I CARRARMATI

Gutturnio

Utente Registrato
Registrato
18/11/09
Messaggi
1.944
Punti reazioni
204
l'America ne manderà 31, la Germania 14 gli altri stati, più poveri, si suppone molti meno.
La Russia pare ne abbia di moderni almeno 10.000.
Giornali e TV parlano di offensive micidiali ucraine in primavera.
Ma sono scemi o ci prendono per le natiche?
 
Tra confermati e non ancora confermati questa è la previsione.

FnWRVh1XEAAnKm4.jpg
 
l'America ne manderà 31, la Germania 14 gli altri stati, più poveri, si suppone molti meno.
La Russia pare ne abbia di moderni almeno 10.000.
Giornali e TV parlano di offensive micidiali ucraine in primavera.
Ma sono scemi o ci prendono per le natiche?

Se la Russia ne ha 10.000, perché li ruba alla Bielorussia, ammazzando anche il ministro degli interni?
 
l'America ne manderà 31, la Germania 14 gli altri stati, più poveri, si suppone molti meno.
La Russia pare ne abbia di moderni almeno 10.000.
Giornali e TV parlano di offensive micidiali ucraine in primavera.
Ma sono scemi o ci prendono per le natiche?
sui 10.000 russi moderni avrei parecchi dubbi,

comunque concordo che sul piano militare non cambia molto la presenza di un centinaio di carri occidentali, troppo pochi, magari servono per vedere come vanno, per raccogliere informazioni, poi decidono se mandarne altri.
 
Non credo importi il numero ma la qualità.
La Spagna 53 di cosa? (ammesso che li confermi)
 
Le disponibilità dei vari paesi UE e NATO.

FmrEu3VXwAIZi_F(1).jpg
 
Anche i Bradley non li sottovaluterei , pur non essendo carri armati. Nelle operazioni desert storm e desert sabre sfondarono i t72 iracheni che sono i medesimi bidoni dei russi.
 
Più ne ha, più ne perde... il macellaio
 
cosa pensi che faranno un centinaio di carri armati senza copertura aerea?
 
pero' consideriamo anche questi aspetti ,in pratica noi gli paghiamo gli abrams ,e per adesso ci chiedono soldi ,(normale)domani vorranno le vite dei ns giovani per la loro guerra ,segnatevelo.

La Polonia chiede all'UE di rimborsare i costi dei carri armati Leopard 2, che saranno trasferiti in Ucraina​

26/01/2023 - 03:00
https://rusvesna.su/news/1674647193

ovviamente questo sul messaggero o altra carta da televisione italiana non lo vedrete mai
 
cosa pensi che faranno un centinaio di carri armati senza copertura aerea?
Non mi sembra che per prendere a calci i russi a Kiev, Kharkiv, Kherson, Sumy ecc... gli sia servita la copertura aerea.

Fino ad ora, tutte le vittorie degli ucraini sono state ottenute con ferri vecchi, persino contro i t-90, che sono stati impiegati dai russi fin dall'inizio. Pertanto, non puoi andare che a migliorare.
 
come per i titoli di borsa il passato da indicazioni ,mai garanzie :D
 
pero' consideriamo anche questi aspetti ,in pratica noi gli paghiamo gli abrams ,e per adesso ci chiedono soldi ,(normale)domani vorranno le vite dei ns giovani per la loro guerra ,segnatevelo.

La Polonia chiede all'UE di rimborsare i costi dei carri armati Leopard 2, che saranno trasferiti in Ucraina​

26/01/2023 - 03:00
https://rusvesna.su/news/1674647193

ovviamente questo sul messaggero o altra carta da televisione italiana non lo vedrete mai
lo ha pubblicato il tempo
ma perché paghiamo solo noi?

ed è appena uscito che gli usa l'anno scorso hanno aumentato del 49% le vendite di armi, ecco a che serve la guerra :D
vendite di armi....
 
pero' consideriamo anche questi aspetti ,in pratica noi gli paghiamo gli abrams ,e per adesso ci chiedono soldi ,(normale)domani vorranno le vite dei ns giovani per la loro guerra ,segnatevelo.

La Polonia chiede all'UE di rimborsare i costi dei carri armati Leopard 2, che saranno trasferiti in Ucraina​

26/01/2023 - 03:00
https://rusvesna.su/news/1674647193

ovviamente questo sul messaggero o altra carta da televisione italiana non lo vedrete mai
Beh, gli articoli "made in RUVESNA" non è che siano il massimo dell'affidabilita' eh.
 

Siria, Leopard 2 decimati dall'ISIS: la Turchia dimentica la Storia e riceve una dura lezione​


180117%20leopard%20turchi%20%281%29.jpg


(di Franco Iacch)

18/01/17

La Turchia perde in Siria altri quindici carri armati Leopard 2, distrutti dalle forze dello Stato islamico nell’ultimo assedio di al-Bab. La città dista soli 15 miglia a sud del confine con la Turchia. Ankara ha commesso tre gravi errori: sottovalutando il nemico, sopravvalutando le proprie forze corazzate e, probabilmente il peggiore, lanciando i propri carri armati sprovvisti dei sistemi di protezione attiva e passiva, senza la copertura della fanteria sui fianchi.
Migliaia di soldati turchi sono stati ammassati fin dallo scorso settembre nel tentativo di riprendere la città. Nella sua offensiva contro lo Stato islamico in Siria, Ankara ha inviato il suo principale carro armato pesante, colonna portante delle forze corazzate della NATO. In realtà, le azioni di Ankara vanno inquadrate come un tentativo di evitare l'unificazione delle due enclavi curde.
Nell’ultima offensiva, la Turchia ha perso almeno dieci carri armati Leopard 2. Le forze asserragliate nella periferia di al-Bab (foto) hanno utilizzato sia i missili anticarro TOW, acronimo di Tube-launched Optically-tracked Wire-guided di fabbricazione americana che i Kornet russi. Da rilevare l’assenza del supporto aereo statunitense, più volte richiesto da Ankara, nelle fasi cruciali dell’offensiva.
180117%20leopard%20turchi%20%2810%29.jpg
Acquistati di seconda mano dalla Germania, i carri armati Leopard 2 della Turchia rappresentano la forza corazzata principale di Ankara in attesa che entri in produzione l’Altay.
Ispirato al K2 Black Panther, il programma Altay è un ambizioso progetto per 1000 carri armati pesanti di terza generazione, divisi in quattro lotti da 250 sistemi. Il primo lotto di 250 Altay è in produzione e dovrebbe essere completato entro il 2020.
La Aselsan, il 30 novembre scorso, ha annunciato la firma di un contratto con il governo turco per la messa in produzione di un sistema progettato per proteggere dai missili anticarro i carri armati ed i veicoli blindati. Battezzato Akkor, l’Active Protection System è stato specificatamente progettato per l‘Altay. L'esercito turco ha in inventario 720 carri armati di fabbricazione tedesca Leopard 1/2 (quest’ultimo del modello A4). Cento Leopard 2 e 300 carri armati M60 di Ankara, riceveranno un aggiornamento per un’operazione il cui costo supererà il miliardo di dollari.
Il Ministero della Difesa turco, oltre ad aver sottovalutato la minaccia, ha dimenticato la storia progettuale dell’indistruttibile Leopard 2, specificatamente progettato per contrastare le forze corazzate sovietiche nelle pianure della Germania settentrionale.
180117%20leopard%20turchi%20%288%29.jpg

Il Leopard 2 non è stato concepito per il combattimento in un ambiente urbano. Il progetto non è viziato, ma è stato determinato dalla consapevolezza e dalla necessità di una maggiore manovrabilità sul campo. Per ottenere una combinazione ottimale, i progettisti hanno reso l'armatura sui fianchi e sulla parte posteriore del mezzo più leggera rispetto ad altri carri armati occidentali.
Sottovalutando il nemico, Ankara ha inviati i propri Leopard 2 sprovvisti di corazza reattiva esplosiva e sistema di protezione attiva come ad esempio il Defensive Aids System Shtora-1 dei T-90 russi presenti in Siria. I militanti dello Stato islamico sembrano aver colto questa vulnerabilità per attaccare i Leopard, concentrando il fuoco sui fianchi. Le strette strade di al-Bab, hanno di fatto azzerato l’iniziale vantaggio tattico dei carri armati da 60 tonnellate. Le inevitabili perdite sul campo, hanno costretto l'esercito turco ad abbandonare l’assedio sulla città.
Imperdonabile, infine, l’aver dimenticato una dei principi fondamentali alla base della dottrina di riferimento per le forze corazzate mobili moderne. Il mezzo pesante principale non deve mai essere concepito come un isolato sistema d’arma, ma inserito in una forza mobile diversificata. Il destino dei carri armati turchi, senza alcuna protezione sui fianchi ad opera della fanteria, era già segnato pochi minuti dopo l’inizio dell’offensiva principale su al-Bab.
Il punto sui Leopard 2 tedeschi
180117%20leopard%20turchi%20%289%29.jpg

Le attuali munizioni dei carri armati tedeschi, non sarebbero in grado di produrre abbastanza energia cinetica per mettere fuori uso l’ultima versione dei T-90 e dei T-80. Armi e corazza del T-90 sono state aggiornate rendendo la piattaforma ben diversa da quella entrata in servizio nel 1990. E quest’anno dovrebbe entra in servizio anche il T-14 Armata.
A causa di tagli alla Difesa, la Germania ha in servizio 225 Leopard-2 (durante la Guerra Fredda, i tedeschi avevano in inventario poco meno di 2400 Leopard di tutte le versioni). La crisi ucraina, tuttavia, ha scatenato preoccupazioni in Occidente tanto da spingere il ministro della Difesa tedesco, Ursula von der Leyen, ad ordinare altri 100 Leopard-2. Nella Bundeswehr, quindi, saranno in servizio 328 carri armati. Ma il problema dei Leopard-2 è nel loro sistema di combattimento. Per essere efficaci, i proiettili dei Leopard dovrebbero essere di uranio impoverito. Tuttavia, dal punto di vista politico questo è ormai inaccettabile.
La maggior parte dei carri armati tedeschi operativi sono della serie A-6 e A-5 (foto a dx). Circa 100 Leopard-2 sono della serie A-4. La modernizzazione delle munizioni avverrà solo a partire dal 2017 e riguarderà soltanto la serie A-7.
Attualmente, la Germania ha in linea 20 carri armati Leopard-2 A-7.
180117%20leopard%20turchi%20%286%29.jpg

(foto: Türk Silahlı Kuvvetleri / ASELSAN A.Ş. / Bundeswehr)

Siria, Leopard 2 decimati dall'ISIS: la Turchia dimentica la Storia e riceve una dura lezione
 
Ultima modifica:
Beh, gli articoli "made in RUVESNA" non è che siano il massimo dell'affidabilita' eh.
mi dicono che l'abbia confermato "il tempo" , io cito gli articoli di rusverna ,non perche' li prenda per oro colato , i ns li tengo aperti in altra pagina e confronto le balle che scrivono gli uni e gli altri poi cerco di farmi un'idea mia. se qulcuno qua sopra non mette anche la voce degli altri non capisco cosa ci stiamo a fare ,congratuliamoci per la prossima presa di mosca e finita li.
 

Siria, Leopard 2 decimati dall'ISIS: la Turchia dimentica la Storia e riceve una dura lezione​


180117%20leopard%20turchi%20%281%29.jpg


(di Franco Iacch)

18/01/17

La Turchia perde in Siria altri quindici carri armati Leopard 2, distrutti dalle forze dello Stato islamico nell’ultimo assedio di al-Bab. La città dista soli 15 miglia a sud del confine con la Turchia. Ankara ha commesso tre gravi errori: sottovalutando il nemico, sopravvalutando le proprie forze corazzate e, probabilmente il peggiore, lanciando i propri carri armati sprovvisti dei sistemi di protezione attiva e passiva, senza la copertura della fanteria sui fianchi.
Migliaia di soldati turchi sono stati ammassati fin dallo scorso settembre nel tentativo di riprendere la città. Nella sua offensiva contro lo Stato islamico in Siria, Ankara ha inviato il suo principale carro armato pesante, colonna portante delle forze corazzate della NATO. In realtà, le azioni di Ankara vanno inquadrate come un tentativo di evitare l'unificazione delle due enclavi curde.
Nell’ultima offensiva, la Turchia ha perso almeno dieci carri armati Leopard 2. Le forze asserragliate nella periferia di al-Bab (foto) hanno utilizzato sia i missili anticarro TOW, acronimo di Tube-launched Optically-tracked Wire-guided di fabbricazione americana che i Kornet russi. Da rilevare l’assenza del supporto aereo statunitense, più volte richiesto da Ankara, nelle fasi cruciali dell’offensiva.
180117%20leopard%20turchi%20%2810%29.jpg
Acquistati di seconda mano dalla Germania, i carri armati Leopard 2 della Turchia rappresentano la forza corazzata principale di Ankara in attesa che entri in produzione l’Altay.
Ispirato al K2 Black Panther, il programma Altay è un ambizioso progetto per 1000 carri armati pesanti di terza generazione, divisi in quattro lotti da 250 sistemi. Il primo lotto di 250 Altay è in produzione e dovrebbe essere completato entro il 2020.
La Aselsan, il 30 novembre scorso, ha annunciato la firma di un contratto con il governo turco per la messa in produzione di un sistema progettato per proteggere dai missili anticarro i carri armati ed i veicoli blindati. Battezzato Akkor, l’Active Protection System è stato specificatamente progettato per l‘Altay. L'esercito turco ha in inventario 720 carri armati di fabbricazione tedesca Leopard 1/2 (quest’ultimo del modello A4). Cento Leopard 2 e 300 carri armati M60 di Ankara, riceveranno un aggiornamento per un’operazione il cui costo supererà il miliardo di dollari.
Il Ministero della Difesa turco, oltre ad aver sottovalutato la minaccia, ha dimenticato la storia progettuale dell’indistruttibile Leopard 2, specificatamente progettato per contrastare le forze corazzate sovietiche nelle pianure della Germania settentrionale.
180117%20leopard%20turchi%20%288%29.jpg

Il Leopard 2 non è stato concepito per il combattimento in un ambiente urbano. Il progetto non è viziato, ma è stato determinato dalla consapevolezza e dalla necessità di una maggiore manovrabilità sul campo. Per ottenere una combinazione ottimale, i progettisti hanno reso l'armatura sui fianchi e sulla parte posteriore del mezzo più leggera rispetto ad altri carri armati occidentali.
Sottovalutando il nemico, Ankara ha inviati i propri Leopard 2 sprovvisti di corazza reattiva esplosiva e sistema di protezione attiva come ad esempio il Defensive Aids System Shtora-1 dei T-90 russi presenti in Siria. I militanti dello Stato islamico sembrano aver colto questa vulnerabilità per attaccare i Leopard, concentrando il fuoco sui fianchi. Le strette strade di al-Bab, hanno di fatto azzerato l’iniziale vantaggio tattico dei carri armati da 60 tonnellate. Le inevitabili perdite sul campo, hanno costretto l'esercito turco ad abbandonare l’assedio sulla città.
Imperdonabile, infine, l’aver dimenticato una dei principi fondamentali alla base della dottrina di riferimento per le forze corazzate mobili moderne. Il mezzo pesante principale non deve mai essere concepito come un isolato sistema d’arma, ma inserito in una forza mobile diversificata. Il destino dei carri armati turchi, senza alcuna protezione sui fianchi ad opera della fanteria, era già segnato pochi minuti dopo l’inizio dell’offensiva principale su al-Bab.
Il punto sui Leopard 2 tedeschi
180117%20leopard%20turchi%20%289%29.jpg

Le attuali munizioni dei carri armati tedeschi, non sarebbero in grado di produrre abbastanza energia cinetica per mettere fuori uso l’ultima versione dei T-90 e dei T-80. Armi e corazza del T-90 sono state aggiornate rendendo la piattaforma ben diversa da quella entrata in servizio nel 1990. E quest’anno dovrebbe entra in servizio anche il T-14 Armata.
A causa di tagli alla Difesa, la Germania ha in servizio 225 Leopard-2 (durante la Guerra Fredda, i tedeschi avevano in inventario poco meno di 2400 Leopard di tutte le versioni). La crisi ucraina, tuttavia, ha scatenato preoccupazioni in Occidente tanto da spingere il ministro della Difesa tedesco, Ursula von der Leyen, ad ordinare altri 100 Leopard-2. Nella Bundeswehr, quindi, saranno in servizio 328 carri armati. Ma il problema dei Leopard-2 è nel loro sistema di combattimento. Per essere efficaci, i proiettili dei Leopard dovrebbero essere di uranio impoverito. Tuttavia, dal punto di vista politico questo è ormai inaccettabile.
La maggior parte dei carri armati tedeschi operativi sono della serie A-6 e A-5 (foto a dx). Circa 100 Leopard-2 sono della serie A-4. La modernizzazione delle munizioni avverrà solo a partire dal 2017 e riguarderà soltanto la serie A-7.
Attualmente, la Germania ha in linea 20 carri armati Leopard-2 A-7.
180117%20leopard%20turchi%20%286%29.jpg

(foto: Türk Silahlı Kuvvetleri / ASELSAN A.Ş. / Bundeswehr)

Siria, Leopard 2 decimati dall'ISIS: la Turchia dimentica la Storia e riceve una dura lezione
se nell'articolo la citazione riguardante il munizionamento dei leopard serie fino alla 6 e' esatta ,allora quelli mandati in ucraina useranno proiettili all'uranio , questo potrebbe aprire definitivamente la porta all'uso di bombe tattiche nucleari .
nella 1w del golfo perirono 200 soldati occidentali circa , ma decine di migliaia se non di piu' si scoprirono malati ,non proprio di influenza ,a causa dell'uranio impoverito ,per non parlare della guerra di jugo e li anche noi abbiamo dato in questo senso.
 
Indietro