V & S: Scassacocchi's Bank colpisce ancora.....

Voltaire

Gennarino Fan's Club
Registrato
25/3/00
Messaggi
13.117
Punti reazioni
454
Banca che chiude il conto corrente nel 1997, ma "dimentica" di chiudere il dossier titoli.

Adesso tiene in ostaggio un titolo azionario di un cliente (in questi anni non ha pagato cedole o altro): o paga le spese di dossier titoli dal 1997 ad oggi oppure non puo' ritirare il titolo (il figlio che ritira un titolo del padre deceduto, inoltre).

Chi desidera aprire un rapporto-titoli viene sempre invitato ad aprire un conto di appoggio, se non ce l'ha: adesso, casualmente, la regola non vale......

Reclamo sacrosanto?

Grazie.
 
è vero, ti rompono per aprire un conto che non serve, e quando chiudi il rapporto si dimenticano di qualcosa: ma era intestato al padre deceduto?
 
scusami, più precisamente, il rapporto era stato chiuso dal padre deceduto, è lui che ha dimenticato di interrompere anche il rapporto circa i titoli?
 
Ma se si estingue il conto corrente non dovrebbe essere chiuso anche il conto titoli???

Mahhhh????!!!!!!!!!!!
 
Il padre aveva chiesto di estinguere il conto corrente (non il dossier) la banca ha chiuso il conto ma non il dossier, e adesso pretende gli arretrati per consegnare le azioni.
 
mi sembra a primo acchito che formalmente non ci sia stata alcuna volontà manifestata di chiudere il dossier titoli, e dunque sotto questo profilo non possa essere attaccata la banca sul piano giuridico.
 
Infatti, è cio' che penso anche io.

Ovvio che se io volessi aprire un dossier titoli in una qualsiasi banca, mi direbbero che si deve necessariamente aprire un conto corrente o almeno un libretto di risparmio per appoggiare i flussi di cassa: so che è debole, ma si potrebbe battere su questo punto?
 
personalmente come avvocato: quando un mio cliente ha sostanzialmente ragione, ma applicando le norme scritte (non l'equità come gli anglosassoni) avrebbe torto (o probabilmente torto) in un giudizio, attacco l'avversario su qualche altro punto ( o senza scoprirmi prima, faccio commettere un errore per attaccarlo).

Io direi qui la stessa cosa, verificare se c'è qualche altro modo per incastrare la banca (proprio nella risposta che dà alla richiesta di chiudere il rapporto, si potrebbe forse far qualcosa).
 
Scritto da Voltaire
..... o paga le spese di dossier titoli dal 1997 ad oggi ....

Ma sino ad oggi, avevano mai mandato le dovute comunicazioni al riguardo ( ee/cc, contabili spese dossier ) ?
 
Scritto da elacorte
Ma sino ad oggi, avevano mai mandato le dovute comunicazioni al riguardo ( ee/cc, contabili spese dossier ) ?


Appunto: le spese non le prelevavano da nessun conto corrente perché era chiuso (la cosa non li aveva messi in allarme sulla "sparizione" di un cliente? A proposito, la variazione delle modalità di addebito delle spese del dossier titoli non andava fatta, all'epoca?), e la posizione dei titoli almeno una volta all'anno (quasi tutti la mandano ogni semestre, in assenza di movimentazione) non la inviavano?
 
Scritto da Voltaire



Appunto: le spese non le prelevavano da nessun conto corrente perché era chiuso (la cosa non li aveva messi in allarme sulla "sparizione" di un cliente? A proposito, la variazione delle modalità di addebito delle spese del dossier titoli non andava fatta, all'epoca?), e la posizione dei titoli almeno una volta all'anno (quasi tutti la mandano ogni semestre, in assenza di movimentazione) non la inviavano?

Batterei questo tasto (loro devono provare di aver inviato al cliente, non sapendo che fosse defunto): il figlio potrebbe essere venuto a conoscenza in ritardo di tale patrimonio proprio a causa della strafottenza della banca.
 
Indietro