Un dubbio sulla stanza di compensazione interbancaria.

Ducky

Nuovo Utente
Registrato
20/1/11
Messaggi
4
Punti reazioni
0
Ciao a tutti sono nuovo e mi sono iscritto appositamente per chiedervi qualche parere al riguardo di un dubbio che non riesco a levarmi di testa per quanto riguarda la stanza di compensazione interbancaria.
Partiamo da due ipotesi.
1)Ogni banca privata emette della moneta, le monete delle banche private sono tra loro disomogenee e sono rese omogenee da parte della Banca centrale a fine giornata in stanza di compensazione , infatti le banche non possono effettuare pagamenti direttamente tra di loro. devono sempre passare attraverso la banca centrale che addebitando o accreditando i loro conti di riserva in base alla loro posizione netta a fine giornata rende la moneta emessa da MPS poniamo uguale a quella emessa da IntesaSanPaolo.
2) Tutte le operazioni bancarie sono registrate con il metodo della partita doppia che richiede che ogni individuo che compie un operazione sia contemporaneamente addebitato e accreditato dello stesso ammontare.

Ora fatte queste premesse su cui penso si possa essere concordi. Mi sorge un dubbio:A livello nazionale con la camera di compensazione la partita doppia si chiude perfettamente a 0 e sin qua ancora non ci piove ...... ma a livello internazionale non esiste mica una camera di compensazione interbancaria ....questa benedetta partita doppia come si chiude?. Perchè anche a livello internazionale le banche non si possono pagare direttamente .... devono farlo con l'ausilio della banca centrale...con cui a fine giornata la banca privata chiude la partita doppia....sia nel paese che ha inviato il pagamento sia nel paese che lo ha ricevuto...........ma se è cosi la partita doppia delle banche centrali dei 2 paesi come si chiude non essendoci una stanza di compensazione a livello di banche centrali...cioe una banca centrale delle banche centrali...
io a questo punto sono bloccato .....perchè mi esce che una banca centrale ha una partita chiusa in negativo quella del paese importatore ...mentre il paese esportatore ha una bilancia chiusa in positivo........entrambe cose assurde perchè se l'operazione non fa 0 il pagamento di ogni esportazione sarebbe il doppio di quello che è.
Chi mi aiuta? <dove sbaglio?
Spero di essermi fatto capire soprattutto!!!!!

Ahhh e ultima cosa .... ma la BCE ha una stanza di compensazione interbancaria tra le banche centrali europee? A me pare di aver capito che non ci siano......che le stanze di compensazione a livello nazionale.....
Ora siccome è l'esistenza stessa della banca centrale e della stanza di compensazione che rende omogenee le monete emesse dalle banche secondarie....se in Europa non esiste una stanza di compensazione a livello BCE cosa è che rende omogenee la moneta emessa dalla solita MPS e quella emessa da Deutsche Bank o banque Paribas.............
 
Ultima modifica:
C'è la banca dei regolamenti internazionali, una sorta di banca centrale delle banche centrali..

Article 3
The objects of the Bank are: to promote the co-operation of central banks and to provide additional facilities for international financial operations; and to act as trustee or agent in regard to international financial settlements entrusted to it under agreements with the parties concerned.
http://www.bis.org/about/statut.pdf

credo sia questo..
 
C'è la banca dei regolamenti internazionali, una sorta di banca centrale delle banche centrali..

Article 3
The objects of the Bank are: to promote the co-operation of central banks and to provide additional facilities for international financial operations; and to act as trustee or agent in regard to international financial settlements entrusted to it under agreements with the parties concerned.
http://www.bis.org/about/statut.pdf

credo sia questo..


No la banca dei regolamenti internazionali non fa questo..... tipo di operazioni ne sono pressoche sicuro.
Anche perchè parliamoci chiaramente per rendere omogenee due cose diverse.......cioe le monete di due paesi diversi bisogna renderli omogenei a una terza moneta ...
 
Ultima modifica:

ai miei tempi funzionava così: io sono bca intesa e tu sei la Deutsche bank.
Io e te apriamo due c/c. Io che sono italiano apro IL TUO CC LIRE.
Tu che sei tedesco apri il MIO CC marchi. Chiaro sin qui ?
Se io Intesa volevo pagare marchi a BMW inviavo un msg (swift)
a DB e gli dicevo paga tot marchi a BMW e addebita il mio cc marchi.
SE volevo pagare lire
gli dicevo: sul tuo cc lire ho messo tot lire..dalle alla BMW. Ok ?
Poi è arrivato l'ECU. Se volevo pagare ECU a DB dovevo
trovare una banca presso la quale DB aveva un conto ECU
e quindi trasferire i fondi a quella banca per il successivo giro a DB.
Le banche interessate potevano essere Intesa, DB e la banca intermediaria
ma a volte ne occorreva un'altra.
Ora con l'euro presumo che tutto passi per UN UNICO ENTE
dove sia intesa sia DB hanno un conto in euro.
Il sistema europeo mi pare si chiami SEPA.
.
http://it.wikipedia.org/wiki/Area_unica_dei_pagamenti_in_euro#Il_SEPA_Credit_Transfer
 
Ok Ramirez ma questo a livello di pratica bancaria ma il mio dubbio rimane a livello.... di chiusura delle partite doppie perchè lo swift che tu facevi a deutsche bank, partendo dalla premessa che le banche private non possono pagarsi direttamente tra di loro deve per forza di cose passare attraverso le banche centrali.....
se le banche si pagassero tra di loro direttamente ci sarebbe Free banking e quindi possibilità per una banca di emettere moneta in misura maggiore di quella che potrebbe...e questo non è il caso.......
Sepa non mi convince......non mi è mai parso che sia una stanza di compensazione
 
Indietro