Verm & Solitair: termini di decorrenza e scadenza del reclamo alla Sim

Voltaire

Gennarino Fan's Club
Registrato
25/3/00
Messaggi
13.117
Punti reazioni
454
1) Un contratto di gestione di portafoglio è stato chiuso il 15 gennaio: i 90 giorni per presentare il reclamo decorrono da tale data oppure, come ipotizzo, dalla ricezione del rendiconto trimestrale (essendo al 31 marzo, deve ancora pervenire al cliente), visto che, ufficialmente, il cliente non sa ancora nulla?

2) Se il termine dei 90 giorni per la presentazione del reclamo scade in un giorno festivo, la scadenza si proroga al primo giorno lavorativo? (lo so che è così, ma chiedo conferma, non si sa mai).

Mi è capitata per le mani una cosuccia (alla Scassacocchi Sim, al confronto, sembrano tutti Warren Buffett) che farà molto baccano: ho già il permesso per divulgarla, ma solo dopo l'invio di un bel po' di documenti in giro.....
 
sul punto 2), è così, il principio generale sui termini di scadenza fissati dalla legge, se il termine scade in un giorno festivo (anche a pasquetta, ad esempio), il termine è prorogato al giorno successivo SE NON VI SONO USI DIVERSI: lo stabilisce il secondo comma dell'art. 1187 c.c.

sul punto 1): art. 62 co. 2, reg. 11522 e comunicazione Consob DI-99046951 del 9.6.99 (cadenza trimestrale, entro 15 gg.).
Muoverei le eccezioni (anche relativamente a eventuali istruzioni, e v. la cd. gestione con preventivo assenso) appena venuti a conoscenza della violazione delel regole di comportamento.
 
Al momento, il cliente non ha in mano nessun documento che attesti ufficialmente quello che è accaduto: ha solo trasferito, il 15 gennaio, i titoli dalla gestione al proprio deposito amministrato personale, ma le lamenteleriguardano l'andamento della gestione nel suo complesso, dal marzo 2000 a gennaio 2001 (una cosa da non credere...).

Quindi mi consigliate di muovermi entro i 90 giorni dal 15 gennaio oppure posso attendere l'arrivo del rendiconto?
 
ma se già sapessi di certo quello che hanno combinato, comincerei a muovermi prima, anche per evitare ulteriori conseguenze dannose (almeno così farei, senza indugiare ed indicando alla fine "con ogni riserva di promuovere ogni azione legale innanzi alla sedi competenti a tutela dei diritti del mio cliente"; chiederei nel testo della lettera che l'intermediario mi dia conto immediatamente e per iscritto delle operazioni poste in essere).
 
Infatti mi serve sapere se devo correre per forza in modo da spedire tutto martedì 17 oppure posso fare con calma: la questione è soprattutto quella.

Io credo che non avendo ancora ricevuto il rendiconto finale, ci siano le condizioni per non correre.
 
effettivamente senza il rendiconto è difficile una contestazione precisa da parte tua, peraltro non vi è manco accettazione delle operazioni poste in essere, quindi se vuoi aspetta.
 
Indietro