Usa nostri alleati contro gli Euronazi?

eddy koodoo

Nuovo Utente
Sospeso dallo Staff
Registrato
6/9/05
Messaggi
5.885
Punti reazioni
315
Allora da ignorante non ho capito bene questa faccenda dello spionaggio.Peró mi é parso di capire che si fossero focalizzati su Bce e Bundesbank i pruncipali responsabili del disastro europeo.Leggo continuamente dichiarazioni di indignazione da parte di tutti i filoeurocruccoidi.
Intendiamoci la mia é solo una vana speranza ma che per la seconda volta stiano venendo a liberarci dagli oppressori ???
Che abbiano in mano le prove dell'olocausto finanziario architettato dai tedeschi?
 
Allora da ignorante non ho capito bene questa faccenda dello spionaggio.Peró mi é parso di capire che si fossero focalizzati su Bce e Bundesbank i pruncipali responsabili del disastro europeo.Leggo continuamente dichiarazioni di indignazione da parte di tutti i filoeurocruccoidi.
Intendiamoci la mia é solo una vana speranza ma che per la seconda volta stiano venendo a liberarci dagli oppressori ???
Che abbiano in mano le prove dell'olocausto finanziario architettato dai tedeschi?

Gli oppressori sono proprio gli americani.
Hanno 113 basi e installazioni militari in italia

elenco delle basi e installazioni militari degli USA in Italia

Elenco per Regioni


Trentino Alto Adige


1. Cima Gallina [Bz]. Stazione telecomunicazioni e radar dell'Usaf.

2. Monte Paganella [Tn]. Stazione telecomunicazioni Usaf.


Friuli Venezia Giulia


3. Aviano [Pn]. La più grande base avanzata, deposito nucleare e centro di telecomunicazioni dell'Usaf in Italia [almeno tremila militari e civili americani ]. Nella base sono dislocate le forze operative pronte al combattimento dell'Usaf [un gruppo di cacciabombardieri ] utilizzate in passato nei bombardamenti in Bosnia. Inoltre la Sedicesima Forza Aerea ed il Trentunesimo Gruppo da caccia dell'aviazione Usa, nonché uno squadrone di F-18 dei Marines. Si presume che la base ospiti, in bunker sotterranei la cui costruzione è stata autorizzata dal Congresso, bombe nucleari. Nella base aerea di Aviano (Pordenone) sono permanentemente schierate, dal 1994, la 31st Fighter Wing, dotata di due squadriglie di F-16 [nella guerra contro la Jugoslavia nel 1999, effettuo' in 78 giorni 9.000 missioni di combattimento: un vero e proprio record] e la 16th Air Force. Quest'ultima è dotata di caccia F-16 e F-15, e ha il compito, sotto lo U. S. European Command, di pianificare e condurre operazioni di combattimento aereo non solo nell'Europa meridionale, ma anche in Medio Oriente e Nordafrica. Essa opera, con un personale di 11.500 militari e civili, da due basi principali: Aviano, dove si trova il suo quartier generale, e la base turca di Incirlik. Sara' appunto quest'ultima la principale base per l'offensiva aerea contro l'Iraq del nord, ma l'impiego degli aerei della 16th Air Force sara' pianificato e diretto dal quartier generale di Aviano.

4. Roveredo [Pn]. Deposito armi Usa.

5. Rivolto [Ud]. Base USAF.

6. Maniago [Ud]. Poligono di tiro dell'Usaf.

7. San Bernardo [Ud]. Deposito munizioni dell'Us Army.

8. Trieste. Base navale Usa.


Veneto


9. Camp Ederle [Vi]. Quartier generale della Nato e comando della Setaf della Us Army, che controlla le forze americane in Italia, Turchia e Grecia. In questa base vi sono le forze da combattimento terrestri normalmente in Italia: un battaglione aviotrasportato, un battaglione di artiglieri con capacità nucleare, tre compagnie del genio. Importante stazione di telecomunicazioni. I militari e i civili americani che operano a Camp Ederle dovrebbero essere circa duemila.

10. Vicenza: Comando Setaf. Quinta Forza aerea tattica [Usaf]. Probabile deposito di testate nucleari.

11. Tormeno [San Giovanni a Monte, Vi]. Depositi di armi e munizioni.

12. Longare [Vi]. Importante deposito d'armamenti.

13. Oderzo [Tv]. Deposito di armi e munizioni

14. Codognè [Tv]. Deposito di armi e munizioni

15. Istrana [Tv]. Base Usaf.

16. Ciano [Tv]. Centro telecomunicazioni e radar Usa.

17. Verona. Air Operations Center [Usaf ]. e base Nato delle Forze di Terra del Sud Europa; Centro di telecomunicazioni [Usaf].

18. Affi [Vr]. Centro telecomunicazioni Usa.

19. Lunghezzano [Vr]. Centro radar Usa.

20. Erbezzo [Vr]. Antenna radar Nsa.

21. Conselve [Pd ]. Base radar Usa.

22. Monte Venda [Pd]. Antenna telecomunicazioni e radar Usa.

23. Venezia. Base navale Usa.

24. Sant'Anna di Alfaedo [Pd]. Base radar Usa.

25. Lame di Concordia [Ve]. Base di telecomunicazioni e radar Usa.

26. San Gottardo, Boscomantivo [Ve]. Centro telecomunicazioni Usa.

27. Ceggia [Ve]. Centro radar Usa.


Lombardia


28. Ghedi [Bs]. Base dell'Usaf, stazione di comunicazione e deposito di bombe nucleari.

29. Montichiari [Bs]. Base aerea [Usaf ].

30. Remondò [Pv]. Base Us Army.

108. Sorico [Co]. Antenna Nsa.


Piemonte


31. Cameri [No]. Base aerea Usa con copertura Nato.

32. Candelo-Masazza [Vc]. Addestramento Usaf e Us Army, copertura Nato.


Liguria


33. La Spezia. Centro antisommergibili di Saclant [vedi 35 ].

34. Finale Ligure [Sv]. Stazione di telecomunicazioni della Us Army.

35. San Bartolomeo [Sp]: Centro ricerche per la guerra sottomarina. Composta da tre strutture. Innanzitutto il Saclant, una filiale della Nato che non è indicata in nessuna mappa dell'Alleanza atlantica. Il Saclant svolgerebbe non meglio precisate ricerche marine: in un dossier preparato dalla federazione di Rifondazione Comunista si parla di "occupazione di aree dello specchio d'acqua per esigenze militari dello stato italiano e non [ricovero della VI flotta Usa]". Poi c'è Maricocesco, un ente che fornisce pezzi di ricambio alle navi. E infine Mariperman, la Commissione permanente per gli esperimenti sui materiali da guerra, composta da cinquecento persone e undici istituti [dall'artiglieria, munizioni e missili, alle armi subacquee].


Emilia Romagna


36. Monte San Damiano [Pc]. Base dell'Usaf con copertura Nato.

37. Monte Cimone [Mo]. Stazione telecomunicazioni Usa con copertura Nato.

38. Parma. Deposito dell'Usaf con copertura Nato.

39. Bologna. Stazione di telecomunicazioni del Dipartimento di Stato.

40. Rimini. Gruppo logistico Usa per l'attivazione di bombe nucleari.

41. Rimini-Miramare. Centro telecomunicazioni Usa.


Marche


42. Potenza Picena [Mc]. Centro radar Usa con copertura Nato.


Toscana


43. Camp Darby [Pi]. Il Setaf ha il più grande deposito logistico del Mediterraneo [tra Pisa e Livorno], con circa 1.400 uomini, dove si trova il 31st Munitions Squadron. Qui, in 125 bunker sotterranei, e' stoccata una riserva strategica per l'esercito e l'aeronautica statunitensi, stimata in oltre un milione e mezzo di munizioni. Strettamente collegato tramite una rete di canali al vicino porto di Livorno, attraverso il Canale dei Navicelli, è base di rifornimento delle unità navali di stanza nel Mediterraneo. Ottavo Gruppo di supporto Usa e Base dell'US Army per l'appoggio alle forze statunitensi al Sud del Po, nel Mediterraneo, nel Golfo, nell'Africa del Nord e la Turchia.

44. Coltano [Pi]. Importante base Usa-Nsa per le telecomunicazioni: da qui sono gestite tutte le informazioni raccolte dai centri di telecomunicazione siti nel Mediterraneo. Deposito munizioni Us Army; Base Nsa.

45. Pisa [aeroporto militare]. Base saltuaria dell'Usaf.

46. Talamone [Gr]. Base saltuaria dell'Us Navy.

47. Poggio Ballone [Gr]. Tra Follonica, Castiglione della Pescaia e Tirli: Centro radar Usa con copertura Nato.

48. Livorno. Base navale Usa.

49. Monte Giogo [Ms]. Centro di telecomunicazioni Usa con copertura Nato.


Sardegna


50. La Maddalena - Santo Stefano [Ss]. Base atomica Usa, base di sommergibili, squadra navale di supporto alla portaerei americana "Simon Lake".

51. Monte Limbara [tra Oschiri e Tempio, Ss]. Base missilistica Usa.

52. Sinis di Cabras [Or]. Centro elaborazioni dati [Nsa].

53. Isola di Tavolara [Ss]. Stazione radiotelegrafica di supporto ai sommergibili della Us Navy.

54. Torre Grande di Oristano. Base radar Nsa.

55. Monte Arci [Or]. Stazione di telecomunicazioni Usa con copertura Nato.

56. Capo Frasca [Or]. Eliporto ed impianto radar Usa.

57. Santulussurgiu [Or]. Stazione telecomunicazioni Usaf con copertura Nato.

58. Perdasdefogu [Nu]. Base missilistica sperimentale.

59. Capo Teulada [Ca]. Da Capo Teulada a Capo Frasca [Or ], all'incirca 100 chilometri di costa, 7.200 ettari di terreno e più di 70 mila ettari di zone "off limits": poligono di tiro per esercitazioni aeree ed aeronavali della Sesta flotta americana e della Nato.

60. Cagliari. Base navale Usa.

61. Decimomannu [Ca]. Aeroporto Usa con copertura Nato.

62. Aeroporto di Elmas [Ca]. Base aerea Usaf.

63. Salto di Quirra [Ca]. poligoni missilistici.

64. Capo San Lorenzo [Ca]. Zona di addestramento per la Sesta flotta Usa.

65. Monte Urpino [Ca]. Depositi munizioni Usa e Nato.


Lazio


66. Roma. Comando per il Mediterraneo centrale della Nato e il coordinamento logistico interforze Usa. Stazione Nato

67. Roma Ciampino [aeroporto militare]. Base saltuaria Usaf.

68. Rocca di Papa [Rm]. Stazione telecomunicazioni Usa con copertura Nato, in probabile collegamento con le installazioni sotterranee di Monte Cavo

69. Monte Romano [Vt]. Poligono saltuario di tiro dell'Us Army.

70. Gaeta [Lt]. Base permanente della Sesta flotta e della Squadra navale di scorta alla portaerei "La Salle".

71. Casale delle Palme [Lt]. Scuola telecomunicazioni Nato sotto controllo Usa.


Campania


72. Napoli. Comando del Security Force dei Marines. Base di sommergibili Usa. Comando delle Forze Aeree Usa per il Mediterraneo. Porto normalmente impiegato dalle unità civili e militari Usa. Si calcola che da Napoli e Livorno transitino annualmente circa cinquemila contenitori di materiale militare.

73. Aeroporto Napoli Capodichino. Base aerea Usaf.

74. Monte Camaldoli [Na]. Stazione di telecomunicazioni Usa.

75. Ischia [Na]. Antenna di telecomunicazioni Usa con copertura Nato.

76. Nisida [Na]. Base Us Army.

77. Bagnoli [Na]. Sede del più grande centro di coordinamento dell'Us Navy di tutte le attività di telecomunicazioni, comando e controllo del Mediterraneo.

78. Agnano [nelle vicinanze del famoso ippodromo]. Base dell'Us Army.

80. Licola [Na]. Antenna di telecomunicazioni Usa.

81. Lago Patria [Ce]. Stazione telecomunicazioni Usa.

82. Giugliano [vicinanze del lago Patria, Na]. Comando Statcom.

83. Grazzanise [Ce]. Base saltuaria Usaf.

84. Mondragone [Ce]: Centro di Comando Usa e Nato sotterraneo antiatomico, dove verrebbero spostati i comandi Usa e Nato in caso di guerra

85. Montevergine [Av]: Stazione di comunicazioni Usa.


Basilicata


79. Cirigliano [Mt]. Comando delle Forze Navali Usa in Europa.

86. Pietraficcata [Mt]. Centro telecomunicazioni Usa e Nato.


Puglia


87. Gioia del Colle [Ba]. Base aerea Usa di supporto tecnico.

88. Brindisi. Base navale Usa.

89. Punta della Contessa [Br]. Poligono di tiro Usa e Nato.

90. San Vito dei Normanni [Br]. Vi sarebbero di stanza un migliaio di militari americani del 499° Expeditionary Squadron;.Base dei Servizi Segreti. Electronics Security Group [Nsa ].

91. Monte Iacotenente [Fg]. Base del complesso radar Nadge.

92. Otranto. Stazione radar Usa.

93. Taranto. Base navale Usa. Deposito Usa e Nato.

94. Martinafranca [Ta]. Base radar Usa.


Calabria


95. Crotone. Stazione di telecomunicazioni e radar Usa e Nato.

96. Monte Mancuso [Cz]. Stazione di telecomunicazioni Usa.

97. Sellia Marina [Cz]. Centro telecomunicazioni Usa con copertura Nato.


Sicilia


98. Sigonella [Ct]. Principale base terrestre dell'Us Navy nel Mediterraneo centrale, supporto logistico della Sesta flotta [circa 3.400 tra militari e civili americani ]. Oltre ad unità della Us Navy, ospita diversi squadroni tattici dell'Usaf: elicotteri del tipo HC-4, caccia Tomcat F14 e A6 Intruder, gruppi di F-16 e F-111 equipaggiati con bombe nucleari del tipo B-43, da più di 100 kilotoni l'una.

99. Motta S. Anastasia [Ct]. Stazione di telecomunicazioni Usa.

100. Caltagirone [Ct]. Stazione di telecomunicazioni Usa.

101. Vizzini [Ct]. Diversi depositi Usa. Nota: un sottufficiale dell'aereonautica militare ci ha scritto, precisando che non vi sono installazioni USA in questa base militare italiana.

102. Palermo Punta Raisi [aeroporto]. Base saltuaria dell'Usaf.

103. Isola delle Femmine [Pa]. Deposito munizioni Usa e Nato.

104. Comiso [Rg]. La base risulterebbe smantellata.

105. Marina di Marza [Rg]. Stazione di telecomunicazioni Usa.

106. Augusta [Sr]. Base della Sesta flotta e deposito munizioni.

107. Monte Lauro [Sr]. Stazione di telecomunicazioni Usa.

109. Centuripe [En]. Stazione di telecomunicazioni Usa.

110. Niscemi [Cl]. Base del NavComTelSta [comunicazione Us Navy ].

111. Trapani. Base Usaf con copertura Nato.

112. Isola di Pantelleria [Tp]: Centro telecomunicazioni Us Navy, base aerea e radar Nato.

113. Isola di Lampedusa [Ag]: Base della Guardia costiera Usa. Centro d'ascolto e di comunicazioni Nsa.
 
grazie putin. :yes:
 
aspetta e spera
 
L'unico olocausto finanziario è quello dei bancheri internazionali che non hanno bandiera ne popolo ma hanno in comune fra di loro molto di più di quanto hanno in comune con i rispettivi cittadini.

Prima di essere tedeschi o inglesi sono banchieri e mangiano insieme.

La dimostrazione di ciò è che non hanno problemi a destabilizzare le loro stesse nazioni attaccando l'identità etnica e culturale o demolire la famiglia.

Daltronde se un uomo è occupato a guardarsi le spalle dai suoi vicini o trovare il modo per vedere il figlio che la moglie gli ha portato via con la complicità di un giudice, difficilmente avrà la voglia o la forza di mettere in discussione chi comanda a livello politico ed economico.
 
Bhá io mi sento molto piú sicuro con tutte le basi che hai elencato.E mi sento molto piú legato ai cosmopoliti USA che a gli euronazi come cultura e affinitá
 
L'unico olocausto finanziario è quello dei bancheri internazionali che non hanno bandiera ne popolo ma hanno in comune fra di loro molto di più di quanto hanno in comune con i rispettivi cittadini.

Prima di essere tedeschi o inglesi sono banchieri e mangiano insieme.

La dimostrazione di ciò è che non hanno problemi a destabilizzare le loro stesse nazioni attaccando l'identità etnica e culturale o demolire la famiglia.

Daltronde se un uomo è occupato a guardarsi le spalle dai suoi vicini o trovare il modo per vedere il figlio che la moglie gli ha portato via con la complicità di un giudice, difficilmente avrà la voglia o la forza di mettere in discussione chi comanda a livello politico ed economico.

Bravo Bravo ti sei dimenticato di dire che é tutta colpa di Rothschild e dei Rettiliani e che Chavez é un'eroe...
 
ci sono pure gli euro-israrelitti, grazie putin! :yes:
 
La pecora (Ovis aries, Linnaeus 1758) è un mammifero, della famiglia dei bovidi, genere Ovis.

Si tratta di un animale addomesticato in epoca antichissima, diffuso attualmente in ogni continente. Vive principalmente in greggi.
 
di poveri p€coroni n€uro-sacrificabili è piena l'europa ! :)
 
God Bless America
la patria della libbbbertà

e che il diavolo se la porti con tutti i suoi sotenitori

 
Allora da ignorante non ho capito bene questa faccenda dello spionaggio.Peró mi é parso di capire che si fossero focalizzati su Bce e Bundesbank i pruncipali responsabili del disastro europeo.Leggo continuamente dichiarazioni di indignazione da parte di tutti i filoeurocruccoidi.
Intendiamoci la mia é solo una vana speranza ma che per la seconda volta stiano venendo a liberarci dagli oppressori ???
Che abbiano in mano le prove dell'olocausto finanziario architettato dai tedeschi?

ma che la crisi del debito europeo abbia un babbo parecchio americano non vi passa per la mente ...no ! eh :)

che si sia spostato i riflettori sul debito europeo per non puntarli su quello statunitense...non appare ?

le compagnie di9 rating...
i problemi del debito usa spariti dalla scena ...
il fatto che si parlasse di scambi del petrolio in euro...

non viene il sospetto che i mitici americani son cosi' carichi di quazzetti su per il qulo che non si possono proprio permettere un europa forte ed unita ?

chissa' perche' a me viene eccome invece :yes:

e sono europeista a tutto spiano...:yes::yes:
non all'acqua di rose come lo sono stati i paesi europei nei fatti nell'unirsi ma non unirsi...nel fare unione ma a casa mia decido io :o

la mentalita' leghista dell'orticello :D

toh ! che strano pure la lega ora ce l'ha con l'europa :clap:
 
Bhá io mi sento molto piú sicuro con tutte le basi che hai elencato.E mi sento molto piú legato ai cosmopoliti USA che a gli euronazi come cultura e affinitá

ma di che capzo di cultura parli? :mmmm:

dei film americani che ti guardi mangiando big-mac e coca cola? :D
 
ma di che capzo di cultura parli? :mmmm:

dei film americani che ti guardi mangiando big-mac e coca cola? :D

L'ignoranza é una brutta cosa...Tu sei il classico italiano radical chic che bolla tutti gli americani come ignoranti perché senza storia e quindi senza cultura.In realtá ti sbagli di grosso loro non sono altro che nostri parenti che si sono trasferiti in una terra senza storia ma loro una storia la hanno eccome ed é quella europea e principalmente quella anglofona.
La realtá é che gli americani sono degli Europei evoluti che sono riusciti ad integrarsi e a remare nella stessa direzione.Africani Arabi Latini Asiatici Caucasici tutti sotto lo stesso tetto.Da noi invece é in atto una lotta fratricida dove la Germania la fa da carnefice nei confronti dei soci in difficoltá...Bella roba...

BORNING IN THE USA !!!
 
L'ignoranza é una brutta cosa...Tu sei il classico italiano radical chic che bolla tutti gli americani come ignoranti perché senza storia e quindi senza cultura.In realtá ti sbagli di grosso loro non sono altro che nostri parenti che si sono trasferiti in una terra senza storia ma loro una storia la hanno eccome ed é quella europea e principalmente quella anglofona.
La realtá é che gli americani sono degli Europei evoluti che sono riusciti ad integrarsi e a remare nella stessa direzione.Africani Arabi Latini Asiatici Caucasici tutti sotto lo stesso tetto.Da noi invece é in atto una lotta fratricida dove la Germania la fa da carnefice nei confronti dei soci in difficoltá...Bella roba...

BORNING IN THE USA !!!

non è questione di americani, ma di italioti come diceva carosone ;)

Tu vuò fa l' americano
mmericano! mmericano!
ma si nato in Italy!
siente a mme
non ce sta' niente a ffa
o kay, italian!
Tu vuò fa l' american!
Tu vuò fa l' american!
 
L'ignoranza é una brutta cosa...Tu sei il classico italiano radical chic che bolla tutti gli americani come ignoranti perché senza storia e quindi senza cultura.In realtá ti sbagli di grosso loro non sono altro che nostri parenti che si sono trasferiti in una terra senza storia ma loro una storia la hanno eccome ed é quella europea e principalmente quella anglofona.
La realtá é che gli americani sono degli Europei evoluti che sono riusciti ad integrarsi e a remare nella stessa direzione.Africani Arabi Latini Asiatici Caucasici tutti sotto lo stesso tetto.Da noi invece é in atto una lotta fratricida dove la Germania la fa da carnefice nei confronti dei soci in difficoltá...Bella roba...

BORNING IN THE USA !!!

Sono i campioni della democrazia esportata con bombe su bombe, ogni decennio fanno una guerra.
Si inventano persino le prove sulle armi chimiche per invadere un paese come l'iraq.
La loro storia è quella anglosassone (mai sopportati, la perfida Albione :D) che fortunatamente è ben diversa dalla nostra.
 
Bhá io mi sento molto piú sicuro con tutte le basi che hai elencato.E mi sento molto piú legato ai cosmopoliti USA che a gli euronazi come cultura e affinitá

quotissimo, io ormai sono andato una decina di volte negli USA, ho il mio compagno di banco del liceo che ha vissuto là per 2 anni con tutta la famiglia, ho mia cugina che abita là con tutta la famiglia e ci torno sempre volentieri, c'è una aria di libertà, la gente ancora ti sorride e sono tutti molto gentili. Torni in italia, hanno tutti il muso lungo, ognuno cammina con la testa bassa, son tutti cattivi, le cose funzionano male se non malissimo, non vedo come si possa gioire nel pensare di staccarsi da una nazione che considero amica a tutti gli effetti, a me i crukki poi stanno particolarmente sul *****, son ben contento se vengono spiati OK!

Non dimentichiamo ciò che hanno fatto per l'europa nella seconda guerra mondiale :rolleyes:
 
la "democrazia esportata" a me sta benissimo, dalle torri gemelle in pratica nel mondo non è successo più nulla e io sono contento così
 
Indietro