X voltaire---Minusvalenze ed obbligo di chiusura conto

Christiano

Nuovo Utente
Registrato
29/1/01
Messaggi
78
Punti reazioni
3
Ciao Voltaire.
So che di te mi posso fidare ed anche se in passato mi sembra che sia stato trattato l'argomento vorrei il tuo consiglio.
Ho due conti titoli: uno con forti minus pregressi ed un altro in un'altra SIM che grazie al cielo ricomincia a vedere il verde.
Ho chiesto di avere la certificazione dei minus del primo conto e mi hanno detto che devo chiudere il conto con raccomandata A.R. per una non ben precisata norma di Legge per avere questa certificazione.
Sai dirmi se è effettivamente così?
 
in attesa della risposta "ufficiale" di volt ti anticipo che purtroppo è così........devi prima chiudere il conto.


lot
 
La chiusura del dossier titoli per poter poi chiedere la certificazione delle minusvalenze è prevista dalla normativa.

Alcuni intermediari (Mediolanum tra i grandi, ad esempio) legano la posizione fiscale del cliente, oltre che al dossier, anche al conto corrente: da qui la necessità, se si è clienti di tali intermediari, di estinguere anche il c/c oltre il dossier titoli.

Quanto alla Raccomandata A.R., dipende dal contratto: di solito, in agenzia accettano anche una semplice richiesta firmata, senza altre formalità. Se intermediari on line, la raccomandata è praticamente un obbligo, invece.
 
Scritto da Christiano
Ciao Voltaire.
So che di te mi posso fidare ed anche se in passato mi sembra che sia stato trattato l'argomento vorrei il tuo consiglio.
Ho due conti titoli: uno con forti minus pregressi ed un altro in un'altra SIM che grazie al cielo ricomincia a vedere il verde.
Ho chiesto di avere la certificazione dei minus del primo conto e mi hanno detto che devo chiudere il conto con raccomandata A.R. per una non ben precisata norma di Legge per avere questa certificazione.
Sai dirmi se è effettivamente così?

Mi trovo nella stessa situazione, essendo di recente passato da B.Roma a Fineco.
In B.Roma mi hanno chiuso il deposito titoli con una semplice telefonata (chiuderò il contro a giorni), ma mi hanno informato che mediamente occorrono due mesi per avere la certificazione delle minus valenze.
Questo rappresenta per me un danno, in quanto, anche se non effettuo trading giornaliero, faccio pur sempre (SL inclusi) qualche operazione settimanale, e con i recenti rialzi mi sono già beccato delle plus valenze che saranno inevitabilmente tassate.
Domanda: occorrono veramente due mesi per avere la certificazione delle minusvalenze, oppure mi prendono per il qulo?
Grazie a chi vorrà delucidarmi.

mumu
 
Re: Re: X voltaire---Minusvalenze ed obbligo di chiusura conto

Scritto da mumu
Mi trovo nella stessa situazione, essendo di recente passato da B.Roma a Fineco.
In B.Roma mi hanno chiuso il deposito titoli con una semplice telefonata (chiuderò il contro a giorni), ma mi hanno informato che mediamente occorrono due mesi per avere la certificazione delle minus valenze.
Questo rappresenta per me un danno, in quanto, anche se non effettuo trading giornaliero, faccio pur sempre (SL inclusi) qualche operazione settimanale, e con i recenti rialzi mi sono già beccato delle plus valenze che saranno inevitabilmente tassate.
Domanda: occorrono veramente due mesi per avere la certificazione delle minusvalenze, oppure mi prendono per il qulo?
Grazie a chi vorrà delucidarmi.

mumu

Normalmente la tassazione delle plusvalenze avviene circa tre mesi dopo l'operazione quindi anche se in Banca di Roma sono lumaconi dovresti recuperarle anche retroattivamente.
 
Re: Re: Re: X voltaire---Minusvalenze ed obbligo di chiusura conto

Scritto da Christiano
Normalmente la tassazione delle plusvalenze avviene circa tre mesi dopo l'operazione quindi anche se in Banca di Roma sono lumaconi dovresti recuperarle anche retroattivamente.

Non ci avevo pensato.... e ciò che mi dici mi tranquillizza.

Aggiungo inoltre che qualche tempo fa, sempre su questo forum, qualcuno aveva scritto che esiste l'obbligo per la banca, una volta chiuso il deposito titoli, di rilasciare la certificazione delle plus- e minusvalenze entro 12 giorni.
Tale informazione sarebbe stata data nel corso di una trasmissione di RAI 3.
 
I tempi sono esclusivamente riferibili al back-office / amministrazione. Poichè c'è sempre lavoro da fare si tende a dare priorità ai clienti attivi piuttosto che a quelli che chiudono il conto.

I tempi tecnici sono 4-5 giorni.

Quando le minus vengono caricate sul nuovo conto, si ha la possibilità di dare valuta retroattiva, compensando quindi le plus già effettuate.
L'unica condizione è che il certificato arrivi prima del lancio della procedura di calcolo capital gain. Sennò tutti gli importi vanno in definitiva, in attesa di essere versati entro la data valuta prevista dalla normativa.

In teoria un intermediario dovrebbe lanciare i CG ogni giorno. In realtà lo fa una volta al mese (per il mese precedente o per il secondo mese precedente) per efficienza organizzativa. Consegna il certificato quindi entro i primi giorni del mese, chiedendo (se te lo fanno) di caricarlo con data inizio mese.

Ciao,
Marco
 
Indietro