Turismo in crisi, alberghi in vendita

antor

Un gioiello è x sempre !
Registrato
2/2/08
Messaggi
5.714
Punti reazioni
320
CECINA. Aaa alberghi cedensi. Due grossi hotel di Marina di Donoratico sono stati messi in vendita. La conferma da alcuni annunci economici reperibili sia sui siti internet delle agenzie immobiliari, sia sui depliant informativi che vengono distribuiti nel territorio. Le due strutture turistiche, verrebbero cedute rispettivamente ai prezzi di 5milioni e 4 milioni e 200mila euro. Segno di una crisi che avanza nel settore? Mentre i proprietari delle agenzie immobiliari parlano di cali che si registrerebbero da anni e di decine di alberghi in vendita, c’è chi avanza l’ipotesi che potrebbe essere un bluff. Lungo tutto il litorale, da Castiglioncello a Marina di Donoratico sarebbero decine i gestori di hotel che aspirerebbero alla vendita del proprio immobile. Lo spiega un agente immobiliare di Rosignano, il quale parla di “scarsa rendita degli alberghi. Attualmente - prosegue - ne ho tre a disposizione, dei quali ovviamente, per serietà professionale, non posso fare il nome, ma sono certo che quasi tutti gli hotel della zona siano in vendita. Le cose non vanno bene e certamente se arrivasse qualcuno a fare un’offerta del mero valore immobiliare di una qualsiasi delle strutture della zona il proprietario non si tirerebbe indietro”. Ma il mercato è in crisi e gli acquirenti sembrano non arrivare mai. C’è addirittura chi parla di “un hotel storico in vendita da 15 anni”. I gestori scelgono comunque il metodo della trattativa privata, nella speranza che qualche grossa società prima o poi arrivi per fare il grande affare. E in agenzia è praticamente impossibile risalire ai nomi degli alberghi in vendita se non si è realmente interessati. “Di solito - spiega Maria Luisa Gorgone dell’agenzia Macrina di Cecina - chi decide di vendere lo fa perché gestisce l’attività da tanti anni e non ce la fa più. Non penso che sia dovuto al fatto che gli alberghi non rendono. Io penso semmai il contrario. Al momento comunque ho tre hotel disponibili. Sono tutti sul mare, nella zona. Il settore più in crisi è invece quello dei panifici. Non perché le cose non vadano bene, anzi - prosegue - il lavoro è molto remunerativo, ma la gente non ha più voglia di lavorare la notte e perciò vende l’attività”. Su quali siano le strutture alberghiere attualmente in vendita a Marina di Donoratico c’è al momento il più stretto riserbo. Si fanno nomi possibili solo perché alle caratteristiche riportate negli annunci spesso corrispondono quelle di più hotel. Si sa solo che l’albergo da 5 milioni di euro ha spiaggia privata, piscina, cassaforte, parcheggio interno, 69 camere e sala convegni. Quello da 4 milioni e 200mila euro ha invece una superficie di 1400 metri quadri, ascensore, 40 camere e servizi e il posto auto esterno. Qualcuno avanza l’ipotesi che in realtà gli annunci di qualche agenzia siano semplici “ specchietti per le allodole”, ossia un modo per accalappiare il cliente e proporgli, in sostituzione di quell’albergo “ non più disponibile”, un ancor “ più vantaggioso affare”. Fatto sta che alla domanda “c’è crisi?” la maggior parte degli albergatori risponde “ che i cali si fanno sentire sempre di più”. Che in cuor loro attendano davvero la “gallina dalle uova d’oro”?
 
Indietro