Addebito rata mutuo su altra banca : elenco banche e relativi costi

Rebirth

SOULfood
Registrato
5/8/08
Messaggi
19.488
Punti reazioni
516
Spesso gli utenti vecchi o nuovi richiedono il costo che applicano le varie banche in tema di addebito della rata mutuo presso altro istituto in concomitanza con la chiusura del conto corrente che viene fatto aprire sostanzialmente in modo obbligato ai fini dell'erogazione del mutuo o della surroga. Vediamo di riuscire a raccogliere all'interno di questa discussione i vari costi applicati. Questo primo post verrà aggiornato di volta in volta con i vari aggiornamenti.

Da tener presente che

- Non è obbligatorio, per legge, l'addebito della rata del mutuo presso un conto corrente della stessa banca che eroga il mutuo anche se spesso consigliabile visto appunto che addebitarla altrove può costare parecchio (con alcune bcc sino a 10€).

- La spesa di addebito diretto su altra banca (indicata come SDD - Sepa Direct Debit o ADUE CORE) non va confusa con la spesa di incasso rata che invece se prevista continua ad essere addebitata vita natural durante insieme alla rata indipendentemente da dove la addebitiate.

- La spesa di addebito diretto su altra banca, pur se riportata chiaramente nel documento di sintesi, può variare nel corso della vita del mutuo stesso. Ovviamente la banca deve inoltrare al cliente comunicazione di variazione unilaterale del contratto. Spetterà poi al cliente valutare l'incidenza di tale costo sulla rata anche in base agli altri costi eventuali da sostenere quali incasso rata, canone del conto e varie ed eventuali

Dalle testimonianza raccolte nel FOL ci si rende conto che non tutti hanno lo stesso trattamento in realtà. Pare ad esempio che alcuni che hanno stipulato qualche anno addietro con determinate condizioni (magari con questa voce a zero) continuino a godere di tale trattamento, mentre per chi stipula oggi (ad esempio) tale voce sia variata. Vediamo proprio raccogliendo qui tutte le esperienze se questo corrisponde al vero.

Più utenti danno il loro contributo meglio è anche perchè molti hanno fatto più surroghe e possono portare la loro esperienza con più banche. Chiaramente è preferibile riportare tali costi al netto di promozioni varie (convenzioni, under 30 ecc...)


ELENCO COSTI ADDEBITO RATA MUTUO SU ALTRA BANCA

- INTESA SAN PAOLO - 5€ (anche se alcuni vecchi clienti riportano che non viene addebitato loro alcun costo)
- UNICREDIT - 0€ (anche se alcuni clienti riportano 60€ annuali pari a 5€/rata)
- BNL / HELLO BANK - 5€
- MPS / WIDIBA - 5€
- UBI / IWBANK - 0€
- WEBANK - 0€
- CENTROPADANA CREDITO COOPERATIVO - 2€
- BPM - 0€
 
Ultima modifica:

jagano

Nuovo Utente
Registrato
3/11/08
Messaggi
1.646
Punti reazioni
43
Unicredit stipulato a gennaio euro zero
 

Rebirth

SOULfood
Registrato
5/8/08
Messaggi
19.488
Punti reazioni
516
gennaio è abbastanza recente....modificato il prospetto
 

Fabri_76

Nuovo Utente
Registrato
19/5/18
Messaggi
43
Punti reazioni
1
Intesa S. Paolo stipulato nel 2017: nessun costo aggiuntivo per pagamento con domiciliazione in conto di altro istituto. Rimane 1€ di emissione quietanza a rata, comunque presente.
 

twentysense

Questione di pmc e %
Registrato
15/12/09
Messaggi
6.374
Punti reazioni
222
[...]
- La spesa di addebito diretto su altra banca, pur se riportata chiaramente nel documento di sintesi, può variare nel corso della vita del mutuo stesso. Ovviamente la banca deve inoltrare al cliente comunicazione di variazione unilaterale del contratto. Spetterà poi al cliente valutare l'incidenza di tale costo sulla rata anche in base agli altri costi eventuali da sostenere quali incasso rata, canone del conto e varie ed eventuali
[...]
Variazione unilaterale? E se non accetto che si fa, si interrompe il mutuo e devo saldare tutto il prestito? :mmmm:
 

Rebirth

SOULfood
Registrato
5/8/08
Messaggi
19.488
Punti reazioni
516
Premesso che l'aumento deve avere un giustificato motivo, se non accetti non viene meno il tuo impegno a saldare le rate. A quel punto interromperai l'sdd e pagherai per cassa o riaprirai il conto con la banca se ti costa meno. Resta ferma la possibilità, come al solito, di ricorso.
 

sand1975

Nuovo Utente
Registrato
9/1/16
Messaggi
13.461
Punti reazioni
452
Tale costo va indicato nelle condizioni allegate all'atto di mutuo o possono fare come vogliono?
 

evelin80

Nuovo Utente
Registrato
11/11/12
Messaggi
84
Punti reazioni
2
Ho letto che molti con ISP dopo qualche mese chiudono il conto che loro ti "consigliano" di aprire e spostano l'addebito rata su un altro conto.
Ma se il conto base ISP costa 6 euro/ mese e l'addebito presso altra banca costa 5 euro a rata, che risparmio c'è??
 

Rebirth

SOULfood
Registrato
5/8/08
Messaggi
19.488
Punti reazioni
516
Infatti le banche hanno capito il giochino ed hanno alzato tali costi
 

evelin80

Nuovo Utente
Registrato
11/11/12
Messaggi
84
Punti reazioni
2
Infatti le banche hanno capito il giochino ed hanno alzato tali costi

Infatti con ISP non stipulai la prima volta proprio perché mi impuntai sulla questione "conto"... il loro taeg è fasullo... la rata va aumenta dai 5 ai 6 euro/mese...
 

sand1975

Nuovo Utente
Registrato
9/1/16
Messaggi
13.461
Punti reazioni
452
Ho chiuso di recente un conto presso UBI.

Premetto che nelle condizioni allegate all’atto c’e Scritto:
Spese incasso data zero
Speso invio comunicazioni periodiche zero

E difatti da quando avevo il conto ho sempre pagato solo la rata calcolata dal piano di ammortamento. (8 anni)

Ho visto dalla sezione mutuo che ancora riesco a consultare che la prossima rata in scadenza sará maggiorata di circa 3-4 euro rispetto al piano di ammortamento e pur non avendo visto la contabile sono certo mi avranno addebitato qualche costo per la rata addebitata su altro conto.
Secondo voi nel caso si confermasse, è lecito?
Eventuali spese di incasso rata non devono obbligatoriamente essere indicate nel contratto e in atto come allegato?
Anche perché altrimenti potrebbero tranquillamente svegliarsi domani è addebitarmene 50
 

khan75

Nuovo Utente
Registrato
7/2/14
Messaggi
1.354
Punti reazioni
105
Ho chiuso di recente un conto presso UBI.

Premetto che nelle condizioni allegate all’atto c’e Scritto:
Spese incasso data zero
Speso invio comunicazioni periodiche zero

E difatti da quando avevo il conto ho sempre pagato solo la rata calcolata dal piano di ammortamento. (8 anni)

Ho visto dalla sezione mutuo che ancora riesco a consultare che la prossima rata in scadenza sará maggiorata di circa 3-4 euro rispetto al piano di ammortamento e pur non avendo visto la contabile sono certo mi avranno addebitato qualche costo per la rata addebitata su altro conto.
Secondo voi nel caso si confermasse, è lecito?
Eventuali spese di incasso rata non devono obbligatoriamente essere indicate nel contratto e in atto come allegato?
Anche perché altrimenti potrebbero tranquillamente svegliarsi domani è addebitarmene 50

Ho surrogato proprio da UBI e l’ultima rata mi arrivó di 3-4 euro maggiorata ma avevo chiuso il conto da piú di un anno, mi hanno detto che erano spese una tantum per invio comunicazioni cartacee...
 

sand1975

Nuovo Utente
Registrato
9/1/16
Messaggi
13.461
Punti reazioni
452
Ho surrogato proprio da UBI e l’ultima rata mi arrivó di 3-4 euro maggiorata ma avevo chiuso il conto da piú di un anno, mi hanno detto che erano spese una tantum per invio comunicazioni cartacee...

Si ma a parte che non mi è arrivato nulla relativo al mutuo (solo documenti del CC) ma nell'atto hanno chiaramente scritto che le spese di invio sono pari a zero.

Non è per i 3/4 euro ma sono ormai insofferente a chi cerca di spillarti soldi da tutte le parti tanto più che il conto l'ho dovuto chiudere dopo 20 anni per un servizio alla clientela peggiorato di anno in anno.

Aggiornerò quando avrò in mano la contabile sperando che al massimo sia "una tantum".

PS: Siccome sto valutando anche io surroga con ISP che purtroppo ha 5 euro di incasso rata su altro conto ma fa i tassi migliori, non ti hanno accordato rinegoziazione?
 

khan75

Nuovo Utente
Registrato
7/2/14
Messaggi
1.354
Punti reazioni
105
Si ma a parte che non mi è arrivato nulla relativo al mutuo (solo documenti del CC) ma nell'atto hanno chiaramente scritto che le spese di invio sono pari a zero.

Non è per i 3/4 euro ma sono ormai insofferente a chi cerca di spillarti soldi da tutte le parti tanto più che il conto l'ho dovuto chiudere dopo 20 anni per un servizio alla clientela peggiorato di anno in anno.

Aggiornerò quando avrò in mano la contabile sperando che al massimo sia "una tantum".

PS: Siccome sto valutando anche io surroga con ISP che purtroppo ha 5 euro di incasso rata su altro conto ma fa i tassi migliori, non ti hanno accordato rinegoziazione?

Sui 3/4 euro una tantum loro mi hanno detto di aver mandato informativa ma io non l’ho mai ricevuta....anche io ho avuto la sensazione che facessero come gli pare, comunque non ho fatto casino tanto sapevo che sarei andato via da lì a un mese.
La rinegoziazione non l’hanno neanche presa in considerazione avendo necessità di accorciare il mutuo di ben 10 anni oltre ad aggiornare il tasso, il mio mutuo aveva un tasso di 2,76...evidentemente comprimerlo intorno all’1% per loro era anti economico