Pareggio di bilancio in Costituzione: ddl applicativo su un binario morto

  • Ecco la 72° Edizione del settimanale "Le opportunità di Borsa" dedicato ai consulenti finanziari ed esperti di borsa.

    È stata un’ottava ricca di spunti per i mercati, dapprima con l’esito delle elezioni europee, poi con i dati americani incoraggianti sull’inflazione e la riunione della Fed. L’esito delle urne ha mostrato uno spostamento verso destra del Parlamento europeo, con l’avanzata dei partiti nazionalisti più euroscettici a scapito di liberali e verdi. In Francia, il presidente Macron ha indetto il voto anticipato dopo la vittoria di Le Pen e in Germania i socialdemocratici del cancelliere tedesco Olaf Scholz hanno subito una disfatta record. L’azionario europeo ha scontato molto queste incertezze legate al rischio politico in Francia. Oltreoceano, i principali indici di Wall Street hanno raggiunto nuovi record dopo che mercoledì sera, la Fed ha mantenuto invariati i tassi nel range 5,25-5,50%. I dot plot, le proiezioni dei funzionari sul costo del denaro, stimano ora una sola riduzione quest’anno rispetto a tre previste a marzo. Lo stesso giorno è stato diffuso il report sull’inflazione di maggio, che ha mostrato un rallentamento al 3,3% e un dato core al 3,4%, meglio delle attese.
    Per continuare a leggere visita il link

ceck78

Omnis homo mendax
Registrato
18/5/05
Messaggi
26.850
Punti reazioni
1.177
Non verranno completati gli impegni applicativi dell'Italia presi con il Fiscal compact

La legge di applicazione del pareggio di Bilancio in Costituzione, ora in aula alla Camera, non sarà approvata dal Senato. Lo ha stabilito la Conferenza dei capigruppo di Palazzo Madama. La legge completava gli impegni dell'Italia presi con il Fiscal compact.

BINARIO MORTO - «La chiusura anticipata della legislatura - ha detto D'Alia (capogruppo Udc al Senato)- lascia sul campo diverse leggi, come la delega fiscale, le pene alternative al carcere, l'attuazione del pareggio di bilancio in costituzione e forse il decreto sulle infrazioni». Anna Finocchiaro (capogruppo Senato del Pd) ha spiegato che il ddl di attuazione della riforma dell'articolo 81 della Costituzione è destinato a morire «perchè il testo licenziato dalla Camera ha una impostazione diversa da quella presentata in Senato».

LEGGE DI STABILITA' - L'unica legge che rischia di essere approvata a fine legislatura e la legge di stabilità che arriverà in aula al Senato lunedì 17 per essere approvata nella stessa giornata (con votazioni sia la mattina che il pomeriggio) e poi passare alla Camera per l'approvazione definitiva. È quanto ha deciso la capigruppo di Palazzo Madama. «Lunedì- spiega la presidente dei senatori Pd, Anna Finocchiaro- in aula avremo la legge si stabilità e chiuderemo in giornata. Martedì 18 ci dedicheremo invece alla nota di variazione di martedì che richiede molte ore».

Redazione Online
Pareggio di bilancio in Costituzione: ddl applicativo su un binario morto - Corriere.it
 
bene..eravamo stati gli ultimi ***** in europa con il cerino in mano del pareggio di bilancio. manco la Germania lo mette in costituzione.
Buona notizia...certo che Monti manco questo è stato capace di fare..stikapz!

Da quando in qua la Costituzione la modifica il governo?
 
Indietro