Vivere di rendita CONSUMANDO IL CAPITALE.

  • Ecco la 69° Edizione del settimanale "Le opportunità di Borsa" dedicato ai consulenti finanziari ed esperti di borsa.

    Settimana difficile per i principali indici europei e americani, solo il Nasdaq resiste alle vendite grazie ai conti di Nvidia. Il leader dei chip per l’intelligenza artificiale ha riportato utili e prospettive superiori alle attese degli analisti, annunciando anche un frazionamento azionario (10 a 1). Gli investitori però valutano anche i toni restrittivi dei funzionari della Fed che hanno ribadito la visione secondo cui saranno necessari più dati che confermino la discesa dell’inflazione per convincere il Fomc a tagliare i tassi. Anche la crescita degli indici Pmi, che dipingono un’economia resiliente con persistenti pressioni al rialzo sui prezzi, rafforzano l’idea di tassi elevati ancora a lungo. Per continuare a leggere visita il link

  • Due nuove obbligazioni Societe Generale, in Euro e in Dollaro USA

    Societe Generale porta sul segmento Bond-X (EuroTLX) di Borsa Italiana due obbligazioni, una in EUR e una in USD, a tasso fisso decrescente con durata massima di 15 anni e possibilità di rimborso anticipato annuale a discrezione dell’Emittente.

    Per continuare a leggere visita questo LINK
In effetti passare da lavorare 45 ore a lavorare 0 fa quasi male...
L'ideale per me sarebbe aprire partita iva e passare da dipendente a regime flat tax in partita iva. Lavoro quando voglio e prendo piccoli lavori...se sono efficiente in partita iva faccio lo stesso lavoro di ora con meno responsabilità lavorando 30 ore settimanali e prendendo puliti 2500 euro...
Ovvio parlo di ingegneria non di partita iva come promoter...
Un ingegnere a 40 anni che scrive queste cose non va bene. Dopo aver affrontato i sacrifici e superato materie nel biennio come analisi 1 e 2, fisica ed altro.... Ragionare sui soldi dei genitori e dei nonni..... Passare da ingegnere a voler fare il bagnino.... Pensa a trovarti una nuova ragazza seria e mettere su famiglia con figli. Mio consiglio
 
Un ingegnere a 40 anni che scrive queste cose non va bene. Dopo aver affrontato i sacrifici e superato materie nel biennio come analisi 1 e 2, fisica ed altro.... Ragionare sui soldi dei genitori e dei nonni..... Passare da ingegnere a voler fare il bagnino.... Pensa a trovarti una nuova ragazza seria e mettere su famiglia con figli. Mio consiglio
A parte che ne ho 30, poi non tutti desiderano una famiglia tradizionale(che poi tra i miei coetanei inizia a non essere più tanto tradizionale)con figli.
Anzi chi desidera questo iniziano a essere quelli di ceto medio basso o bassissimo.
Anche tra i ricchi molti rimangono senza, e non guardare i calciatori. Quelli sono degli arricchiti senza cervello e restano di ceto basso anche con un conto a sei zeri.
Penso a me stesso o al massimo a due e se l'altra parte li vuole per me può anche uscire di casa sbattendo la porta.
Non fanno parte del progetto di vita...
 
Toh, guarda che bel thread è stato riesumato!! 🤗

Da libero professionista, quando leggo (o sento) di persone che hanno sempre lavorato, in qualche caso lavoricchiato da dipendenti, svogliati, senza stimoli, con il mero obiettivo di tirare all'orario in cui si posa la penna, e che pensano di aprire p.iva per "lavorare meno, lavorare meglio, solo quando mi va"...beh, mi viene da sorridere. 😁

Quasi nessuno si rende conto che il cliente ha delle pretese, a volte giuste a volte meno, e pensare di lavorare serenamente solo perchè non si hanno capi...solo 4 ore al giorno, anzi no, ogni 2 gg, ma poi già venerdì inizia il we, eh...beh, la considero una pia illusione. In breve si troverebbero senza clienti, ma con lo Stato e la burocrazia (chi è semplice dipendente spesso non se ne rende conto) cui far fronte per molto tempo. 😏

P.s. Cito il tuo post, ma il mio è un discorso generale. Non mi riferisco al tuo caso specifico, che tra l'altro non conosco.
Non la penso come te, penso che molti sono ingordi e prendono clienti su clienti e lavori...
Infatti finiscono a lavorare il doppio e fatturare il triplo almeno del loro lordo da dipendenti...
Ma io non sarei così...
 
A parte che ne ho 30, poi non tutti desiderano una famiglia tradizionale(che poi tra i miei coetanei inizia a non essere più tanto tradizionale)con figli.
Anzi chi desidera questo iniziano a essere quelli di ceto medio basso o bassissimo.
Anche tra i ricchi molti rimangono senza, e non guardare i calciatori. Quelli sono degli arricchiti senza cervello e restano di ceto basso anche con un conto a sei zeri.
Penso a me stesso o al massimo a due e se l'altra parte li vuole per me può anche uscire di casa sbattendo la porta.
Non fanno parte del progetto di vita...
30 anni peggio ancora.... amo bene ma proprio bbene
 
Non la penso come te, penso che molti sono ingordi e prendono clienti su clienti e lavori...
Infatti finiscono a lavorare il doppio e fatturare il triplo almeno del loro lordo da dipendenti...
Ma io non sarei così...
Quindi tu, se mai tu dovessi aprire una p.iva con tutti i rischi ad essa connessi, ti accontenteresti di uno stipendio netto pari ai tuoi dipendenti, senza godere dei contributi e delle tutele (giustamente) dovute nei loro confronti?
Io non sono avido, forse semmai un pochetto tirchio verso me stesso, ma guadagnare almeno il doppio di un dipendente mi sembra una aspirazione normale, altrimenti tanto vale non mettersi nemmeno in proprio!

Oggi con la mia fidanzata ho fatto colazione in un bar fuori città, ben fornito, poca gente. Ordiniamo con servizio al tavolo. Il cameriere, un ragazzo giovane sulla ventina, segna su un foglietto che lascia poi sul tavolo. Finita la consumazione andiamo a pagare in cassa mostrando il bigliettino della comanda, la titolare ci dice una cifra che sembrava troppo bassa. Sorpresa! Il ragazzetto si era dimenticato di segnare metà della ordinazione, al che è stato rimproverato tanto più che non sembrava essere la prima volta, e minacciato di vedersi scalare dal suo stipendio il valore del possibile mancato incasso.

Ad avere attività propria, qualunque essa sia, a volte - oltre ai consueti pensieri e grattacapi - si devono fronteggiare anche il menefreghismo e la malavoglia di alcuni dipendenti, magari gli stessi che vorrebbero più ferie e una paga più alta, ma che si impegnano assai poco a svolgere il compito per cui vengono retribuiti.
 
Quindi tu, se mai tu dovessi aprire una p.iva con tutti i rischi ad essa connessi, ti accontenteresti di uno stipendio netto pari ai tuoi dipendenti, senza godere dei contributi e delle tutele (giustamente) dovute nei loro confronti?
Io non sono avido, forse semmai un pochetto tirchio verso me stesso, ma guadagnare almeno il doppio di un dipendente mi sembra una aspirazione normale, altrimenti tanto vale non mettersi nemmeno in proprio!

Oggi con la mia fidanzata ho fatto colazione in un bar fuori città, ben fornito, poca gente. Ordiniamo con servizio al tavolo. Il cameriere, un ragazzo giovane sulla ventina, segna su un foglietto che lascia poi sul tavolo. Finita la consumazione andiamo a pagare in cassa mostrando il bigliettino della comanda, la titolare ci dice una cifra che sembrava troppo bassa. Sorpresa! Il ragazzetto si era dimenticato di segnare metà della ordinazione, al che è stato rimproverato tanto più che non sembrava essere la prima volta, e minacciato di vedersi scalare dal suo stipendio il valore del possibile mancato incasso.

Ad avere attività propria, qualunque essa sia, a volte - oltre ai consueti pensieri e grattacapi - si devono fronteggiare anche il menefreghismo e la malavoglia di alcuni dipendenti, magari gli stessi che vorrebbero più ferie e una paga più alta, ma che si impegnano assai poco a svolgere il compito per cui vengono retribuiti.
Non solo mettici pure le cause di lavoro incoate dai dipendenti...
 
Mah tutte cose per apparire e nulla più.
Coi soldi risparmiati per un weekend a Portofino vado in pensione 1 mese prima e preferisco beccarmi una tunisina di 15 anni più giovane che non una topa milanese da Instagram molto fumo e poco arrosto...
Una tunisina fica come si deve molto più giovane e che ha voglia di vivere…
Se non esci e cacci grano serio invece di stare a casa a vedere la tv, non solo non la conoscerai mai, anche se poi fosse, dopo un mese sei talmente moscio che ti pianta!

Ps andrai anche un mese prima in pensione x poi vivere comunque nello stesso mediocre modo (quindi nulla cambia), ma con la tua filosofia morirai senza aver mai visto uno dei borghi più belli e suggestivi del mondo…oltre che non aver visto né detto tante altre cose x cui vale la pena vivere
 
Una tunisina fica come si deve molto più giovane e che ha voglia di vivere…
Se non esci e cacci grano serio invece di stare a casa a vedere la tv, non solo non la conoscerai mai, anche se poi fosse, dopo un mese sei talmente moscio che ti pianta!

Ps andrai anche un mese prima in pensione x poi vivere comunque nello stesso mediocre modo (quindi nulla cambia), ma con la tua filosofia morirai senza aver mai visto uno dei borghi più belli e suggestivi del mondo…oltre che non aver visto né detto tante altre cose x cui vale la pena vivere
Ma tu non vedo come possa giudicare il mio stile di vita... diventerò milionario e saranno cavoli miei.
E credimi del borgo non me ne può fregare di meno così come della movida o delle discoteche o attrazioni consumistiche occidentali.
Anzi non spendo una lira in pensione in più rispetto a ora...mi cucino da per me, vacanze ne farò poche e alcol/droga zero.
 
Quindi tu, se mai tu dovessi aprire una p.iva con tutti i rischi ad essa connessi, ti accontenteresti di uno stipendio netto pari ai tuoi dipendenti, senza godere dei contributi e delle tutele (giustamente) dovute nei loro confronti?
Io non sono avido, forse semmai un pochetto tirchio verso me stesso, ma guadagnare almeno il doppio di un dipendente mi sembra una aspirazione normale, altrimenti tanto vale non mettersi nemmeno in proprio!

Oggi con la mia fidanzata ho fatto colazione in un bar fuori città, ben fornito, poca gente. Ordiniamo con servizio al tavolo. Il cameriere, un ragazzo giovane sulla ventina, segna su un foglietto che lascia poi sul tavolo. Finita la consumazione andiamo a pagare in cassa mostrando il bigliettino della comanda, la titolare ci dice una cifra che sembrava troppo bassa. Sorpresa! Il ragazzetto si era dimenticato di segnare metà della ordinazione, al che è stato rimproverato tanto più che non sembrava essere la prima volta, e minacciato di vedersi scalare dal suo stipendio il valore del possibile mancato incasso.

Ad avere attività propria, qualunque essa sia, a volte - oltre ai consueti pensieri e grattacapi - si devono fronteggiare anche il menefreghismo e la malavoglia di alcuni dipendenti, magari gli stessi che vorrebbero più ferie e una paga più alta, ma che si impegnano assai poco a svolgere il compito per cui vengono retribuiti.
Quando hai un milione e oltre non mi importa delle tutele che ho, come detto le opzioni sono tante. anche andare all' estero.
 
Allora ho fatto una serie di conti e se andassi in pensione a 45 anni comunque con le regole attuali a partire dai 67 percepirei una pensione discreta di 1200 euro con 22 anni di contributi. Sicuramente la pensione di vecchiaia verrà alzata a 71 anni però mi garantirebbe una protezione per il periodo oltre i 71 anni.
Quindi 71(potrei schiattare prima)-45= 26 anni.
26 anni * 15000 euro l anno= 390 Mila euro.
Poi se vivo al sud Italia senza auto magari ne bastano 10000 euro l anno, in Albania 7000 e in Tunisia 4000...
E poi non considero che potrei vendere la nuda proprietà della casa o metterla in affitto e andare ad abitare in posti con costo dell' affitto inferiore.
Se invece tra i 45 e i 50 anni facessi un part-time che mi coprisse solo le spese fisse senza intaccare il capitale mi basterebbero 300k.
E non consideriamo che se uno è bravo riceve anche una rendita da investimento superiore all inflazione(esempio un btp ventennale rende il 3.5% annuo a fronte di una inflazione stimata di 2%).
Ovvero se ho un patrimonio di 750k che investo in btp potrei andare in pensione oggi con 1.5% di guadagno netto che mi renderebbe 950 euro al mese.
 
Diciamo che se volessi stare pseudo tranquillo(ovvio se investo in btp e mi fallisce lo stato devo riprendere a lavorare dal giorno dopo) dovrei raggiungere il milione liquido.
Lo investo attendendo il momento giusto(esempio una crisi del governo) quando il rendimento netto sta sopra il 3%.
So che nel 80% dei casi l inflazione italiana mediana sarà per i prossimi 20 anni il 1.5% e ottengo così i miei 15k netti annui senza intaccare minimamente il capitale che si è inoltre rivalutato per l inflazione.
Quali sono gli unici rischi? Come detto prima fallimento dello stato(quotato oggi al 2%) e inflazione media italiana oltre il 2% per i prossimi 20 anni(quotato oggi a 15%)
Per il resto potrei pensionarmi domani
 
Allora ho fatto una serie di conti e se andassi in pensione a 45 anni comunque con le regole attuali a partire dai 67 percepirei una pensione discreta di 1200 euro con 22 anni di contributi. Sicuramente la pensione di vecchiaia verrà alzata a 71 anni però mi garantirebbe una protezione per il periodo oltre i 71 anni.
Quindi 71(potrei schiattare prima)-45= 26 anni.
26 anni * 15000 euro l anno= 390 Mila euro.
Poi se vivo al sud Italia senza auto magari ne bastano 10000 euro l anno, in Albania 7000 e in Tunisia 4000...
E poi non considero che potrei vendere la nuda proprietà della casa o metterla in affitto e andare ad abitare in posti con costo dell' affitto inferiore.
Se invece tra i 45 e i 50 anni facessi un part-time che mi coprisse solo le spese fisse senza intaccare il capitale mi basterebbero 300k.
E non consideriamo che se uno è bravo riceve anche una rendita da investimento superiore all inflazione(esempio un btp ventennale rende il 3.5% annuo a fronte di una inflazione stimata di 2%).
Ovvero se ho un patrimonio di 750k che investo in btp potrei andare in pensione oggi con 1.5% di guadagno netto che mi renderebbe 950 euro al mese.
Beato te che hai tutte queste certezze!!

Già accantonata l'idea di aprire p.iva fifty-fifty con i tuoi dipendenti? :o
Ma qui tira aria di troll ed è inutile controbattere :bye:

Un consiglio, basta attraversare il Mediterraneo e scendere sotto l'Equatore a dorso di cammello, lì con 4000 euro campi 10 anni!
 
Beato te che hai tutte queste certezze!!

Già accantonata l'idea di aprire p.iva fifty-fifty con i tuoi dipendenti? :o
Ma qui tira aria di troll ed è inutile controbattere :bye:

Un consiglio, basta attraversare il Mediterraneo e scendere sotto l'Equatore a dorso di cammello, lì con 4000 euro campi 10 anni!
No sono tutte ipotesi...
Valuto solo nord africa Messico sud Europa sud est asiatico
 
Per semplificare:
Se raggiungo un patrimonio di 2 mln di ricchezza finanziaria smetto di lavorare.
Per valori compresi tra 700k e 2 mln non me la sentirei di smettere di colpo totalmente.
Ovvio se raggiungo 1.5 mln posso tranquillamente pensare di rimanere in Italia a vivere e fare un part time di 10 ore a settimana giusto per non annoiarmi troppo.
Se raggiungo 1 mln magari lavoro 24/28 ore a settimana.
Poi dipende perché ora sono in una posizione front line management(supervisor) di una multinazionale (anno scorso 7 giorni di ferie) dove sono molto stressato. Il coordinatore sopra di me oltre a prendere di più (ma questo come detto non è un fattore chiave) fa un orario normale e ha una posizione organizzativa e non operativa. Quindi non escludo di poter durare di più in tale ruolo se lo raggiungessi(ad occhio sulla 40ina)
In sintesi ora testa bassa e pedalare. Poi si vedrà, certo un bel patrimonio consente di scegliere e se un giorno te li fanno girare troppo tanti saluti e si apre un nuovo ciclo.
 
Non escludo nemmeno che se il mercato del lavoro va in una certa direzione possa fare un passo indietro(esempio se tra 15 anni ci sarà smart per tutti o 4 giornate lavorative o 35 ore settimanali)...
E magari decidere di abbassarmi lo stipendio e fare lo specialist senza responsabilità a comunque cifre che nella mia azienda sono intorno ai 30k netti annuali.
E soprattutto dove si possono prendere con relativa tranquillità 30 giorni di ferie annue e non 15 a fatica
 
Come già scrissi la mia condizione(o migliore) è quella del 20% degli italiani almeno.
Se non si cambiano le regole del lavoro che sono quelle del 1970 molti usciranno dal mercato e saranno i più abbienti e quelli con titoli più alti.
Negli ultimi 60 anni abbiamo fatto passi da gigante su tutto meno sull orario di lavoro.
È ora di cambiare.
 
Ma tu non vedo come possa giudicare il mio stile di vita... diventerò milionario e saranno cavoli miei.
E credimi del borgo non me ne può fregare di meno così come della movida o delle discoteche o attrazioni consumistiche occidentali.
Anzi non spendo una lira in pensione in più rispetto a ora...mi cucino da per me, vacanze ne farò poche e alcol/droga zero.
Il borgo era un esempio
Così come il ristorante o la fichetta giovane (che però pareva ti piacesse…;)
Insomma nella vita bisogna godersela ed io sono un edonista epicureo/ abbiamo capito tu sei un asceta che vive in contemplazione beandosi di bei discorsi astratti e pragmatismo zero; a parte i conti quelli li fai benissimo complimenti .
per vivere così senza soddisfazione alcuna davvero, i tuoi sensi dalla gola alla vista passando x l’ olfatto, urlano vendetta di una vita grigia grigia e triste…ciao
 
Ho quasi 30 anni...
Di natura non sono uno spendaccione e al nord spendo circa 12k annui per vivere(casa di proprietà).
Al sud(dove vorrei vivere,ma potrei valutare anche Tunisia o Albania con un costo della vita anche del 50% in meno) vivrei anche con 10k senza auto di proprietà.
Non ho figli e non ho intenzione di farne.
Sto pensando che forse verso i 45 anni potrei ritirarmi in pensione senza lavoro erodendo il capitale.
Ho circa 200k + una previsione di accumulo che mi porterà a 600k a 45 anni.
Oltretutto senza calcolare eredità che comunque potrebbero lasciarmi altri 500k tra immobili e depositi.
Considerando che dai 70 anni avrò comunque una minima pensione di vecchiaia che dite ci sto dentro?
La soluzione B sarebbe dai 40 ai 45 faccio lo stagionale 7 mesi l anno, dai 45 ai 50 faccio lo stagionale 4 mesi l anno e dai 50 in pensione...
Sono del parere che i soldi meglio spesi non siano quelli in auto, case, altri beni materiali o donne ma quelli in tempo libero.
Probabilmente se continuassi nella mia carriera potrei diventare dirigente entro i 45 anni però dei soldi cosa me ne faccio?
A chi li lascio allo stato?
Per me è arrivato il momento di fare un piano di erosione del capitale...

Tromba, figlio mio, ...


Tromba
 
Se può essere utile a qualcuno, piatto di oggi:

barattolo di legumi (fagioli, lenticchie o ceci) - 59 centesimi
pancetta affumicata a dadini - 99 centesimi
crostini di pane già bruschettato - 99 centesimi
rosmarino - gratis, preso dalle piante che crescono al Poetto

Prendi una padella, fai soffriggere con poco d'olio uno spicchio d'aglio col rosmarino per dare un tocco alla mediterranea.
Quando l'aglio è imbiondito aggiungi la pancetta e fai rosolare sempre a fiamma bassa.
Se cel'hai in casa aggiungi 1/3 di bicchiere di vino bianco e fai sfumare alzando la fiamma momentaneamente.
Appena ha evaporato riabbassa la fiamma e aggiungi il barattolo di legumi compreso il liquido al suo interno, aggiusta di sale e fai sobbollire finchè non si è amalgamato bene il tutto.
Spegni la fiamma, versa nel piatto, aggiungi i crostini e a piacere si può dare anche una spruzzata di formaggio grattugiato nazionale (imitazione del grana padano) alla nostra magnifica zuppa saporita.

Con soli 2,60€ totali hai fatto un pasto abbondante e proteico che ti sazia coprendo un pranzo o una cena.
Potrei scrivere tante di queste idee, per esempio mai provato le zucchine alla julienne saltate in tegame con un fondo di acciughe e la mozzarella? O i pomodori cuore di bue ripieni di tonno, uova e maionese?
 
Indietro