Un'altro bancario da acquistare!!

gral ha scritto:
ci siamo quasi
S&P / MIB INDX 12:11 35.528,00 -1,64%
:(

sì, però bpu non è sui minimi, io la compro solo a un 19,2-19.3
altrimenti pazienza
 
Bilos ha scritto:
sì, però bpu non è sui minimi, io la compro solo a un 19,2-19.3
altrimenti pazienza

ancora due giorni come oggi e ci arriva!!!!!! :wall:
 
Bilos ha scritto:
sono assolutamente d'accordo con te
il problema è che qualche altro bello storno il mercato lo farà, trascinando con sè, anche se in maniera marginale, bpu.
A spanne, sto pensando di entrare su bpu quando l'S&P/Mib è sui 35000 e non di più come adesso


gral ha scritto:
considerata la situazione uno storno di un altro 4%
mi sembra anche poco.
Comunque bisogna stare attenti a quello che dice Draghi :yes:

S&P / MIB INDX 13:14 34.830,00 -593,00 -1,67%

L'SPMIB ha sfondato i 35.000 bisogna vedere se a fine giornata il supporto
regge o ........................................................ KO!
 
Bpu: Zanetti esclude operazioni M&A, la crescita e' per vie interne

Finanzaonline.com - 14/06/2006 15:40 - Bello è grande. Per molti, ma non per tutti. Tra gli istituti che non si fanno tentare dal risiko bancario c'è anche Bpu. L'istituto popolare punta a restare tra le prime tre banche popolari italiane e non ha sul tavolo alcun dossier da esaminare per sfogliare il capitolo aggregazioni con altri istituti. Emilio Zanetti, presidente di Bpu in occasione del convegno Risparmio, credito e finanza organizzato dalla Federazione Nazionale dei Cavalieri del Lavoro, non vede i presupposti per una aggregazione tra banche popolari. "Stiamo studiando un piano di crescita per vie interne", ha spiegato Zanetti.
 
POP VERONA - Il matrimonio con Cattolica Assicurazioni (Milano: CASS.MI - notizie) sarebbe vicino. Secondo il Corriere della Sera di domenica, le due società avrebbero già nominato gli advisor: Goldman Sachs (NYSE: GS - notizie) per la banca e Mediobanca per la compagnia assicurativa.
 
Bpvn-Cattolica: Bca Leonardo, il deal crea valore a certe condizioni

Finanzaonline.com - 19/06/2006 15:52 - Il mercato torna ad accendere i fari sul Banco Popolare di Verona e Novara e Cattolica Assicurazioni. Secondo la tesi proposta dalla stampa i due gruppi avrebbero nominato gli advisor per procedere alla valutazione dell'ipotesi di fusione tra i due gruppi. E gli analisti cosa ne pensano? Secondo gli esperti di Banca Leonardo l'operazione di BPVN con un'altra banca potrebbe generare sinergie e creare valore con maggiore facilità e probabilità di successo. "L'operazione con Cattolica, seppure piccola in dimensione potrebbe anch'essa creare valore per il Banco Popolare Verona e Novara a certe condizioni", specificano. Bpvn e Cattolica Entrambi sono entrambi veronesi anche se operanti in due settori diversi seppure attigui. "La loro fusione darebbe vita al primo vero gruppo di bancassurance in Italia, con un modello di business innovativo mirante a sviluppare sinergie dal cross-selling sulle rispettive basi di clientela, dalla riduzione dei costi di struttura e anche distributivi", spiegano gli analisti. "Per contro Cattolica dovrebbe rivedere alcuni dei rapporti commerciali di bancassurance in essere, in particolare con Banca Lombarda". Nell'attesa di sviluppi gli esperti della banca milanese confermano il rating hold sul Banco Popolare di Verona e Novara fino un prezzo obiettivo stimato a 20,5 euro.
 
Indietro