Valutazione Trust

Marktrader

Nuovo Utente
Registrato
27/7/06
Messaggi
1.303
Punti reazioni
63
Ciao a tutti in un ipotesi futura di tutela da imprevisti di ogni genere e in un ottica di riduzione tasse di possesso ed esercizio nonchè le temutissime tasse di successione che possano occorrere a un patrimonio (perlopiù immobiliare) e risparmio accumulato da una famiglia nel corso della sua esistenza vorrei cercare di valutare la costituzione di un Trust.
Chiedo ai più esperti di voi se la cosa potrebbe convenire e quale sarebbe piu o meno il break even minimo per considerarlo anzichè lasciare tutto esposto elle intemperie degli eventi. So che così sembra un pò una sparata ma vi assicuro che il discorso è articolato.
Grazie e a presto.
 

nf232323

Nuovo Utente
Registrato
25/1/11
Messaggi
3.311
Punti reazioni
194
Ciao a tutti in un ipotesi futura di tutela da imprevisti di ogni genere e in un ottica di riduzione tasse di possesso ed esercizio nonchè le temutissime tasse di successione che possano occorrere a un patrimonio (perlopiù immobiliare) e risparmio accumulato da una famiglia nel corso della sua esistenza vorrei cercare di valutare la costituzione di un Trust.
Chiedo ai più esperti di voi se la cosa potrebbe convenire e quale sarebbe piu o meno il break even minimo per considerarlo anzichè lasciare tutto esposto elle intemperie degli eventi. So che così sembra un pò una sparata ma vi assicuro che il discorso è articolato.
Grazie e a presto.

In base alla mia esperienza, più che parlare di volumi assoluti parlerei di complessità della situazione.

Se hai un intero condominio di 50 appartamenti e normalissio portafoglio titoli oggetto di possibile successione con 1 erede ci sono strumenti più economici magari del trust. Se invece ci sono quote societarie, valori mobiliari e immobiliari e un asse ereditario complesso; ad esempio, due moglie, più figli, etc. allora può avere senso ragionare di uno strumento più sofisticato per gestire il passaggio generazionale.

A mio avviso, comunque sotto i 5mln di patrimonio (per gli immobili inteso come sommatoria delle rendite castastali rivalutate e oggetto di imponibile per i trasferimenti) non ha grande senso.
Prima di tutto dovresti valutare la finalità, cioè cosa cerchi. Eludere le tasse? Assicurare un passaggio generazione senza tumulti? Vivere serenamente senza doverti occupare del tuo patrimonio e della sua gestione?

Dal primo post mi sembra che la tua finalità sia principalmente fiscale. Anche in questo caso da capire se la finalità elusiva è dovuta ai costi di gestione annui o ai proventi derivanti da tali immobili/portafoglio. In tal ciascun caso dovresti valutare bene i costi di conferimento, costituzione e amministrazione rispetto alle attuali imposte sostenute.
 

Marktrader

Nuovo Utente
Registrato
27/7/06
Messaggi
1.303
Punti reazioni
63
In base alla mia esperienza, più che parlare di volumi assoluti parlerei di complessità della situazione.

Se hai un intero condominio di 50 appartamenti e normalissio portafoglio titoli oggetto di possibile successione con 1 erede ci sono strumenti più economici magari del trust. Se invece ci sono quote societarie, valori mobiliari e immobiliari e un asse ereditario complesso; ad esempio, due moglie, più figli, etc. allora può avere senso ragionare di uno strumento più sofisticato per gestire il passaggio generazionale.

A mio avviso, comunque sotto i 5mln di patrimonio (per gli immobili inteso come sommatoria delle rendite castastali rivalutate e oggetto di imponibile per i trasferimenti) non ha grande senso.
Prima di tutto dovresti valutare la finalità, cioè cosa cerchi. Eludere le tasse? Assicurare un passaggio generazione senza tumulti? Vivere serenamente senza doverti occupare del tuo patrimonio e della sua gestione?

Dal primo post mi sembra che la tua finalità sia principalmente fiscale. Anche in questo caso da capire se la finalità elusiva è dovuta ai costi di gestione annui o ai proventi derivanti da tali immobili/portafoglio. In tal ciascun caso dovresti valutare bene i costi di conferimento, costituzione e amministrazione rispetto alle attuali imposte sostenute.

Per tua esperienza a quanto ammontano i costi di conferimento?
 

nf232323

Nuovo Utente
Registrato
25/1/11
Messaggi
3.311
Punti reazioni
194
Dipende dalla legislazione vigente nel paese ove avrà sede. In Italia si parla sempre del 9% di imposta di registro per gli immobili...