Unicredit: il valore azionario dalla fine degli anni 90, richiesta di chiarimenti

  • Ecco la 72° Edizione del settimanale "Le opportunità di Borsa" dedicato ai consulenti finanziari ed esperti di borsa.

    È stata un’ottava ricca di spunti per i mercati, dapprima con l’esito delle elezioni europee, poi con i dati americani incoraggianti sull’inflazione e la riunione della Fed. L’esito delle urne ha mostrato uno spostamento verso destra del Parlamento europeo, con l’avanzata dei partiti nazionalisti più euroscettici a scapito di liberali e verdi. In Francia, il presidente Macron ha indetto il voto anticipato dopo la vittoria di Le Pen e in Germania i socialdemocratici del cancelliere tedesco Olaf Scholz hanno subito una disfatta record. L’azionario europeo ha scontato molto queste incertezze legate al rischio politico in Francia. Oltreoceano, i principali indici di Wall Street hanno raggiunto nuovi record dopo che mercoledì sera, la Fed ha mantenuto invariati i tassi nel range 5,25-5,50%. I dot plot, le proiezioni dei funzionari sul costo del denaro, stimano ora una sola riduzione quest’anno rispetto a tre previste a marzo. Lo stesso giorno è stato diffuso il report sull’inflazione di maggio, che ha mostrato un rallentamento al 3,3% e un dato core al 3,4%, meglio delle attese.
    Per continuare a leggere visita il link

Time For A Pint

Statista
Registrato
31/1/06
Messaggi
4.297
Punti reazioni
160
Con questo post volevo chiedere spiegazioni sul valore azionario di Unicredit nel corso della storia di questa azione dalla fine degli anni '90 ad oggi.
Il grafico pluriennale di Unicredit è il seguente:

Senza titolo.jpg

La domanda principale sarebbe: dato per acclarato che il valore attuale delle azioni UCG è dovuto all'accorpamento di 10 vecchie azioni in una sola azione (cioè, secondo la vecchia valutazione il titolo non varrebbe adesso circa 3,5 €, ma solo 0,35€), quali altre modificazione rilevanti di capitale sono state fatte nel corso degli anni?
Cioè: sono stati fatti aumenti di capitale che hanno determinato un'importante discesa di valore delle singole azioni, senza modificare sostanzialmente la capitalizzazione complessiva?
In poche parole, qualcuno ha voglia di chiarirmi, in parole semplici e sintetiche, adeguate ai "non addetti ai lavori", tutta la storia di queste modificazioni nel corso degli anni, in modo da poter osservare il grafico che ho postato più sopra con maggiore cognizione di causa?
 
Con questo post volevo chiedere spiegazioni sul valore azionario di Unicredit nel corso della storia di questa azione dalla fine degli anni '90 ad oggi.
Il grafico pluriennale di Unicredit è il seguente:

Vedi l'allegato 1684973

La domanda principale sarebbe: dato per acclarato che il valore attuale delle azioni UCG è dovuto all'accorpamento di 10 vecchie azioni in una sola azione (cioè, secondo la vecchia valutazione il titolo non varrebbe adesso circa 3,5 €, ma solo 0,35€), quali altre modificazione rilevanti di capitale sono state fatte nel corso degli anni?
Cioè: sono stati fatti aumenti di capitale che hanno determinato un'importante discesa di valore delle singole azioni, senza modificare sostanzialmente la capitalizzazione complessiva?
In poche parole, qualcuno ha voglia di chiarirmi, in parole semplici e sintetiche, adeguate ai "non addetti ai lavori", tutta la storia di queste modificazioni nel corso degli anni, in modo da poter osservare il grafico che ho postato più sopra con maggiore cognizione di causa?

sono stati fatti tre aumenti di capitale
il primo in piena crisi lehman
il secondo a inizio 2010
il terzo a inizio 2012

non conosco però la portata degli adc:)
 
sappi che gli innumerevoli provvedimenti presi sul titolo nel tempo lo hanno ridotto all'osso, invero la polpa se la sono magnata i dirigenti ladroni....
questo grafico che allego è molto eloquente al riguardo, rappresenta vita e morte negli ultimi 25 anni :wall:
 

Allegati

  • 25 anni di UCG.gif
    25 anni di UCG.gif
    12,4 KB · Visite: 1.833
sono stati fatti tre aumenti di capitale
il primo in piena crisi lehman
il secondo a inizio 2010
il terzo a inizio 2012

non conosco però la portata degli adc:)

adc di :
3 miliardi nel 2008
4 miliardi nel 2009
7 milairdi nel 2011
accorpamento 1 a 10 a fine dicembre 2011
 
Dunque, sarebbe convenuto tenere nel cassetto le Unicredit praticamente solo nei periodi tra inizio 1997 e metà 1998, e tra fine 2002 e metà 2007.
Al di fuori di questi periodi, mettere nel cassetto questo titolo sarebbe stato pressochè fallimentare, vero?
 
Dunque, sarebbe convenuto tenere nel cassetto le Unicredit praticamente solo nei periodi tra inizio 1997 e metà 1998, e tra fine 2002 e metà 2007.
Al di fuori di questi periodi, mettere nel cassetto questo titolo sarebbe stato pressochè fallimentare, vero?

guarda che Unicredit nel 1997 non esisteva, quindi il grafico che hai postato riguarda Capitalia e poi Unicredit e, quindi, non dovrebbe riflettere il reale andamento del titolo Unicredit.;)
 
Indietro