Crosetto, se Berlusconi torna c'e' chi prendera' altra strada

  • Ecco la 72° Edizione del settimanale "Le opportunità di Borsa" dedicato ai consulenti finanziari ed esperti di borsa.

    È stata un’ottava ricca di spunti per i mercati, dapprima con l’esito delle elezioni europee, poi con i dati americani incoraggianti sull’inflazione e la riunione della Fed. L’esito delle urne ha mostrato uno spostamento verso destra del Parlamento europeo, con l’avanzata dei partiti nazionalisti più euroscettici a scapito di liberali e verdi. In Francia, il presidente Macron ha indetto il voto anticipato dopo la vittoria di Le Pen e in Germania i socialdemocratici del cancelliere tedesco Olaf Scholz hanno subito una disfatta record. L’azionario europeo ha scontato molto queste incertezze legate al rischio politico in Francia. Oltreoceano, i principali indici di Wall Street hanno raggiunto nuovi record dopo che mercoledì sera, la Fed ha mantenuto invariati i tassi nel range 5,25-5,50%. I dot plot, le proiezioni dei funzionari sul costo del denaro, stimano ora una sola riduzione quest’anno rispetto a tre previste a marzo. Lo stesso giorno è stato diffuso il report sull’inflazione di maggio, che ha mostrato un rallentamento al 3,3% e un dato core al 3,4%, meglio delle attese.
    Per continuare a leggere visita il link

ceck78

Omnis homo mendax
Registrato
18/5/05
Messaggi
26.850
Punti reazioni
1.177
(ASCA) - Roma, 6 dic - ''La decisione di Berlusconi non lascia indifferenti ne' lascia il Pdl cosi' com'era prima, ma comporta delle decisioni conseguenti''. Ne e' convinto Guido Crosetto, deputato del Pdl, che questa mattina a ''Omnibus'' su La7 ha commentato le dichiarazioni di Silvio Berlusconi che sembrerebbe ormai prossimo a una ricandidatura ''perche' in molti gli chiedono di tornare''. ''Sicuramente ci saranno berlusconiani contenti decisi ad andare avanti cosi' - spiega Crosetto - ma anche altri che dopo ieri sera probabilmente prenderanno un'altra strada. In politica le decisioni non si prendono mai da soli''.

Secondo l'esponente del Pdl, un centrodestra guidato dall'ex premier oggi ''ha solo aspetti negativi per Berlusconi, perche' tornare sotto i riflettori in una battaglia elettorale lo espone, come ha avuto esempio in questi anni, a dei rischi enormi: immaginate una battaglia che ricorda che e' stato condannato, in cui si parla dei processi... insomma se lui facesse un ragionamento egoistico e personale direbbe che non si ricandida'' . E conclude: ''Il problema e' che Berlusconi continua a pensare di essere l'unica persona in grado di coalizzare un certo consenso e mettere insieme alcune forze politiche in uno scenario in cui la legge elettorale sara' probabilmente il Porcellum e si scontreranno quindi coalizioni non partiti. Lui di questo e' convinto e gli e' stato dato anche motivo per convincersene''. com/map
Pdl: Crosetto, se Berlusconi torna c'e' chi prendera' altra strada - ASCA.it
 
crosetto e tanti altri dovrebbero prendere la strada che porta verso l'aldilà

quella è la strada giusta
 
Indietro