Un occhio al futuro: sarà fondamentale avere una casa con box auto per ricaricare l'a

  • Caro Ospite,
    finalmente abbiamo aggiornato il forum di FinanzaOnLine per fornirti un servizio performante e aggiornato. Come avrai notato il lavoro non è ancora ultimato. Purtroppo alcune funzioni della vecchia piattaforma non sono presenti per motivi di incompatibilità ma siamo aperti a considerare eventuali sviluppi.
    Per qualsiasi quesito sull'utilizzo della nuova piattaforma o se riscontri qualche problema di funzionamento o di navigazione scrivi nella sezione FIX FORUM. Stiamo raccogliendo tutte le segnalazioni al fine di perfezionare la nuova piattaforma.

    Grazie per la comprensione e grazie per il supporto.
    Staff | FinanzaOnLine

PieroUBR

Nuovo Utente
Sospeso dallo Staff
Registrato
20 Nov 2018
Messaggi
370
Punti reazioni
3
Buongiorno a tutti.
Volevo chiedere ai più visionari del futuro quanto sarà importante e richiesto l'immobile con box auto per ricaricare elettricamente a casa la propria autovettura del domani.
Leggendo vari articoli è menzionato chiaramente che la ricarica a casa è più lenta ma più economica almeno del 50%. Pensate che ci sarà un innalzamento delle richieste di immobili che dispongono di box auto per ricarica auto e che quindi tra dieci anni circa potranno avere un innalzamento del prezzo di mercato?
Grazie!
 

Napoli1986

Nuovo Utente
Registrato
5 Lug 2019
Messaggi
2.361
Punti reazioni
63
Inutile per me avere un auto elettrica e sperare di ricaricarla con la corrente domestica.
Ci vuole un mese per un pieno.
 

Napoli1986

Nuovo Utente
Registrato
5 Lug 2019
Messaggi
2.361
Punti reazioni
63
Visione molto limitata. Con l'evoluzione tecnologica in corso nel giro di pochi anni il panorama sarà totalmente cambiato.

è fisica. in che modo con un contatore in bassa tensione a 3/4,5/6 Kw riesci a ricaricare una batteria da 50kwh in poco tempo?
 
Ultima modifica:

Benjamin_Malaussène

Nuovo Utente
Registrato
12 Ago 2019
Messaggi
5.222
Punti reazioni
409
Altro spunto collegato: considerando il periodo che sta vivendo tutto il settore retail, qualora ci fosse veramente una maggiore richiesta di garage per automobili da ricaricare privatamente, quanto potrebbe essere probabile che molti locali che oggi sono affittati a servizi di vicinato (panetteria, sarta, merceria, giornalaio, negozio di vestiti, etc.) vengano riconvertiti in garage privati?
 

oneone

Nuovo Utente
Registrato
7 Nov 2009
Messaggi
57.713
Punti reazioni
1.453
Fondamentale! Almeno quanto il giardino negli appartamenti a piano terra :o
 

Megatron

Nuovo Utente
Registrato
16 Ott 2008
Messaggi
2.032
Punti reazioni
87
Dipende dall'utilizzo che se ne fa...
Il concetto base è che non si deve mai arrivare a batteria completamente scarica, ma si deve ricaricare effettuando i cosiddetti "biberaggi" , ovvero ricariche parziali effettuate nelle ore in cui non si usa l'auto.
Se ad esempio di notte non usiamo l'auto per 10 ore, possiamo tranquillamente arrivare a 35-30 Kwh per ogni carica
 

Wally6

Nuovo Utente
Registrato
14 Mar 2017
Messaggi
1.962
Punti reazioni
43
Altro spunto collegato: considerando il periodo che sta vivendo tutto il settore retail, qualora ci fosse veramente una maggiore richiesta di garage per automobili da ricaricare privatamente, quanto potrebbe essere probabile che molti locali che oggi sono affittati a servizi di vicinato (panetteria, sarta, merceria, giornalaio, negozio di vestiti, etc.) vengano riconvertiti in garage privati?

un pò difficile credo perchè per parcheggiare dentro tali negozi bisogna salire sul marciapiede.
Non sarebbe molto vivibile che di fianco alla cartoleria ci fosse un via vai di auto per ricaricarsi.
Chissà le strade poi.
Si arriva 5 minuti in anticipo e si mettono le doppie frecce?
Un casino in città.
 

cecc88

Ignorante
Registrato
4 Gen 2018
Messaggi
10.978
Punti reazioni
373
Io credo che il box auto serva all'auto elettrica più di quanto l'auto elettrica serva al box auto.

Dove lo spazio esiste i box sono economici, ma in generale non è così impossibile sviluppare anche delle soluzioni condominiali. Dove lo spazio non esiste invece i box sono già piuttosto cari, roba che costano più dell'auto.

Per cui mi aspetto che chi possiede il box sia più incentivato al passaggio elettrico, ma altrimenti io non vedo la corsa al garage per le ricariche.
 

biker57

Nuovo Utente
Registrato
26 Ago 2020
Messaggi
154
Punti reazioni
7
Dipende dall'utilizzo che se ne fa...
Il concetto base è che non si deve mai arrivare a batteria completamente scarica, ma si deve ricaricare effettuando i cosiddetti "biberaggi" , ovvero ricariche parziali effettuate nelle ore in cui non si usa l'auto.
Se ad esempio di notte non usiamo l'auto per 10 ore, possiamo tranquillamente arrivare a 35-30 Kwh per ogni carica

Premetto che non conosco il tema delle ricariche delle batterie auto. Immagino che le batterie nel loro ciclo di vita avranno un numero di "biberonaggi" definito quindi se li faccio parziali accorcio il numero di Km totali che posso fare?
 

biker57

Nuovo Utente
Registrato
26 Ago 2020
Messaggi
154
Punti reazioni
7
Dipende dall'utilizzo che se ne fa...
Il concetto base è che non si deve mai arrivare a batteria completamente scarica, ma si deve ricaricare effettuando i cosiddetti "biberaggi" , ovvero ricariche parziali effettuate nelle ore in cui non si usa l'auto.
Se ad esempio di notte non usiamo l'auto per 10 ore, possiamo tranquillamente arrivare a 35-30 Kwh per ogni carica

Premetto che non conosco il tema delle ricariche delle batterie auto. Immagino che le batterie nel loro ciclo di vita avranno un numero di "biberonaggi" definito quindi se li faccio parziali accorcio il numero di Km totali della vita della batteria?
 

Napoli1986

Nuovo Utente
Registrato
5 Lug 2019
Messaggi
2.361
Punti reazioni
63
e dove e' scritto che bisogna utilizzare un contatore da 3/4,5/6 Kw ?

a casa ci sono questi contatori qui in bassa tensione.
se stiamo dicendo che per supportare questa pagliacciata delle auto elettriche dobbiamo adeguare tutte le reti domestiche, tutti gli elettrodomestici, e tutti gli impianti, allora alzo le mani. (con ovviamente tutti i rischi del caso dettati dal fatto di mettere una corrente ad alta tensione in abitazioni domestiche).
 

Napoli1986

Nuovo Utente
Registrato
5 Lug 2019
Messaggi
2.361
Punti reazioni
63
In 10 ore con 3kW ricarichi 30kWh, fai pure 25. Ci fai 150km, non bastano?

dipende per che cosa usi la macchina.
io con una macchina elettrica impazzirei dopo 1 mese. faccio benzina col serbatoio ad 1/4, figuriamoci se posso pensare anche solo lontanamente di avere un auto elettrica.
 

Folio

Uomo
Registrato
25 Apr 2020
Messaggi
1.489
Punti reazioni
86
Non penso. Le batterie saranno migliori e la maggior parte delle persone ricaricherà la macchina solo una volta a settimana. Se con una ricarica fai 1000km per la persona media basta e avanza.
 

Mike_74

Nuovo Utente
Registrato
16 Giu 2014
Messaggi
2.499
Punti reazioni
61
dipende per che cosa usi la macchina.
io con una macchina elettrica impazzirei dopo 1 mese. faccio benzina col serbatoio ad 1/4, figuriamoci se posso pensare anche solo lontanamente di avere un auto elettrica.

Ognuno ha le sue fisme ma 150km al giorno bastano e avanzano al 90% degli automobilisti.
 

Itachi

Nuovo Utente
Registrato
2 Mar 2019
Messaggi
1.032
Punti reazioni
98
Leggo molte inesattezze, soprattutto riguardo i tempi di ricarica.
Qui da me il passaggio c'è già stato, in città l'ultimo benzinaio é stato chiuso 3 anni fa e per legge si possono aprire solo fuori adesso. Se hai una macchina a benzina e vuoi vivere in citta ti attacchi, il comune ha deciso cosi.

Comunque le ricariche sono assolutamente inferiori a quelle descritte prima.
Con la presa da 3,7kW che c'è generalmente in casa il tempo di ricarica è di circa 4 ore (quindi durante la notte nessun problema per il pieno). Con i supercharger nelle stazioni di ricarica (150 kW) invece si arriva al 50% dell'autonomia (per una tesla model 3 da 85kwh) in 20 minuti.
Tutte cose fatte personalmente e che posso confermare. Tempi assolutamente fattibili direi.

Va detto pero appunto che la città è molto diversa dalle nostre e questi cambiamenti fanno parte di piani iniziati moltissimo tempo fa.
Innanzitutto non si possono costruire palazzi se non con un tot di piani sotterranei per i parcheggi e con un tot di quei parcheggi con le colonnine.
In città ci sono colonnine ovunque, in alcune zone si arriva a una per ogni 3 parcheggi (piú che sufficiente per ora).
Molte strade sono limitate al traffico normale e accessibili solo da mezzi elettrici (quindi bus e auto elettriche).
Obbligo di veicoli elettrici per car sharing e a breve anche per i taxi (i trasporti pubblici sono proprio stati vietati in qualsiasi forma che non sia elettrico da parecchio tempo).

Ma di base il punto è che ci sono tutta una serie di regole, incentivi e lavori pubblici che sono iniziati decenni fa, non adesso. Quindi ad oggi posso dire che qui avere un'auto elettrica non crea nessun problema rispetto a una a benzina.

Ma non credo che in Italia si possa fare una cosa simile per una miriade di motivi urbani (città antiche poco modificabili), immobiliari (le case si rifanno ma non si buttano giu), legislativi (c'e bisogno di piani decennali, i nostri governi a mala pena pianificano in mesi) e di abitudini.
 

Benjamin_Malaussène

Nuovo Utente
Registrato
12 Ago 2019
Messaggi
5.222
Punti reazioni
409
Ma non credo che in Italia si possa fare una cosa simile per una miriade di motivi urbani (città antiche poco modificabili), immobiliari (le case si rifanno ma non si buttano giu), legislativi (c'e bisogno di piani decennali, i nostri governi a mala pena pianificano in mesi) e di abitudini.
5 anni fa ti avrebbero detto che in Italia non si sarebbero potuto mai fare lo smart working perché siamo un popolo troppo sociale.

Oggi ancora ci dicono che non passeremo mai ai pagamenti digitali perché siamo amanti del contante e "gli anziani non sanno usare il bancomat" (ritornello che dura da quando gli attuali anziani erano under 50).

Bullshit

La modernità non si ferma: magari arriveremo una decina di anni dopo il Canada, ma l'Italia non è un'enclave rispetto al resto del mondo.

Anche da noi Enel X sta costruendo colonnine ove possibile ed i nuovi palazzi hanno garage (a volte anche in più per venderli ai palazzi vicini). Quando/se il mercato metterà a disposizione auto elettriche a prezzi/prestazioni simili alle auto tradizionali, la gente comprerà il garage (già tanti condomini hanno i garage, aggiungi tutti i negozi/magazzini ai piani terra sempre più inutilizzati) e userà l'auto elettrica.

Oggi l'auto elettrica non è ai livelli di prezzo e comodità di utilizzo delle auto a benzina. Qualora lo diventerà , la gente le adotterà.

Anche in ambiti correlati, nonostante l'opinione comune, l'italia non è un paese statico: nonostante la querelle sul ponte Morandi, abbiamo una delle reti autostradali meglio mantenute in Europa (sebbene con tariffe alte) e stiamo scalando la classifica europea delle nazioni con maggior percentuale di connessioni ultra-broadband.
 

Megatron

Nuovo Utente
Registrato
16 Ott 2008
Messaggi
2.032
Punti reazioni
87
Premetto che non conosco il tema delle ricariche delle batterie auto. Immagino che le batterie nel loro ciclo di vita avranno un numero di "biberonaggi" definito quindi se li faccio parziali accorcio il numero di Km totali della vita della batteria?

una qualunque batteria è soggetta ad un numero limitato di ricariche...