Yoyo Group 10/05/06

wally1980

time tells no lies
Registrato
10/9/03
Messaggi
14.419
Punti reazioni
534
Buongiorno a tutti!!!

Oggi mi sn permesso io visto che Sue latita :D
 
handy ha scritto:
Ciao Wally ;)

Secondo me sue sta tentando di aggiungere il tasto long al suo tol :D
beh non c'è molta fretta........mi sembra......
 
prosecuzione del trend sh di ieri provo a posizionarmi dal min precedente...
 
...Nella city milanese l'attenzione resta alta su ST Microelectronics, che, dopo il calo del 2% circa accusato ieri, potrebbe oggi intravedere un po' di luce, grazie anche alla buona trimestrale comunicata dopo il suono finale della campanella di Wall Street da Cisco Systems. Quest'ultima infatti ha annunciato, nel terzo trimestre fiscale, una leggerissima flessione degli utili, a quota 1,4 miliardi di dollari, ma una buona crescita dei ricavi. Da ricordare che ieri il titolo del colosso italo-francese dei chip già si era mosso in sintonia con le notizie giunte da un big a stelle e strisce della tecnologia, Dell, che aveva lanciato un profit warning sul primo trimestre fiscale che si è chiuso all'inizio di questo mese...
 
Buon giorno a tutti ticchettari.....
azz. sono ancora lo da ieri da ,43 :wall: :wall:
crapun
 
brik ha scritto:
Buon giorno a tutti ticchettari.....
azz. sono ancora lo da ieri da ,43 :wall: :wall:
crapun

Per il momento fatica a scendere...potrebbe anche salire un pò ;)
 
tigro69 ha scritto:
spike su livello ,18
se sfonda il prossimo è 14,09 ieri menzionato da sue...

Il trend sembra forte anche se i movimenti sn lenti.
 
Premetto di considerarmi GNURANT in materia...ma dopo questi dati...la discesa di STM è dovuta solo al dollaro debole e alle notizie negative degli altri??

Websim - 26/04/2006 17:50:52


StM (STM.MI) presenta una trimestrale con risultati superiori alle attese, ma la debolezza del dollaro rovina la festa in Borsa. Dopo le altre società leader nel settore tech, come Nokia, Texas Instruments e Asml, è stata la volta di StM e Infineon di battere le attese degli analisti. Il gruppo italo-francese ha chiuso il primo trimestre dell'anno con un utile netto di 132 milioni di dollari, pari a 0,14 dollari per azione, rispetto alla perdita di 31 milioni di un anno prima. Il dato è nettamente superiore agli 0,115 dollari atteso dalla media degli analisti.

Stamattina il titolo è partito subito al rialzo, pronto a brindare agli ottimi risultati. Poi a rovinare la festa è arrivata una nota di Merrill Lynch che, oltre a ribadire il prezzo obiettivo di 19 dollari (15,27 euro), allertava gli investitori sul rischio dollaro. "StM è un asset in dollari e la forza dell'euro abbasserebbe il nostro fair value, oltre a mettere a rischio le attese di lungo termine sui margini", si legge in un report della banca d'affar. Nel primo trimestre di quest'anno il tasso effettivo di cambio dollaro/euro è stato 1,20, mentre il secondo trimestre è ricoperto a 1,21. In questi giorni, però, il dollaro sembra afflitto da una persistente debolezza ed è sceso a 1,244. Le stesse previsioni del gruppo che puntano nel secondo trimestre dell'anno a un margine operativo del 35,8% si basano su un tasso di cambio effettivo di circa 1,21 dollari per 1 euro.

Sempre Merrill Lynch nella nota precisa che StM, al netto delle poste da ristrutturazione, ha registrato un margine operativo del 6,5%, superiore alle loro attese del 6,2%, e valuta positivamente l'aumento del margine del 14% rispetto al trimestre precedente: più che doppio rispetto all'andamento del settore. Anche in prospettiva, le indicazioni di una crescita del Mol del 5% fornite dal management di StM supera il +3% atteso dalla banca d'affari.

Tornando ai dati trimestrali, è stato ottimo anche l'andamento dei ricavi, cresciuti del 13,5% a 2,083 miliardi grazie al buon andamento dalle vendite nel settore automotive (cresciute del 15%) e delle applicazioni wireless (salite del 40%). Per il futuro, Carlo Bozotti, l'amministratore delegato, è ottimista. "Se guardiamo al comparto dei semiconduttori ? ha dichiarato - vediamo ancora un anno di crescita sostenuta ad una cifra rispetto al 2005, un livello non eccessivo che consentirà di mantenere l'espansione del nostro settore industriale. Per StM continuiamo a vedere un forte flusso di ordinativi. Di conseguenza, ci aspettiamo una crescita sequenziale delle vendite fra il 2% e l'8%".
 
buon giorno a tutti.... sue ha marcato visita :mmmm: :mmmm:
 
oggi è da trailing stop, ma mi sto addormentando...
 
Indietro