Vivere di rendita, posso (Vol. XXIII)?

  • Societe Generale quota sul segmento EuroMOT di Borsa Italiana un’obbligazione a tasso fisso di durata 18 mesi.

    Questa obbligazione prevede il pagamento di tre cedole fisse, corrisposte su base semestrale, ad un tasso annuo lordo del 3,25% e il rimborso del 100% del Valore Nominale a scadenza. Durante la sua vita, il valore di mercato dell’obbligazione può essere diverso dal Valore Nominale. L’investitore potrà quindi acquistare l’obbligazione a prezzi inferiori o superiori al Valore Nominale; il rimborso del Valore Nominale è garantito esclusivamente a scadenza.
    Per continuare a leggere visita il link

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

whymustwedie

Nuovo Utente
Registrato
24/11/19
Messaggi
1.822
Punti reazioni
67
Fino al 4 maggio non ce la facciamo. Bisogna riaprire anche se gradualmente». Ora non lo dice più solo Renzi ma lo pensano in molti nella maggioranza. Persino il ministro della salute Roberto Speranza si sarebbe ammorbidito in queste ultime ore, nonostante la maggior parte degli scienziati del comitato di esperti nominato dal governo dice che «no, riaprire anche parzialmente dopo Pasqua sarebbe una follia, perché significherebbe rimettere le ali al contagio».

Prima di tutto bisogna riaccendere i motori delle imprese, «riaprendo le fabbriche che hanno sottoscritto e applicato gli accordi sindacali sulla sicurezza, modificando la filiera produttiva ai fini del distanziamento sociale, il famoso metro di sicurezza», spiega Sileri. Magari potrebbero riprendere l’attività i lavoratori meno fragili e le donne, meno esposti alla minaccia Covid.

Coronavirus, l’ipotesi del governo: “Dopo Pasqua e per zone”. C’e il piano per la riapertura - La Stampa - Ultime notizie di cronaca e news dall'Italia e dal mondo
 

mgzr160

Nuovo Utente
Registrato
6/2/06
Messaggi
16.330
Punti reazioni
1.685

Intanto vediamo tra 10 giorni, in Cina stanno di nuovo chiudendo e a Hong Kong hanno casi di ritorno, non sarei così sicuro che il 14 si ricominci, quasi tutti, anche tra i governatori di regione, spingono per arrivare almeno al 18-20 di aprile e gli scienziati sono "terrorizzati" di lasciar libera la gente durante il ponte del 1 maggio.

Credo l'abbiano fatto anche per non esasperare troppo gli animi, se sparavano subito un mese di chiusura la gente e le aziende impazzivano, così tieni sempre la meta vicina e di volta in volta la sposti.
 

xymox

cassettista sereno
Registrato
19/9/08
Messaggi
4.735
Punti reazioni
368
Intanto vediamo tra 10 giorni, in Cina stanno di nuovo chiudendo e a Hong Kong hanno casi di ritorno, non sarei così sicuro che il 14 si ricominci, quasi tutti, anche tra i governatori di regione, spingono per arrivare almeno al 18-20 di aprile e gli scienziati sono "terrorizzati" di lasciar libera la gente durante il ponte del 1 maggio.

Credo l'abbiano fatto anche per non esasperare troppo gli animi, se sparavano subito un mese di chiusura la gente e le aziende impazzivano, così tieni sempre la meta vicina e di volta in volta la sposti.

sarà cmq una apertura a step, immagino che per il 1 maggio qualche limite di circolazione ci sarà ancora

petrolio in gran spolvero, oltre +10%
 

mgzr160

Nuovo Utente
Registrato
6/2/06
Messaggi
16.330
Punti reazioni
1.685
Una ipotesi interessante, che porterebbe a compimento ciò che ho già ipotizzato: il debito emesso per l'emergenza covid verrebbe azzerato con una convenzione a livello globale.

Pelanda: aggirare la Germania, con soldi in arrivo dagli Usa | LIBRE

Praticamente vendiamo baracca e burattini dell'€ e dell'area Ue agli Stati Uniti perchè noi siamo allo sbando...ottimo.

Ripeto vedo però sempre più gente ipotizzare robe che dette da Borghi erano sovversive: il debito statale in pancia alle banche centrali va cancellato con un tratto di penna...stanno diventando tutti sovranisti-leghisti :D:D

Sì lo so adesso è diverso, adesso c'è il covid, l'emergenza mondiale, la pandemia, gli alieni, le cavallette e le acque dei fiumi insanguinati, invece 18 mesi fa vivevamo nell'eden, nel paradiso terrestre e tutto funzionava alla perfezione, la povertà e la fame non esistevano.
 

dm7

Nuovo Utente
Registrato
10/5/19
Messaggi
762
Punti reazioni
47
Un'osservazione. Dalla riapertura a Natale bisognerebbe lavorare anche di Sabato, zero ponti e zero ferie (per chi è stato bloccato).
Solo lavorando duro si riparte.
 

mgzr160

Nuovo Utente
Registrato
6/2/06
Messaggi
16.330
Punti reazioni
1.685
Un'osservazione. Dalla riapertura a Natale bisognerebbe lavorare anche di Sabato, zero ponti e zero ferie (per chi è stato bloccato).
Solo lavorando duro si riparte.

la CGIL te se magna, Landini ti riempe le piazze ogni giorno...fidati a Giugno molti dipendenti pretenderanno le 2 settimane di ferie estive come da ccnl
 

whymustwedie

Nuovo Utente
Registrato
24/11/19
Messaggi
1.822
Punti reazioni
67
Praticamente vendiamo baracca e burattini dell'€ e dell'area Ue agli Stati Uniti perchè noi siamo allo sbando...ottimo.

Ripeto vedo però sempre più gente ipotizzare robe che dette da Borghi erano sovversive: il debito statale in pancia alle banche centrali va cancellato con un tratto di penna...stanno diventando tutti sovranisti-leghisti :D:D

Sì lo so adesso è diverso, adesso c'è il covid, l'emergenza mondiale, la pandemia, gli alieni, le cavallette e le acque dei fiumi insanguinati, invece 18 mesi fa vivevamo nell'eden, nel paradiso terrestre e tutto funzionava alla perfezione, la povertà e la fame non esistevano.


Qualche riflessione a briglia sciolta.... :D

Hai ragione, l' UE in questo modo calerebbe le brache.

Del resto se non vengono fatte le riforme ... io mi ero fatto l'idea che dopo il referendum sulla brexit, l'UE si sarebbe finalmente messa a fare riforme sul serio. Ero un illuso!

Bisognerebbe iniziare dalla riforma BCE per darle un mandato come quello della FED, cioè salvaguardare anche la ripresa economica oltre che il controllo dell'inflazione. Il top sarebbe dare un chiaro mandato per perseguire la piena occupazione ;)

Poi come insisto da tempo, bisogna spendere in modo focalizzato alla crescita. La BCE crea il denaro che viene veicolato dalla BEI su spesa di 1.000 miliardi in infrastrutture da realizzare in tre anni ed ammortizzare in 20 anni. Così restano opere tangibili ed utili, se un po' di questo denaro finisce in tangenti, no problem, è sempre denaro inettato nel sistema.... i 1.000 miliardi da me ipotizzati sono una cifra che stimavo pre-covid ora non saprei....

E' difficile stimare la cifra da mettere in campo per sovvenzionare le aziende, i piccoli imprenditori ed i commercianti, affinché sopravvivano alla crisi, dipende da come verrà affrontata la crisi emergenziale e quanto durerà. E questa fetta di denaro creato a debito va azzerata ad emergenza conclusa, con una convenzione a livello G20.

Quanto a riforme del sistema di governance dell'Unione Europea, mi astengo, non mi pare ci siano le condizioni, per cui sarebbe meglio puntare tutto su una riforma del mandato BCE, secondo me.

Quanto alle soluzioni fuori dagli schemi, quando esci dal frame tutto è possibile, compreso l'azzeramento del debito.

E' come quando affermo che lo Stato si è dimenticato delle sue prerogative, dalla sera alla mattina ci può essere per assurdo la nazionalizzazione di alcune società, l' esproprio per motivi di emergenza, ecc. Io sono convinto che una delle ragioni del successo del modello italiano nel dopoguerra sia stata proprio una economia di tipo misto pubblico/privato.

Sarebbe bello se ci rendesse conto che nei settori strategici ci deve essere uno zoccolo duro di autarchia, è questione di strategia ed assicurazione a lungo termine. Le assicurazioni costano, è chiaro, ma non finisci col **** per terra alla prima emergenza.

Poi va affrontato il modello economico. E' stato uno scandalo che le banche italiane siano state costrette a liberarsi degli npl a condizioni assurde, mentre la Deutsche Bank veniva considerata più robusta con una leva in derivati da fare spavento....
 

Benjamin_Malaussène

Nuovo Utente
Registrato
12/8/19
Messaggi
5.602
Punti reazioni
794
Non si sta pietendo soldi alla Germania si sta dicendo che il MES ed i suoi lacciuoli non sono adatti per la situazione che è di pandemia e non di malagestione.
Se si fosse fatto a loro quello che loro stanno facendo al resto del Sud Europa starebbero ancora a pagare i debiti delle 2 guerre mondiali, fatte da loro.

Possiamo smetterla con questo paragone patetico alle guerre mondiali?

Non usciamo da una dittatura nazista, non abbiamo avuto bombardamenti, non abbiamo una dittatura da centinaia di milioni di morti (il comunismo) alle porte e non abbiamo l'inflazione degli anni 90 (che avrebbe comunque appiattito il debito tedesco, a prescindere dalla nostra "generosità").

Se fossimo uno stato che investe in industria e innovazione (come la Germania del 92), avremmo la fila per comprare i btp a tassi negativi.

Siamo invece una nazione che nell'emergenza pensa di regalare soldi a chi lavora in nero, nazionalizza una compagnia aerea fallita a cui ripagava miliardi di debiti ogni anni, è capofila per la spesa pensionistica (dunque per gente che non produce) e spende ogni anno miliardi in deficit per regalie elettorali.

Davvero ti stupisci che ci sia chi non vuole continuare a finanziare questo scempio (che continua ad impoverire il paese e ad arricchire privati, secondo l'adagio di privatizzare gli utili e nazionalizzare le perdite).

I nostri politici dovrebbero impegnarsi con un piano decennale di riduzione del debito (un piano vincolante come le clausole di salvaguardia), e vedresti come potrebbe finanziarsi a tasso negativo senza fare queste scenette patetiche.

Trovo invece corretto il riferimento alle politiche olandesi di concorrenza fiscale per le multinazionali, che di fatto, oltre ad impoverire le finanze pubbliche dei vari paesi, ci indeboliscono anche sul piano delle relazioni internazionali, in un momento in cui, covid a parte, gli stati Uniti stanno fortemente proteggendo le proprie aziende.
Ma anche qui... Perché svegliarsi adesso quando abbiamo da anni nostri politici ai vertici delle istituzioni europee?
 

Benjamin_Malaussène

Nuovo Utente
Registrato
12/8/19
Messaggi
5.602
Punti reazioni
794
la CGIL te se magna, Landini ti riempe le piazze ogni giorno...fidati a Giugno molti dipendenti pretenderanno le 2 settimane di ferie estive come da ccnl

Anche perché non risolverebbe nulla a livello macro-economico.
Ricordiamoci che viviamo in un mondo globalizzato e non nell'Italia dell'autarchia di 100 anni fa.
Il turismo dall'estero sarà azzerato, l'export probabilmente molto ridotto e i vari fornitori cinesi potrebbero approfittare di essere usciti per primi per farsi pagare di più...

Se anche uscissimo dall'epidemia ci saranno psicologicamente molte paure verso le forme di aggregazione e mi aspetto ristoranti, locali notturni, bar e luoghi di aggregazione molto più vuoti rispetto al passato.

Se anche obbligassimo la gente a lavorare H24, chi comprerà quanto prodotto?

Purtroppo l'unica via per ripartire sarà nella riduzione spesa pubblica (magari!) o nell'aumento del prelievo fiscale.
 

Ministry of Truth

WAR IS PEACE
Registrato
11/2/16
Messaggi
8.647
Punti reazioni
682
la CGIL te se magna, Landini ti riempe le piazze ogni giorno...fidati a Giugno molti dipendenti pretenderanno le 2 settimane di ferie estive come da ccnl

La CGIL ormai è sindacato solo dei metalmeccanici, dei pensionati e pro immigrati, le ultime due categorie sono un controsenso logico, ma tant'è.
Del resto dei lavoratori gli frega ZERO.

I sindacati al giorno d'oggi sono enti totalmente inutili ed auto-referenziali.
 

Nemor

Nuovo Utente
Registrato
7/4/07
Messaggi
31.287
Punti reazioni
1.413
Parlo da completo ignorante.
Strumenti finanziari che permettono di seguire l'inflazione sui beni primari ? Alimentari, carburanti ecc.. ? Voi avete qualcosa ? Come va ?
 

Andrluke

Nuovo Utente
Registrato
17/4/19
Messaggi
795
Punti reazioni
113
Come potenziale portfolio da rentier futuro (e quindi in fase di costruzione del capitalr) pensavo ad un' allocazione simile. Mi piacerebbe avere il parare di voi che sicuramente avete più esperienza del sottoscritto.

Lasciamo stare per un attimo il patrimonio immobiliare, e concentriamoci solo su quello mobiliare.
Parte del mio cash flow finisce, mensilmente, sui mercati finanziari con questa metodologia:

1) 50% è allocato su un portafoglio MF P5 (47% azionario paesi sviluppati, 6% emergenti ed il resto è suddiviso tra obbligazionario, reits, liquidità). Essendo risparmio gestito, fa tutto il consulente. Non ho voce in capitolo.

2)50% lo sto allocando per fatti miei. Ho iniziato con ETF a distribuzione Vanguard sui mercati emergenti e azionario europa. Perchè?

1- ho ritenuto l'esposizione sugli emergenti proposta da MF troppo bassa per la mia età ed il mio grado di rischio e ho preferito incrementarla
autonomamente.

2- Gli etf di MF sull'azionario sviluppato sono per oltre il 60/65% concentrati sull'azionario americano. Sempre in ottica di diversificazione, ho preferito
comprare un etf concentrato solo sull'azionario europeo.


Una delle critiche (oltre ad altre che mi potete muovere ma che non mi vengono in mente) è il senso di avere etf a distribuzione in una fase così prematura della costruzione del capitale.
Se fiscalmente è inefficiente, gioca tantissimo il discorso psicologico: i dividendi sono miseri ma sapere, appunto, che vi è un flusso trimestrale mi aiuta ad affrontare meglio la volatilità del mercato. Sono consapevole che etf ad accumulo sarebbe ottimali ma ahimè, riconosco la mia debolezza. Non nego che in futuro, potrebbe esserci un passaggio a questi strumenti (magari dopo essermi fatto le ossa con i mercati).


In tutto questo stavo pensando, una volta raggiunte quote importanti di questi etf, di aggiungere un terzo etf che riguardi le società consolidate che rilasciano dividendi, sempre con l'idea di incrementare il flusso e di periodicizzarlo maggiormente.

Il dubbio però è se non sia un' inefficienza allocativa questa, contando che ho già etf azionari praticamente sparsi su tutto il mondo. Per il resto (forte esposizione azionaria ed altissima volatilità) sono elementi di cui sono ben conscio.

Idee, critiche?
 

OrsoYogi

Nuovo Utente
Registrato
4/7/11
Messaggi
10.525
Punti reazioni
662
Buondí Signori. :bow:

Ho perso una scommessa: pensavo che vi avrebbero tenuti in casa fino al 18.

Nel frattempo i miei inquilini positivi son diventati 3, di cui 2 molto gravi.
 

mgzr160

Nuovo Utente
Registrato
6/2/06
Messaggi
16.330
Punti reazioni
1.685
Buondí Signori. :bow:

Ho perso una scommessa: pensavo che vi avrebbero tenuti in casa fino al 18.

Nel frattempo i miei inquilini positivi son diventati 3, di cui 2 molto gravi.

aspetta a dirlo, per ora è fino al 13, hanno detto chiaramente che non è assolutamente scontata la riapertura il 14 ;)
 

Nemor

Nuovo Utente
Registrato
7/4/07
Messaggi
31.287
Punti reazioni
1.413
Buondí Signori. :bow:

Ho perso una scommessa: pensavo che vi avrebbero tenuti in casa fino al 18.

Nel frattempo i miei inquilini positivi son diventati 3, di cui 2 molto gravi.

Intendi che hanno il Covid ? O che non pagano ? :D
 
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.