Tutte queste storie sugli USA.....

  • Due nuove obbligazioni Societe Generale, in Euro e in Dollaro USA

    Societe Generale porta sul segmento Bond-X (EuroTLX) di Borsa Italiana due obbligazioni, una in EUR e una in USD, a tasso fisso decrescente con durata massima di 15 anni e possibilità di rimborso anticipato annuale a discrezione dell’Emittente.

    Per continuare a leggere visita questo LINK

Giamp

Utente Registrato
Registrato
6/3/00
Messaggi
30.000
Punti reazioni
1.318
Leggo sempre che gli USA sono finiti, che la Cina li supererà, che falliranno presto, che non sono più il motore del mondo, ecc.ecc.
Ma non vedete che quando la loro borsa è chiusa sembra di essere nel giorno di ferragosto e non si muove nulla?
Le borse orientali non se le c... nessuno e non hanno mai diretto la direzione delle altre borse!:no:
E non mi sembra che la tendenza stia cambiando con l'aumentare del pil cinese!:no:
Secondo me la Cina potrà anche arrivare al doppio del pil americano, ma non cambia nulla!
Aivoglia a fabbricare magliette e ciaffetti vari da vendere negli eurostock e per gli alberelli di Natale.....!
 
Guarda, il discorso e' molto semplice: l'economia USA e' in netto declino, perche' la produzione e' spostata tutta in Cina. La disoccupazione in America non tende a diminuire come si vorrebbe perche' non vi e' modo di portare avoro (se non lavoro manuale!).
In queste condizioni e' evidente che il debito pubblico dell'america trovera' sempre maggiori difficolta' a "stornare". La borsa invece sale perche' le aziende, comunque, non solo hanno trovato un mercato per la produzione a costi molto piu' bassi (CINA) ma hanno altresi' trovato un posto nuovo per le vendite dei prodotti (SEMPRE LA CINA, in crescita esponenziale).
Ergo, hai la risposta.
Cioe': SI, l'emerica e' in declino.

Perche' pensi stiano spostando "i problemi" sull'europa ? Per trovare ancora chi gli finanzia il debito!

Un saluto :)
 
Guarda, il discorso e' molto semplice: l'economia USA e' in netto declino, perche' la produzione e' spostata tutta in Cina. La disoccupazione in America non tende a diminuire come si vorrebbe perche' non vi e' modo di portare avoro (se non lavoro manuale!).
In queste condizioni e' evidente che il debito pubblico dell'america trovera' sempre maggiori difficolta' a "stornare". La borsa invece sale perche' le aziende, comunque, non solo hanno trovato un mercato per la produzione a costi molto piu' bassi (CINA) ma hanno altresi' trovato un posto nuovo per le vendite dei prodotti (SEMPRE LA CINA, in crescita esponenziale).
Ergo, hai la risposta.
Cioe': SI, l'emerica e' in declino.

Perche' pensi stiano spostando "i problemi" sull'europa ? Per trovare ancora chi gli finanzia il debito!

Un saluto :)

Un mio cliente è stato ben tre anni tra India e Cina, vivendo là, e ci è stato per lavorare con delle aziende europee, perché lui si occupa di consulenze aziendali.
Ebbene mi ha detto che la situazione da loro non è neanche LONTANAMENTE PARAGONABILE con la nostra!
Ceto medio totalmente assente, pochi ricchi e tanta gente povera che lavora per 4 soldi.
Inoltre campagne enormi e sperdute dove la gente neanche sa che a Shangai c'è un boom ecomico!
Secondo lui non c'è niente di "esponenziale", ma addirittura la crescita economica la vede prossima alla fine, perché il mercato interno è al limite, e quello estero non assorbe più di tanto!
Vede meglio l'India che la Cina, perché è una democrazia e la ricerca scientifica è libera, e non condizionata dallo stato!
 
Aivoglia a fabbricare magliette e ciaffetti vari da vendere negli eurostock e per gli alberelli di Natale.....!
Sei rimasto molto indietro....:yes:

Per la tecnologia in cina e' boom, altro che "solo magliette"...
 
Un mio cliente è stato ben tre anni tra India e Cina, vivendo là, e ci è stato per lavorare con delle aziende europee, perché lui si occupa di consulenze aziendali.
Ebbene mi ha detto che la situazione da loro non è neanche LONTANAMENTE PARAGONABILE con la nostra!
Ceto medio totalmente assente, pochi ricchi e tanta gente povera che lavora per 4 soldi.
Inoltre campagne enormi e sperdute dove la gente neanche sa che a Shangai c'è un boom ecomico!
Secondo lui non c'è niente di "esponenziale", ma addirittura la crescita economica la vede prossima alla fine, perché il mercato interno è al limite, e quello estero non assorbe più di tanto!
Vede meglio l'India che la Cina, perché è una democrazia e la ricerca scientifica è libera, e non condizionata dallo stato!

Non e' cosi' :)
Sono stato a Pechino 10 giorni, e a Shangai altrettanto.
Ti garantisco che ti ha raccontato una "non verita'"
Non e' nemmeno proprio "una bugia", perche' in Cina sono milioni e quindi di poveri ve ne sono molti. Ma vi sono altrettanti milioni di ricchi.
Se vai a Pechino , vai a Shangai...e poi torni a Milano...dirai: "ma che cacchio , son tornato in Africa!?!? "
Guarda, io non mi lamento della mia posizione sociale, ma li ci stanno i "ricchi veri". Quelli che hanno Ferrari "modificate", e orologi da 50/100 mila dollari.
A PECHINO ci sono 3 negozi Patek Philippe da 100 metri quadri! E la gente che entrava e comprava...non era poca!
Non ti dico da Louis Vuitton. O da Gucci.
E PECHINO e ' una metropoli con 20 milioni di abitanti!!
Certo poi da contorno i taxi costavano 3.5 euro e ti facevi il giro di tutta la citta'! Li vedevi la gente povera. Ma le cose stanno cambiando.
La verita' e' che dobbiamo ammetere che rispetto a loro stiamo declinando! E il fatto di avere spostato le nostre migliori produzioni li, e avergli praticamente regalato (covo di corruzione ancora amplio) i nostri segreti, ha solo accelerato un processo che ci portera' gravi danni.

E mentre prima "scopiazzavano", ora fanno robe di qualita' grazie al Know Out che gli abbiamo fornito "gratuitamente" :wall:

A conferma di quello che ti dico ti sugerisco di verificare le potenzialita' di questo nuovo telefono totalmente cinese, e guardare le caratteristiche hardware: Meizu MX.
Penso che ti dita' tutto.

E tra qualche anno, si costruiranno in casa le loro Mercedes, le loro BMW, le loro BOSH, i loro VINI, i loro Vestiti....e saranno dolori per l'europa.
Inoltre non abbiamo modo di lottare. Perdiamo in partenza visto la testardaggine delle associazioni cigl nel non voler capire che bisogna cambiare :wall:
 
Non e' cosi' :)
Sono stato a Pechino 10 giorni, e a Shangai altrettanto.
Ti garantisco che ti ha raccontato una "non verita'"
Non e' nemmeno proprio "una bugia", perche' in Cina sono milioni e quindi di poveri ve ne sono molti. Ma vi sono altrettanti milioni di ricchi.
Se vai a Pechino , vai a Shangai...e poi torni a Milano...dirai: "ma che cacchio , son tornato in Africa!?!? "
Guarda, io non mi lamento della mia posizione sociale, ma li ci stanno i "ricchi veri". Quelli che hanno Ferrari "modificate", e orologi da 50/100 mila dollari.
A PECHINO ci sono 3 negozi Patek Philippe da 100 metri quadri! E la gente che entrava e comprava...non era poca!
Non ti dico da Louis Vuitton. O da Gucci.
E PECHINO e ' una metropoli con 20 milioni di abitanti!!
Certo poi da contorno i taxi costavano 3.5 euro e ti facevi il giro di tutta la citta'! Li vedevi la gente povera. Ma le cose stanno cambiando.
La verita' e' che dobbiamo ammetere che rispetto a loro stiamo declinando! E il fatto di avere spostato le nostre migliori produzioni li, e avergli praticamente regalato (covo di corruzione ancora amplio) i nostri segreti, ha solo accelerato un processo che ci portera' gravi danni.

E mentre prima "scopiazzavano", ora fanno robe di qualita' grazie al Know Out che gli abbiamo fornito "gratuitamente" :wall:

A conferma di quello che ti dico ti sugerisco di verificare le potenzialita' di questo nuovo telefono totalmente cinese, e guardare le caratteristiche hardware: Meizu MX.
Penso che ti dita' tutto.

E tra qualche anno, si costruiranno in casa le loro Mercedes, le loro BMW, le loro BOSH, i loro VINI, i loro Vestiti....e saranno dolori per l'europa.
Inoltre non abbiamo modo di lottare. Perdiamo in partenza visto la testardaggine delle associazioni cigl nel non voler capire che bisogna cambiare :wall:

Si diceva lo stesso del Giappone 30 anni fa.......
Staremo a vedere.
 
I paesi emergenti traggono la loro forza, da manodopera quasi gratuita, prestata da persone al limite della sopravvivenza, che debbono decidere se mettere insieme quei quattro soldi, per una zuppa di cipolle, e poter vivere qualche giorno, o morire di fame. Sopratutto la situzione indiana è difficile, per la divisione in caste, che non permette di emergere e cambiare il proprio stato, se mai sono le caste superiori a trarre grossi benefici, ma è inneagabile che per molti versi questi paesi sono tutt'altro che emergenti..
 
Si diceva lo stesso del Giappone 30 anni fa.......
Staremo a vedere.

Giappone e Cina sono due mondi completamente, ma COMPLETAMENTE diversi , fidati.
Vai a Tokio, e te ne accorgerai. Non si pensa al lusso. La gente e' totalmente diversa.
Li sono stato nel quartiere di Akiabara per 2 settimane e sono tornato bambino.

Cultura, modi di lavorare e vedere le cose completamente differenti dai Cinesi.
 
Non e' cosi' :)
Sono stato a Pechino 10 giorni, e a Shangai altrettanto.
Ti garantisco che ti ha raccontato una "non verita'"
Non e' nemmeno proprio "una bugia", perche' in Cina sono milioni e quindi di poveri ve ne sono molti. Ma vi sono altrettanti milioni di ricchi.
Se vai a Pechino , vai a Shangai...e poi torni a Milano...dirai: "ma che cacchio , son tornato in Africa!?!? "
Guarda, io non mi lamento della mia posizione sociale, ma li ci stanno i "ricchi veri". Quelli che hanno Ferrari "modificate", e orologi da 50/100 mila dollari.
A PECHINO ci sono 3 negozi Patek Philippe da 100 metri quadri! E la gente che entrava e comprava...non era poca!
Non ti dico da Louis Vuitton. O da Gucci.
E PECHINO e ' una metropoli con 20 milioni di abitanti!!
Certo poi da contorno i taxi costavano 3.5 euro e ti facevi il giro di tutta la citta'! Li vedevi la gente povera. Ma le cose stanno cambiando.
La verita' e' che dobbiamo ammetere che rispetto a loro stiamo declinando! E il fatto di avere spostato le nostre migliori produzioni li, e avergli praticamente regalato (covo di corruzione ancora amplio) i nostri segreti, ha solo accelerato un processo che ci portera' gravi danni.

E mentre prima "scopiazzavano", ora fanno robe di qualita' grazie al Know Out che gli abbiamo fornito "gratuitamente" :wall:

A conferma di quello che ti dico ti sugerisco di verificare le potenzialita' di questo nuovo telefono totalmente cinese, e guardare le caratteristiche hardware: Meizu MX.
Penso che ti dita' tutto.

E tra qualche anno, si costruiranno in casa le loro Mercedes, le loro BMW, le loro BOSH, i loro VINI, i loro Vestiti....e saranno dolori per l'europa.
Inoltre non abbiamo modo di lottare. Perdiamo in partenza visto la testardaggine delle associazioni cigl nel non voler capire che bisogna cambiare :wall:

Guarda che lui ci è VISSUTO 3 anni e non 10 giorni!
Inoltre ha girato dove di solito un turista non può girare!
Lo conosco molto bene, non racconta frottole!

I ricchi certo che ci sono, quelli assurdamente ricchi, alla faccia del comunismo che ancora ufficialmente c'è in Cina!
Ma è il CETO MEDIO che manca, unico motore di un vero sviluppo!
 
I paesi emergenti traggono la loro forza, da manodopera quasi gratuita, prestata da persone al limite della sopravvivenza, che debbono decidere se mettere insieme quei quattro soldi, per una zuppa di cipolle, e poter vivere qualche giorno, o morire di fame. Sopratutto la situzione indiana è difficile, per la divisione in caste, che non permette di emergere e cambiare il proprio stato, se mai sono le caste superiori a trarre grossi benefici, ma è inneagabile che per molti versi questi paesi sono tutt'altro che emergenti..

vero.

A proposito di India:
Negli USA non si trova nemmeno piu' un posto nel call center, perche' decentrano in India !
 
I paesi emergenti traggono la loro forza, da manodopera quasi gratuita, prestata da persone al limite della sopravvivenza, che debbono decidere se mettere insieme quei quattro soldi, per una zuppa di cipolle, e poter vivere qualche giorno, o morire di fame. Sopratutto la situzione indiana è difficile, per la divisione in caste, che non permette di emergere e cambiare il proprio stato, se mai sono le caste superiori a trarre grossi benefici, ma è inneagabile che per molti versi questi paesi sono tutt'altro che emergenti..

Infatti, e questo non durerà molto!
Perché se dura, allora rimangono paesi al 90% poveri, se invece non dura allora i loro stipendi non faranno più concorrenza ai nostri e i loro prodotti non saranno più concorrenziali!
Comunque, al di là delle differenze che ci sono tra cinesi e giapponesi, come diceva neropece, la BMW è rimasta sempre la BMW, anche se 30 anni fa si diceva che i giapponesi avrebbero fatto scomparire le nostre auto!
 
Declino USa = declino Europei

30 anni fa gli Usa spostarono le produzioni in Cina per far concorrenza proprio
a noi europei.
Gli europei li hanno dovuti emulare per sopravvivere.

Se gli Usa sono in declinio noi europei non siamo da meno.

Solo che noi siamo messi peggio perchè non possiamo stampare moneta in questi momenti di difficoltà per colpa dei tedeschi e della BCE.

QUindi tra poco celebreremo il nostro funerale economico e disintegrazione dell'industria italiana. Tutti a zappà.!!
 
vero.

A proposito di India:
Negli USA non si trova nemmeno piu' un posto nel call center, perche' decentrano in India !

Appunto.., avevo letto sulla divisione in caste dell'India, sopratutto la cosidetta "casta degli intoccabili", a cui non è dato nemmeno ottenere un posto al call center, se mai fanno i lavori più umili e sporchi, le caste sono ufficialmente abolite, ma rimangono nella mentalità iindiana. Per il resto l'India dove io ho investito, ha molti margini di sviluppo, tutti parlano l'inglese, la loro economia è in netta espanzione, e per il resto ha ancora potenzialità non sfruttate a pieno, un'immenso mercato interno da sviluppare, i ceti medi in via di formazione che si apprestano al consumo, certo è una scommessa per il futuro, in ottica quinquennale o decennale.. si farà...
 
Infatti, e questo non durerà molto!
Perché se dura, allora rimangono paesi al 90% poveri, se invece non dura allora i loro stipendi non faranno più concorrenza ai nostri e i loro prodotti non saranno più concorrenziali!
Comunque, al di là delle differenze che ci sono tra cinesi e giapponesi, come diceva neropece, la BMW è rimasta sempre la BMW, anche se 30 anni fa si diceva che i giapponesi avrebbero fatto scomparire le nostre auto!

Mi sa tanto che qui a non durare siamo noi........:D
 
Appunto.., avevo letto sulla divisione in caste dell'India, sopratutto la cosidetta "casta degli intoccabili", a cui non è dato nemmeno ottenere un posto al call center, se mai fanno i lavori più umili e sporchi, le caste sono ufficialmente abolite, ma rimangono nella mentalità iindiana. Per il resto l'India dove io ho investito, ha molti margini di sviluppo, tutti parlano l'inglese, la loro economia è in netta espanzione, e per il resto ha ancora potenzialità non sfruttate a pieno, un'immenso mercato interno da sviluppare, i ceti medi in via di formazione che si apprestano al consumo, certo è una scommessa per il futuro, in ottica quinquennale o decennale.. si farà...

concordo assolutamente. Quello c he oggi in india e' palude, domani puo' diventare citta'. Hanno denaro e fondi per farlo. E soprattutto investono in risorse umane, matematiche in primis. :)
Si , noi siamo molto indietro, e continuiamo a fare errori su errori nei modi di gestire crisi e futuro.
 
30 anni fa gli Usa spostarono le produzioni in Cina per far concorrenza proprio
a noi europei.
Gli europei li hanno dovuti emulare per sopravvivere.

Se gli Usa sono in declinio noi europei non siamo da meno.

Solo che noi siamo messi peggio perchè non possiamo stampare moneta in questi momenti di difficoltà per colpa dei tedeschi e della BCE.

QUindi tra poco celebreremo il nostro funerale economico e disintegrazione dell'industria italiana. Tutti a zappà.!!

Mi sa tanto che qui a non durare siamo noi........:D

Vedo molto ottimismo da parte vostra.......!
I casi sono due, o siete pesantemente investiti in ETC cinesi o indiani, o state per spararvi!
Il pessimismo non ha mai portato da nessuna parte, se non quando si è short sulle nostre aziende!
Se avete dei figli che li avete fatti a fare?
Per mandarli a vivere nel mondo delle caverne che secondo voi sarà il nostro futuro?
 
Vedo molto ottimismo da parte vostra.......!
I casi sono due, o siete pesantemente investiti in ETC cinesi o indiani, o state per spararvi!
Il pessimismo non ha mai portato da nessuna parte, se non quando si è short sulle nostre aziende!

Etf...... India.., e non mi sembra il caso di spararsi.. o altro, penso che le nuove generazione debbano ritrovare il senso del sacrificio per ricostruire una nuova crescita
 
Etf...... India.., e non mi sembra il caso di spararsi.. o altro

Lo immaginavo, visto che ogni volta che dico che forse la Cina crescerà al 5% invece che al 10% vengo pesantemente attaccato!
Se tutto andrà come dite voi, è inutile che guadagni 4 spicci da un etf indiano, visto che poi ci dovrai comprare zappa e vanga per coltivare della terra, che bastava per 20 milioni di persone ma non certo per 60!
 
Lo immaginavo, visto che ogni volta che dico che forse la Cina crescerà al 5% invece che al 10% vengo pesantemente attaccato!
Se tutto andrà come dite voi, è inutile che guadagni 4 spicci da un etf indiano, visto che poi ci dovrai comprare zappa e vanga per coltivare della terra, che bastava per 20 milioni di persone ma non certo per 60!

A me il terreno non manca di certo...:D:D:D
 
Vedo molto ottimismo da parte vostra.......!
I casi sono due, o siete pesantemente investiti in ETC cinesi o indiani, o state per spararvi!
Il pessimismo non ha mai portato da nessuna parte, se non quando si è short sulle nostre aziende!
Se avete dei figli che li avete fatti a fare?
Per mandarli a vivere nel mondo delle caverne che secondo voi sarà il nostro futuro?

Non sono MAI (e ripeto MAI) stato PESSIMISTA in vita mia. Non sono MAI pero', nemmeno stato privo di realismo. Per cui alla fine e' necessario vedere le cose come stanno.
Avendo viaggiato molto (ed essendo anche uno che poi nei posti dove va chiede, si informa, domanda....) , posso dirvi che siamo abbastanza fortunati se ci troviamo a questo punto. Perche' per molti versi bisogna ammettere che le cose sbagliate neglii ultimi 30 annisono davvero numerose . E oggi continuiamo ancora a non capire! Questo e' il dramma.
 
Indietro