SPREMITURA dei clienti

iseran

Nuovo Utente
Registrato
22/8/02
Messaggi
171
Punti reazioni
8
Ma le banche hanno ancora un po' di credibilita', sia in tema di prestiti che di investimenti? Piu' o meno tutti gli istituti hanno attuato sistemi di monitoraggio dell'operato degli impiegati, che sono loro malgrado lo strumento per SPREMERE i clienti, proponendo fidi o investimenti con l'unica oculatezza del budget del momento... E' possibile dare retta ai consigli di chi ha come maggior preoccupazione quella di convertire una certa percentuale 30-50-70 % di una scadenza BOT in fondi o unit linked? Specialmente quando questa azione si rivela di massa e quindi attuata indiscriminatamente, indipendentemente dalle necessita' del singolo cliente???:mad: :mad:
Sara' ormai una cruda realta', ma e' proprio triste pensare ad un rapporto banca-cliente nel quale l'aspetto predominante sia il raggiungimento del budget, l'incremento di margini e commissioni in barba... agli interessi e alle esigenze di un cliente...:rolleyes: :rolleyes: :rolleyes:
 

sgnuff

Nuovo Utente
Registrato
20/5/02
Messaggi
6
Punti reazioni
0
Scritto da iseran
Ma le banche ... agli interessi e alle esigenze di un cliente...:rolleyes: :rolleyes: :rolleyes:


e perche', negli altri settori non funziona allo stesso modo???!!!...

se vai ad acquistare qualcosa e non sei preparato, stai
sicuro che ti vendono quello che han voglia...

a me han venduto, perche' non me ne intendevo, una
macchina che dopo due mesi è uscita di produzione...

l'ignoranza (del cliente) è la fortuna del venditore!!!
 

marcotrader

Nuovo Utente
Registrato
23/11/01
Messaggi
237
Punti reazioni
2
Scritto da iseran
Ma le banche hanno ancora un po' di credibilita', sia in tema di prestiti che di investimenti? Piu' o meno tutti gli istituti hanno attuato sistemi di monitoraggio dell'operato degli impiegati, che sono loro malgrado lo strumento per SPREMERE i clienti, proponendo fidi o investimenti con l'unica oculatezza del budget del momento... E' possibile dare retta ai consigli di chi ha come maggior preoccupazione quella di convertire una certa percentuale 30-50-70 % di una scadenza BOT in fondi o unit linked? Specialmente quando questa azione si rivela di massa e quindi attuata indiscriminatamente, indipendentemente dalle necessita' del singolo cliente???:mad: :mad:
Sara' ormai una cruda realta', ma e' proprio triste pensare ad un rapporto banca-cliente nel quale l'aspetto predominante sia il raggiungimento del budget, l'incremento di margini e commissioni in barba... agli interessi e alle esigenze di un cliente...:rolleyes: :rolleyes: :rolleyes:

Il concetto però è: saresti disposto a pagare di più per avere un rapporto banca-cliente come lo vorresti?
In genere si dà per scontato che la banca segua gli interesse ed esigenze di un cliente e quindi si valutano le offerte sulla carta. Chi offrisse un prodotto/servizio uguale agli altri sulla carta, ad un prezzo decisamente superiore molto probabilmente non avrebbe clienti.

E pensare che un rapporto corretto banca-cliente dovrebbe essere la norma rappresenta solo un ideale. Purtroppo però, perchè dovrebbe veramente essere la norma.

Ma se si parte dall'idea che è solo un ideale allora si riesce a porsi in maniera diversa nei confronti della Qualità. Ed a darle il giusto valore.

ciao,
Marco (oggi in modalità pensieri in libertà)
 

Voltaire

Gennarino Fan's Club
Registrato
25/3/00
Messaggi
13.117
Punti reazioni
454
Dalle tue considerazioni parte il discorso sulla consulenza indipendente, pagata direttamente dal cliente al consulente, che ha come unico riferimento il cliente e che quindi evita prodotti inutili e costosi.
 

eu66

Nuovo Utente
Registrato
13/7/02
Messaggi
20
Punti reazioni
0
Scritto da Voltaire
Dalle tue considerazioni parte il discorso sulla consulenza indipendente, pagata direttamente dal cliente al consulente, che ha come unico riferimento il cliente e che quindi evita prodotti inutili e costosi.

:D :mad: :D

MA DIMMI VOLTAIRE ESISTE VERAMENTE UNA CONSULENZA INDIPENDENTE???

E QUANTI CLIENTI PREFERISCONO PAGARE UNA CONSULENZA INDIPENDENTE CHE MAGARI NON PROMETTE MIRACOLI E DA RENDIMENTI ALLINEATI A QUELLA DEI BCHMK

CON STIMA

CIAO
 

oldnat

Nuovo Utente
Registrato
24/2/02
Messaggi
212
Punti reazioni
30
anche a pensare nel modo piu positivo possibile, mi diventa difficile immaginare un consulente finanziario che offre prodotti nel pieno ed unico interesse del cliente.

dico questo perchè, parlando in generale, quando si vendono prodotti di societa diverse, trovi sempre qualcuno che ti offre una
provvigione piu elevata di altri se proponi il suo catalogo.
e poichè l''indole umana porta a ricercare nel lavoro sempre il maggior guadagno, a parita' di prodotto, o quasi, ti lasci indurre a
consigliare il cliente in un modo che si determini il reciproco tornacconto.
parlo ovviamente in senso generale, poi si puo sempre trovare la mosca bianca.

di sicuro nel 1999 e nel 2000 chi proponeva prodotti o linee piu prudenti o di copertura veniva preso per incompetente e passava per il pi..stola della compagnia, mentre chi si lanciava su linee a rischio era il bravo da presentare a parenti ed amici.

ragazzi, quando si parla di soldi, è sempre un casino..
 

Voltaire

Gennarino Fan's Club
Registrato
25/3/00
Messaggi
13.117
Punti reazioni
454
Il consulente indipendente non ha legami con nessuno (non deve essere confuso col venditore multi-marchio).

Attività appena agli inizi, in Italia, ma a mio modo di vedere la richiesta c'è, ed anzi manca adeguata offerta, dal punto di vista della qualità.
 

marcotrader

Nuovo Utente
Registrato
23/11/01
Messaggi
237
Punti reazioni
2
Scritto da Voltaire
Il consulente indipendente non ha legami con nessuno (non deve essere confuso col venditore multi-marchio).

Attività appena agli inizi, in Italia, ma a mio modo di vedere la richiesta c'è, ed anzi manca adeguata offerta, dal punto di vista della qualità.

A questo proposito, mi ha contattato da poco una società di consulenza indipendente che sta aprendo la filiale in Italia. Dovrebbe essere presente in Europa, oltre ad essere quotata a Francoforte.

Si chiama AWD.
Io qualche piccola opinione me la sono fatta, ma sto ancora raccogliendo impressioni.
Voltaire tu sai niente?

Cmq, la tua visione è giusta. Già qualche broker si muove in questo senso e anche a me sarebbe piaciuto fare la stessa cosa. Proprio perchè la domanda c'è. Le reti di PF (che sulla carta sono consulenti finanziari) non hanno fatto felici molte persone in questi due anni di downtrend.

ciao,
Marco
 

raga

Unico 10
Registrato
29/10/99
Messaggi
6.039
Punti reazioni
361
Scritto da Voltaire
Il consulente indipendente non ha legami con nessuno (non deve essere confuso col venditore multi-marchio).

Attività appena agli inizi, in Italia, ma a mio modo di vedere la richiesta c'è, ed anzi manca adeguata offerta, dal punto di vista della qualità.

ciao Volt...... il discorso è interessante...... ne discutevo con alcuni amici, ma i pareri sono discordi........
cosa si deve (o si può) fare in questo momento per essere consulenti indipendenti????