Vaccino Covid [Treddo unico] Vol. 2

Chagans

BRIO...SCHIZZATO
Registrato
7/5/02
Messaggi
35.743
Punti reazioni
1.962
Si arriva da qui
Vaccino Covid [Treddo unico]

--------------



Niente di più facile....


TOP STORIES MONDO: Usa accusano, campagna Russia contro vaccini occidentali

MILANO (MF-DJ)--Le agenzie di intelligence russe hanno organizzato una campagna per minare la fiducia nei vaccini prodotti da Pfizer e altre societa' farmaceutiche occidentali, attraverso pubblicazioni online che negli ultimi mesi hanno messo in dubbio lo sviluppo e la sicurezza dei vaccini, hanno detto funzionari statunitensi.
Un funzionario del Global Engagement Center del dipartimento di Stato, che monitora gli sforzi di disinformazione esteri, ha identificato quattro pubblicazioni che sarebbero servite da copertura per l'intelligence russa.
I siti web, per esempio, hanno sottolineato il rischio di effetti collaterali dei vaccini, ne hanno messo in dubbio l'efficacia e hanno affermato che gli Stati Uniti hanno accelerato il processo di approvazione del vaccino di Pfizer.
Sebbene il numero di lettori di tali pubblicazioni sia limitato, i funzionari statunitensi affermano che tali false narrazioni possono essere amplificate da altri media russi e internazionali.
"Possiamo dire che questi siti web sono direttamente collegati ai servizi di intelligence russi", ha detto il funzionario del Global Engagement Center, aggiungendo che "sono tutti di proprieta' straniera, con sede al di fuori degli Stati Uniti. Variano molto nella loro portata, nel loro tono, nel loro pubblico, ma fanno tutti parte dell'ecosistema della propaganda e della disinformazione russo".
Inoltre, i media statali russi e gli account Twitter del Governo russo hanno compiuto sforzi evidenti per sollevare preoccupazioni sul costo e sulla sicurezza del vaccino di Pfizer nel tentativo di promuovere la vendita del vaccino russo Sputnik V.
"L'enfasi sulla denigrazione di Pfizer e' probabilmente dovuta al suo status di primo vaccino, oltre a Sputnik V, a essere al centro di un uso di massa, risultando la maggiore potenziale minaccia al dominio del mercato da parte di Sputnik", si legge in un rapporto dell'Alliance for Securing Democracy, un'organizzazione non governativa che si concentra sul pericolo che i Governi autoritari rappresentano per le democrazie e che fa parte del German Marshall Fund, un think tank statunitense.
Gli sforzi stranieri per seminare dubbi sul vaccino sfruttano le ansie profonde sull'efficacia e gli effetti collaterali de che gli antidoti, che sono gia' prevalenti in alcune comunita' negli Stati Uniti e a livello internazionale. La preoccupazione per gli effetti collaterali e' una delle ragioni principali dell'esitazione sui vaccini, secondo i dati dell'Ufficio Censimento degli Stati Uniti, resi pubblici il mese scorso.
Il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, ha negato che le agenzie di intelligence russe stiano gestendo la pubblicazione di articoli contro i vaccini occidentali e ha detto che i funzionari statunitensi hanno interpretato erroneamente l'ampio dibattito internazionale sui vaccini come un complotto russo.
"Non ha senso. I servizi speciali russi non hanno nulla a che fare con le critiche contro i vaccini", ha detto Peskov in un'intervista telefonica da Mosca, spiegando che "se trattassimo ogni articolo negativo contro il vaccino Sputnik V come il risultato degli sforzi dei servizi speciali americani, allora impazziremmo perche' accade ogni giorno, ogni ora e in tutti i media anglosassoni".
Un funzionario del Gec ha affermato che quattro siti web hanno collegamenti diretti con l'intelligence russa e sono stati utilizzati dal Governo russo per fuorviare l'opinione internazionale su una serie di questioni.
Il New Eastern Outlook e l'Oriental Review, ha detto il funzionario, sono diretti e controllati dall'Svr, ovvero il servizio di intelligence straniera della Russia. Si presentano come pubblicazioni accademiche e si rivolgono a Medio Oriente, Asia e Africa, offrendo commenti sul ruolo degli Stati Uniti nel mondo. Il dipartimento di Stato ha affermato in un rapporto di agosto che il New Eastern Outlook era collegato a "istituzioni finanziate dallo Stato
 
Ultima modifica:

Chagans

BRIO...SCHIZZATO
Registrato
7/5/02
Messaggi
35.743
Punti reazioni
1.962
Spesso quando ??? A me risulta mai. Lockdown 8 marzo. 15 giorni dopo piu' contagi e piu' morti. Coprifuoco/dpcm vari di ottobre : 15 giorni dopo piu' contagi e piu' morti. Nuove zone rosse 22 dicembre: 15 giorni dopo piu' contagi e piu' morti. E anche ora, nuovi divieti, quasi tutta italia o rossa o arancione, tra 15 giorni vedrai piu' contagi e piu' morti.

Prendi tutte le curve mondiali fissando l'ascissa con l'inizio delle restrizioni più o meno forti ed il risultato è più che evidente.

Siamo a livelli di considerazioni grafiche (se proprio non vogliamo scomodare l'epidemiologia e la clinica medica) da terza media, primi anni di superiori...


C'è un periodo di incubazione, un periodo per la rilevazione della positività e poi ospedalizzazione e decessi.

Partiamo dai 5 giorni medi per la prima, una decina di giorni per la seconda, circa 2 settimane per i ricoveri ed i decessi in media 15 giorni dal ricovero.

Ci aggiungiamo il fatto che le curve prima di invertire debbono flettere e si arriva a circa 2-3 settimane prima di vedere effetti sulle varie curve.

La più affidabile usualmente è quella dei ricoveri in terapia intensiva perchè prescinde dal numero di tamponi.

Adesso se ne fanno molti e quindi il tasso di positività dei tamponi effettuati è attendibile.
 
Ultima modifica:

e_lm_70

Don't follow me !
Registrato
8/2/07
Messaggi
35.658
Punti reazioni
1.157
index.jpg
 

Chagans

BRIO...SCHIZZATO
Registrato
7/5/02
Messaggi
35.743
Punti reazioni
1.962
Il picco delle positività in media mobile 7 gg è arrivato circa 18 giorni dopo la chiusura dell'8 marzo. Quindi a livello puntuale parliamo di circa 2 settimane.

Immagine 2021-03-08 140328.jpg


Immagine 2021-03-08 140437.jpg


E' pertanto assolutamente scontato che il picco si misuri circa 2 settimane dopo un duro lockdown.


Affermare che i lockdown comportino una crescita dei contagi perchè dopo quindici giorni c'è una fortissima crescita è quanto di più insensato si possa sostenere..
 

andersen1

Nuovo Utente
Registrato
14/2/06
Messaggi
17.102
Punti reazioni
357
Prendi tutte le curve mondiali fissando l'ascissa con l'inizio delle restrizioni più o meno forti ed il risultato è più che evidente.

Siamo a livelli di considerazioni grafiche (se proprio non vogliamo scomodare l'epidemiologia e la clinica medica) da terza media, primi anni di superiori...


C'è un periodo di incubazione, un periodo per la rilevazione della positività e poi ospedalizzazione e decessi.

Partiamo dai 5 giorni medi per la prima, una decina di giorni per la seconda, circa 2 settimane per i ricoveri ed i decessi in media 15 giorni dal ricovero.

Ci aggiungiamo il fatto che le curve prima di invertire debbono flettere e si arriva a circa 2-3 settimane prima di vedere effetti sulle varie curve.

La più affidabile usualmente è quella dei ricoveri in terapia intensiva perchè prescinde dal numero di tamponi.

Adesso se ne fanno molti e quindi il tasso di positività dei tamponi effettuati è attendibile.

Quello che succede fuori dall italia non lo ho esaminato perche' spesso le notizie date in italia sull estero sono false, ad esempio almeno 10 volte e' stato annunciato un inesistente lockdown in svezia. In italia ci sono delle date precise dei vari lockdown . 8 marzo lockdown generale. 18 ottobre dpcm dei divieti autunnali vari. 22 dicembre lockdown natalizio. 6 marzo 21 nuovo dpcm con quasi tutta l'italia in zona arancione rossa. In tutti i casi 15 giorni dopo, ma anche 20, la situazione e' sempre peggiorata, piu' contagi, piu' ospedalizzati, piu' morti. Questo non e' negazionismo o complottismo, sono i dati forniti giorno per giorno. Viceversa il vaccino sembra avere effetti positivi sugli anziani e gia' ora di vede.
 

andersen1

Nuovo Utente
Registrato
14/2/06
Messaggi
17.102
Punti reazioni
357
Il picco delle positività in media mobile 7 gg è arrivato circa 18 giorni dopo la chiusura dell'8 marzo. Quindi a livello puntuale parliamo di circa 2 settimane.

Vedi l'allegato 2753344


Vedi l'allegato 2753345


E' pertanto assolutamente scontato che il picco si misuri circa 2 settimane dopo un duro lockdown.


Affermare che i lockdown comportino una crescita dei contagi perchè dopo quindici giorni c'è una fortissima crescita è quanto di più insensato si possa sostenere..

non ho detto che aumentano, ho detto che non ci sono differenze importanti, alla fine anche senza lockdown non cambierebbe nulla, il virus fa la sua crescita di 4 5 6 settimane e poi cala. Poi fosse vero che dall inizio delle restrizioni 2 settimane dopo c'e' il picco negativo, il problema e' che c'e' 4 o 5 dopo. Quindi significa che il lockdown non incide positivamente perche' il virus sale oltre per molto tempo.
 

enjoyash

Buzzkill.
Registrato
28/3/14
Messaggi
48.422
Punti reazioni
1.428
Prendi tutte le curve mondiali fissando l'ascissa con l'inizio delle restrizioni più o meno forti ed il risultato è più che evidente.

Siamo a livelli di considerazioni grafiche (se proprio non vogliamo scomodare l'epidemiologia e la clinica medica) da terza media, primi anni di superiori...


C'è un periodo di incubazione, un periodo per la rilevazione della positività e poi ospedalizzazione e decessi.

Partiamo dai 5 giorni medi per la prima, una decina di giorni per la seconda, circa 2 settimane per i ricoveri ed i decessi in media 15 giorni dal ricovero.

Ci aggiungiamo il fatto che le curve prima di invertire debbono flettere e si arriva a circa 2-3 settimane prima di vedere effetti sulle varie curve.

La più affidabile usualmente è quella dei ricoveri in terapia intensiva perchè prescinde dal numero di tamponi.

Adesso se ne fanno molti e quindi il tasso di positività dei tamponi effettuati è attendibile.

Esatto, però è anche vero che ci sono casi anomali e inspiegabili come la terza ondata in alto Adige
 

andersen1

Nuovo Utente
Registrato
14/2/06
Messaggi
17.102
Punti reazioni
357
Tornando ai vaccini, c'e' una cosa che non capisco. Ma gli sportivi professionisti tipo calcio o basket nba o ciclisti prof ecc.perche' non fanno il vaccino tutti insieme ? Viceversa continuano con le cosiddette bolle e tamponi ogni 3 giorni.
 

thegryfus

Nuovo Utente
Registrato
8/5/06
Messaggi
12.787
Punti reazioni
491
Esatto, però è anche vero che ci sono casi anomali e inspiegabili come la terza ondata in alto Adige

Di casi anomali troppi ce ne sono. Prendiamo il caso di Gaza, forse la zona più densamente popolata al mondo, quasi zero vaccini, che ha avuto una curva epidemica migliore di quella della confinante Israele in lockdown da 3 mesi e con la campagna di vaccinazione in grande stile.

In assenza di lockdown la durata delle ondate è sempre stata paragonabile e sovrapponibile a dove è stato fatto il lockdown, a meno di sfasamenti temporali.

Esempio emblematico anche l'Argentina, la nazione col lockdown più lungo al mondo, gli avevano detto che iniziandolo quando i casi erano ancora bassissimi avrebbero evitato sul nascere l'epidemia, ebbene durante quei 3 mesi di lockdown iniziati coi casi quasi a zero, gli è arrivata una ondata paragonabile alla prima ondata italiana.

Quindi il fatto che si raggiunge il picco 3 settimane dopo l'inizio delle restrizioni non è automaticamente indicativo del funzionamento delle restrizioni, se quella è stata anche la durata tipica di una ondata in assenza di restrizioni.
 

Chagans

BRIO...SCHIZZATO
Registrato
7/5/02
Messaggi
35.743
Punti reazioni
1.962
non ho detto che aumentano, ho detto che non ci sono differenze importanti, alla fine anche senza lockdown non cambierebbe nulla, il virus fa la sua crescita di 4 5 6 settimane e poi cala. Poi fosse vero che dall inizio delle restrizioni 2 settimane dopo c'e' il picco negativo, il problema e' che c'e' 4 o 5 dopo. Quindi significa che il lockdown non incide positivamente perche' il virus sale oltre per molto tempo.

La curva dei contagi è cumulativa e quindi cresce anche se i contagi sono in diminuzione. La curva degli attualmente positivi decresce quando i guariti superano i nuovi casi.

Il trend si vede dalla sua derivata prima ovvero dalla pendenza della curva oppure dalla curva delle nuove infezioni giornaliere.

Quello che conta è il punto di flesso dove la curva cumulata diminuisce la pendenza.

Quindi gli effetti li vedi sulla curva anche dopo circa 10 giorni.

Il problema è che evidentemente tu non hai nessuna cognizione logica-matematica....
 
Ultima modifica:

enjoyash

Buzzkill.
Registrato
28/3/14
Messaggi
48.422
Punti reazioni
1.428
La curva dei contagi è cumulativa.

Il trend si vede dalla sua derivata prima ovvero dalla pendenza della curva oppure dalla curva delle nuove infezioni.

Quello che conta è il punto di flesso dove la curva cumulata diminuisce la pendenza.

Quindi gli effetti li vedi sulla curva anche dopo circa 10 giorni.

Il problema è che evidentemente tu non hai nessuna cognizione logica-matematica....


Ok, rimane il fatto che l'Alto Adige è inspiegabile. Sempre zona rossa arancio a parte 8-9 giorni sparsi tra dicembre e gennaio


oJzi7W6.png
 

andersen1

Nuovo Utente
Registrato
14/2/06
Messaggi
17.102
Punti reazioni
357
La curva dei contagi è cumulativa e quindi cresce anche se i contagi sono in diminuzione. La curva degli attualmente positivi decresce quando i guariti superano i nuovi casi.

Il trend si vede dalla sua derivata prima ovvero dalla pendenza della curva oppure dalla curva delle nuove infezioni giornaliere.

Quello che conta è il punto di flesso dove la curva cumulata diminuisce la pendenza.

Quindi gli effetti li vedi sulla curva anche dopo circa 10 giorni.

Il problema è che evidentemente tu non hai nessuna cognizione logica-matematica....

L'importante e' avere una cognizione matematica tale da scegliere i titoli buoni in borsa e arrivare a un conto corrente a 7 cifre(prima della virgola).
 

Chagans

BRIO...SCHIZZATO
Registrato
7/5/02
Messaggi
35.743
Punti reazioni
1.962
AstraZeneca: Italia approva vaccino Covid per over 65

MILANO (MF-DJ)--Il ministrero della Salute dell'Italia ha approvato il vaccino anti-Covid sviluppato da AstraZeneca e dall'Universita' di Oxford anche per gli over 65, invertendo la rotta sulla precedente raccomandazione di somministrarlo nella fascia d'eta' tra i 18 e i 65 anni.

Il nuovo Governo del Paese, guidato da Mario Draghi, ha mostrato frustrazione per i frequenti ritardi nelle forniture dei vaccini, che hanno stravolto il calendario delle vaccinazioni, nonche' per la lentezza con cui alcune regioni italiane stanno vaccinando i cittadini.

Il premier sta spingendo per accelerare la campagna di vaccinazione del Paese e prevede di utilizzare l'esercito e il personale della Protezione civile per aumentare il numero di vaccinazioni giornaliere a circa 700.000 al giorno nel secondo trimestre, da circa 180.000 al giorno in nelle ultime settimane.

Il Ministro della Salute Roberto Speranza ha dichiarato domenica alla televisione italiana che il Paese deve prepararsi all'arrivo di circa 30 milioni di dosi nel secondo trimestre, comprese quelle del vaccino Johnson & Johnson, che potrebbe ottenere l'approvazione dalla Commissione europea gia' questa settimana.

Il Ministro ha aggiunto che, secondo il piano del Governo e l'attesa disponibilita' delle dosi dei prossimi mesi, tutti gli italiani che desiderino vaccinarsi dovrebbero poterlo fare entro l'estate.
vsi

(END) Dow Jones Newswires
March 08, 2021 09:04 ET (14:04 GMT)
 

jurassic88

Nuovo Utente
Registrato
27/1/17
Messaggi
12.511
Punti reazioni
480
Chagans vieni a rispondere nel topic della svezia che ti chiamano
 

Chagans

BRIO...SCHIZZATO
Registrato
7/5/02
Messaggi
35.743
Punti reazioni
1.962
Covid: Draghi, pandemia non sconfitta ma via uscita non lontana

ROMA (MF-DJ)--"La pandemia non e' ancora sconfitta ma si intravede, con l'accelerazione del piano dei vaccini, una via d'uscita non lontana. Voglio cogliere questa occasione per mandare a tutti un segnale vero di fiducia. Anche in noi stessi".
Lo ha detto il presidente del Consiglio Mario Draghi, in un videomessaggio in occasione della conferenza "Verso una strategia nazionale per la parita' di genere".
"Ringrazio, ancora una volta, i cittadini per la loro disciplina, la loro infinita pazienza, soprattutto coloro che soffrono le conseguenze anche economiche della pandemia - ha aggiunto - Ringrazio gli studenti, le famiglie e gli insegnanti che sopportano il peso della chiusura delle scuole. Ringrazio gli operatori sanitari, le forze dell'ordine, le forze armate, la Protezione Civile e tanti altri lavoratori in prima linea per la loro incessante opera. Sono anche questi esempi di responsabilita' civica e professionale, di cittadinanza italiana attiva che impongono al governo di moltiplicare ogni sforzo".
rov

(END) Dow Jones Newswires
March 08, 2021 10:17 ET (15:17 GMT)
 

enjoyash

Buzzkill.
Registrato
28/3/14
Messaggi
48.422
Punti reazioni
1.428
Covid: Draghi, pandemia non sconfitta ma via uscita non lontana

ROMA (MF-DJ)--"La pandemia non e' ancora sconfitta ma si intravede, con l'accelerazione del piano dei vaccini, una via d'uscita non lontana. Voglio cogliere questa occasione per mandare a tutti un segnale vero di fiducia. Anche in noi stessi".
Lo ha detto il presidente del Consiglio Mario Draghi, in un videomessaggio in occasione della conferenza "Verso una strategia nazionale per la parita' di genere".
"Ringrazio, ancora una volta, i cittadini per la loro disciplina, la loro infinita pazienza, soprattutto coloro che soffrono le conseguenze anche economiche della pandemia - ha aggiunto - Ringrazio gli studenti, le famiglie e gli insegnanti che sopportano il peso della chiusura delle scuole. Ringrazio gli operatori sanitari, le forze dell'ordine, le forze armate, la Protezione Civile e tanti altri lavoratori in prima linea per la loro incessante opera. Sono anche questi esempi di responsabilita' civica e professionale, di cittadinanza italiana attiva che impongono al governo di moltiplicare ogni sforzo".
rov

(END) Dow Jones Newswires
March 08, 2021 10:17 ET (15:17 GMT)

parla come un PdR più che come un PdC.
 

Chagans

BRIO...SCHIZZATO
Registrato
7/5/02
Messaggi
35.743
Punti reazioni
1.962
L'UE riceverà 100 milioni di vaccini al mese a partire da aprile

(Alliance News) - Il numero dell'Unione Europea, Ursula von der Leyen, ha dichiarato lunedì che si aspetta che il blocco riceva 100 milioni di dosi di vaccini contro il coronavirus ogni mese a partire da aprile, dando una spinta alla balbuziente campagna di inoculazione dell'Europa.

Dati i volumi di consegna più elevati promessi dai produttori e "perché più vaccini stanno per essere approvati", come ha detto la von der Leyen al quotidiano Stuttgarter Nachrichten, il blocco dovrebbe vedere un grande aumento degli arrivi dei vaccini.

L'UE riceverà "nel secondo trimestre una media di circa 100 milioni di dosi al mese, in totale 300 milioni entro la fine di giugno".

Il blocco di 27 Nazioni, con una popolazione di 446 milioni di persone, ha ricevuto 51,5 milioni di dosi di vaccini al 26 febbraio, secondo i dati ufficiali pubblicati sul sito web dell'UE.

L'UE ha già approvato tre vaccini - quelli di BioNTech SE/Pfizer Inc, AstraZeneca PLC/Università di Oxford e Moderna Inc - ma la sua campagna di inoculazione è stata colpita da ritardi a causa dei colli di bottiglia della produzione.

L'impazienza è cresciuta anche perché il ritmo della vaccinazione è rimasto indietro rispetto a paesi come Regno Unito, Israele e Stati Uniti.

L'Agenzia Europea del Farmaco deciderà giovedì se autorizzare il vaccino a iniezione singola di Johnson & Johnson.

La scorsa settimana, il regolatore ha avviato una revisione del vaccino russo Sputnik V.

fonte: AFP

Di Giuseppe Fabio Ciccomascolo; gfciccomascolo@alliancenews.com



--------------------------

Dei 300milioni all'Italia spetterebbero circa il 13,5% ovvero circa 40 milioni , 13,5 milioni al mese.

Ad oggi sono arrivati 6,5 milioni in poco più di 2 mesi.

Stiamo parlando di consegne 4 volte superiori.


Avremo pertanto circa 450 mila dosi/giorno da somministrare!!!

Molto probabilmente le consegne saranno meno all'inizio del periodo per arrivare a regime verso la fine del trimestre.

L'importante è organizzarsi entro marzo per salire alle 4-500mila somministrazioni.
 

enjoyash

Buzzkill.
Registrato
28/3/14
Messaggi
48.422
Punti reazioni
1.428
sempre che rispettino le consegne

ricordo che nel primo trimestre avremmo dovuto avere qualcosa come 28 mln di dosi
invece ne avremo si e no 13-14 se tutto va bene con le consegne di Marzo (tra l'altro siamo fermi a 6,5 mln di dosi consegnate da ormai diversi giorni).