Vivere di rendita, posso (Vol. LIV)?

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

RobertoNoRobertoSI

Pipponi-Post: NO GRAZIE!
Registrato
7/5/20
Messaggi
1.248
Punti reazioni
207
Secondo me a leggere che QI medio che c'è qui, vi dovreste proporre con qualche partito nuovo, giuro che torno a votare se mi togliete dalle @@ qualche inbecille patentato dal parlamento.:asd:
E' tenuto in vita artificialmente con il debito pubblico e la pressione fiscale. Ma entrambe non bastano più. Ci vuole lo scippo patriottico. L'oro per la patria. Insomma la patrimoniale violenta
Ti do ragione, io prenderei tutto ai rentier :yeah:
 

JaiGuru72

"I soldi, è importante averli"
Registrato
1/8/22
Messaggi
1.763
Punti reazioni
322
Ho pagato irpef, inps e tra poco imu. credo di stare dando parecchio e tu?

IRPEF? INPS? Ininfluente.

Patrimoniale significa dare allo stato una parte dei tuoi risparmi che tieni alla banca e alla posta.
Sei pronto o fai come tutti gli italiani, pensando che i ricchi siano solo gli altri, dunque ci pensino loro che io sono povero e tengo famigghia?
 

Julius67

methos
Registrato
24/9/07
Messaggi
37.700
Punti reazioni
1.798
IRPEF? INPS? Ininfluente.

Patrimoniale significa dare allo stato una parte dei tuoi risparmi alla banca e alla posta.
Sei pronto o fai come tutti gli italiani, pensando che i ricchi siano solo gli altri?
I miei risparmi sono quanto lasciato dallo stato dopo che mi ha munto irpef, inps, imu, iva, tari etc... piuttosto trasformo tutto in rendita vitalizia o in oro.... mi spiace ma la mia coscienza mi non vuole più che i regali soldi alle pensioni retributive, al rdc, alle coop etc...

Non è etico continuare a sprecare soldi così e io non me la sento più.

dal 2011 Monti mi ha fatto aprire gli occhi e poco per volta, come una formichina, ho cambiato molte cose.
 

JaiGuru72

"I soldi, è importante averli"
Registrato
1/8/22
Messaggi
1.763
Punti reazioni
322
I miei risparmi sono quanto lasciato dallo stato dopo che mi ha munto irpef, inps, imu, iva, tari etc... piuttosto trasformo tutto in rendita vitalizia o in oro.... mi spiace ma la mia coscienza mi non vuole più che i regali soldi alle pensioni retributive, al rdc, alle coop etc...

Non è etico continuare a sprecare soldi così e io non me la sento più.

dal 2011 Monti mi ha fatto aprire gli occhi e poco per volta, come una formichina, ho cambiato molte cose.
Quindi stavi scherzando con quel "ci vuole la patrimoniale violenta". A posto.
 

Julius67

methos
Registrato
24/9/07
Messaggi
37.700
Punti reazioni
1.798
Se ci mettiamo a pensare con quanto contribuiamo noi salassati, vien voglia di piangere.
infatti. c'è gente che prende pensioni retributive coperte solo in parte dai contributi e il resto lo paga la fiscalità generale. Io non capisco perchè devo pagare la pensione a queste persone mentre io sarò tutti contributivo e la prenderò chissà quando.
 

ankou

Psicopompo
Registrato
4/7/12
Messaggi
1.746
Punti reazioni
823
Una persona che conosco mi ha addolorato con la questione del bonus diciottenni rimosso.
C'era anche ai nostri tempi il bonus, un bel paio di anfibi e 5.000 lire al giorno.
Mi sono sentito di dire 'sta cosa da vecchio, per prendere il voto di Roberto.
 

Julius67

methos
Registrato
24/9/07
Messaggi
37.700
Punti reazioni
1.798
Quindi stavi scherzando con quel "ci vuole la patrimoniale violenta". A posto.
Io sono contro la patrimoniale perchè non risolve nulla. Se tu hai la macchina con serbatoio bucato che fai? ripari il serbatoio o ti fermi in continuazione a mettere benzina? Ecco noi vogliamo sempre più benzina (soldi) ma non è sostenibile sta cosa.
 

JaiGuru72

"I soldi, è importante averli"
Registrato
1/8/22
Messaggi
1.763
Punti reazioni
322
Io sono contro la patrimoniale perchè non risolve nulla. Se tu hai la macchina con serbatoio bucato che fai? ripari il serbatoio o ti fermi in continuazione a mettere benzina? Ecco noi vogliamo sempre più benzina (soldi) ma non è sostenibile sta cosa.

Potevi dirlo subito.
Evitavamo che si scaldasse il signor sì/no, con i suoi 73 anni di contributi INPS già pagati e nessuna pensione ancora all'orizzonte
 

RobertoNoRobertoSI

Pipponi-Post: NO GRAZIE!
Registrato
7/5/20
Messaggi
1.248
Punti reazioni
207
infatti. c'è gente che prende pensioni retributive coperte solo in parte dai contributi e il resto lo paga la fiscalità generale. Io non capisco perchè devo pagare la pensione a queste persone mentre io sarò tutti contributivo e la prenderò chissà quando.


Non vedi che salassano tutto ciò che sta alla luce del sole, ma solo a chi paga da sempre? Ti stupisci ancora?

Secondo te perchè non voto da un quarto di secolo?!

Semplicemente perchè ho capito da un pezzo che non c'è alcun senso logico e giusto in quel che fanno e come lo fanno, tanto la sinistra che la destra e il centrovattelaapesca.

E sono gli stessi motivi che mi hanno fatto mollare il lavoro anzitempo.

Pagare per tutti ok, ma almeno pago meno e faccio un kaiser.
 

Benjamin_Malaussène

Nuovo Utente
Registrato
12/8/19
Messaggi
5.436
Punti reazioni
600
Siete più esperti di me di questo sistema che per me è semplicemente fallito. Mi fido.

Però leggo tanti esperti ovunque, tanti colti e intelligenti, opinionisti in ognidove, scrittori e tuttologi, ma di fatto siam nella ca.cca da decenni. :asd:

Secondo me a leggere che QI medio che c'è qui, vi dovreste proporre con qualche partito nuovo, giuro che torno a votare se mi togliete dalle @@ qualche inbecille patentato dal parlamento.:asd:
Sbagli: gli approfittatori non sono quelli in parlamento, ma la maggioranza degli italiani.
La maggioranza degli italiani, al sud come al nord, vuole vivere così, fregando il prossimo, nascondendo i patrimoni in contanti o a prestanome, evadendo le tasse e prendendo sussidi a manetta.

Al governo ci sono stati alcuni degli uomini più invidiati dal resto del mondo (monti o draghi), ma la maggioranza degli italiani preferisce alla fine Conte o Salvini, perché permette loro di vivere come sempre fatto sulle spalle.di cinque milioni di sfigati che pagano per tutti quanti.
 

RobertoNoRobertoSI

Pipponi-Post: NO GRAZIE!
Registrato
7/5/20
Messaggi
1.248
Punti reazioni
207
Sbagli: gli approfittatori non sono quelli in parlamento, ma la maggioranza degli italiani.
La maggioranza degli italiani, al sud come al nord, vuole vivere così, fregando il prossimo, nascondendo i patrimoni in contanti o a prestanome, evadendo le tasse e prendendo sussidi a manetta.

Al governo ci sono stati alcuni degli uomini più invidiati dal resto del mondo (monti o draghi), ma la maggioranza degli italiani preferisce alla fine Conte o Salvini, perché permette loro di vivere come sempre fatto sulle spalle.di cinque milioni di sfigati che pagano per tutti quanti.
Si e si è visto Monti & C a chi hanno preso i soldi. Sempre agli stessi. E senza andare per il sottile.


Sugli italiani in media hai ragione e i politici li rappresentano degnamente quelli che hai citato.
 

m_villa

Nuovo Utente
Registrato
7/4/22
Messaggi
183
Punti reazioni
12
mi meraviglio di lei sig Benjamin, finora ho letto tutti i suoi post ritenedola persona di un livello superiore , ma dopo quel che ha detto di monti mi devo ricredere....spero sia solo una considerazione soggettiva che oggettiva....con rispetto buona serata..
 

Toptrader1970

Nuovo Utente
Registrato
4/4/19
Messaggi
17.803
Punti reazioni
236
Paradossalmente i BFP ( proprio per la loro natura di non essere quotati ) possono essere anche piu' pericolosi.. Pensa ad esempio ai BFP emessi in periodi di tassi/rendimenti alti, se non lo porti a scadenza possono ( in caso di svincolo in periodo di tassi/rendimenti bassi ) addirittura essere un'arma a doppio taglio. Non so sarebbe da valutare valutare bene in base a quello che hanno intenzione di fare.
I bpf sono più garantiti..
 

alfa71

Nuovo Utente
Registrato
22/11/14
Messaggi
13.750
Punti reazioni
1.322

beh...che dire ?!
Io che sono rentier non ho votato Meloni...ma a questo punto...vista l'insistenza a furor di popolo...un ringraziamento a tutti quelli che l'hanno votata.

Meloni fa un altro favore a ricchi e rentier. E sbaglia per 3 motivi (di L. Bianco)

In manovra la norma che permette di far pagare di meno tasse sui guadagni di borsa: dal 26 al 14%. Alla faccia dei lavoratori dipendenti che pagano sempre le stesse aliquote. Tabellini (Bocconi): “La Melonomics è un problema per l’equità fiscale, le casse dello Stato e penalizza la modernizzazione dell’Italia”
09 Dicembre 2022 alle 19:55

Nella manovra Giorgia Meloni aggiunge sempre più premi per ricchi, rentier e autonomi a discapito di dipendenti e pensionati. Prima la flat tax per le partite Iva. Poi la rottamazione delle cartelle esattoriali di basso taglio. Infine la criptosanatoria e ora - ultima novità - lo sconto fiscale per i guadagni in Borsa. Le tasse, in quest’ultimo caso, verranno tagliate dal 26 al 14%, sostanzialmente quasi la metà. Una operazione vantaggiosa per gli investitori rentier, un po’ meno per le casse dello Stato, che sacrificano le entrate nel medio-lungo periodo a fronte di incassi immediati. Insomma, prevale la filosofia dei pochi, maledetti e subito. Sono infatti tre i motivi per cui la Melonomics, secondo l’ex rettore dell’Università Bocconi Guido Tabellini, sta andando nella direzione sbagliata: l’iniquità fiscale, perché avvantaggia solo alcune categorie mentre ne penalizza altre (i lavoratori dipendenti in primis); la miopia sui conti, perché fa sconti fiscali per incassare oggi ma riduce l’entrate dello Stato in termini assoluti sul lungo periodo; l’inefficienza per il sistema paese, “perché non puoi modernizzare l’Italia sussidiando fiscalmente le categorie meno dinamiche, cioè le partite Iva”.​

Ma come funziona l’operazione che il governo ha deciso di piazzare in manovra, articoli 26 e 27 del disegno di legge, per fare cassa anche sulle rendite degli azionisti? Lo abbiamo chiesto al commercialista Carlo Alberto Micheli: “Se un risparmiatore investe 100 euro su azioni o Etf e vede aumentare il valore del titolo a 1000, sui 900 di plusvalenza dovrà pagare il 26% di tasse allo Stato, quando venderà. Il problema – per le casse dello Stato – è che spesso chi detiene questi titoli è un holder di lungo periodo. Li compra ora e li rivende tra 10-15 anni, tenendoli da parte”. Questo significa che le tasse saranno pagatee tra 10-15 anni e fino ad allora il fisco non vedrà un solo quattrino. Ma questo governo ha fretta di battere cassa e vuole raccogliere gettito anche dagli holder di lungo periodo.​

“Il governo gli da la possibilità di rivalutare gli investimenti azionari fatti”. Prima si poteva fare sulle quote di società, sugli immobili, sulle non quotate o sui terreni edificabili. Ora, se la misura andrà in porto con l’approvazione della legge di bilancio, ci saranno tasse ridotte sia sulle plusvalenze azionarie che su quelle criptovalutarie, come abbiamo spiegato qui. Certo, il contribuente avrà comunque, come sempre, l’obbligo di presentare tutti gli elementi precisi. Quando ha comprato un titolo e a quanto. “In questo caso però lo Stato non ti obbliga a rivendere l’azione per avere l’agevolazione. No, il 14% si applica sulla rivalutazione. Se nel 2010 hai comprato il titolo a 100 e ora lo stesso è a 1000, puoi pagare il 14% sui 900 di plusvalenza. Poi quel titolo puoi anche rivenderlo più avanti, tra qualche anno, come era nei tuoi piani originali – spiega Micheli – e il 26% dovrai pagarlo solo sull’ulteriore plusvalenza fatta dopo la rivalutazione”.​

E lo Stato cosa ci guadagna? “Entrano più soldi, qui e ora. Perché tantissimi risparmiatori avrebbero venduto e pagato le tasse chissà quando. In questo modo lo Stato fa cassa prima”. E non stiamo parlando di qualche spicciolo. L’impatto della misura può essere massiccio. Secondo l’Istat, in Italia ben 700 miliardi di euro sono investiti in fondi comuni. E 1.200 miliardi in polizze assicurative. Cioè esattamente lì dove la norma andrebbe a intervenire. Ovviamente questo non significa che tutti vorranno partecipare alla rivalutazione, anzi: “Spesso il risparmiatore mette i soldi su questi strumenti proprio per pagare tasse molto più in là. E quindi a loro va bene pagare comunque il 26% tra 10-15 anni”. Comunque, per chi pagherà il 14% già dal 2023, sarà una mossa doppiamente vantaggiosa per il governo: a livello economico ma anche elettorale: “Quelli sono soldi del ceto medio, dei risparmiatori, piccoli e grandi che siano”. Milioni di persone. Quindi di elettori. “Il vantaggio, ai loro occhi, c’è eccome: pagare il 14% significa pagare una tassazione che è un quarto di quella che si paga sui redditi da lavoro dipendente o autonomo”.​

Un chiaro problema di equità fiscale, e non è la prima volta se pensiamo alla Melonomics, la politica economica e soprattutto fiscale di un governo che, in poco meno di due mesi in carica, procede spedito verso il taglio delle tasse per le partite Iva con la flat tax, una criptosanatoria e una tregua fiscale, con il cestinamento delle cartelle fino a 1000 euro: “Non c’è solo un problema di equità di trattamento tra redditi da capitale e redditi da lavoro dipendente” afferma ad HuffPost Guido Tabellini, economista ed ex rettore dell’Università Bocconi di Milano: “Le scelte dell’esecutivo in ambito fiscale sono decisamente miopi dato che, con la scusa di voler far cassa prima, privi lo Stato di entrate in termini assoluti più alte sul medio e lungo periodo”. Cioè la logica spiegata dal commercialista Micheli: sulle plusvalenze fino a oggi paghi il 14% e su quelle future torni al 26%. Ma intanto hai risparmiato dodici punti percentuali. Soldi che restano nelle tasche dell’investitore, ma non vanno in quelle dello Stato. “Su flat tax, cartelle esattoriali e rivalutazioni sulle plusvalenze si è detto molto dell’iniquità, ma il problema sta anche nell’efficienza di questo genere di provvedimenti” continua il prof. Tabellini: “L’esigenza del nostro paese è quella di modernizzare la propria economia, non c’è dubbio. Per farlo, però, la strada del sostegno fiscale alle partite Iva e autonomi non è quella giusta. Per innovare bisogna puntare su settori più dinamici e grandi imprese. I provvedimenti del governo Meloni, invece, penalizzano la modernizzazione italiana”.​

 

JaiGuru72

"I soldi, è importante averli"
Registrato
1/8/22
Messaggi
1.763
Punti reazioni
322
mi meraviglio di lei sig Benjamin, finora ho letto tutti i suoi post ritenedola persona di un livello superiore

Errori che si fanno. Io mi sono accorto che qualcosa non andava in quel che scriveva dopo pochi giorni.
Resto comunque umile :o
 

alfa71

Nuovo Utente
Registrato
22/11/14
Messaggi
13.750
Punti reazioni
1.322
mi meraviglio di lei sig Benjamin, finora ho letto tutti i suoi post ritenedola persona di un livello superiore , ma dopo quel che ha detto di monti mi devo ricredere....spero sia solo una considerazione soggettiva che oggettiva....con rispetto buona serata..

Non so quale fosse il livello che attribuiva a me ma anche io ho la stessa considerazione di Monti
Infatti , ora che mi ci fa pensare, ricordo che votai per Scelta Civica.
Ma più che per Monti ho grande stima per la signora Fornero...la quale con la sua riforma come ministro del lavoro (che le costò insulti ed odio dal punto di vista personale) aveva contribuito almeno in parte a rimettere sotto controllo la voce di spesa corrente più elevata del bilancio pubblico e dagli effetti devastanti per il futuro del paese....la spesa pensionistica

Il problema poi rimane sempre lo stesso purtroppo.....la mediocrità e l'incapacità dei governanti e dei politici eletti democraticamente dagli italiani è tale per cui non ci vuole molto per eccellere....basta semplicemente fare cose di buon senso.

con altrettanto rispetto e buona serata anche a lei
 
Ultima modifica:

alfa71

Nuovo Utente
Registrato
22/11/14
Messaggi
13.750
Punti reazioni
1.322
Errori che si fanno. Io mi sono accorto che qualcosa non andava in quel che scriveva dopo pochi giorni.
Resto comunque umile :o
idem anche per me....mi sono accorto che c'era qualcosa che non andava dopo pochi giorni che ti leggevo
 
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.