te ne fai di acqua a 40-50° d'estate? ti fai la doccia, e poi?

quindi, al momento, la soluzione meno costosa e più semplice è lasciare spazio nella parte inferiore e far si che l'aria raffreschi, per quanto può, la superficie e dissipi il calore



dissipatori
al netto del cash flow economy plan ed altre inglesate varie servono poco perchè il delta-t superficie pannello - corrente d'aria è in realtà basso, un 20ina di gradi, e quindi aumentare alette o fin cambia poco, il differenziale di temperatura è basso; meglio mettere gli stessi soldi per delle ventole (che consumano corrente elettrica, la stessa che produci)


il mio prof di macchine diceva
NON INVENTATEVI NULLA DI NULLA, COPIATE L'ESISTENTE
probabilmente non lascerete il vostro nome nell'albo degli inventori, ma vivrete meglio

già qualcuno si è posto la domanda se sia efficace mettere dissipatori statici, E LA RISPOSTA E' NO!
il beneficio è risibile
per ottenere un beneficio decisamente maggiore dei dissipatori è sufficiente staccare di 20-30 cm i pannelli dal tetto


===================
la zappa ci vuole
dopo averla usata prima di fare domande ci pensi due volte

un link a caso, e tanti saluti da Nusselt
http://docenti.ing.unipi.it/paolo.dimarco/eps/C12hte07.pdf
 

jurassic88

Nuovo Utente
Registrato
27/1/17
Messaggi
12.642
Punti reazioni
509
Dai raga...c è troppo caldo anche per le celle fotovoltaiche
Non è che ci vuole un genio a capirlo
 

Sency

Agorista
Registrato
26/8/04
Messaggi
4.248
Punti reazioni
445
Dai raga...c è troppo caldo anche per le celle fotovoltaiche
Non è che ci vuole un genio a capirlo

Ti è stato spiegato sopra che perdono un 5%.

Un'applicazione davvero "pazzesca" sono i pannelli ibridi sugli spogliatoi di piscine che devono essere riscaldate.
Scaldi l'acqua della piscina e raffreddi il pannello. Considerando quanto spendono per riscaldare l'acqua della piscina, il tempo di rientro potrebbe essere di 3 anni solo per la parte termica. L'elettricità è tutto grasso che cola...
 

Rhodback

l'è tut un cinema
Registrato
8/11/05
Messaggi
32.474
Punti reazioni
1.642
infatti paradossalmente i pannelli rendono di più in Germania che in Italia
 

extra

Nuovo Utente
Registrato
6/2/09
Messaggi
55.675
Punti reazioni
940
Non capisco niente di pannelli solari, quel che so è che chi li ha messi ci guadagna
Pur usando la luce a palla, non paga bollette di luce salate , e capita anche che le bollette non le paga proprio, perché va a credito e viene pagato
 

mib30

acquisto BUONSENSO
Registrato
21/8/00
Messaggi
44.053
Punti reazioni
1.435
Ti è stato spiegato sopra che perdono un 5%.

Un'applicazione davvero "pazzesca" sono i pannelli ibridi sugli spogliatoi di piscine che devono essere riscaldate.
Scaldi l'acqua della piscina e raffreddi il pannello. Considerando quanto spendono per riscaldare l'acqua della piscina, il tempo di rientro potrebbe essere di 3 anni solo per la parte termica. L'elettricità è tutto grasso che cola...

un tempo medio di rientro dei pannelli fotovoltaici è attualmente di 6-7 anni SE I PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA RIMANGONO QUESTI PER 6-7 ANNI
il rischio è di metterli su e di vedere scendere il PUN (costo unico elettrica) e vedersi rimborsare pochi soldi in futuro
se necessiti di energia termica ***E*** di bassa qualità (temperature fino a 40 °C) d'estate (appunto, piscine ... ma che te ne fai di una piscina termica riscaldata d'estate???) la soluzione ibrida va bene

stanno uscendo agevolazioni di varia natura, non è scontato che tra stato regione ade cugini e prete del paese ci si porti a casa anche un 30-40% in conto capitale
se sei azienda in veneto ora hai subito un 20% dell'investimento e scarichi il 110% (NB: NON E' il superbonus 110%, sono detrazioni sull'investimento), ovvero il 30% ti viene stornato
speriamo non si generi lo stesso sistema degli ultimi bonus altrimenti i prezzi sono destinati a rimanere alti
 

Hand_of_Devil

Futuro Milionario
Registrato
26/12/15
Messaggi
1.613
Punti reazioni
52
Ma per curiosità dei privati possono mettere pale eoliche? e se si una pala può alimentare una casa media?
 

scoppiettante

Nuovo Utente
Registrato
25/11/17
Messaggi
6.282
Punti reazioni
395
solo che un villino col tetto rovinato dai pannelli non si può vedere... dopo che gli abbiamo regalato centinaia di migliaia di euro per ristrutturarlo invece di spenderli nelle infrastrutture pubbliche, almeno un po di estetica :o

Io vado oltre.
Il fotovoltaico nelle abitazioni non dovrebbe proprio esistere. Aumenta il rischio di incendi, produce poco e in modo inefficiente. In più è deturpante. Bisogna fare i grandi impianti su parcheggi, capannoni, lungo le autostrade. Solo così si raggiunge una buona efficienza e si evita di rovinare delle città che in teoria dovrebbero essere turistiche.
 

deltamarco

Non auro,sed ferro
Registrato
8/11/99
Messaggi
45.574
Punti reazioni
842
Ma per curiosità dei privati possono mettere pale eoliche? e se si una pala può alimentare una casa media?

In teoria si. Ma anche l’eolico in questo periodo non rende per mancanza di vento. Le cosiddette rinnovabili non stanno dando una buona performance….
 

Manaos

Nuovo Utente
Registrato
22/9/06
Messaggi
13.302
Punti reazioni
420
Io vado oltre.
Il fotovoltaico nelle abitazioni non dovrebbe proprio esistere. Aumenta il rischio di incendi, produce poco e in modo inefficiente. In più è deturpante. Bisogna fare i grandi impianti su parcheggi, capannoni, lungo le autostrade. Solo così si raggiunge una buona efficienza e si evita di rovinare delle città che in teoria dovrebbero essere turistiche.

io ho un piccolo impianto che produce 3.300 kwh all'anno, non mi sembra che produce poco e in modo inefficiente. :confused: cioè... produco sul tetto e consumo in casa, come fa a non essere efficiente??

poi che ci devono essere dei regolamenti in zone storiche sono d'accordo, probabilmente è già così.
 

Sency

Agorista
Registrato
26/8/04
Messaggi
4.248
Punti reazioni
445
In teoria si. Ma anche l’eolico in questo periodo non rende per mancanza di vento. Le cosiddette rinnovabili non stanno dando una buona performance….

Certe affermazioni non si possono leggere...
Ai prezzi del mercato elettrico dell'ultima settimana, un fotovoltaico si ripaga in 2 anni senza incentivi. Io mi aspetto che prezzi così alti non possano durare a lungo, vista la corsa a mettere pannelli. La bancarotta di Putin a questi prezzi nel lungo periodo è inevitabile.
Un fotovoltaico rende molto di più in Sicilia o in Africa che in Germania. Anche se fa più caldo, ci sono molte più ore di irraggiamento, quindi meno nuvole e più effetto di rifrazione dal mare circostante.

Quanto ai venti, nell'ultimo decennio sono in aumento dell'8%.
 
Ultima modifica: