Lettera Aperta Al Dott. Nicola Stock E La Tfa

claudio123

Utente Registrato
Registrato
11/1/05
Messaggi
14.597
Punti reazioni
272
Egr. Dott. Nicola Stock,

nel caso dovesse intentare causa presso l'ICSID/CIADI in difesa dei risparmiatori possessori di obbligazioni argentine cadute in default al 31/12/2001 Tenga presente alcune cose:

- come Lei ultimamente ha riconosciuto l'argentina non e' in grado di pagare il 100% del suo debito in base alle scadenze e tassi dei vari prospetti informativi che hanno accompagnato queste emissioni obbligazionarie.

- ne deduco quindi che chiedendo un tavolo per fare una trattativa in buona fede Lei dovra' gioco-forza mortificare la pretesa del rimborso al 100%

Preso atto che le risorse per rimborsare i risparmiatori sono limitate voglia includere nella sua difesa gratuita solo coloro che sono risparmiatori con acquisti fatti ante-default in modo che le poche risorse economiche che Lei riuscira' a trattare penalizzi il meno possibile i risparmiatori gia' oltremodo penalizzati.

Se viceversa Lei non predisporra' dei requisiti di ingresso alla sua gratuita difesa....le poche risorese disponibili si dovranno spalmare su tutti gli obbligazionisti anche quelli che hanno acquistato dopo il default.....di fatto la sua opera andra' a premiare gli speculatori e danneggera', piu' di quanto ha gia' fatto l'argentina, i veri Risparmiatori.

Chi Le scrive non e' un Suo grande estimatore.......ma se Lei cogliera' questo suggerimento....avro' modo di ricredermi insieme alle migliaia di risparmiatori che manifestano, verso la sua azione, una critica molto forte come Lei stesso potra' leggere girando i siti che parlano di argentina.
 
claudio123 ha scritto:
Egr. Dott. Nicola Stock,

nel caso dovesse intentare causa presso l'ICSID/CIADI in difesa dei risparmiatori possessori di obbligazioni argentine cadute in default al 31/12/2001 Tenga presente alcune cose:

- come Lei ultimamente ha riconosciuto l'argentina non e' in grado di pagare il 100% del suo debito in base alle scadenze e tassi dei vari prospetti informativi che hanno accompagnato queste emissioni obbligazionarie.

- ne deduco quindi che chiedendo un tavolo per fare una trattativa in buona fede Lei dovra' gioco-forza mortificare la pretesa del rimborso al 100%

Preso atto che le risorse per rimborsare i risparmiatori sono limitate voglia includere nella sua difesa gratuita solo coloro che sono risparmiatori con acquisti fatti ante-default in modo che le poche risorse economiche che Lei riuscira' a trattare penalizzi il meno possibile i risparmiatori gia' oltremodo penalizzati.

Se viceversa Lei non predisporra' dei requisiti di ingresso alla sua gratuita difesa....le poche risorese disponibili si dovranno spalmare su tutti gli obbligazionisti anche quelli che hanno acquistato dopo il default.....di fatto la sua opera andra' a premiare gli speculatori e danneggera', piu' di quanto ha gia' fatto l'argentina, i veri Risparmiatori.

Chi Le scrive non e' un Suo grande estimatore.......ma se Lei cogliera' questo suggerimento....avro' modo di ricredermi insieme alle migliaia di risparmiatori che manifestano, verso la sua azione, una critica molto forte come Lei stesso potra' leggere girando i siti che parlano di argentina.

Questa polemica sulla speculazione è puramente fine a se stessa oppure volta a creare l'ennesima cortina fumogena su questa questione.

Dei 200-300mila bondholder italiani rimasti la stragrande maggioranza li possiede a prezzi pieni ed ovviamente la strategia della tfa è volta a tutelare unicamente i risparmiatori.

Il tuo tentativo di cambiare argomento , a fronte della imminente conferma dell'azione legale della tfa, su cui tu stesso hai lungamente e continuamente ironizzato manifesta ancora una volta la tua mala fede e l'intenzione di svilire in qualunque modo l'attività della tfa.

Prima si dileggiava ed ironizzava sul ricorso allo ICSID...adesso si passa ad insinuare che la tfa lavori per la speculazione.

Tutto questo ad opera di individuo che ha evidenti interessi economici legati alle cause a NY e a cui il PATROCINIO GRATUITO della tfa procura un immenso fastidio.

Non credo che nessuna avrà nulla da ridire se esisteranno vincoli (o divieti) alla accettazione della delega, o se magari verrà richiesta una quota a chi ha acquistato dopo una certa data per poter partecipare al ricorso allo ICSID.

E' risibile comunque affermare che la tfa rischi di impiegare risorse nella difesa di speculatori, quando questa è la classica arma mediatica (vergognosa) che utilizza la propaganda argentina.

Non è superfluo ricordare che le attuali azioni legali a NY sono condotte da fondi speculativi.
Ovviamente nessun creditore si sognerebbe di instaurare una polemica per questo.

Non capisco perchè si vuole distogliere l'attenzione dalle reali problematiche e farne una inutile polemica personale contro alcuni precisi soggetti che frequentano questo forum che hanno comprato post-default.

Quello che importa è che la tfa vada avanti nella strada preannunciata, smentendo clamorosamente le centinaia di post di cui hai riempito i thread argentini.

CAUSE GRATIS PER TUTTI (o quasi)!!! e con esecutività diretta in argentina

Non credo che nessuno, ma proprio nessuno dei creditori, abbia a dispiacersene, nè tantomeno io od altri che non parteciperanno....se non coloro che avevano da guadagnarci sopra.




 
Ultima modifica:
intanto l'argentina con una parte delle sue riserve potrebbe tacitare tutti i creditori.
poi facendo una politica fiscale meno populistica e piu' realistica potrebbe applicare e raggiungere quei parametri che esige il FMI.
se l'argentina lo facesse. probabilmente il FMI le darebbe una mano come ha fatto con Brasile e Turchia.
solamente che Kirchner ha sempre detto..
esiste vita anche senza il FMI ed e' una bella vita..
in ballo ci sono dei principi economici che dovrebbero essere granitici
chi ha debiti.. li deve onorare.. e le condizioni le pone il creditore.. non il debitore.
adesso si sono accorti che i Bonds legati all'inflazione potrebbero diventare troppo cari..
insomma. l'economia non la possono fare i dilettanti ed i dittatori
ne conosciamo gia' uno che sosteneva..
molti nemici molto onore..
Kirchner mi pare sulla stessa strada.
 
Chagans ha scritto:
Tutto questo ad opera di individuo che ha evidenti interessi economici legati alle cause a NY e a cui il PATROCINIO GRATUITO della tfa procura un immenso fastidio.

Ho esternato il mio pensiero al Dott. Stock (che gia' conosce) non ho personalizzato con nessuno.

Se tu ti risenti di questo intervento ....vuol dire che sei stato colto nel vivo.

Stock non e' alternativo alle cause a NY dove per altro non me ne frega niente di allargare la schiera.

Sei sei bravo come speculatore....non ti curare le ferite con Stock, lui deve pensare ai risparmiatori.
 
poprad ha scritto:
intanto l'argentina con una parte delle sue riserve potrebbe tacitare tutti i creditori.
.



io mi TACITEREI benissimo con una fazenda con tanto di mucche e pascoli!

o, se proprio vogliono strafare, anche un pozzettino di petrolio in patagonia mi andrebbe bene! :-)



lot
 
claudio123 ha scritto:
Ho esternato il mio pensiero al Dott. Stock (che gia' conosce) non ho personalizzato con nessuno.

Se tu ti risenti di questo intervento ....vuol dire che sei stato colto nel vivo.

Stock non e' alternativo alle cause a NY dove per altro non me ne frega niente di allargare la schiera.

Sei sei bravo come speculatore....non ti curare le ferite con Stock, lui deve pensare ai risparmiatori.

Evidentemente hai seri problemi di comprendonio.

Come ti ho già ripetuto più volte..

Chagans ha scritto:
Non credo che nessuno, ma proprio nessuno dei creditori, abbia a dispiacersene, nè tantomeno io od altri che non parteciperanno....se non coloro che avevano da guadagnarci sopra.

Chagans ha scritto:
Non credo che nessuna avrà nulla da ridire se esisteranno vincoli (o divieti) alla accettazione della delega, o se magari verrà richiesta una quota a chi ha acquistato dopo una certa data per poter partecipare al ricorso allo ICSID.


Chagans ha scritto:
Come un bel chissenefrega (a livello puramente di interessi privati) è rivolto alla iniziativa della tfa in quanto, nel mio caso specifico, non mi interessa al momento partecipare ad alcuna azione legale.


Dopo aver passato dei mesi a dileggiare l'iniziativa della tfa mettendone in dubbio persino l'esistenza, adesso che pare imminente la raccolta delle deleghe, invece di stare zitto ed incassare la figuraccia che hai fatto, ti premuri di alzare una nuova polemica fine a se stessa.

Un grazie di cuore.
Sei estremamente indispensabile nella tua ripetuta monotonia ossessiva.
 
Ultima modifica:
sto per vomitare..

spero solo che nessuno dei presenti in questo thread sia genitore
 
Qualche buon segnale dal FT

Da Financial Times
Argentina's duty
Published: April 29 2005 03:00 | Last updated: April 29 2005 03:00

A truce of sorts is holding between Argentina and the International Monetary Fund, for now at least. Following meetings in Washington last month there is talk of a new IMF programme later this year. But much could go wrong between now and then. Feelings are still raw. There are many obstacles to a new programme. The core dispute remains: what to do with the creditors who refused to sign up to Argentina's brutal debt restructuring deal?

The holdouts hold debt worth $25bn (£13bn) on paper, including interest. Many would tender if the deal was reopened. This would be in Argentina's interest. But Nestor Kirchner, Argentina's president, refuses. He says that as far as Argentina is concerned this debt no longer exists. Mr Kirchner warns that if the IMF made reopening the deal a condition of a new programme, Argentina could default on the $13bn it owes the fund as well.
The IMF must shrug off such blackmail. It is in a difficult position due to past policy mistakes. But it is not helpless. If Argentina did default on its multilateral debt it would lose access to World Bank and Inter-American Development Bank credits and many sources of private finance - and risk a broader clash with the entire membership of the IMF.
This is not to propose that the IMF act as a debt-collection agency for the holdout creditors. They took the risk of lending to a serial defaulter with sovereign rights. The IMF's responsibility is to the international financial system as a whole. But there are system interests at stake here. The smooth flow of capital to emerging markets via the bond market relies, in the absence of a global bankruptcy authority, on certain norms, including orderly conduct and negotiation in good faith.
Argentina flouted all these norms. If it can then ignore holdouts with impunity, the incentive for other sovereign defaulters to negotiate in good faith in the future diminishes dramatically. This should push up the cost of borrowing for all emerging markets and reduce the flow of credit. A sharp reminder that sovereigns are sovereign and dollar loans are risky might be a very good thing. But this could impose serious costs on borrowers with existing big debts.
If Argentina wants to impose the law of the jungle, it is within its rights to do so. But it cannot expect the IMF to endorse and subsidise this course by rolling over part of its debt. There are other conditions the fund must insist upon: including structural reform and multi-year primary surplus targets. But a genuine effort to settle with the holdouts must top the list. The original offer need not be reopened. However, the new offer must be broadly comparable, with only a token penalty to preserve the incentive to tender. Were he so minded, Mr Kirchner could treat this as in keeping with his pledge. He might even be savvy enough to stop depicting full settlement as a defeat, and start selling it as the completion of a political triumph.
 
Ho parlato con la TFA mi hanno detto di mandargli un fax con il post.....con la richiesta dei requisiti......

Sulla questione CIADI non dico niente se no...apriti cielo.

Comunque ognuno e' libero di telefonare.
 
Indietro