Agosto 2007, chi c'ha capito qualcosa scagli il primo post

  • Due nuove obbligazioni Societe Generale, in Euro e in Dollaro USA

    Societe Generale porta sul segmento Bond-X (EuroTLX) di Borsa Italiana due obbligazioni, una in EUR e una in USD, a tasso fisso decrescente con durata massima di 15 anni e possibilità di rimborso anticipato annuale a discrezione dell’Emittente.

    Per continuare a leggere visita questo LINK

Agosto 2007, chi c'ha capito qualcosa scagli il primo post

  • tutto chiaro: la supercazzola taglia i tassi e sblinda immette liquidita' per rifinanziare antani

    Voti: 10 58,8%
  • ero al mare

    Voti: 2 11,8%
  • ero in montagna

    Voti: 0 0,0%
  • non ho capito la domanda

    Voti: 5 29,4%

  • Votanti
    17
  • Sondaggio terminato .

laplace77

Utente Registrato
Sospeso dallo Staff
Registrato
15/11/06
Messaggi
1.650
Punti reazioni
40
come da oggetto...
 
Gekko's ha scritto:
manca l'opzione "colpo di coda dell'immobiliare" :mmmm:

infatti.

cmq bella pastetta, impossibile che nn si potesse prevedere questa crisi.

adesso come si risolve ???

domanda di un principiante!
 
Gekko's ha scritto:
manca l'opzione "colpo di coda dell'immobiliare" :mmmm:

avevo scritto "chi c'ha capito qualcosa"...

KO! KO! KO!
 
certo che se alla fine finisce in stagflazione con i tassi bassi, un bel colpo di coda non ce lo leva nessuno....
 
Gekko's ha scritto:
certo che se alla fine finisce in stagflazione con i tassi bassi, un bel colpo di coda non ce lo leva nessuno....


in deflazione c'hai i tassi bassi, tipo japan

stagflazione e' recessione con inflazione
 
laplace77 ha scritto:
in deflazione c'hai i tassi bassi, tipo japan

stagflazione e' recessione con inflazione


perchè scusa in stagflazione c'hai i tassi alti???

non credo proprio...
 
...ha ragione laplace77, sulla stagflazione: recessione economica con forte inflazione. qui siamo all' abc della macroeconomia. :rolleyes:
 
DocHoliday3 ha scritto:
...ha ragione laplace77, sulla stagflazione: recessione economica con forte inflazione. qui siamo all' abc della macroeconomia. :rolleyes:
...ovviamente per quanto riguarda i tassi d'interesse è un altro discorso, possono essere medio/alti oppure bassi, dipende da cosa genera inflazione, quindi dalla qualità della stessa.
 
DocHoliday3 ha scritto:
...ha ragione laplace77, sulla stagflazione: recessione economica con forte inflazione. qui siamo all' abc della macroeconomia. :rolleyes:

chi l'ha mai messo in dubbio che sia così...

.....laplace se la canta e se la suona....
 
Gekko's ha scritto:
chi l'ha mai messo in dubbio che sia così...

.....laplace se la canta e se la suona....
sì, forse è vero... :D

ho letto veloce, bisogna interpretare esattamente cosa intende.

cmq :)
 
Gekko's ha scritto:
chi l'ha mai messo in dubbio che sia così...

.....laplace se la canta e se la suona....


e invece tu co' 'sto "COLPO DI CODA"...
 
laplace77 ha scritto:
come da oggetto...


A mio parere i tassi dovrebbero calare con comunicato corale delle banche centrali.....escluso forse il Giappone ed esecutivo sin da lunedì mattina.

Annullerebbe per lo meno l'azione delle competizioni valutarie e salverebbe il carry trade.

E salverebbe anche il prezzamento rialzista del tasso interbancario.
 
skepsi ha scritto:
A mio parere i tassi dovrebbero calare con comunicato corale delle banche centrali.....escluso forse il Giappone ed esecutivo sin da lunedì mattina.

Annullerebbe per lo meno l'azione delle competizioni valutarie e salverebbe il carry trade.

E salverebbe anche il prezzamento rialzista del tasso interbancario.


non credo...

dice: ma perche' non abbassano i tassi invece di immettere liquidita'???

in qualche post in giro su questo forum, ho letto che questo straordinario evento, non e' poi cosi' straordinario, se non nella sua "concentrazione".

qualcuno diceva che, con i 98G€ di ieri, la BCE ha fatto in un giorno la meta' quello che fa di solito in una settimana: VENDE, anzi AFFITTA le BANCONOTE alle banche.

per questo parlano di liquidita' e di "mercati monetari".
(please astenersi commenti sul signoraggio, che senno' non ne usciamo!)

perche' quello che e' successo e' questo: il tasso di interesse al quale le BANCHE si "IMPRESTANO" i soldi a vicenda e' SCHIZZATO IN ALTO, da poco sopra il TUS (che e' il tasso-base a cui la BCE presta i soldi alle banche) al 5,80% e rotti...

ma perche'?

perche' con questa storia dei mutui subprime NESSUNA BANCA SI FIDA DELLE ALTRE !!!

ecco quindi accorrere la BCE (e poi anche FED, BoJ, BoC) a fare il "prestatore di ultima istanza": in un'ASTA STRAORDINARIA (perche' ci sono pure quelle ordinarie, come diceva il tizio del post) ha appioppato al 4% E ROTTI quello che di solito da' al 4%...

certo, c'erano un sacco di banche con problemi di liquidita'...
...ma perche'??? perche' svariati operatori hanno ritirato investimenti e depositi e hanno parcheggiato i liquidi in titoli di stato (cioe' li hanno ridati alla BCE!!!)


e quindi lo credo che "monitorano attentamente il mercato monetario"...
...si spacciano per salvatori della patria, ma secondo me ci stanno guadagnando...



passando ai tassi: che le banche non si fidino l'una dell'altra c'entra poco coi tassi che sono poi applicati, con abile scaricabarile, ai "consumatori finali", che siano questi mutuatari, consumatori a debito, imprenditori...


ovviamente tutto cio' e' IMHO...


ciao ciao
 
Ultima modifica:
laplace77 ha scritto:
non credo...

dice: ma perche' non abbassano i tassi invece di immettere liquidita'???

in qualche post in giro su questo forum, ho letto che questo straordinario evento, non e' poi cosi' straordinario, se non nella sua "concentrazione".

qualcuno diceva che, con i 98G€ di ieri, la BCE ha fatto in un giorno la meta' quello che fa di solito in una settimana: VENDE, anzi AFFITTA le BANCONOTE alle banche.

per questo parlano di liquidita' e di "mercati monetari".
(please astenersi commenti sul signoraggio, che senno' non ne usciamo!)

perche' quello che e' successo e' questo: il tasso di interesse al quale le BANCHE si "IMPRESTANO" i soldi a vicenda e' SCHIZZATO IN ALTO, da poco sopra il TUS (che e' il tasso-base a cui la BCE presta i soldi alle banche) al 5,80% e rotti...

ma perche'?

perche' con questa storia dei mutui subprime NESSUNA BANCA SI FIDA DELLE ALTRE !!!

ecco quindi accorrere la BCE (e poi anche FED, BoJ, BoC) a fare il "prestatore di ultima istanza": in un'ASTA STRAORDINARIA (perche' ci sono pure quelle ordinarie, come diceva il tizio del post) ha appioppato al 4% E ROTTI quello che di solito da' al 4%...

certo, c'erano un sacco di banche con problemi di liquidita'...
...ma perche'??? perche' svariati operatori hanno ritirato investimenti e depositi e hanno parcheggiato i liquidi in titoli di stato (cioe' li hanno ridati alla BCE!!!)


e quindi lo credo che "monitorano attentamente il mercato monetario"...
...si spacciano per salvatori della patria, ma secondo me ci stanno guadagnando...



passando ai tassi: che le banche non si fidino l'una dell'altra c'entra poco coi tassi che sono poi applicati, con abile scaricabarile, ai "consumatori finali", che siano questi mutuatari, consumatori a debito, imprenditori...


ovviamente tutto cio' e' IMHO...


ciao ciao
...ma infatti, l'iniezione oppure il drenaggio di liquidità da parte delle banche centrali sono azioni correnti ed ordinarie, e non sono del tutto correlate con le scelte sui tassi. quello che è straordinario è l'entità e l'improvviso cambio di direzione, anche se ci sono chiaramente delle ragioni.
 
L’evento è straordinario senza ombra di dubbio.

Sia per la quantità della liquidità sia per la concorrenza delle banche centrali.

Il p/t o l’immissione di liquidità nel sistema quando trattasi di scadenze che richiedono esborsi abbastanza onerosi sono prassi fra sistema bancario e banche centrali.

Diverso è farsi acquistare il debito lasciando la scadenza aperta ad un tasso prefissato. Il famoso 4% di cui si parla.

Concertare il taglio di un quarto di punto butterebbe acqua nell’attuale incapacità del sistema di prezzare il debito spazzatura.
A meno che non si trovi maggior convenienza ad assistere ad un mercato scarsamente liquido che tenta di prezzare la spazzatura di un punto percentuale superiore ai rendimenti dei titoli di stato per pari durata.

Per quanto tempo le banche centrali intendono tenere fermo il mercato monetario?
Se per tempo indeterminato allora la sua merce marcisse e lo sbalzo dei rendimenti diventa una grossa incognita difficilmente controllabile.
Poi non dovrebbe destare meraviglia se il tasso interbancario oscilli o si posizioni su valori eccezionali. E la fiducia anche fra banche si faccia benedire.
 
Ma che male c' è a tenere i tassi invariati e immettere semplicemente liquidità? Il mercato si regolerà da solo e se nn è capace si assisterà ad una maggiore volatilità fino a che gli operatori di mercato non decideranno di prezzare meglio le attività "sane" da quelle "meno sane".

Cmq per me il sondaggio è mel posto, io avrei risposto tengono i tassi fermi, aspettano che gli investitori tornino dalle vacanze, continuano ad alzare i tassi come da programma già da settembre e chi si è visto si è visto. In caso di preoccupazioni si stamperà altra moneta. :p
Risposta un pò lunga, ma io la penso così. Per me i mercati si stanno agitando un pò troppo inutilmente e semplicemente ci metteranno un pò di più per riprendersi, ma quando si saranno ripresi sarà cambiata la percezione del rischio sul mercato in modo da prezzare più correttamente le attività buone da quelle cattive come ho detto sopra. Per andare avanti con tranquillità si devono tagliare i rami marci, non ci vedo nulla di male.
 
Elliot_surfer ha scritto:
Ma che male c' è a tenere i tassi invariati e immettere semplicemente liquidità? Il mercato si regolerà da solo e se nn è capace si assisterà ad una maggiore volatilità fino a che gli operatori di mercato non decideranno di prezzare meglio le attività "sane" da quelle "meno sane".

Cmq per me il sondaggio è mel posto, io avrei risposto tengono i tassi fermi, aspettano che gli investitori tornino dalle vacanze, continuano ad alzare i tassi come da programma già da settembre e chi si è visto si è visto. In caso di preoccupazioni si stamperà altra moneta. :p
Risposta un pò lunga, ma io la penso così. Per me i mercati si stanno agitando un pò troppo inutilmente e semplicemente ci metteranno un pò di più per riprendersi, ma quando si saranno ripresi sarà cambiata la percezione del rischio sul mercato in modo da prezzare più correttamente le attività buone da quelle cattive come ho detto sopra. Per andare avanti con tranquillità si devono tagliare i rami marci, non ci vedo nulla di male.


Abbi pazienza ma quando parli dei mercati globali non è come parlare del tuo vicino di casa.

Il mercato deve tagliare i rami marci.
Ma se i rami marci stanno dentro i fondi monetari, i fondi pensione, le gpm, nei dossier titoli di tutti quanti, mi spieghi da buon esegeta come si fa a toglierli questi rami marci.
Li realizzi sul mercato che non li vuole prezzare?
O dici a migliaia di persone "signori la festa è finita"?

Stento veramente a comprendere come si ragiona delle volte.
 
skepsi ha scritto:
Abbi pazienza ma quando parli dei mercati globali non è come parlare del tuo vicino di casa.

Il mercato deve tagliare i rami marci.
Ma se i rami marci stanno dentro i fondi monetari, i fondi pensione, le gpm, nei dossier titoli di tutti quanti, mi spieghi da buon esegeta come si fa a toglierli questi rami marci.
Li realizzi sul mercato che non li vuole prezzare?
O dici a migliaia di persone "signori la festa è finita"?

Stento veramente a comprendere come si ragiona delle volte.

come giudichi le responsabilità delle società di rating...moodye e co che di fatto han dato tripla A a tanti bei abs (che ora tanto belli non son più... :rolleyes:
 
fever7 ha scritto:
come giudichi le responsabilità delle società di rating...moodye e co che di fatto han dato tripla A a tanti bei abs (che ora tanto belli non son più... :rolleyes:
..pensavo che fosse stato già dimostrato nel 2000, che ste società sono 1 sòla... o ricordo male? e nel 1987 come andò?
 
Indietro