Conto Corrente BancoPosta di Poste Italiane e promozioni [FAQ primi post] Cap. XIV

  • Ecco la 68° Edizione del settimanale "Le opportunità di Borsa" dedicato ai consulenti finanziari ed esperti di borsa.

    La settimana è stata all’insegna degli acquisti per i principali listini internazionali. Gli indici americani S&P 500, Nasdaq e Dow Jones hanno aggiornato i massimi storici dopo i dati americani sui prezzi al consumo di mercoledì, che hanno evidenziato una discesa in linea con le aspettative, con l’inflazione headline al 3,4% e l’indice al 3,6% annuo, allentando i timori per un’inflazione persistente. Anche le vendite al dettaglio Usa sono rimaste invariate su base mensile, suggerendo un raffreddamento dei consumi che hanno fin qui sostenuto i prezzi. Questi dati, dunque, rafforzano complessivamente le possibilità di un taglio dei tassi a settembre da parte della Fed (le scommesse del mercato sono ora per due tagli nel 2024). Per continuare a leggere visita il link

  • Due nuove obbligazioni Societe Generale, in Euro e in Dollaro USA

    Societe Generale porta sul segmento Bond-X (EuroTLX) di Borsa Italiana due obbligazioni, una in EUR e una in USD, a tasso fisso decrescente con durata massima di 15 anni e possibilità di rimborso anticipato annuale a discrezione dell’Emittente.

    Per continuare a leggere visita questo LINK
Non capisco come sia possibile che BancoPosta non sia ancora fallito.

Non solo ha un canone a pagamento (e pure abbastanza alto), ma ti fanno pagare pure l'aria che respiri. Bonifici, domiciliazioni ecc sono tutte a pagamento.

Con tutti i conti correnti completamente gratuiti che ci sono in circolazione, è evidente che BancoPosta è davvero sconveniente.

Se non sono ancora falliti l'unica spiegazione potrebbe essere è che ci sono tantissime persone anziane che non se ne intendono di conti correnti e quindi hanno il BancoPosta aperto nel loro ufficio postale sotto casa, però una volta che questi vecchi moriranno, se BancoPosta non cambia le condizioni dei loro conti correnti andranno in fallimento dato che tra i giovani non credo che ci siano molte persone ad usare avere tale conto (io non ne conosco nessuno).

Devi considerare che c'è un sacco di gente che non si fida delle banche e vede Poste Italiane come "quelli onesti". Un mio amico ha l'età per farsi il XME Under 35 di Intesa ma si è fatto il BancoPosta perché delle banche non si fida... :rolleyes:
 
Premetto che il Click non è il mio conto principale, volevo rispondere all'utente che sostiene che il conto è costoso.

Mai pagato nulla di canone e/o carta Bancoposta (come tanti altri qui dentro)

I bonifici sono gratuiti.

L'unica domiciliazione che ho è quella di E.on ed è gratis (forse convenzionata insieme a tante altre).

L'ufficio postale di mia competenza mi ha visto l'ultima volta l'anno scorso...:D
 
Risposta per buddy
Partendo dal presupposto che come azionista ha il MEF come potrà mai fallire?
Prima di scrivere castronerie magari informati, ci sono una miriade di utenti me compreso che non ha mai pagato 1 centesimo di canone, ho tutto gratuito da sempre e per sempre. Le domiciliazioni sono gratuite, perchè tante aziende di utente sia telefoniche che energetiche e gas o acqua per citarne alcune sono convenzionate. Vogliamo poi contare quante postepay classiche od evolution sono attive?

Rifletti prima di scrivere. Chiuso il discorso
 
Premetto che il Click non è il mio conto principale, volevo rispondere all'utente che sostiene che il conto è costoso.

Mai pagato nulla di canone e/o carta Bancoposta (come tanti altri qui dentro)

I bonifici sono gratuiti.

L'unica domiciliazione che ho è quella di E.on ed è gratis (forse convenzionata insieme a tante altre).

L'ufficio postale di mia competenza mi ha visto l'ultima volta l'anno scorso...:D

Il Click non è più sottoscrivibile da una vita e i clienti che lo hanno al momento sono una piccola frazione del totale. Tutti i conti che Poste offre al momento sono costosi e questo è quanto.
 
Risposta per buddy

Prima di scrivere castronerie magari informati, ci sono una miriade di utenti me compreso che non ha mai pagato 1 centesimo di canone, ho tutto gratuito da sempre e per sempre. Le domiciliazioni sono gratuite, perchè tante aziende di utente sia telefoniche che energetiche e gas o acqua per citarne alcune sono convenzionate.

Rifletti prima di scrivere. Chiuso il discorso
Se hai il BancoPosta gratuito è perchè evidentemente lo hai aperto qualche era geologica fa, ma sono tantissimi anni che non è più gratis.

Allo stato attuale, per uno che deve aprire un conto corrente, il BancoPosta è uno dei conti più sconvenienti se non il più sconveniente in assoluto, c'è poco da discutere.
 
su un conto Bancoposta inutilizzato da anni mi è stata rimborsata una somma consistente per buoni fruttiferi in scadenza. Provando a trasferirla su altro conto vedo che c'è un limite massimo di 15.000 Euro per bonifico uscente. Per evitare di effettuare bonifici a ripetizione (e evitare di andare in Ufficio Postale) c'è modo di innalzare il limite dei 15.000 Euro ?
 
su un conto Bancoposta inutilizzato da anni mi è stata rimborsata una somma consistente per buoni fruttiferi in scadenza. Provando a trasferirla su altro conto vedo che c'è un limite massimo di 15.000 Euro per bonifico uscente. Per evitare di effettuare bonifici a ripetizione (e evitare di andare in Ufficio Postale) c'è modo di innalzare il limite dei 15.000 Euro ?

Non si può inalzare, i limiti sono 30k giornalieri, con massimo 6 operazioni giornaliere, 90k settimanali e 240k mensili, vado a memoria perché ora non posso controllare. L'unica è andare in posta.
 
su un conto Bancoposta inutilizzato da anni mi è stata rimborsata una somma consistente per buoni fruttiferi in scadenza. Provando a trasferirla su altro conto vedo che c'è un limite massimo di 15.000 Euro per bonifico uscente. Per evitare di effettuare bonifici a ripetizione (e evitare di andare in Ufficio Postale) c'è modo di innalzare il limite dei 15.000 Euro ?

se è una somma consistente, vai in ufficio postale, prendi l'appuntamento e ti fai fare l'assegno vidimato (assegno circolare). Poi puoi farci quello che vuoi
 
Grazie. Devo prendere appuntamento con "consulente" o prenotare "ticket per servizi di sportello"? Scusate ma non ho mai davvero usato questo conto che tenevo solo come appoggio per i BFPi. Certo che 15.000 Euro per bonifico è un limite molto basso, e non conoscendolo per me è stata una sorpresa...
 
poi da quel che ho capito la banca per accreditarmi un assegno circolare su piazza si prenderà 5 giorni.
Mi sembra un viaggio a ritroso nel tempo...
 
Hanno abbassato il valore dei bonifici in uscita a 9.999,99 euro? Sto provando sia da app che dal sito e non riesco a digitare più di questa cifra. La stessa cosa accade con il conto di mia moglie e con quello di un collega.
 
Hanno abbassato il valore dei bonifici in uscita a 9.999,99 euro? Sto provando sia da app che dal sito e non riesco a digitare più di questa cifra. La stessa cosa accade con il conto di mia moglie e con quello di un collega.
Io li ho fatti da App verso il nuovo conto Progetto da 15.000
 
ci mancherebbe altro! Oggi non posso verificare poiché ho già raggiunto il limite settimanale, ma nei giorni scorsi ho inserito una sequenza di bonifici e mi bloccava al raggiungimento del limite giornaliero o settimanale, ma non per l'importo dei singoli bonifici di 15.000 Euro. Sono limiti assurdi, le Poste non sono proprio al passo coi tempi...
 
... il BancoPosta è uno dei conti più sconvenienti se non il più sconveniente in assoluto, c'è poco da discutere.

Quoto in toto. E non ci vuole chissà quale conoscenza, basta andare sul sito per rendersi conto, di persona, quali canoni esosi hanno il coraggio di chiedere per tenere aperto un conto BP. Si va dai 6€/mese della versione Start fino ai 9€/mese della versione Plus (canoni riducibili progressivamente ma a condizioni non particolarmente brillanti). Inoltre ti fanno pagare pure l'aria che respiri, a partire dalle ricariche di una carta PostePay (Digital o Standard) che va da 1€ fino a 3€, a seconda del metodo utilzzato per ricaricare. Io l'ho aperto approfittando della promozione che mi dà il canone zero per i primi 12 mesi e per usufruire della promozione cashback di Poste, ma difficilmente lo terrò dopo, a queste condizioni.
 
Quoto in toto. E non ci vuole chissà quale conoscenza, basta andare sul sito per rendersi conto, di persona, quali canoni esosi hanno il coraggio di chiedere per tenere aperto un conto BP. Si va dai 6€/mese della versione Start fino ai 9€/mese della versione Plus (canoni riducibili progressivamente ma a condizioni non particolarmente brillanti). Inoltre ti fanno pagare pure l'aria che respiri, a partire dalle ricariche di una carta PostePay (Digital o Standard) che va da 1€ fino a 3€, a seconda del metodo utilzzato per ricaricare. Io l'ho aperto approfittando della promozione che mi dà il canone zero per i primi 12 mesi e per usufruire della promozione cashback di Poste, ma difficilmente lo terrò dopo, a queste condizioni.

Si...
Io ho il Click, e qualche anno fa mi avevano aggiunto il costo di 1€ al mese per la carta, e va bè... da Luglio 2022 altri 2€ al mese per il conto... così siamo a 3€ al mese (36/anno)
Se non fosse che ho a due passi l'ufficio postale, e i bonifici e postagiro sono gratis e l'app è fatta davvero bene li avrei già lasciati
Ma se continua così mi sa che dovrò mettermi bene a cercare un altro conto, che mi permette di depositare comodamente i contanti, con bonifici a zero, e che costi zero.
 
Si...
Io ho il Click, e qualche anno fa mi avevano aggiunto il costo di 1€ al mese per la carta, e va bè... da Luglio 2022 altri 2€ al mese per il conto... così siamo a 3€ al mese (36/anno)
Se non fosse che ho a due passi l'ufficio postale, e i bonifici e postagiro sono gratis e l'app è fatta davvero bene li avrei già lasciati
Ma se continua così mi sa che dovrò mettermi bene a cercare un altro conto, che mi permette di depositare comodamente i contanti, con bonifici a zero, e che costi zero.

Hanno canoni decisamente fuori mercato. Fineco (che offre ben di più, a cominciare dalla piattaforma di trading) arriva a chiedere max 6.95€/mese (e dopo è tutto gratis).
 
Hanno canoni decisamente fuori mercato. Fineco (che offre ben di più, a cominciare dalla piattaforma di trading) arriva a chiedere max 6.95€/mese (e dopo è tutto gratis).

si, per i NUOVI conti è sicuramente un costo eccessivo
per me Fineco non andrebbe bene, intanto non mi serve la piattaforma di trading, e poi andrei a pagare 4€ in piu ogni mese.

alla fine con il Click, oltre a quelle spese che hanno aggiunto, non pago nulla.
ma capisco che chi deve fare un nuovo conto BancoPosta si trova di fronte canoni dai 6€ in su
 
Io li ho fatti da App verso il nuovo conto Progetto da 15.000

ci mancherebbe altro! Oggi non posso verificare poiché ho già raggiunto il limite settimanale, ma nei giorni scorsi ho inserito una sequenza di bonifici e mi bloccava al raggiungimento del limite giornaliero o settimanale, ma non per l'importo dei singoli bonifici di 15.000 Euro. Sono limiti assurdi, le Poste non sono proprio al passo coi tempi...

Ho riprovato dal sito ed il limite non c'è più, ma da app invece riesco a digitare massimo 4 cifre (ad esempio 1000 o 9999 ma non 10000), poi la virgola, infine 2 decimali. Il tutto dopo aver aggiornato all'ultima versione dell'app.
 
si, per i NUOVI conti è sicuramente un costo eccessivo
per me Fineco non andrebbe bene, intanto non mi serve la piattaforma di trading, e poi andrei a pagare 4€ in piu ogni mese.

alla fine con il Click, oltre a quelle spese che hanno aggiunto, non pago nulla.
ma capisco che chi deve fare un nuovo conto BancoPosta si trova di fronte canoni dai 6€ in su

Fineco era solo un esempio, un termine di paragone per confrontare l'offerta di Poste con quella di Fineco. Chiaro che il cliente "tipo" di Fineco verosimilmente non è quello di Poste in quanto i due hanno esigenze/necessità diverse. Anche mio fratello a suo tempo fece il BP Click che col tempo è stato "rimodulato" (prima pagava zero). Cmq Poste deve rivedere il suo tariffario o presto saranno fuori mercato (anzi lo sono già). Di alternative valide (ad esempio carte/conto) vi è ampia scelta, basta guardarsi in giro.
 
Indietro