Pianificazione finanziaria portafoglio sedicenne

Nascio

Nuovo Utente
Registrato
30/10/22
Messaggi
189
Punti reazioni
14
Salve, vi spiego brevemente: mio fratello di 16 anni sta per ricevere un'eredità di 100k, e vorrebbe poter cominciare ad avere una piccola indipendenza economica, ovvero vorrebbe potersi pagare qualche uscita con gli amici, la benzina del motorino, il barbiere e cose così...
Niente di estremo quindi, tutto il resto (bollette, cibo, eccetera) resterebbe a carico dei genitori.

Ora, facendo due conti, a lui andrebbero bene 200 euro al mese.
Quindi avevo pensato di fargli una roba del genere: 50k in azioni italiane da dividendo diversificate nei vari settori (da cui uscirebbero i 200 euro netti mensili), e gli altri 50k in VWCE (per la crescita del capitale).

Cosa ve ne pare come idea? Secondo voi potrebbero esserci strategie migliori?
PS: gli ho già spiegato il rischio mercato azionario e lui non ha nessun problema a vedere le quotazioni calare anche di molto.

Detto questo (e ammesso che condividiate la strategia), avrei individuato le seguenti azioni (ho scelto i criteri del buon/alto dividendo e la diversificazione settoriale all'interno dell'economia italiana):

Assicurazioni generali/Unipolsai
Intesa Sanpaolo
Stellantis
Eni
Azimut/Banca Generali
A2A
Enel
Hera
Snam

In più avevo adocchiato due aziende più piccole per un extra rendimento: IGD SIIQ e Unieuro.

Voi cosa ne pensate? Ogni consiglio è iper gradito
 

Manu1972

Nuovo Utente
Registrato
4/11/18
Messaggi
3.331
Punti reazioni
306
5k contanti in conto corrente
10k VHYL
85k VWCE
 

totuccio2

Nuovo Utente
Registrato
9/7/10
Messaggi
6.637
Punti reazioni
186
i minori non possono fare cosa vogliono.
Sara' il giudice tutelare a stabilire il tipo di investimento
 

Nascio

Nuovo Utente
Registrato
30/10/22
Messaggi
189
Punti reazioni
14
Sono arrivato a 50k azioni Italiane = 200 euro netti mensili. Che calcoli hai fatto?
Be', il calcolo classico. 200 euro mensili netti si tirano fuori da un capitale di 50k se il rendimento è di 6,5% lordo. Le azioni italiane ad oggi si aggirano più o meno su quei rendimenti...
Secondo te è un rendimento troppo alto? Vogliamo fare 6%?

Che te ne pare comunque come strategia?
 

Nascio

Nuovo Utente
Registrato
30/10/22
Messaggi
189
Punti reazioni
14
5k contanti in conto corrente
10k VHYL
85k VWCE
Ti ringrazio.
Il problema di questa pianificazione è che i 5k finiscono a un certo punto. E con i dividendi dell'ETF non si arriva a 200 euro/mese.
Cosa faresti, quindi, una volta esauriti i 5k?
 

Long Player Special

So pure so cold
Registrato
11/12/21
Messaggi
1.685
Punti reazioni
134
Be', il calcolo classico. 200 euro mensili netti si tirano fuori da un capitale di 50k se il rendimento è di 6,5% lordo. Le azioni italiane ad oggi si aggirano più o meno su quei rendimenti...
Secondo te è un rendimento troppo alto? Vogliamo fare 6%?

Che te ne pare comunque come strategia?
Devi fare delle comparazioni, di Italiane che danno dividendi ho solo ENI, presa non tanto in ragione dei dividendi ma per altre valutazioni. Se ti sposti sull'azionario USA che conosco meglio, puoi fare un confronto su un paniere di azioni e quindi uno o più ETF che distribuiscono dividendi rispetto ad un S&P500. Viene fuori che dividendi inclusi S&P rende meglio. Va anche valutato se tuo fratello ha necessità di ricevere delle entrate oppure se può andare ad accumulo. Comunque tornando al progetto iniziale, se vuoi andare di dividendi e non si cura dell'andamento azionario, la restante metà mettila a leva magari con un PAC.
 

bow

Nuovo Utente
Registrato
24/10/12
Messaggi
3.051
Punti reazioni
664
Salve, vi spiego brevemente: mio fratello di 16 anni sta per ricevere un'eredità di 100k, e vorrebbe poter cominciare ad avere una piccola indipendenza economica, ovvero vorrebbe potersi pagare qualche uscita con gli amici, la benzina del motorino, il barbiere e cose così...
Niente di estremo quindi, tutto il resto (bollette, cibo, eccetera) resterebbe a carico dei genitori.

Ora, facendo due conti, a lui andrebbero bene 200 euro al mese.
Quindi avevo pensato di fargli una roba del genere: 50k in azioni italiane da dividendo diversificate nei vari settori (da cui uscirebbero i 200 euro netti mensili), e gli altri 50k in VWCE (per la crescita del capitale).

Cosa ve ne pare come idea? Secondo voi potrebbero esserci strategie migliori?
PS: gli ho già spiegato il rischio mercato azionario e lui non ha nessun problema a vedere le quotazioni calare anche di molto.

Detto questo (e ammesso che condividiate la strategia), avrei individuato le seguenti azioni (ho scelto i criteri del buon/alto dividendo e la diversificazione settoriale all'interno dell'economia italiana):

Assicurazioni generali/Unipolsai
Intesa Sanpaolo
Stellantis
Eni
Azimut/Banca Generali
A2A
Enel
Hera
Snam

In più avevo adocchiato due aziende più piccole per un extra rendimento: IGD SIIQ e Unieuro.

Voi cosa ne pensate? Ogni consiglio è iper gradito

Estremamente rischioso, sei sicuro che se poi attraversiamo un paio d'anni di mercati molto negativi e lui vede ridursi questa eredità del 30-50% non andate verso una crisi?
In generale il mercato azionario italiano è molto più debole di quello globale, c'è un elevato "rischio specifico".

Pur concordando (e spiegando bene le conseguenze) un'allocazione molto azionaria in obiettivo di una forte crescita di lungo termine forse ti conviene puntare su strumenti più diversificati, o dedicare una fetta minore alle azioni italiane da dividendo.

Ti faccio alcuni esempi per capire, e per darti spunti per approfondire o valutare altre idee:

- Un titolo sovranazionale europeo scadenza 2032 (quando tuo fratello avrebbe 26 anni) oggi quota 104 (viene rimborsato a 100) con cedola del 3,375% annua (es. titolo EU000A1G1Q17). Questo rappresenta la massima sicurezza del capitale a scadenza e della distribuzione 'fissa' e magari non è impossibile che torni a 100 (alla pari con il prezzo di rimborso) dopo i prossimi rialzi dei tassi pianificati.

- Un ETF che investe in obbligazioni dei paesi emergenti e che paga cedole tutti i mesi (es. IE00B9M6RS56) paga oggi circa il 5,26% l'anno di dividendo.

- Una versione del VWCE che investe solo nella metà delle azioni italiane a più alto dividendo (es. IE00B8GKDB10) paga oggi circa 3,75% l'anno di dividendo.

- VWCE sta sul 2% circa di dividendo

- Ipotizziamo che il tuo paniere di azioni italiane paghi 4% l'anno di dividendo.

20% sovranazionale europeo 2032 al 3,375% preso a 100 = 550 euro l'anno nette
15% obbligazionario paesi emergenti con copertura valutaria = 615 euro l'anno nette
15% azioni italiane al 4% di dividendo = 415 euro l'anno nette
30% azionario all world high dividend = 770 euro l'anno nette
20% di VWCE = 260 euro l'anno nette

In tutto = 2610 euro l'anno nette , 217 euro al mese prelevabili (ho già incluso l'imposta di bollo e tutte le tasse)

Questo non è un suggerimento di portafoglio (un portafoglio così è molto aggressivo e le oscillazioni del 20% del valore potrebbero di routine), però una spiegazione di cosa è la diversificazione e ha senso ragionare, investendo anche in asset (es. sovranazionale, bond emergenti ed azionario) tendenzialmente decorrelati (quest'anno sarebbero andati male tutti e tre però!).
 

totuccio2

Nuovo Utente
Registrato
9/7/10
Messaggi
6.637
Punti reazioni
186
Rimane da capire come puoi agire su un eredità che non è tua essendo il titolare minire
 

Nascio

Nuovo Utente
Registrato
30/10/22
Messaggi
189
Punti reazioni
14
Devi fare delle comparazioni, di Italiane che danno dividendi ho solo ENI, presa non tanto in ragione dei dividendi ma per altre valutazioni. Se ti sposti sull'azionario USA che conosco meglio, puoi fare un confronto su un paniere di azioni e quindi uno o più ETF che distribuiscono dividendi rispetto ad un S&P500. Viene fuori che dividendi inclusi S&P rende meglio. Va anche valutato se tuo fratello ha necessità di ricevere delle entrate oppure se può andare ad accumulo. Comunque tornando al progetto iniziale, se vuoi andare di dividendi e non si cura dell'andamento azionario, la restante metà mettila a leva magari con un PAC.
Ok, grazie. Mio fratello vuole sui 200 euro mensili di rendita media.
Sul mercato americano (per quanto riguarda i dividendi) c'è la doppia tassazione, per questo l'ho escluso a priori.
Inoltre pure un ETF americano con tassazione al 26% distribuisce dividendi con rendimento molto minore, e quindi ci vorrebbero ben più di 50k.

Insomma, mi sono orientato su azioni italiane per questi motivi. Gli altri 50k mio fratello vuole metterli in VWCE per il futuro, quindi non vuole superare i 50k con gli strumenti da dividendo.

Ecco perché l'idea di comprare 5-6 azioni singole italiane che coprano un po' tutti i settori: assicurativo, bancario, energia, automobili, servizi pubblici...
 

Nascio

Nuovo Utente
Registrato
30/10/22
Messaggi
189
Punti reazioni
14
Estremamente rischioso, sei sicuro che se poi attraversiamo un paio d'anni di mercati molto negativi e lui vede ridursi questa eredità del 30-50% non andate verso una crisi?
In generale il mercato azionario italiano è molto più debole di quello globale, c'è un elevato "rischio specifico".

Pur concordando (e spiegando bene le conseguenze) un'allocazione molto azionaria in obiettivo di una forte crescita di lungo termine forse ti conviene puntare su strumenti più diversificati, o dedicare una fetta minore alle azioni italiane da dividendo.

Ti faccio alcuni esempi per capire, e per darti spunti per approfondire o valutare altre idee:

- Un titolo sovranazionale europeo scadenza 2032 (quando tuo fratello avrebbe 26 anni) oggi quota 104 (viene rimborsato a 100) con cedola del 3,375% annua (es. titolo EU000A1G1Q17). Questo rappresenta la massima sicurezza del capitale a scadenza e della distribuzione 'fissa' e magari non è impossibile che torni a 100 (alla pari con il prezzo di rimborso) dopo i prossimi rialzi dei tassi pianificati.

- Un ETF che investe in obbligazioni dei paesi emergenti e che paga cedole tutti i mesi (es. IE00B9M6RS56) paga oggi circa il 5,26% l'anno di dividendo.

- Una versione del VWCE che investe solo nella metà delle azioni italiane a più alto dividendo (es. IE00B8GKDB10) paga oggi circa 3,75% l'anno di dividendo.

- VWCE sta sul 2% circa di dividendo

- Ipotizziamo che il tuo paniere di azioni italiane paghi 4% l'anno di dividendo.

20% sovranazionale europeo 2032 al 3,375% preso a 100 = 550 euro l'anno nette
15% obbligazionario paesi emergenti con copertura valutaria = 615 euro l'anno nette
15% azioni italiane al 4% di dividendo = 415 euro l'anno nette
30% azionario all world high dividend = 770 euro l'anno nette
20% di VWCE = 260 euro l'anno nette

In tutto = 2610 euro l'anno nette , 217 euro al mese prelevabili (ho già incluso l'imposta di bollo e tutte le tasse)

Questo non è un suggerimento di portafoglio (un portafoglio così è molto aggressivo e le oscillazioni del 20% del valore potrebbero di routine), però una spiegazione di cosa è la diversificazione e ha senso ragionare, investendo anche in asset (es. sovranazionale, bond emergenti ed azionario) tendenzialmente decorrelati (quest'anno sarebbero andati male tutti e tre però!).
Grazie! Mi hai fatto davvero un ottimo quadro! Adesso appena ho un po' di tempo mi studio bene la tua risposta e gli strumenti finanziari 😀
 

totuccio2

Nuovo Utente
Registrato
9/7/10
Messaggi
6.637
Punti reazioni
186
Ok, grazie. Mio fratello vuole sui 200 euro mensili di rendita media.
Sul mercato americano (per quanto riguarda i dividendi) c'è la doppia tassazione, per questo l'ho escluso a priori.
Inoltre pure un ETF americano con tassazione al 26% distribuisce dividendi con rendimento molto minore, e quindi ci vorrebbero ben più di 50k.

Insomma, mi sono orientato su azioni italiane per questi motivi. Gli altri 50k mio fratello vuole metterli in VWCE per il futuro, quindi non vuole superare i 50k con gli strumenti da dividendo.

Ecco perché l'idea di comprare 5-6 azioni singole italiane che coprano un po' tutti i settori: assicurativo, bancario, energia, automobili, servizi pubblici...
Ma il giudice che ne pensa?
 

Manu1972

Nuovo Utente
Registrato
4/11/18
Messaggi
3.331
Punti reazioni
306
Ti ringrazio.
Il problema di questa pianificazione è che i 5k finiscono a un certo punto. E con i dividendi dell'ETF non si arriva a 200 euro/mese.
Cosa faresti, quindi, una volta esauriti i 5k?
prende i dividendi del VHYL e comincia anche a lavorare prima o poi
 

Swissair

Nuovo Utente
Registrato
14/9/22
Messaggi
617
Punti reazioni
20
Estremamente rischioso, sei sicuro che se poi attraversiamo un paio d'anni di mercati molto negativi e lui vede ridursi questa eredità del 30-50% non andate verso una crisi?
In generale il mercato azionario italiano è molto più debole di quello globale, c'è un elevato "rischio specifico".

Pur concordando (e spiegando bene le conseguenze) un'allocazione molto azionaria in obiettivo di una forte crescita di lungo termine forse ti conviene puntare su strumenti più diversificati, o dedicare una fetta minore alle azioni italiane da dividendo.

Ti faccio alcuni esempi per capire, e per darti spunti per approfondire o valutare altre idee:

- Un titolo sovranazionale europeo scadenza 2032 (quando tuo fratello avrebbe 26 anni) oggi quota 104 (viene rimborsato a 100) con cedola del 3,375% annua (es. titolo EU000A1G1Q17). Questo rappresenta la massima sicurezza del capitale a scadenza e della distribuzione 'fissa' e magari non è impossibile che torni a 100 (alla pari con il prezzo di rimborso) dopo i prossimi rialzi dei tassi pianificati.

- Un ETF che investe in obbligazioni dei paesi emergenti e che paga cedole tutti i mesi (es. IE00B9M6RS56) paga oggi circa il 5,26% l'anno di dividendo.

- Una versione del VWCE che investe solo nella metà delle azioni italiane a più alto dividendo (es. IE00B8GKDB10) paga oggi circa 3,75% l'anno di dividendo.

- VWCE sta sul 2% circa di dividendo

- Ipotizziamo che il tuo paniere di azioni italiane paghi 4% l'anno di dividendo.

20% sovranazionale europeo 2032 al 3,375% preso a 100 = 550 euro l'anno nette
15% obbligazionario paesi emergenti con copertura valutaria = 615 euro l'anno nette
15% azioni italiane al 4% di dividendo = 415 euro l'anno nette
30% azionario all world high dividend = 770 euro l'anno nette
20% di VWCE = 260 euro l'anno nette

In tutto = 2610 euro l'anno nette , 217 euro al mese prelevabili (ho già incluso l'imposta di bollo e tutte le tasse)

Questo non è un suggerimento di portafoglio (un portafoglio così è molto aggressivo e le oscillazioni del 20% del valore potrebbero di routine), però una spiegazione di cosa è la diversificazione e ha senso ragionare, investendo anche in asset (es. sovranazionale, bond emergenti ed azionario) tendenzialmente decorrelati (quest'anno sarebbero andati male tutti e tre però!).
scusa ma il sovrannazionale mi sembra che quota 108 o sbaglio?
 

bow

Nuovo Utente
Registrato
24/10/12
Messaggi
3.051
Punti reazioni
664
scusa ma il sovrannazionale mi sembra che quota 108 o sbaglio?
Ah, vero caspita... 108. Comunque io ne presi a 100 non molto tempo fa, bisogna monitorare, era per fare un esempio.
Nel caso c'è anche questo: EU000A1G30R0
 

Linusale

Nuovo Utente
Registrato
3/1/22
Messaggi
359
Punti reazioni
134
Senza voler dare consigli finanziari, non sarei in grado. Solo commenti da profano.

ll tema diversificazione è stato già sollevato e credo siano quasi tutti allineati sul fatto che il 50% del ptf su azioni italiane metta un pochino i brividi. Non è una questione di sopportare periodi in rosso, ma di non rientrare dall'investimento. Il mercato italiano è ahimè decotto.
Hai guardato le performance degli ultimi 20 anni delle azioni italiane selezionate? O anche l'indice FTSE MIB, mette tristezza 😭

Peraltro, come ovvio, non vi è certezza che quelle azioni distribuiscano per sempre dividendi.
 

Berserk85

Sono un essere perfetto, fiero di ogni mio difetto
Registrato
12/12/19
Messaggi
4.244
Punti reazioni
304
Quando leggo che un sedicenne vuole investire metà del suo patrimonio nel mib "perché da buoni dividendi" capisco che non cambieremo mai e siamo destinati a fare una brutta fine
 

Swissair

Nuovo Utente
Registrato
14/9/22
Messaggi
617
Punti reazioni
20
Ah, vero caspita... 108. Comunque io ne presi a 100 non molto tempo fa, bisogna monitorare, era per fare un esempio.
Nel caso c'è anche questo: EU000A1G30R0
Che rating ha? Si paga sempre 12,5 sulle cedole? Vedo data ultimo scambio aprile 2022 , questa EU000A1G30R0
 
Ultima modifica:

bomba84

Kansei Dorifto
Registrato
4/1/14
Messaggi
22.396
Punti reazioni
1.351
Quando leggo che un sedicenne vuole investire metà del suo patrimonio nel mib "perché da buoni dividendi" capisco che non cambieremo mai e siamo destinati a fare una brutta fine

infatti comprendo poco anche io come un sedicenne del mondo di oggi con internet che lo connette a qualsiasi tipo di informazione anzichè investire in azioni del mibbbeeeee non investa in Microsoft (Xbox), Sony (Playstation), meta (facebook), apple (iphone), google .. insomma in tutte quelle cose che lo circondano quotidianamente e rappresentano storie di successo...
1670087282056-png.2862242


però è anche vero che a 16 anni si pensa molto a consumare i prodotti per divertirsi e fare impressione sulle ragazze e poco ad investire.. ma è anche per questo che forum come questo servono a qualcosa e se il sedicenne passerà qualche ora a leggere qualche tred magari molla il mibbone e si compra il s&p 500 o il nasdaq e dà un corso diverso al suo futuro di investitore
1670087282056-png.2862242


io a 16 anni ero completamente perso in tutt'altro ed era pure un'altra epoca ma se ci fosse la macchina del tempo
1670087282056-png.2862242