x Voltaire

  • Ecco la 56° Edizione del settimanale "Le opportunità di Borsa" dedicato ai consulenti finanziari ed esperti di borsa.

    Settimana da incorniciare per i principali indici internazionali grazie alla trimestrale più attesa dell’anno che non ha deluso le aspettative. Nvidia negli ultimi tre mesi del 2023 ha generato ricavi superiori all’intero 2021, confermando la crescita da record della società grazie agli investimenti globali nell’intelligenza artificiale. I mercati azionari hanno festeggiato aggiornando i record assoluti a Wall Street e in Europa, mentre il Nikkei giapponese raggiunge un nuovo massimo storico dopo 34 anni. Le prossime mosse delle banche centrali rimangono sempre al centro dell’attenzione. Per continuare a leggere visita il link

bage

Nuovo Utente
Registrato
25/3/02
Messaggi
321
Punti reazioni
22
Ciao Voltaire, questa notte sono stato a leggere i threads di officine giuridiche sino alle 3 e devo farti i complimenti per le tue conoscenze e soprattuto per l'altruismo con il quale ti metti a disposizione del forum.

Sono iscritto a questo sito a da fine Marzo e non ero a conoscenza della sezione Officine giuridiche (e altro ancora) che permette di apprendere molte informazioni: insomma sto conoscendo il sito a poco a poco.

Ho trovato molto interessante il thread "Come si può definire sulla carta d' identità un "trader professionista" ?


Da circa 3 anni lavoro nel mondo delle assicurazioni (dal quale ho avuto tante soddisfazioni), da 2 anni seguo le borse e da un po' di tempo sono iscritto all'albo dei PF.
Ultimamente mi sono un po' demoralizzato nel vedere quante tasse deve pagare il PF e in quante sanzioni (penali e amministrative) puo' incappare durante lo svolgimento della professione (T.U.F. e regolamenti Consob); quello che sta smorzando la mia voglia di fare il PF sono le tasse: P. Iva, Inps, Enasarco, iscizione alla camera di commercio, spese per il commercialista etc......

Non c'è un modo per fare il PF senza aprire P.Iva, magari con un contratto di collaborazione co. e co. così come ho fatto da assicuratore?

Pensa che a Gennaio 2002 ho fatto la domanda per l'autoimpiego e proprio la settimana scorsa il governo ha detto: "stop, i soldi sono finiti!"

Insomma il mio obiettivo e pagare il meno possibile tasse e contributi Inps/Enasarco.

Spero tu mi possa dare dei consigli utili, altrimenti credo che farò l'assicuratore con collaborazioni occasionali e il trader professionista.

Ciao
 
Scritto da bage
Non c'è un modo per fare il PF senza aprire P.Iva, magari con un contratto di collaborazione co. e co. così come ho fatto da assicuratore?



Il promotore può essere solo ed esclusivamente dipendente, agente o mandatario (in genere, mandatario).

Non c'è altro modo per essere legati ad un intermediario, perché il T.U.F. prevede solo quelle tre modalità, e nessun'altra.


Il promotore è soggetto ad IRPEF, contributi INPS ed Enasarco (e qui c'è la guerra in atto, come scritto nell'altro thread): aggiungiamoci il periodo niente affatto facile ed ecco che molti promotori sono in difficoltà.

Credo che la cosa sia anche positiva: spariranno i promotori a mezzo servizio, quelli che esercitano come seconda attività o comunque non a tempo pieno.

Un po' come le recenti dichiarazioni sugli agenti assicurativi-casalinghi, dato che una fetta non piccola di essi raccoglie 1 mld di lire all'anno di premi, cifra scarsissima.

Ad un recente seminario sui prodotti previdenziali, Raoul Pisani (docente Bocconi e relatore) ha detto che entro il 2005 la metà degli agenti assicurativi cesserà l'attività, sia perché molti di essi producono pochissimo (doppio lavoro, ecc.) sia perché la trasformazione in promotori finanziari interessa anche loro, e molti saranno esclusi per "limiti di età" ed esigenze varie d elle assicurazioni che diventano sempre più finanza e meno assicurazione.

A proposito, ieri ho staccato presto, in giornata recupero quel libro Anasf sulla previdenza.
 
Indietro