warren buffet

atima

Nuovo Utente
Registrato
22/2/00
Messaggi
2.148
Punti reazioni
107
66/MisterMarket e i lemming

Il mercato azionario

A dispetto dei computer, sono ancora le persone che influenzano il mercato aZionario e, poiché le emozioni sono più forti della ragione, la paura e l'avidità trascinano i prezzi molto al di sopra o al di sotto del valore intrinseco dell'azienda. Le emozioni degli investitori hanno un impatto maggiore sul prezzo delle azioni rispetto ai beni dell'azienda.
Quando il pubblico è in preda all' avidità o alla paura, dice Buffett, spesso compra o vende azioni a prezzi assurdi. Egli, invece, comprese ben presto che il valore a lungo termine delle sue azioni sarebbe stato detenninato dall'andamento economico delle aziende, e non dalle fluttuazioni giornaliere del mercato, considerazione puntualmente dimostrato dai fatti: all'incremento del valore economico dell'azienda nel tempo, corrisponde sempre l'incremento del prezzo delle sue azioni. D'altro canto, se l'azienda perde colpi, il prezzo delle azioni tende a comportarsi di conseguenza e a scendere. Nel breve periodo il prezzo delle azioni varia più in base alle emozioni che non in funzione dell'andamento economico delle aziende emettitrici.

TRATTO DA:
Robet g. Hangstrom jr
FAR SOLDI IN BORSA ALLA MANIERA DI WARREN BUFFET
ED. SPERLING & KUPFER

PAG. 66
 
meditare....


atima
 
"Le emozioni degli investitori hanno un impatto maggiore sul prezzo delle azioni rispetto ai beni dell'azienda. "


quello che interessa a noi.
il modello da sfruttare e' questo.


il valore dell'azienda a chi lo chiediamo? a quelli della Grant Thorton?

;)
 
Scritto da atima
66/MisterMarket e i lemming

Il mercato azionario

...... Egli, invece, comprese ben presto che il valore a lungo termine delle sue azioni sarebbe stato detenninato dall'andamento economico delle aziende, e non dalle fluttuazioni giornaliere del mercato, considerazione puntualmente dimostrato dai fatti: all'incremento del valore economico dell'azienda nel tempo, corrisponde sempre l'incremento del prezzo delle sue azioni. .......

TRATTO DA:
Robet g. Hangstrom jr
FAR SOLDI IN BORSA ALLA MANIERA DI WARREN BUFFET
ED. SPERLING & KUPFER

PAG. 66

Già... peccato che talvolta l'andamento economico di una azienda non è poi così "chiaro e limpido".... Chissà cosa avrebbe risposto Tanzi se Buffet gli avesse chiesto: "Caro Callisto come va la tua azienda?? Come stanno i conti economici??"

Io sono dell'avviso che noi piccoli ed insignificanti trader dobbiamo giocare sul breve periodo (max qualche giorno) facendo forza soltanto dalle "emozioni" che certi pattern provocano negli altri investitori.

Non è infatti un caso che, secondo me, il pattern che funziona meglio è il false breakout di un supporto o di una resistenza. Più del breakout effettivo.
Anzi ... bisogna giocare più sulla paura che sull'euforia quindi in generale su tutti i fallimenti di qualsiasi pattern.
Il false breakout è quello forse più "visibile" da tutti perchè il concetto di supporto o resistenza è probabilmente il primo concetto che uno acquisisce quando si accosta al mondo dell'investimento (sia in AT che anche in AF).

:)
 
Questo Warren Buffet mi ha sempre incuriosito.
Un po' perché credo che abiti a Buffalo e un po' perché mi appare come una leggenda metropolitana o piuttosto (per me sarebbe migliore) una leggenda campagnola essendo Buffet di Buffalo?

Un saluto di simpatia ad Atima rilanciando il suo post.

'Giorno.
 
Re: Re: warren buffet

Scritto da Fabrivero

Io sono dell'avviso che noi piccoli ed insignificanti trader dobbiamo giocare sul breve periodo (max qualche giorno) facendo forza soltanto dalle "emozioni" che certi pattern provocano negli altri investitori.



OK!
 
Scritto da atima
Egli, invece, comprese ben presto che il valore a lungo termine delle sue azioni sarebbe stato detenninato dall'andamento economico delle aziende, e non dalle fluttuazioni giornaliere del mercato, considerazione puntualmente dimostrato dai fatti: all'incremento del valore economico dell'azienda nel tempo, corrisponde sempre l'incremento del prezzo delle sue azioni.

Tutto vero.

Basta solo capire dove leggere i dati per fare analisi fondamentale, dai bilanci ?

Quanto siano corretti lo dimostra dove sia finita Arthur Andersen, Grant Thorton.

Saluti
 
Re: Re: warren buffet

Scritto da super_pippo69
Tutto vero.

Basta solo capire dove leggere i dati per fare analisi fondamentale, dai bilanci ?

Quanto siano corretti lo dimostra dove sia finita Arthur Andersen, Grant Thorton.

Saluti



Hai ragione, è uno dei motivi che mi fanno sottopesare nelle scelte di investimento, i dati fondamentali.

ciao
 
Re: Re: Re: warren buffet

Scritto da stefanocalamita
Hai ragione, è uno dei motivi che mi fanno sottopesare nelle scelte di investimento, i dati fondamentali.

ciao

Mi viene il dubbio che tu abbia capito poco del metodo adottato da Warren!!!! Lui usa solo criteri "value", ovvero per lo più argomenti di "analisi fondamentale", ma non solo ovviamente!

Quindi: prima lo citi, poi dici che non usi af! Sono solo io che vedo la contraddizione?

Detto questo, l'af non si presta a tutti, perchè e meno facile dell'at, ma proprio per questo permette di guadagnare senza grossi patemi d'animo! Leggete anche: lo sharpe ratio calcolato nel seguente modo (return / patemi d'animo) è ben più elevato!

Senza contare che mentre l'utilità dell'af nel lp è dimostrata, l'utilità dell'at nel lp è ancora da dimostrare! Ovviamente lp=lungo periodo!

saluti
 
La qualità dell'analisi fondamentale che può fare worren buffett è di molti ordini di grandezza superiore a quella di un qualunque trader, lui (o chi per lui) va direttamente in azienda e legge i libri contabili, altro che i report gratuiti che si trovano in internet.
Poi va a cena o a giocare a golf direttamente con il CEO e i maggiori dirigenti ;) , in parole povere investe da insider non da trader e come se non bastasse dispone di un ottimo team di analizzatori di bilancio.

Ciao
 
Re: Re: Re: Re: warren buffet

Scritto da conide
Mi viene il dubbio che tu abbia capito poco del metodo adottato da Warren!!!! Lui usa solo criteri "value", ovvero per lo più argomenti di "analisi fondamentale", ma non solo ovviamente!

Quindi: prima lo citi, poi dici che non usi af! Sono solo io che vedo la contraddizione?

Detto questo, l'af non si presta a tutti, perchè e meno facile dell'at, ma proprio per questo permette di guadagnare senza grossi patemi d'animo! Leggete anche: lo sharpe ratio calcolato nel seguente modo (return / patemi d'animo) è ben più elevato!

Senza contare che mentre l'utilità dell'af nel lp è dimostrata, l'utilità dell'at nel lp è ancora da dimostrare! Ovviamente lp=lungo periodo!

saluti

Dai...era solo per consigliare un altro libro..e poi sparare la solita frase che dicono tutti "MEDITATE GENTE...MEDITATE..":D :D

:clap:

Sorin
 
Re: Re: Re: Re: warren buffet

Scritto da conide
prima lo citi, poi dici che non usi af! Sono solo io che vedo la contraddizione?

saluti

Concordo con Buffet: " ...Nel breve periodo il prezzo delle azioni varia più in base alle emozioni che non in funzione dell'andamento economico delle aziende emettitrici..." visto che non amministro le sue masse con tutti i problemi legati... e a me interessa una operatività a breve!




Scritto da conide
Mi viene il dubbio che tu abbia capito poco del metodo adottato da Warren!!!! Lui usa solo criteri "value", ovvero per lo più argomenti di "analisi fondamentale", ma non solo ovviamente!

Quindi: prima lo citi, poi dici che non usi af! Sono solo io che vedo la contraddizione?


Sei tu che forse "non sai" :no: come investe Buffet: guglielmo l'ha spiegato chiaramente:

Scritto da Guglielmo
La qualità dell'analisi fondamentale che può fare warren buffett è di molti ordini di grandezza superiore a quella di un qualunque trader, lui (o chi per lui) va direttamente in azienda e legge i libri contabili, altro che i report gratuiti che si trovano in internet...Poi va a cena o a giocare a golf direttamente con il CEO e i maggiori dirigenti ;) , in parole povere investe da insider non da trader e come se non bastasse dispone di un ottimo team di analizzatori di bilancio....


ciao;)
 
Ultima modifica:
FINANZIA I POLITICI

Secondo voi perchè buffet ha finanziato Scwharzenegger per le elezioni della California e Kerry per la corsa alla Casa Bianca?
Io non ne traggo conclusioni ma il sospetto che buffet sia un insider è quantomeno legittimo.
 
Re: Re: Re: Re: Re: warren buffet

Scritto da stefanocalamita
Concordo con Buffet: " ...Nel breve periodo il prezzo delle azioni varia più in base alle emozioni che non in funzione dell'andamento economico delle aziende emettitrici..." visto che non amministro le sue masse con tutti i problemi legati... e a me interessa una operatività a breve!







Sei tu che forse "non sai" :no: come investe Buffet: guglielmo l'ha spiegato chiaramente:




ciao;)

Allora in merito a 1) devo farti i complimenti più vivi e riconoscere la tua enorme intelligenza che ti permette ri sfruttare i movimenti "emotivi" del mercato! Accidenti, vorrei proprio possedere la tua capacità previsionale dell'irrazionalità emotiva. Veri complimenti

In merito a 2) credo siate voi a non conoscere ne le idee di Buffet, ne le sue metodologie, che sono tanto semplici. Tanto per farvi un esempio Buffet nel cercare valore cerca aziende che operano in ambienti "monopolistici". Cercare valore non significa solo guardare qualche indicatore.

Comunque complimenti ancora per il punto 1), io non possiedo questa capacità di valutare l'imponderabile. Veramente bravo!
 
Scritto da Guglielmo
La qualità dell'analisi fondamentale che può fare worren buffett è di molti ordini di grandezza superiore a quella di un qualunque trader, lui (o chi per lui) va direttamente in azienda e legge i libri contabili, altro che i report gratuiti che si trovano in internet.
Poi va a cena o a giocare a golf direttamente con il CEO e i maggiori dirigenti ;) , in parole povere investe da insider non da trader e come se non bastasse dispone di un ottimo team di analizzatori di bilancio.

Ciao

Questo modo di porsi è riduttivo a mio avviso.

Far soldi in borsa non è facile e richiede impegno.

E inoltre guardi una sola faccia della medaglia. Inoltre, credo che non sia così difficile trovare i bilanci delle società. Certo che serve impegno a leggersi e analizzare 200 pagine di bilancio, ed anche studiarsi la teoria per capirle.

Molto più facile tirare quattro righe su un grafico, mettere su due oscillatori e creare quattro regole barbine. Ma ti dirò? Anche in questo caso... non è così semplice, perchè se uno capisce un minimo di statistica fa presto a capire che il tutto non è robusto. Ovvio che i retail preferiscono le quattro righe i due oscillatori e soprattutto libri per retail!

Fare il professionista e diverso, molto diverso.
 
Scritto da conide
Questo modo di porsi è riduttivo a mio avviso.

Far soldi in borsa non è facile e richiede impegno.

E inoltre guardi una sola faccia della medaglia. Inoltre, credo che non sia così difficile trovare i bilanci delle società. Certo che serve impegno a leggersi e analizzare 200 pagine di bilancio, ed anche studiarsi la teoria per capirle.

Molto più facile tirare quattro righe su un grafico, mettere su due oscillatori e creare quattro regole barbine. Ma ti dirò? Anche in questo caso... non è così semplice, perchè se uno capisce un minimo di statistica fa presto a capire che il tutto non è robusto. Ovvio che i retail preferiscono le quattro righe i due oscillatori e soprattutto libri per retail!

Fare il professionista e diverso, molto diverso.

Io appartengo alla categoria degli a.t. utilizzatori e costruttori di trading system. Ma sono d'accordo con te: non basta accrocchiare 2 oscillatori,creare un paio di regole e iperottimizzare il tutto per fare un t.s. che guadagni davvero.
Serve molto di più, e bisogna avere l'onestà intellettuale di fare indagini statistiche SERIE.
Tuttavia anche l'analisi fondamentale ha bisogno dell'a.t. per sapere in quale fase di mercato si è: un conto è comprare un ottimo titolo come Tim oggi e un altro comprarlo a marzo 2000 a 15 euro!
Chiaramente l'analista fondamentale avrebbe comprato, nel 2000, eni a 5-6 euro (attuali 10-12) e infatti avrebbe fatto bene.
Male ha fatto invece chi ha comprato un titolo pure buono come Enel in collocamento.
La borsa non da' certezze, questo è sicuro.
In quanto a Buffet è bravo certo, ma lui ha un potere decisionale in quello che compra che noi non possiamo certo avere.
Io nel CDA della Coca-Cola non ci sono (ancora).

Charlie
 
Indietro