Trump: la minimum wage deve passare a 10$ (da 7.25)

Luciom

Nuovo Utente
Registrato
7/2/08
Messaggi
60.624
Punti reazioni
951
Presumo che questo ai destri populisti di AP faccia piacere, ma è l'ennesimo esempio di come di certo trump non sia definibile un liberale.

http://edition.cnn.com/2016/07/27/politics/donald-trump-minimum-wage/

Donald Trump said Tuesday he would support raising the federal minimum wage to $10 an hour, a departure from his previous assertion that wages are "too high."
 

Amundsen

Nuovo Utente
Registrato
13/2/09
Messaggi
13.208
Punti reazioni
644
ti dà proprio fastidio se viene redistribuito una briciola di quelli dello 0,1%
si potrebbe incrinare l'istituzione della schiavitù planetaria
 

Luciom

Nuovo Utente
Registrato
7/2/08
Messaggi
60.624
Punti reazioni
951
ti dà proprio fastidio se viene redistribuito una briciola di quelli dello 0,1%
si potrebbe incrinare l'istituzione della schiavitù planetaria

Veramente quei soldi li rubi a chi oggi guadagna 10-11-12, mica alle aziende. Le aziende che dovranno pagare di + la minimum wage ritarderanno l'aumento dei salari di quelli un pò sopra, non fai altro che schiacciare tutti sul fondo negando i vari livelli di professionalità e esperienza.

I primi a lamentarsi della minimum wage alta sono quelli che guadagnano "un pò di + della min wage", non chi fa 50 o 100$ l'ora, e nemmeno chi paga quegli stipendi, tanto per loro è la somma che fa il totale.

Pensa che bello se sei da 15 anni in azienda e oggi prendi 11 l'ora invece dei 7.25 di chi è appena entrato, e al 20enne danno 10 $ l'ora, pensa quanto rispettato ti senti che a lui venga regalato quello che tu ti sei conquistato sul campo.
 

Amundsen

Nuovo Utente
Registrato
13/2/09
Messaggi
13.208
Punti reazioni
644
certo , diminuiamo il salario minimo così ci guadagnano tutti
 

Areneus

#abbracciauncinese
Registrato
20/1/00
Messaggi
11.708
Punti reazioni
679
Ridistribuire e' elemosina e serve solo a distruggere la societa' civile, stimolando i fancazzisti e punendo chi produce, perche' di fatto per ridistribuire a qualcuno si tassano tutti, si danno 4 soldi ai meno abbienti che comunque devono pagare le tasse e si danno un sacco di soldi a chi si arroga il potere di ridistributore, che incassa cosi' tanti soldi che la ridistribuzione si traduce in aumento della sua ricchezza.

Questo quando si ridistribuisce sul serio.

Quando si ridistribuisce per finta come con questa cagata delle paghe minime, di solito i lavori meno fruttuosi vengono presi da robot, come in tutti i mecdonalds dove si puo' ordinare al touch screen o ai caselli autostradali dove paghi alla macchinetta o col telepass eccetera eccetera.

Trump non e' un liberale in italiano, ma e' sicuramente un "liberal" in inglese. Nonostante quello che sembra sono due cose molto diverse.
 

Amundsen

Nuovo Utente
Registrato
13/2/09
Messaggi
13.208
Punti reazioni
644
queste cose ve le insegna Monti ?
non è il reddito di cittadinanza ai fancazzisti

se alzi il minimo poi si alzano anche i livelli superiori
 

Zuger

Nuovo Utente
Registrato
26/10/09
Messaggi
24.907
Punti reazioni
741
Lucio , questa si chiama pace sociale. Lo so che per l'ultraliberismo non va bene , anche io sono un liberale ma devi capire che tutto va fatto con buon senso : fare il talebano delle ideologie è sempre sbagliato. Sempre.

Anche in Svizzera , che è un paese economicamente tra i piu' liberali al mondo , funziona così : esiste un minimo cantonale in molti settori. Spesso l'operaio del Comune che fa le pulizie non prende meno di 3000 CHF al mese. Questo non toglie nulla ai salari piu' alti che sono comunque molto alti. Morale della favola : tutti vivono sereni e non ci sono i ladri , i crimini.
 

Areneus

#abbracciauncinese
Registrato
20/1/00
Messaggi
11.708
Punti reazioni
679
queste cose ve le insegna Monti ?
non è il reddito di cittadinanza ai fancazzisti

se alzi il minimo poi si alzano anche i livelli superiori

Se alzi il minimo le attivita' produttive vanno all'estero. Perche' il minimo mica lo alzi all'ingegnere, lo alzi al lavacessi. Che poi i livelli superiori si alzino e' semplicemente un pio desiderio.

Il fatto che farneticare di ridistribuzione fa danno ce lo insegna la storia di tutti quelli che ci hanno provato, sia che ci fossero (nessuno) sia che ci facessero (tutti), roba che monti nemmeno si sogna di considerare. Lui redistribuiva e intasca.
In quei posti finisce sempre che ridistribuiscono i lavori forzati.

Comunque la paga minima obbligatoria e' diversa da un contratto di lavoro da rispettare e non ha nulla a che vedere con il reddito di cittadinanza.

La paga minima obbligatoria vuol dire che devi pagare il tuo dipendente inetto come il tuo dipendente che si fa il cvlo.
 

Luciom

Nuovo Utente
Registrato
7/2/08
Messaggi
60.624
Punti reazioni
951
queste cose ve le insegna Monti ?
non è il reddito di cittadinanza ai fancazzisti

se alzi il minimo poi si alzano anche i livelli superiori

No se alzi il minimo si schiaccia tutto in basso, tranne per chi vale davvero e avrebbe avuto salari molto + alti in tutti i casi, indipendentemente dal minimo.

La porzione di società punita dalla minimum wage ripeto è la classe medio bassa che si sbatte. Perchè il suo salario relativo, la sua posizione nella gerarchia sociale, quel "qualcosa di+" che si era costruito meritando scompare, e il suo potere d'acquisto cala in quanto deve pagare di + i beni/servizi prodotti da chi lavora a minimum wage.

Per chi fa 50$ l'ora pagare l'hot dog 4.5 invece che 4 è del tutto irrilevante.

L'azienda riversa i costi sui clienti e/o non alza + i salari degli altri dipendenti non-minimum e/o automatizza di + eliminando parte dei lavori a minimum wage.

///

IN OGNI CASO, ho scritto fin dall'apertura del thread che i destri di AP, illiberali, sarebbero stati d'accordo.

Qui il punto è che trump sposa una tesi di sanders, della sinistra estrema americana
 

Zuger

Nuovo Utente
Registrato
26/10/09
Messaggi
24.907
Punti reazioni
741
Se alzi il minimo le attivita' produttive vanno all'estero. Perche' il minimo mica lo alzi all'ingegnere, lo alzi al lavacessi. Che poi i livelli superiori si alzino e' semplicemente un pio desiderio.

Il fatto che farneticare di ridistribuzione fa danno ce lo insegna la storia di tutti quelli che ci hanno provato, sia che ci fossero (nessuno) sia che ci facessero (tutti), roba che monti nemmeno si sogna di considerare. Lui redistribuiva e intasca.
In quei posti finisce sempre che ridistribuiscono i lavori forzati.

Comunque la paga minima obbligatoria e' diversa da un contratto di lavoro da rispettare e non ha nulla a che vedere con il reddito di cittadinanza.

La paga minima obbligatoria vuol dire che devi pagare il tuo dipendente inetto come il tuo dipendente che si fa il cvlo.

Il minimo obbligatorio deve essere un livello che consenta la decenza del vivere , tutto qui. Mica un incentivo a chi non fa nulla. Chi non va bene può venire licenziato , senza articoli 18 vari. L'imprenditore deve essere libero , così come deve esserci un minimo di sopravvivenza per il dipendente.
 

rogerogero

Nuovo Utente
Registrato
7/10/13
Messaggi
3.945
Punti reazioni
92
In usa se non fai il tuo dovere duri un giorno, quindi i lavativi il minimum wage lo prendono solo quel giorno.
Minimum wage non alimenta il fancatzismo.
 

carpen

Nuovo Utente
Registrato
29/3/12
Messaggi
21.858
Punti reazioni
1.485
Un salario minimo garantito a chiunque lavori mi pare il minimo di una società civile, altrimenti si arriva alla schiavitù della michetta, poveri disperati alla fame costretti a lavorare per un pezzo di pane.

E' strano, la gente è più disponibile al reddito di cittadinanza, cioè ad un salario anche se non si fa nulla, mentre è più ostica al salario minimo garantito, ovvero una paga minima sotto la quale non scendere, quale che sia il lavoro, non esiste il lavoro senza valore!
 

Zuger

Nuovo Utente
Registrato
26/10/09
Messaggi
24.907
Punti reazioni
741
No se alzi il minimo si schiaccia tutto in basso, tranne per chi vale davvero e avrebbe avuto salari molto + alti in tutti i casi, indipendentemente dal minimo.

La porzione di società punita dalla minimum wage ripeto è la classe medio bassa che si sbatte. Perchè il suo salario relativo, la sua posizione nella gerarchia sociale, quel "qualcosa di+" che si era costruito meritando scompare, e il suo potere d'acquisto cala in quanto deve pagare di + i beni/servizi prodotti da chi lavora a minimum wage.

Per chi fa 50$ l'ora pagare l'hot dog 4.5 invece che 4 è del tutto irrilevante.

L'azienda riversa i costi sui clienti e/o non alza + i salari degli altri dipendenti non-minimum e/o automatizza di + eliminando parte dei lavori a minimum wage.

///

IN OGNI CASO, ho scritto fin dall'apertura del thread che i destri di AP, illiberali, sarebbero stati d'accordo.

Qui il punto è che trump sposa una tesi di sanders, della sinistra estrema americana


Non è questione di essere illiberali , ma di difendere la propria popolazione. A questo serve il minimum wage.
Difendere un livello di salario di sopravvivenza contro l'assunzione di masse di lavoratori stranieri che fanno dumping salariale.
Le regole liberali si applicano solo a parità di condizioni di gioco , se no devi mettere barriere , come avviene ad esempio per il commercio con la Cina.
 

Luciom

Nuovo Utente
Registrato
7/2/08
Messaggi
60.624
Punti reazioni
951
Lucio , questa si chiama pace sociale. Lo so che per l'ultraliberismo non va bene , anche io sono un liberale ma devi capire che tutto va fatto con buon senso : fare il talebano delle ideologie è sempre sbagliato. Sempre.

Anche in Svizzera , che è un paese economicamente tra i piu' liberali al mondo , funziona così : esiste un minimo cantonale in molti settori. Spesso l'operaio del Comune che fa le pulizie non prende meno di 3000 CHF al mese. Questo non toglie nulla ai salari piu' alti che sono comunque molto alti. Morale della favola : tutti vivono sereni e non ci sono i ladri , i crimini.

Un paese con specificità uniche, come la norvegia col petrolio o la svizzera con la gestione dei soldi sporchi di sangue di mezzo mondo, può permettersi roba varia anche sub-ottimale per la pace sociale.

Questo non vuol dire che determinate politiche siano ottimali.

In svizzera comunque i salari dei low-skilled sarebbero alti in ogni caso perchè il pil pro capite è enorme e quello succede ai low-skilled con pil pro capite alto se impedisci l'immigrazione di altri low-skilled.

Ovviamente anche lì a pagare sono tutti gli altri. Chi fa 150k franchi l'anno chiaramente lo sente poco, o niente, ma chi paga davvero anche in svizzera è il "poco sopra il low skilled", che prende un salario nominale teoricamente altissimo rispetto al resto del mondo (50-60k l'anno) solo che poi quando deve spenderli valgono come 20k euro in altri paesi.
 

Luciom

Nuovo Utente
Registrato
7/2/08
Messaggi
60.624
Punti reazioni
951
Non è questione di essere illiberali , ma di difendere la propria popolazione. A questo serve il minimum wage.
Difendere un livello di salario di sopravvivenza contro l'assunzione di masse di lavoratori stranieri che fanno dumping salariale.
Le regole liberali si applicano solo a parità di condizioni di gioco , se no devi mettere barriere , come avviene ad esempio per il commercio con la Cina.

Se vuoi "difendere la tua popolazione" puoi dare alle persone dei soldi , in quantità variabile (dipende quanti ne hai e quanta voglia hai di dargliene) SENZA DISTORCERE IL MERCATO DEL LAVORO.

Lascia lavorare il mercato e poi se vuoi redistribuire fallo, in maniera esplicita però, non con privilegi codificati per legge che complicano l'incontro di domanda/offerta sul mercato.
 

Areneus

#abbracciauncinese
Registrato
20/1/00
Messaggi
11.708
Punti reazioni
679
Nel corso della storia, la miseria e' sempre stata la condizione di equilibrio alla quale tendono le masse. Il progresso che permette di allontanarsi da questa condizione - in aree limitate e solo a volte - e' il frutto del lavoro di minoranze estremamente ridotte, spesso disprezzate, frequentemente condannate, e quasi sempre contrastate da tutti i pensatori politicamente corretti. Tutte le volte che a questa minoranza si impedisce di funzionare o, come succede ogni tanto, questa minoranza e' esclusa dalla societa', la societa' sprofonda di nuovo nella miseria abietta.

Questo fenomeno e' detto "sfortuna".

Da economisti e astrologi, aggiungo io alla citazione che pochi riconosceranno :D
 

Luciom

Nuovo Utente
Registrato
7/2/08
Messaggi
60.624
Punti reazioni
951
Un salario minimo garantito a chiunque lavori mi pare il minimo di una società civile, altrimenti si arriva alla schiavitù della michetta, poveri disperati alla fame costretti a lavorare per un pezzo di pane.

E' strano, la gente è più disponibile al reddito di cittadinanza, cioè ad un salario anche se non si fa nulla, mentre è più ostica al salario minimo garantito, ovvero una paga minima sotto la quale non scendere, quale che sia il lavoro, non esiste il lavoro senza valore!

Perchè fame? lo stato può coprirti di soldi se ne ha, e non esserci minimum wage. Non è facendo pagare di + qualcosa che risolvi il problema di chi è povero, non è violentando il prezzo che è il segnale dell'incontro tra domanda e offerta che sani un torto.

Se , ai prezzi di mercato, non prendi abbastanza per campare, ti posso dare dei soldi

Certo che sono + disponbile al RDC, quello non distorce il mercato!

E' come dire che preferisco mille volte darti dei soldi piuttosto che imporre il prezzo del pane per farti mangiare, sono ovvie le conseguenze negative in ambito economico di prezzi fissati per legge, per qualunque bene/servizio (comprese le ore lavorate).

Dovete separare il mercato, strumento per produrre ricchezza, dalla volontà di "aiutare tutti", che si può fare, SENZA impedire al mercato di fare il suo lavoro, cioè di ottimizzare l'uso delle risorse.
 

Amundsen

Nuovo Utente
Registrato
13/2/09
Messaggi
13.208
Punti reazioni
644
che palle questo naziliberismo


all'ingresso dei posti di lavoro appendiamo -arbeit macht frei - , l'importante è lavorare , lo stipendio aboliamolo come i nazisti

Gli standard minimi servono nelle scuole , nella sanità , nei servizi e anche nei salari , sotto è inciviltà
 

Zuger

Nuovo Utente
Registrato
26/10/09
Messaggi
24.907
Punti reazioni
741
Se vuoi "difendere la tua popolazione" puoi dare alle persone dei soldi , in quantità variabile (dipende quanti ne hai e quanta voglia hai di dargliene) SENZA DISTORCERE IL MERCATO DEL LAVORO.

Lascia lavorare il mercato e poi se vuoi redistribuire fallo, in maniera esplicita però, non con privilegi codificati per legge che complicano l'incontro di domanda/offerta sul mercato.

Il mercato del lavoro lo rendi efficiente con i contratti liberi da vincoli e che prevedano forti retribuzioni variabili.
Per il resto un minimo garantito per un contratto al 100% che si allinei ad un livello minimo di sussitenza io la vedo come cosa umana , non distorsiva di chi prende di piu'.
 

Areneus

#abbracciauncinese
Registrato
20/1/00
Messaggi
11.708
Punti reazioni
679
Il minimo obbligatorio deve essere un livello che consenta la decenza del vivere , tutto qui. Mica un incentivo a chi non fa nulla. Chi non va bene può venire licenziato , senza articoli 18 vari. L'imprenditore deve essere libero , così come deve esserci un minimo di sopravvivenza per il dipendente.

La decenza chi decide cosa sia?

Piu' roba metti in mano alla burocrazia, piu' roba la burocrazia si terra'.

La minimum wage serve a quello.

Se vuoi posso essere daccordo con la garanzia di sopravvivenza, ma la decenza bisogna guadagnarsela. Ci sono persone indecenti, e avere lo stipendio di chi sceglie di lavorare con un'etica non e' un diritto di chi non e' capace di fare altro che premere il pulsante delle fotocopiatrici. Per quelli 7.5 dollari all'ora vanno gia piu' che bene.