Vivere di rendita, posso (Vol. LXXIII)?

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.
Narmenni e' per la semplicita' Volontaria idem Io e la moglie .
 
Ultima modifica:

Allegati

  • Schermata 2024-02-15 alle 20.17.35.png
    Schermata 2024-02-15 alle 20.17.35.png
    66,8 KB · Visite: 15
Gli Stati uniti vogliono procedere all'esproprio degli assets Russi posseduti da Euroclear per finanziare il debito ucraino.

Francia, Germania e Italia hanno votato contro. Perché, come sottolineato dalla BCE, l'eventuale esproprio metterebbe a rischio la fiducia verso l'Euro (che si svaluterebbe) e la zona UE.

Il G7 però è convinto ad andare avanti... :o
 
Gli Stati uniti vogliono procedere all'esproprio degli assets Russi posseduti da Euroclear per finanziare il debito ucraino.

Francia, Germania e Italia hanno votato contro. Perché, come sottolineato dalla BCE, l'eventuale esproprio metterebbe a rischio la fiducia verso l'Euro (che si svaluterebbe) e la zona UE.

Il G7 però è convinto ad andare avanti... :o

Più che alle conseguenze per l'euro, penso al clamoroso precedente che si creerebbe.
Praticamente, a quel punto varrebbe tutto.

Qualunque governo in un qualsiasi momento, per una qualsiasi ragione, potrebbe sequestrare/nazionalizzare i beni di un Paese con cui ha delle pessime relazioni.

E se al momento la cosa potrebbe farci comodo, un domani a parti invertite si ballerebbe la rumba :confused:
 
Gli Stati uniti vogliono procedere all'esproprio degli assets Russi posseduti da Euroclear per finanziare il debito ucraino.

Francia, Germania e Italia hanno votato contro. Perché, come sottolineato dalla BCE, l'eventuale esproprio metterebbe a rischio la fiducia verso l'Euro (che si svaluterebbe) e la zona UE.

Il G7 però è convinto ad andare avanti... :o

Votato dove?

Il 24 febbraio c'è una videoconferenza dove si discuterà anche di quello.

L’Italia e il vertice del G7 straordinario il 24 febbraio, in ballo le riserve russe
...
La videoconferenza servirà dunque per un primo giro di opinione fra alleati su un’ipotesi che, al momento, li divide: confiscare le riserve ufficiali russe congelate all’inizio della guerra e utilizzarle per il sostegno e la ricostruzione dell’Ucraina.
Negli Stati Uniti sta spingendo per la confisca delle riserve di Mosca, stimate in circa 300 miliardi di euro, l’ex segretario al Tesoro Larry Summers. Janet Yellen, attuale segretario al Tesoro, era contraria fino a qualche settimana fa ma di recente si è convinta che questa sia la strada da percorrere. Yellen ne ha parlato in un pranzo di lavoro con Christine Lagarde all’inizio di questa settimana a New York, perché le maggiori resistenze provengono proprio dalla Banca centrale europea. La presidente della Bce e i suoi colleghi nelle principali capitali dell’area euro temono che sequestrare le riserve sovrane dello Stato russo, dunque dei suoi cittadini, sarebbe una pericolosa forzatura: manca una base giuridica e un precedente del genere - pensano i banchieri centrali - minerebbe lo status dell’euro come moneta di riserva internazionale, nella quale Paesi terzi possono depositare le proprie riserve senza timori. Oggi infatti la gran parte dei fondi di Mosca si trovano in Europa, mentre la quota negli Stati Uniti, in Giappone e a Londra è residuale. Del resto la perplessità della Bce è condivisa dai principali governi dell’euro: sia Germania e Francia, sia l’Italia oggi presidente del G7.
Mario Draghi, predecessore sia di Lagarde che di Giorgia Meloni, ha idee leggermente diverse. L’ex premier è aperto alle proposte di Summers e Yellen, con cui resta in rapporti, ma immagina alcune condizioni: se gli europei confiscano le riserve russe in euro - pensa Draghi - allora anche americani, canadesi, britannici e giapponesi devono farlo per le quote (minime) denominate nelle loro valute; in questo modo nessuna moneta di riserva occidentale stabilirebbe un precedente a proprio svantaggio sulle altre. In realtà l’Italia lavora per ora a un compromesso meno ambizioso, ma in grado di mettere tutti d’accordo. I contorni non sono ancora chiari, anche se in passato si era discusso dell’uso dei proventi reinvestiti delle riserve russe depositate in Belgio (si veda il Corriere del 30 agosto scorso).
...
 
Questo sbarbato parla del suo piano per smettere di lavorare e vivere di rendita con 260.000 euro.. In particolare esplorera' cos'è il Barista FIRE, una strategia alternativa al tradizionale approccio al pensionamento anticipato e perchè mentre moltissimi sognano di smettere di lavorare il prima possibile, non è per lui un'opzione e come questa potrebbe essere una soluzione più realistica e gratificante.Vedremo le sfide legate al pensionamento anticipato standard e come poter fare qualcosa di molto simile senza dover accumulare milioni di euro. Inoltre, parlando anche dell'aspetto etico del lavoro e l'importanza di trovare soddisfazione nel proprio lavoro, anche dopo il pensionamento.Qui sotto trovi un calcolatore per determinare di quanto capitale hai bisogno per avviare il tuo percorso verso il Barista FIRE:
Barista FIRE Calculator - CalcoPolis
 
Questo sbarbato parla del suo piano per smettere di lavorare e vivere di rendita con 260.000 euro.. In particolare esplorera' cos'è il Barista FIRE, una strategia alternativa al tradizionale approccio al pensionamento anticipato e perchè mentre moltissimi sognano di smettere di lavorare il prima possibile, non è per lui un'opzione e come questa potrebbe essere una soluzione più realistica e gratificante.Vedremo le sfide legate al pensionamento anticipato standard e come poter fare qualcosa di molto simile senza dover accumulare milioni di euro. Inoltre, parlando anche dell'aspetto etico del lavoro e l'importanza di trovare soddisfazione nel proprio lavoro, anche dopo il pensionamento.Qui sotto trovi un calcolatore per determinare di quanto capitale hai bisogno per avviare il tuo percorso verso il Barista FIRE:
Barista FIRE Calculator - CalcoPolis
Dipende da età, condizioni familiari, salute e residenza.. A Milano con 1599 ak mese sei povero, in meridione stai bene
 
Dipende da età, condizioni familiari, salute e residenza.. A Milano con 1599 ak mese sei povero, in meridione stai
In meridione dove? Sono stato una volta a Catania e l'altra a Taormina e pur girando i supermercati della zona fuori dal centro ed in paesi limitrofi i prezzi che ho visto non cambiano rispetto ad una città mediamente cara del nord?

Boh. Sono altre le spese inferiori? Forse devi spendere meno per riscaldare? Ma incide così tanto? Vero che sento di gente che spende cifre folli per il riscaldamento, ma io vorrei sapere dove questo risparmio al sud si manifesta. Io credo in paesi minori probabilmente, ma bisogna sempre capire se uno poi è disposto ad andare a viverci.
 
Ultima modifica:
In meridione dove? Sono stato una volta a Catania e l'altra a Taormina e pur girando i supermercati della zona fuori dal centro ed in paesi limitrofi i prezzi che ho visto non cambiano rispetto ad una città mediamente cara del nord?

Boh. Sono altre le spese inferiori? Forse devi spendere meno per riscaldare? Ma incide così tanto? Vero che sento di gente che spende cifre folli per il riscaldamento, ma io vorrei sapere dove questo risparmio al sud si manifesta. Io credo in paesi minori probabilmente, ma bisogna sempre capire se uno poi è disposto ad andare a viverci.
Concordo, ormai da qualche anno vado in vacanza fra Catania e Taormina, nel Conad in cui faccio la spesa gli articoli sono più cari rispetto agli stessi identici che trovo dal Conad in cui faccio la spesa a casa.
Costa qualcosa meno la verdura e la frutta, ed anche i ristoranti, ma si parla ormai di qualche punto percentuale.
La prima volta che andai in Sicilia in vita mia, nel 2001, la vita era nettamente meno cara che in Lombardia; con il passaggio all'euro ci fu un drastico avvicinamento ai prezzi del nord e ormai da 10 anni la situazione è quella che ho descritto
 
Concordo, ormai da qualche anno vado in vacanza fra Catania e Taormina, nel Conad in cui faccio la spesa gli articoli sono più cari rispetto agli stessi identici che trovo dal Conad in cui faccio la spesa a casa.
Costa qualcosa meno la verdura e la frutta, ed anche i ristoranti, ma si parla ormai di qualche punto percentuale.
La prima volta che andai in Sicilia in vita mia, nel 2001, la vita era nettamente meno cara che in Lombardia; con il passaggio all'euro ci fu un drastico avvicinamento ai prezzi del nord e ormai da 10 anni la situazione è quella che ho descritto
ipotizzo...non è che i supermercati alzano i prezzi nella stagione con più alto turismo (mag-ott) e poi li riabbassano in inverno?
 
ipotizzo...non è che i supermercati alzano i prezzi nella stagione con più alto turismo (mag-ott) e poi li riabbassano in inverno?

Esatto.

Il “sud” mica è fatto di sole località turistiche.

Al paesello si vive con molto meno, è un dato di fatto


Venezia città non è certo allo stesso livello di un paesino della provincia in mezzo ai campi :o
 
Esatto.

Il “sud” mica è fatto di sole località turistiche.

Al paesello si vive con molto meno, è un dato di fatto


Venezia città non è certo allo stesso livello di un paesino della provincia in mezzo ai campi :o
Eh si ma allora che dicano "al sud in paesini dispersi spendi meno"... Non in modo generico.

Perchè siam sempre li: io a Polizzello non mi voglio trasferire!
 
Eh si ma allora che dicano "al sud in paesini dispersi spendi meno"


L’ho detto io :D

io a Polizzello non mi voglio trasferire!

Non farlo. Come non penso minimamente di farlo io.

Fare fagotto per questione di soldi è abbastanza triste, secondo me: è una ipotesi valida solo se si è costretti.

A quel punto ti adegui per forza. Certo, poi però è come andare al discount: non avrai più il meglio ma una seconda/terza scelta…
 
Votato dove?

Il 24 febbraio c'è una videoconferenza dove si discuterà anche di quello.

L’Italia e il vertice del G7 straordinario il 24 febbraio, in ballo le riserve russe
...
Forse votato non era la traduzione più corretta, meglio "sostenuto" con Italia, Germania e Francia che si sono "opposte". Però se ne deduce che in seno al G7 se ne è discusso o ci sono stati quanto meno contatti informali altrimenti non ci si può opporre nè si può sostenere qualcosa che non è stato discusso.

La notizia è trattata da tutta europa..

Euroclear warns against G7 plan to backstop Ukraine debt with Russian assets

Euroclear warns against G7 plan to backstop Ukraine debt with Russian assets

Ucraina, FT: Euroclear lancia allarme contro uso di asset Russia

Euroclear has warned that a G7 plan to use Russia’s frozen assets as a backstop to issue debt for Ukraine would pose financial stability risks to Europe.

The US has been advocating for seizing the principal assets for Ukraine, but Germany, France and Italy have been opposed, noting that sovereign assets have immunity under international law. They and the European Central Bank have cautioned that the move could undermine the euro by suggesting that assets stowed in euro might not be safe.
 
Ultima modifica:
Più che alle conseguenze per l'euro, penso al clamoroso precedente che si creerebbe.
Praticamente, a quel punto varrebbe tutto.

Qualunque governo in un qualsiasi momento, per una qualsiasi ragione, potrebbe sequestrare/nazionalizzare i beni di un Paese con cui ha delle pessime relazioni.

E se al momento la cosa potrebbe farci comodo, un domani a parti invertite si ballerebbe la rumba :confused:
Speriamo che qusta pazzia si blocchi e non si faccia. Niente. Sarebbe un bel precedene andare ad intaccare il diritto di proprietà privata di un paese sovrano.

Significherebbe che il diritto di proprietà come lo abbiamo conosciuto oggi venga meno in termini di tutele. E di certo un area come l'europa che fa fatica a crescere non ne gioverebbe.
 
ipotizzo...non è che i supermercati alzano i prezzi nella stagione con più alto turismo (mag-ott) e poi li riabbassano in inverno?
Mhm. Può essere però c'è da dire che i beni di consumo sono venduti più o meno allo stesso prezzo in tutta Italia.
 
Ah leggi i giornalai italiani... Capisco. Se leggi i giornalai italiani le informazioni "reali" le ricevi con una latenza di mesi.Forse votato non era la traduzione più corretta, meglio "sostenuto" con Italia, Germania e Francia che si sono "opposte".

Esattamente le stesse cose che a me sembra abbia detto prima @Killerinpensione nonostante lui legga i ritardatari giornali italiani.

Non c'è stata nessuna votazione ma al momento è solo in corso un dibattito che vede singoli paesi sostenere posizioni diverse.

Sarebbe bastato semplicemente usare meglio Google Translate fin dall'inizio
 
Ultima modifica:
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.
Indietro