V & S: l'iter dell'impugnazione della delibera assembleare

Voltaire

Gennarino Fan's Club
Registrato
25/3/00
Messaggi
13.117
Punti reazioni
454
I rappresentanti degli azionisti di risparmio del Banco di Napoli hanno impugnato, il mese scorso, la delibera con la quale sono state modificate alcune clausole dello Statuto sociale riguardanti le azioni di risparmio.

Qual'è l'iter di tale impugnazione, degli eventuali ricorsi, ecc?

Quali sono i tempi per lo svolgimento dell'iter? Lo so che è una domanda con poche risposte valide, anzi nessuna.....

Grazie.
 
in questo momento mi ricollego: in breve, con l'impugnazione (citazione in tribunale della società) non è automaticamente sospesa la delibera che si impugna, fermo restando che gli amministratori possono (e sotto altro profilo per esimersi da responsabilità debbono) non metterla in esecuzione; in secondo luogo, la sospensione può essere richiesta dall'attore (per alcuni anche con un ricorso ex art. 700 c.p.c. prima di notificare la citazione) e competente è lo stesso giudice che decide nel merito; per provvedere sulla richiesta di sospensione, occorre la convocazione degli amministratori; tuttavia, possono essere abbreviati i tempi, e quindi svolgere l'udienza per la sospensiva anche prima della prima udienza (tenendo conto che può non essere ancora stato fissato con decreto il giudice cui è assegnata la causa e, come nel caso del tribunale di Napoli, la sezione, dato che devono decorrere tra notifica della citazione e udienza almeno 60 giorni, senza computare il periodo feriale, cioè 1° agosto-15 settembre).
 
in caso di più citazioni separate che riguardano la medesima delibera (anche se con motivazioni diverse), le cause debbono essere riunite; ciascun socio può fare intervento nella causa.
 
La delibera impugnata riguarda l'aumento del dividendo minimo spettante alle azioni di risparmio ed l'istituzione di un fondo per il riacquisto graduale sul mercato delle azioni stesse.
 
Scritto da Voltaire
La delibera impugnata riguarda l'aumento del dividendo minimo spettante alle azioni di risparmio ed l'istituzione di un fondo per il riacquisto graduale sul mercato delle azioni stesse.

Sul secondo punto. Si tratterebbe di una riserva con specifica destinazione: restano fermi, tuttavia, i limiti legali (e l'erosione della stessa riserva in caso di successive perdite: il problema è relativo all'ordine con cui le riserve sono assorbite).

Sul primo punto, interessante verificare la posizione degli altri azionisti (non di risparmio) a seguito di tale deliberazione (problema dell'intervento delle assemblee di categoria).

La QUESTIONE da te indicata in questo thead non la conosciamo nello specifico. Dovremmo sapere un po' di più il contenuto della delibera impugnata (quale assemblea, tra l'alto, la ha approvata?).
 
Indietro