Un triste esempio della mangiatoia immigrazione

  • Ecco la 69° Edizione del settimanale "Le opportunità di Borsa" dedicato ai consulenti finanziari ed esperti di borsa.

    Settimana difficile per i principali indici europei e americani, solo il Nasdaq resiste alle vendite grazie ai conti di Nvidia. Il leader dei chip per l’intelligenza artificiale ha riportato utili e prospettive superiori alle attese degli analisti, annunciando anche un frazionamento azionario (10 a 1). Gli investitori però valutano anche i toni restrittivi dei funzionari della Fed che hanno ribadito la visione secondo cui saranno necessari più dati che confermino la discesa dell’inflazione per convincere il Fomc a tagliare i tassi. Anche la crescita degli indici Pmi, che dipingono un’economia resiliente con persistenti pressioni al rialzo sui prezzi, rafforzano l’idea di tassi elevati ancora a lungo. Per continuare a leggere visita il link

  • Due nuove obbligazioni Societe Generale, in Euro e in Dollaro USA

    Societe Generale porta sul segmento Bond-X (EuroTLX) di Borsa Italiana due obbligazioni, una in EUR e una in USD, a tasso fisso decrescente con durata massima di 15 anni e possibilità di rimborso anticipato annuale a discrezione dell’Emittente.

    Per continuare a leggere visita questo LINK

chiesa2

Utente Registrato
Registrato
11/1/02
Messaggi
7.551
Punti reazioni
835
Peculato e reati fiscali nell'accoglienza dei migranti: ai domiciliari il capo di Svoltare onlus a Parma - la Repubblica

Notare la fonte. Repubblica. E' come chiedere a un vegano di parlare di fiorentine al sangue. E nonostante questo, la mangiatoia emerge dall'articolo in tutto il suo disgusto.

"Svoltare Onlus, associazione che aveva ottenuto dalla Prefettura di Parma, attraverso false autodichiarazioni, la gestione del servizio di accoglienza richiedenti asilo fin dal luglio del 2015, anno della sua costituzione, nonché, dal Comune di Parma, la gestione di interventi destinati a favore di persone adulte senza dimora. Un'inchiesta giudiziaria si abbatte su una delle principali realtà dedicate all'accoglienza dei migranti a Parma, Svoltare onlus. Disposto il sequestro preventivo per 1,4 mln. L'accusa: distrazione di fondi per pranzi, viaggi e trattamenti di bellezza. Contestata l’indebita appropriazione di parte dei circa 16 milioni di euro di fondi pubblici. Reati di peculato, malversazione ai danni dello Stato, turbativa d’asta, falso e omessa dichiarazione ai fini Ires e Irap, commessi nel settore dei servizi di accoglienza di cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale. E' emerso dalle indagini che S.S, in qualità di amministratore di sostegno di oltre trenta persone, senza alcuna autorizzazione del Giudice tutelare, aveva prelevato dai conti correnti intestati a diversi di loro (di cui aveva la disponibilità in virtù del pubblico ufficio ricoperto) somme per quasi 80mila euro. In particolare, sono risultate addebitate all’associazione: spese personali dei soci (lauti pranzi con pregiati vini francesi, prolungati viaggi all’estero, acquisti di costosi capi d’abbigliamento e di smartphone di ultima generazione, trattamenti di bellezza, pagamento utenze domestiche personali e di spese condominiali), titolari di carte prepagate accese sui conti correnti di Svoltare o beneficiari di rimborsi o di pagamenti eseguiti direttamente dall’ente; veri e propri trattamenti stipendiali riconosciuti ai soci, destinatari di accrediti falsamente giustificati come restituzione di prestiti infruttiferi, nonostante tali prestiti, per la maggior parte dei casi, non siano mai stati effettuati; il ripianamento di debiti personali di S.S., dissimulando le uscite attraverso l’annotazione di fatture per operazioni oggettivamente inesistenti all’uopo emesse dal creditore; negli anni successivi al 2015, pagamenti di varia natura in favore dei soggetti amministrati da S.S. ai quali, in tal modo, venivano "restituite", con fondi pubblici, parte delle risorse loro sottratte durante il primo anno di attività dell’associazione. L’associazione, nel corso degli anni, ha compiuto significativi investimenti, di carattere speculativo, sul mercato dei titoli mobiliari e ha acquistato immobili di rilevante valore. Pertanto l’ente operava come una vera e propria impresa commerciale distribuendo parte dei proventi dell’attività ai propri associati.

Nel gennaio 2018 a Svoltare onlus è stato conferito l'attestato di Civica benemerenza in occasione del Premio Sant'Ilario per la capacità, si legge nella motivazione, di "interpretare in modo sensibile e coinvolgente le esigenze di una società in continua mutazione, accompagnando le persone nel creare o ricreare le condizioni essenziali per consentire loro una svolta di vita". Un sistema capace di "offrire un modello di solidarietà innovativo e dalla qualità certificata Iso 9001, per fornire una risposta concreta alle condizioni di disagio generate dai continui mutamenti evolutivi della società" :D

Quanti Svoltare Onlus ci sono in Italia? Quante mangiatoie illegittime ci sono, che lucrano sulla pelle degli immigrati?
 
Peculato e reati fiscali nell'accoglienza dei migranti: ai domiciliari il capo di Svoltare onlus a Parma - la Repubblica

Notare la fonte. Repubblica. E' come chiedere a un vegano di parlare di fiorentine al sangue. E nonostante questo, la mangiatoia emerge dall'articolo in tutto il suo disgusto.

"Svoltare Onlus, associazione che aveva ottenuto dalla Prefettura di Parma, attraverso false autodichiarazioni, la gestione del servizio di accoglienza richiedenti asilo fin dal luglio del 2015, anno della sua costituzione, nonché, dal Comune di Parma, la gestione di interventi destinati a favore di persone adulte senza dimora. Un'inchiesta giudiziaria si abbatte su una delle principali realtà dedicate all'accoglienza dei migranti a Parma, Svoltare onlus. Disposto il sequestro preventivo per 1,4 mln. L'accusa: distrazione di fondi per pranzi, viaggi e trattamenti di bellezza. Contestata l’indebita appropriazione di parte dei circa 16 milioni di euro di fondi pubblici. Reati di peculato, malversazione ai danni dello Stato, turbativa d’asta, falso e omessa dichiarazione ai fini Ires e Irap, commessi nel settore dei servizi di accoglienza di cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale. E' emerso dalle indagini che S.S, in qualità di amministratore di sostegno di oltre trenta persone, senza alcuna autorizzazione del Giudice tutelare, aveva prelevato dai conti correnti intestati a diversi di loro (di cui aveva la disponibilità in virtù del pubblico ufficio ricoperto) somme per quasi 80mila euro. In particolare, sono risultate addebitate all’associazione: spese personali dei soci (lauti pranzi con pregiati vini francesi, prolungati viaggi all’estero, acquisti di costosi capi d’abbigliamento e di smartphone di ultima generazione, trattamenti di bellezza, pagamento utenze domestiche personali e di spese condominiali), titolari di carte prepagate accese sui conti correnti di Svoltare o beneficiari di rimborsi o di pagamenti eseguiti direttamente dall’ente; veri e propri trattamenti stipendiali riconosciuti ai soci, destinatari di accrediti falsamente giustificati come restituzione di prestiti infruttiferi, nonostante tali prestiti, per la maggior parte dei casi, non siano mai stati effettuati; il ripianamento di debiti personali di S.S., dissimulando le uscite attraverso l’annotazione di fatture per operazioni oggettivamente inesistenti all’uopo emesse dal creditore; negli anni successivi al 2015, pagamenti di varia natura in favore dei soggetti amministrati da S.S. ai quali, in tal modo, venivano "restituite", con fondi pubblici, parte delle risorse loro sottratte durante il primo anno di attività dell’associazione. L’associazione, nel corso degli anni, ha compiuto significativi investimenti, di carattere speculativo, sul mercato dei titoli mobiliari e ha acquistato immobili di rilevante valore. Pertanto l’ente operava come una vera e propria impresa commerciale distribuendo parte dei proventi dell’attività ai propri associati.

Nel gennaio 2018 a Svoltare onlus è stato conferito l'attestato di Civica benemerenza in occasione del Premio Sant'Ilario per la capacità, si legge nella motivazione, di "interpretare in modo sensibile e coinvolgente le esigenze di una società in continua mutazione, accompagnando le persone nel creare o ricreare le condizioni essenziali per consentire loro una svolta di vita". Un sistema capace di "offrire un modello di solidarietà innovativo e dalla qualità certificata Iso 9001, per fornire una risposta concreta alle condizioni di disagio generate dai continui mutamenti evolutivi della società" :D

Quanti Svoltare Onlus ci sono in Italia? Quante mangiatoie illegittime ci sono, che lucrano sulla pelle degli immigrati?

non c’è nessun filogovernativo ( escluso charlie che non lo reggo ... grazie !! ) che riesca a rendermi edotto su questo semplice interrogativo che è già diventato dilemma ???
maremma b******* ...???
 
Peculato e reati fiscali nell'accoglienza dei migranti: ai domiciliari il capo di Svoltare onlus a Parma - la Repubblica

Notare la fonte. Repubblica. E' come chiedere a un vegano di parlare di fiorentine al sangue. E nonostante questo, la mangiatoia emerge dall'articolo in tutto il suo disgusto.

"Svoltare Onlus, associazione che aveva ottenuto dalla Prefettura di Parma, attraverso false autodichiarazioni, la gestione del servizio di accoglienza richiedenti asilo fin dal luglio del 2015, anno della sua costituzione, nonché, dal Comune di Parma, la gestione di interventi destinati a favore di persone adulte senza dimora. Un'inchiesta giudiziaria si abbatte su una delle principali realtà dedicate all'accoglienza dei migranti a Parma, Svoltare onlus. Disposto il sequestro preventivo per 1,4 mln. L'accusa: distrazione di fondi per pranzi, viaggi e trattamenti di bellezza. Contestata l’indebita appropriazione di parte dei circa 16 milioni di euro di fondi pubblici. Reati di peculato, malversazione ai danni dello Stato, turbativa d’asta, falso e omessa dichiarazione ai fini Ires e Irap, commessi nel settore dei servizi di accoglienza di cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale. E' emerso dalle indagini che S.S, in qualità di amministratore di sostegno di oltre trenta persone, senza alcuna autorizzazione del Giudice tutelare, aveva prelevato dai conti correnti intestati a diversi di loro (di cui aveva la disponibilità in virtù del pubblico ufficio ricoperto) somme per quasi 80mila euro. In particolare, sono risultate addebitate all’associazione: spese personali dei soci (lauti pranzi con pregiati vini francesi, prolungati viaggi all’estero, acquisti di costosi capi d’abbigliamento e di smartphone di ultima generazione, trattamenti di bellezza, pagamento utenze domestiche personali e di spese condominiali), titolari di carte prepagate accese sui conti correnti di Svoltare o beneficiari di rimborsi o di pagamenti eseguiti direttamente dall’ente; veri e propri trattamenti stipendiali riconosciuti ai soci, destinatari di accrediti falsamente giustificati come restituzione di prestiti infruttiferi, nonostante tali prestiti, per la maggior parte dei casi, non siano mai stati effettuati; il ripianamento di debiti personali di S.S., dissimulando le uscite attraverso l’annotazione di fatture per operazioni oggettivamente inesistenti all’uopo emesse dal creditore; negli anni successivi al 2015, pagamenti di varia natura in favore dei soggetti amministrati da S.S. ai quali, in tal modo, venivano "restituite", con fondi pubblici, parte delle risorse loro sottratte durante il primo anno di attività dell’associazione. L’associazione, nel corso degli anni, ha compiuto significativi investimenti, di carattere speculativo, sul mercato dei titoli mobiliari e ha acquistato immobili di rilevante valore. Pertanto l’ente operava come una vera e propria impresa commerciale distribuendo parte dei proventi dell’attività ai propri associati.

Nel gennaio 2018 a Svoltare onlus è stato conferito l'attestato di Civica benemerenza in occasione del Premio Sant'Ilario per la capacità, si legge nella motivazione, di "interpretare in modo sensibile e coinvolgente le esigenze di una società in continua mutazione, accompagnando le persone nel creare o ricreare le condizioni essenziali per consentire loro una svolta di vita". Un sistema capace di "offrire un modello di solidarietà innovativo e dalla qualità certificata Iso 9001, per fornire una risposta concreta alle condizioni di disagio generate dai continui mutamenti evolutivi della società" :D

Quanti Svoltare Onlus ci sono in Italia? Quante mangiatoie illegittime ci sono, che lucrano sulla pelle degli immigrati?

quante? la maggior parte, ong, onlus e associazioni varie, quasi tutte impegnate a raccogliere soldi da utilizzare principalmente per il benessere dei dirigenti e degli amministratori.
 
quante? la maggior parte, ong, onlus e associazioni varie, quasi tutte impegnate a raccogliere soldi da utilizzare principalmente per il benessere dei dirigenti e degli amministratori.

Infatti. Una delle poche cose buone fatte dal Capitone e' stato di tagliare i fondi per queste zec.che, ma ovviamente i diversamente progressisti li hanno ripristinati.
Perche' ovviamente "ce lo chiede l'Europa". :D
 
Infatti. Una delle poche cose buone fatte dal Capitone e' stato di tagliare i fondi per queste zec.che, ma ovviamente i diversamente progressisti li hanno ripristinati.
Perche' ovviamente "ce lo chiede l'Europa". :D

Oltre all'Europa lo chiedono probabilmente tutti quei parassiti che devono lucrare su questo, ai quali Salvini ha fatto malissimo.
 
quante? la maggior parte, ong, onlus e associazioni varie, quasi tutte impegnate a raccogliere soldi da utilizzare principalmente per il benessere dei dirigenti e degli amministratori.

Noooo.. Non ci creto.. Non ci creto... Non... Ci...
 
Peculato e reati fiscali nell'accoglienza dei migranti: ai domiciliari il capo di Svoltare onlus a Parma - la Repubblica

Notare la fonte. Repubblica. E' come chiedere a un vegano di parlare di fiorentine al sangue. E nonostante questo, la mangiatoia emerge dall'articolo in tutto il suo disgusto.

"Svoltare Onlus, associazione che aveva ottenuto dalla Prefettura di Parma, attraverso false autodichiarazioni, la gestione del servizio di accoglienza richiedenti asilo fin dal luglio del 2015, anno della sua costituzione, nonché, dal Comune di Parma, la gestione di interventi destinati a favore di persone adulte senza dimora. Un'inchiesta giudiziaria si abbatte su una delle principali realtà dedicate all'accoglienza dei migranti a Parma, Svoltare onlus. Disposto il sequestro preventivo per 1,4 mln. L'accusa: distrazione di fondi per pranzi, viaggi e trattamenti di bellezza. Contestata l’indebita appropriazione di parte dei circa 16 milioni di euro di fondi pubblici. Reati di peculato, malversazione ai danni dello Stato, turbativa d’asta, falso e omessa dichiarazione ai fini Ires e Irap, commessi nel settore dei servizi di accoglienza di cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale. E' emerso dalle indagini che S.S, in qualità di amministratore di sostegno di oltre trenta persone, senza alcuna autorizzazione del Giudice tutelare, aveva prelevato dai conti correnti intestati a diversi di loro (di cui aveva la disponibilità in virtù del pubblico ufficio ricoperto) somme per quasi 80mila euro. In particolare, sono risultate addebitate all’associazione: spese personali dei soci (lauti pranzi con pregiati vini francesi, prolungati viaggi all’estero, acquisti di costosi capi d’abbigliamento e di smartphone di ultima generazione, trattamenti di bellezza, pagamento utenze domestiche personali e di spese condominiali), titolari di carte prepagate accese sui conti correnti di Svoltare o beneficiari di rimborsi o di pagamenti eseguiti direttamente dall’ente; veri e propri trattamenti stipendiali riconosciuti ai soci, destinatari di accrediti falsamente giustificati come restituzione di prestiti infruttiferi, nonostante tali prestiti, per la maggior parte dei casi, non siano mai stati effettuati; il ripianamento di debiti personali di S.S., dissimulando le uscite attraverso l’annotazione di fatture per operazioni oggettivamente inesistenti all’uopo emesse dal creditore; negli anni successivi al 2015, pagamenti di varia natura in favore dei soggetti amministrati da S.S. ai quali, in tal modo, venivano "restituite", con fondi pubblici, parte delle risorse loro sottratte durante il primo anno di attività dell’associazione. L’associazione, nel corso degli anni, ha compiuto significativi investimenti, di carattere speculativo, sul mercato dei titoli mobiliari e ha acquistato immobili di rilevante valore. Pertanto l’ente operava come una vera e propria impresa commerciale distribuendo parte dei proventi dell’attività ai propri associati.

Nel gennaio 2018 a Svoltare onlus è stato conferito l'attestato di Civica benemerenza in occasione del Premio Sant'Ilario per la capacità, si legge nella motivazione, di "interpretare in modo sensibile e coinvolgente le esigenze di una società in continua mutazione, accompagnando le persone nel creare o ricreare le condizioni essenziali per consentire loro una svolta di vita". Un sistema capace di "offrire un modello di solidarietà innovativo e dalla qualità certificata Iso 9001, per fornire una risposta concreta alle condizioni di disagio generate dai continui mutamenti evolutivi della società" :D

Quanti Svoltare Onlus ci sono in Italia? Quante mangiatoie illegittime ci sono, che lucrano sulla pelle degli immigrati?

svoltare onlus?:eek::eek::eek:
 
Ma che strano :asd:
Ennio e Soledad che dicono?
 
Quando un intercettazione di boss mafioso con suo socio dice che "gli immigrati rendono più della droga" se ancora non capisci come funziona il business sei un ritardato.

E' un affermazione che non può essere fraintesa, è una frase secca inequivocabile.
 
E chi l'avrebbe mai detto (in un mondo dove ovunque dilaga la fratellanza filantropica umana?)?
 
Peculato e reati fiscali nell'accoglienza dei migranti: ai domiciliari il capo di Svoltare onlus a Parma - la Repubblica

Notare la fonte. Repubblica. E' come chiedere a un vegano di parlare di fiorentine al sangue. E nonostante questo, la mangiatoia emerge dall'articolo in tutto il suo disgusto.

"Svoltare Onlus, associazione che aveva ottenuto dalla Prefettura di Parma, attraverso false autodichiarazioni, la gestione del servizio di accoglienza richiedenti asilo fin dal luglio del 2015, anno della sua costituzione, nonché, dal Comune di Parma, la gestione di interventi destinati a favore di persone adulte senza dimora. Un'inchiesta giudiziaria si abbatte su una delle principali realtà dedicate all'accoglienza dei migranti a Parma, Svoltare onlus. Disposto il sequestro preventivo per 1,4 mln. L'accusa: distrazione di fondi per pranzi, viaggi e trattamenti di bellezza. Contestata l’indebita appropriazione di parte dei circa 16 milioni di euro di fondi pubblici. Reati di peculato, malversazione ai danni dello Stato, turbativa d’asta, falso e omessa dichiarazione ai fini Ires e Irap, commessi nel settore dei servizi di accoglienza di cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale. E' emerso dalle indagini che S.S, in qualità di amministratore di sostegno di oltre trenta persone, senza alcuna autorizzazione del Giudice tutelare, aveva prelevato dai conti correnti intestati a diversi di loro (di cui aveva la disponibilità in virtù del pubblico ufficio ricoperto) somme per quasi 80mila euro. In particolare, sono risultate addebitate all’associazione: spese personali dei soci (lauti pranzi con pregiati vini francesi, prolungati viaggi all’estero, acquisti di costosi capi d’abbigliamento e di smartphone di ultima generazione, trattamenti di bellezza, pagamento utenze domestiche personali e di spese condominiali), titolari di carte prepagate accese sui conti correnti di Svoltare o beneficiari di rimborsi o di pagamenti eseguiti direttamente dall’ente; veri e propri trattamenti stipendiali riconosciuti ai soci, destinatari di accrediti falsamente giustificati come restituzione di prestiti infruttiferi, nonostante tali prestiti, per la maggior parte dei casi, non siano mai stati effettuati; il ripianamento di debiti personali di S.S., dissimulando le uscite attraverso l’annotazione di fatture per operazioni oggettivamente inesistenti all’uopo emesse dal creditore; negli anni successivi al 2015, pagamenti di varia natura in favore dei soggetti amministrati da S.S. ai quali, in tal modo, venivano "restituite", con fondi pubblici, parte delle risorse loro sottratte durante il primo anno di attività dell’associazione. L’associazione, nel corso degli anni, ha compiuto significativi investimenti, di carattere speculativo, sul mercato dei titoli mobiliari e ha acquistato immobili di rilevante valore. Pertanto l’ente operava come una vera e propria impresa commerciale distribuendo parte dei proventi dell’attività ai propri associati.

Nel gennaio 2018 a Svoltare onlus è stato conferito l'attestato di Civica benemerenza in occasione del Premio Sant'Ilario per la capacità, si legge nella motivazione, di "interpretare in modo sensibile e coinvolgente le esigenze di una società in continua mutazione, accompagnando le persone nel creare o ricreare le condizioni essenziali per consentire loro una svolta di vita". Un sistema capace di "offrire un modello di solidarietà innovativo e dalla qualità certificata Iso 9001, per fornire una risposta concreta alle condizioni di disagio generate dai continui mutamenti evolutivi della società" :D

Quanti Svoltare Onlus ci sono in Italia? Quante mangiatoie illegittime ci sono, che lucrano sulla pelle degli immigrati?

squallido, e repellente individuo, quando penso a quanti connazionali lavoratori i quali pensano addirittura al suicidio, mentre queste iene pascevano sulle carni altrue, vipere velenose alle quali andrebbe schiacciato il capo.
 
Peculato e reati fiscali nell'accoglienza dei migranti: ai domiciliari il capo di Svoltare onlus a Parma - la Repubblica

Notare la fonte. Repubblica. E' come chiedere a un vegano di parlare di fiorentine al sangue. E nonostante questo, la mangiatoia emerge dall'articolo in tutto il suo disgusto.

"Svoltare Onlus, associazione che aveva ottenuto dalla Prefettura di Parma, attraverso false autodichiarazioni, la gestione del servizio di accoglienza richiedenti asilo fin dal luglio del 2015, anno della sua costituzione, nonché, dal Comune di Parma, la gestione di interventi destinati a favore di persone adulte senza dimora. Un'inchiesta giudiziaria si abbatte su una delle principali realtà dedicate all'accoglienza dei migranti a Parma, Svoltare onlus. Disposto il sequestro preventivo per 1,4 mln. L'accusa: distrazione di fondi per pranzi, viaggi e trattamenti di bellezza. Contestata l’indebita appropriazione di parte dei circa 16 milioni di euro di fondi pubblici. Reati di peculato, malversazione ai danni dello Stato, turbativa d’asta, falso e omessa dichiarazione ai fini Ires e Irap, commessi nel settore dei servizi di accoglienza di cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale. E' emerso dalle indagini che S.S, in qualità di amministratore di sostegno di oltre trenta persone, senza alcuna autorizzazione del Giudice tutelare, aveva prelevato dai conti correnti intestati a diversi di loro (di cui aveva la disponibilità in virtù del pubblico ufficio ricoperto) somme per quasi 80mila euro. In particolare, sono risultate addebitate all’associazione: spese personali dei soci (lauti pranzi con pregiati vini francesi, prolungati viaggi all’estero, acquisti di costosi capi d’abbigliamento e di smartphone di ultima generazione, trattamenti di bellezza, pagamento utenze domestiche personali e di spese condominiali), titolari di carte prepagate accese sui conti correnti di Svoltare o beneficiari di rimborsi o di pagamenti eseguiti direttamente dall’ente; veri e propri trattamenti stipendiali riconosciuti ai soci, destinatari di accrediti falsamente giustificati come restituzione di prestiti infruttiferi, nonostante tali prestiti, per la maggior parte dei casi, non siano mai stati effettuati; il ripianamento di debiti personali di S.S., dissimulando le uscite attraverso l’annotazione di fatture per operazioni oggettivamente inesistenti all’uopo emesse dal creditore; negli anni successivi al 2015, pagamenti di varia natura in favore dei soggetti amministrati da S.S. ai quali, in tal modo, venivano "restituite", con fondi pubblici, parte delle risorse loro sottratte durante il primo anno di attività dell’associazione. L’associazione, nel corso degli anni, ha compiuto significativi investimenti, di carattere speculativo, sul mercato dei titoli mobiliari e ha acquistato immobili di rilevante valore. Pertanto l’ente operava come una vera e propria impresa commerciale distribuendo parte dei proventi dell’attività ai propri associati.

Nel gennaio 2018 a Svoltare onlus è stato conferito l'attestato di Civica benemerenza in occasione del Premio Sant'Ilario per la capacità, si legge nella motivazione, di "interpretare in modo sensibile e coinvolgente le esigenze di una società in continua mutazione, accompagnando le persone nel creare o ricreare le condizioni essenziali per consentire loro una svolta di vita". Un sistema capace di "offrire un modello di solidarietà innovativo e dalla qualità certificata Iso 9001, per fornire una risposta concreta alle condizioni di disagio generate dai continui mutamenti evolutivi della società" :D

Quanti Svoltare Onlus ci sono in Italia? Quante mangiatoie illegittime ci sono, che lucrano sulla pelle degli immigrati?

direi il 90% ?
 
Indietro