Arriveremo a 2 (A)?

  • Due nuove obbligazioni Societe Generale, in Euro e in Dollaro USA

    Societe Generale porta sul segmento Bond-X (EuroTLX) di Borsa Italiana due obbligazioni, una in EUR e una in USD, a tasso fisso decrescente con durata massima di 15 anni e possibilità di rimborso anticipato annuale a discrezione dell’Emittente.

    Per continuare a leggere visita questo LINK
Nulla previsto di ufficiale...

22 February 2022
Board of Directors meeting on the preliminary consolidated results for 2021;

17 March 2022
Board of Directors meeting to approve the 2021 draft annual and consolidated financial statements;

28 April 2022 (possible second convening on 29 April 2022)
Ordinary Shareholders' Meeting to approve the 2021 financial statements

12 May 2022
Board of Directors meeting to approve the financial reporting at 31 March 2022;

29 July 2022
Board of Directors meeting to approve the half year financial report at 30 June 2022;

10 November 2022
Board of Directors meeting to approve the financial reporting at 30 September 2022.
 
A2A CONFERMATA PER IL SECONDO ANNO NEL BLOOMBERG GENDER-EQUALITY INDEX

Il Gruppo A2A è stato inserito per il secondo anno consecutivo nel Bloomberg Gender-Equality Index (GEI) 2022, l'indice che misura la performance delle aziende per equilibrio di genere, inclusione e trasparenza dei dati, e che comprende quest'anno 418 società di cui 20 italiane, provenienti da 45 Paesi e diversi settori. Cinque gli ambiti analizzati: leadership femminile e pipeline di talenti, parità di retribuzione e parità. retributiva di genere, cultura inclusiva, politiche anti-molestie sessuali e marchio pro-donne.

Mauro Ghilardi, Direttore People e Transformation di A2A, "Essere inseriti per secondo anno consecutivo nel Gender-Equality Index di Bloomberg conferma l'impegno del Gruppo sui temi della diversità di genere e dell'inclusione. Il nostro Piano Industriale prevede di raggiungere la piena parità di trattamento e opportunità entro il 2026 sia per le nuove assunzioni che per le colleghe già in azienda".

(TELEBORSA) 26-01-2022 20:29
 
...bucato 1.71 (vediamo se lo tiene fino alla chiusura... i volumi ci sono...). prossimi passi 1.74, 1.80, 1.86 e 1.94 e poi .... si da' una risposta al nome di questa nuova discussione...:p
 
Nulla previsto di ufficiale...

22 February 2022
Board of Directors meeting on the preliminary consolidated results for 2021;

17 March 2022
Board of Directors meeting to approve the 2021 draft annual and consolidated financial statements;

28 April 2022 (possible second convening on 29 April 2022)
Ordinary Shareholders' Meeting to approve the 2021 financial statements

12 May 2022
Board of Directors meeting to approve the financial reporting at 31 March 2022;

29 July 2022
Board of Directors meeting to approve the half year financial report at 30 June 2022;

10 November 2022
Board of Directors meeting to approve the financial reporting at 30 September 2022.

Io avevo in agenda la presentazione dell'aggiornamento del piano industriale il 28 gennaio...o sbaglio?
 
Milano, 22 gennaio 2022 – A2A informa che l’aggiornamento di Piano Industriale 2021-2030 del Gruppo verrà presentato alla comunità finanziaria, alla stampa e alle Associazioni Sindacali il 28 gennaio 2022.
 
Milano, 22 gennaio 2022 – A2A informa che l’aggiornamento di Piano Industriale 2021-2030 del Gruppo verrà presentato alla comunità finanziaria, alla stampa e alle Associazioni Sindacali il 28 gennaio 2022.

OK!
 
Calma che c'è posto per tutti
 
Tra poco ne faranno uno ogni 6 mesi (di piani decennali), poi ogni mese, ogni settimana per arrivare a tutti i giorni... :rolleyes: Ma che razza di piani sono :mmmm: e che affidabilità hanno? :angry:
 
Tra poco ne faranno uno ogni 6 mesi (di piani decennali), poi ogni mese, ogni settimana per arrivare a tutti i giorni... :rolleyes: Ma che razza di piani sono :mmmm: e che affidabilità hanno? :angry:

Se ci sono grosse novità in positivo, perché non aggiornarlo?? :p
 
A2A – Anticipa di 10 anni l' obiettivo di emissioni zero nel piano 2021-2030 aggiornato
28/01/2022 08:35 MKI
A2A ha aggiornato il piano industriale 2021-2030, correggendolo con obiettivi in crescita rispetto al precedente alla luce del 2021 oltre le aspettative.
Oggi il piano contempla:

18 miliardi di investimenti in 10 anni (+2 miliardi rispetto al piano precedente), di cui 7 per l' Economia Circolare e 11 per la Transizione Energetica;
circa il 90% degli investimenti in linea con gli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite (SDG) e circa il 70% allineati alla Tassonomia Europea;
Ebitda a circa 2,9 miliardi a fine piano, piu' che raddoppiato rispetto alla media degli ultimi anni;
utile netto in crescita del 9% medio annuo;
dividendi minimi attesi in crescita del 3% medio annuo;
raggiunti con 2 anni di anticipo i target di capacita' installata di generazione energia da
fonti rinnovabili;
riduzione del 49% del fattore emissivo di CO2 al 2030, rispetto al valore del 2017
(migliorando il target al 2030 approvato dalla Science Based Targets initiative);
anticipato al 2040 l' azzeramento delle emissioni dirette e indirette generate dal Gruppo;
ulteriori 4,5 milioni di tonnellate di rifiuti recuperati come materia o energia e sottratti
alla discarica rispetto al 2020;
in ulteriore aumento le assunzioni dirette rispetto al piano precedente: 7.000 nei dieci
anni di piano per un totale di 15.000 dipendenti fine 2030.


Buongiorno
 
A2A – Anticipa di 10 anni l' obiettivo di emissioni zero nel piano 2021-2030 aggiornato
28/01/2022 08:35 MKI
A2A ha aggiornato il piano industriale 2021-2030, correggendolo con obiettivi in crescita rispetto al precedente alla luce del 2021 oltre le aspettative.
Oggi il piano contempla:

18 miliardi di investimenti in 10 anni (+2 miliardi rispetto al piano precedente), di cui 7 per l' Economia Circolare e 11 per la Transizione Energetica;
circa il 90% degli investimenti in linea con gli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite (SDG) e circa il 70% allineati alla Tassonomia Europea;
Ebitda a circa 2,9 miliardi a fine piano, piu' che raddoppiato rispetto alla media degli ultimi anni;
utile netto in crescita del 9% medio annuo;
dividendi minimi attesi in crescita del 3% medio annuo;
raggiunti con 2 anni di anticipo i target di capacita' installata di generazione energia da
fonti rinnovabili;
riduzione del 49% del fattore emissivo di CO2 al 2030, rispetto al valore del 2017
(migliorando il target al 2030 approvato dalla Science Based Targets initiative);
anticipato al 2040 l' azzeramento delle emissioni dirette e indirette generate dal Gruppo;
ulteriori 4,5 milioni di tonnellate di rifiuti recuperati come materia o energia e sottratti
alla discarica rispetto al 2020;
in ulteriore aumento le assunzioni dirette rispetto al piano precedente: 7.000 nei dieci
anni di piano per un totale di 15.000 dipendenti fine 2030.


Buongiorno

Come diceva Pozzetto....

....elamadonna!!! :D
 
Noi vogliamo la newco con Ardian...quella può dare la spallata...mentre coi dividendi continua la politica del braccino corto:p
 
Difatti eccola:

DIVIDENDI
L’aggiornamento del Piano 2021-2030, nonostante l’incremento degli investimenti, conferma i target di distribuzione dei dividendi agli azionisti:
 Almeno 8,2 centesimi di euro per azione sull’utile del 2021
 Almeno 8,5 centesimi di euro per azione sull’utile del 2022
 Almeno 8,7 centesimi di euro per azione sull’utile del 2023
Per gli anni successivi, si conferma una crescita minima pari al 3% all’anno.
 
E questo è il report di MF:

A2A, 18 mld di investimenti in 10 anni (+2 mld). Confermati i dividendi

L'aggiornamento del piano 2021-2030 del gruppo stanzia 7 miliardi (+18%) per l'economia circolare e 11 miliardi (+15%) per la transizione energetica. Ebitda e utile netto visti raddoppiare a 2,9 miliardi e a 780 milioni tra dieci anni dagli 1,4 miliardi e 335 milioni del 2020. Invariati i target sulle cedole (crescita media del 3%)​

di Paola Valentini 28/01/2022 07:21

L'aggiornamento del piano strategico 2021-2030 di A2A approvato nella notte prevede una crescita in termini di ebitda ancora più ambiziosa di quanto indicato lo scorso anno, più che raddoppiata rispetto alla media degli ultimi anni, passando da circa 1,4 miliardi di euro del 2021 a circa 2,9 miliardi del 2030, con un aumento medio annuo 2020-2030 pari al 9%. L'ebitda della Business Unit Energia è atteso aumentare del 100%, passando da 600 milioni nel 2021 a circa 1,2 miliardi nel 2030, principalmente grazie al contributo della nuova capacità Fer (+3,9 GW rispetto al 2020) e all'incremento della base clienti (+150% clienti power e +25% clienti gas rispetto al 2021), anche a seguito del termine del mercato tutelato. Anche l'utile netto di gruppo, escluse le poste non ricorrenti, è destinato a crescere in modo consistente, passando dai 335 milioni del 2020 a circa 780 milioni nel 2030 (+9% crescita media annua).

La crescita della Business Unit Ambiente è trainata sia dalla realizzazione che dall'acquisizione di impianti di trattamento finalizzati alla chiusura del ciclo dei rifiuti, al potenziamento del recupero di materia e di energia. L'ebitda è atteso crescere da 0,3 miliardi di euro nel 2021 a 0,85 miliardi di euro nel 2030. Nella Business Unit Smart Infrastructures, infine, l'ebitda è in crescita da 0, 5 miliardi di euro del 2021 a 0,89 miliardi di euro del 2030.

Il gruppo presieduto da Marco Patuano punta a 18 miliardi di investimenti in 10 anni (+2 miliardi rispetto al piano precedente), di cui 7 per l'economia circolare e 11 per la transizione energetica. Il business plan rafforza con ulteriori due miliardi di investimenti, l'impegno verso la decarbonizzazione, in anticipo rispetto agli obiettivi previsti da COP26.

L'aggiornamento del Piano 2021-2030, nonostante l'incremento degli investimenti, conferma i target di distribuzione dei dividendi agli azionisti: almeno 8,2 centesimi per azione sull'utile del 2021, minimo 8,5 centesimi per azione sul 2022 e una base di 8,7 centesimi sul 2023 Per gli anni successivi, si conferma una crescita minima pari al 3% all'anno.

Circa il 90% degli investimenti è in linea con gli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite (Sdg) e attorno al 70% alla Tassonomia Europea. A2A ha deciso di anticipare di 10 anni l'obiettivo di emissioni zero. Entro il 2040 il gruppo raggiungerà la neutralità carbonica sulle emissioni dirette e indirette.

I principali elementi di novità dell'aggiornamento di Piano si inseriscono nel solco degli obiettivi globali di riduzione dell'impronta carbonica. Circa il 30% delle emissioni di CO2 in Italia derivano dal settore della mobilità. Abbattere le emissioni di CO2 dai trasporti di merci e persone sarà possibile con una penetrazione sempre più rilevante di auto elettriche e mezzi pesanti alimentati a idrogenoebio-Gnl. Nel 2021 l'8% delle auto vendute in Italia sono state elettriche (pure e ibride plug-in) e è una percentuale destinata a crescere nei prossimi anni. Per favorire l'adozione di questo modello di mobilità sostenibile A2A ha quadruplicato l'installazione di infrastrutture previste rispetto allo scorso Piano: 24 mila punti di ricarica elettrica al 2030 con una market share relativa in Italia del 15-20%. In questo ambito della transizione energetica, A2A aumenta gli investimenti del 15% a 11 miliardi con un target ebitda di 1,7 miliardi di euro al 2030:

Nell'economia circolare il piano aggiornato di A2A ha rivisto al rialzo tutti i target economici e di business. In questo segmento gli investimenti, in crescita del 18% a 7 miliardi con un target ebitda di 1,2 miliardi, sono destinati alle attività di chiusura del ciclo dei rifiuti, a quelle per il recupero del calore disperso a beneficio del teleriscaldamento e al ciclo idrico integrato.

Per Renato Mazzoncini, ad di A2A "l'aggiornamento del piano prevede di anticipare di 10 anni l'obiettivo comune di emissioni zero, ampliare ulteriormente la nostra presenza in Italia e stabilire nuovi e ancora più ambiziosi target di business. Puntiamo a essere protagonisti del processo di decarbonizzazione del Paese, grazie alla nostra capacità di poter garantire sia energia elettrica rinnovabile sia molecole sostenibili come idrogeno e biometano, in linea con quanto previsto dalle direttive europee".

Il titolo però oggi in Borsa soffre e a un'ora dall'apertura scende dell'1,09% a 1,72 euro. "L'ebitda preliminare 2021 e i target al 2023 sono migliori delle attese, riteniamo grazie all'effetto scenario, ovvero ai prezzi dell'energia, e agli impatti delle acquisizioni. La guidance di utile netto 2022 è in peggioramento rispetto al 2021 crediamo per i maggiori ammortamenti e per gli impatti delle acquisizioni", osserva Equita Sim confermando il giudizio buy e il prezzo obiettivo di 1,95 euro.
 
A2A: Mazzoncini; 2021 oltre attese, piano incrementato

MILANO (MF-DJ)--"Abbiamo chiuso il 2021 oltre le nostre aspettative e questo ci ha dato la forza di incrementare il piano". E' quanto ha affermato Renato Mazzoncini, a.d. di A2A, dando avvio alla conference call di presentazione del piano al 2030 del gruppo. pl (fine) MF-DJ NEWS

28/01/2022 08:52

--------------------

A2A: Mazzoncini, puntiamo a Net Zero nel 2040

MILANO (MF-DJ)--"Intendiamo arrivare al Net Zero nel 2040, quindi con 10 anni di anticipo rispetto al 2050". E' quanto ha affermato Renato Mazzoncini, a.d. di A2A, nel corso della conference call di presentazione del piano al 2030 del gruppo. pl (fine) MF-DJ NEWS

28/01/2022 08:57

--------------------

A2A: Mazzoncini, pfn/Ebitda molto buono

MILANO (MD-DJ)--"Manteniamo un ratio posizione finanziaria netta/Ebitda molto buono, 2,6 volte a fine piano". E' quanto ha affermato Renato Mazzoncini, a.d. di A2A, nel corso della conference call di presentazione del piano al 2030 del gruppo. pl (fine) MF-DJ NEWS

8/01/2022 09:03

------------------

A2A: Mazzoncini, acqusizioni chiuse al Sud ci portano ad essere player nazionale

MILANO (MF-DJ)--"Le acquisizioni chiuse al Sud ci portano ad essere un player nazionale". E' quanto ha affermato Renato Mazzoncini, a.d. di A2A, nel corso della conference call di presentazione del piano al 2030 del gruppo. "Possiamo annunciare una terza vita di A2A: dal territorio comunale a quello regionale e ora uno sviluppo nazionale che e' molto forte", ha aggiunto. lab MF-DJ NEWS

28/01/2022 09:07

--------------------

A2A: Mazzoncini, aumentiamo investimenti per transizione ecologica

MILANO (MF-DJ)--"Abbiamo deciso di aumentare ulteriormente gli investimenti destinando 18 miliardi alla transizione ecologica". Lo ha sottolineato Renato Mazzoncini, a.d. di A2A, evidenziando i 18 mld euro di investimenti in 10 anni previsti nell'aggiornamento del piano al 2030 (2 miliardi in piu' rispetto al piano precedente), di cui 7 mld per l'Economia Circolare e 11 mld per la Transizione Energetica. pl (fine) MF-DJ NEWS

28/01/2022 09:09

--------------------

A2A: Mazzoncini, prossimi 10 anni pieni di opportunita'

MILANO (MF-DJ)--"La prossima decade sara' un momento chiave e piena di opportunita' per noi". E' quanto ha affermato Renato Mazzoncini, a.d. di A2A, nel corso della conference call di presentazione del piano al 2030 del gruppo. "Guardando alla economia circolare abbiamo incrementato di 1 mld gli investimenti perche' abbiamo inserito il mondo del bio metano e dell'idrogeno", ha aggiunto. lab MF-DJ NEWS

28/01/2022 09:13

--------------------

A2A: Mazzoncini, dati parlano da soli

MILANO (MF-DJ)--"I dati credo che parlino da soli". Lo ha affermato Renato Mazzoncini, a.d. di A2A, commentando in conference call l'evoluzione dei numeri del gruppo dal 2017 al 2021. pl (fine) MF-DJ NEWS

28/01/2022 09:16

--------------------

A2A: Mazzoncini, il piano e' credibile

MILANO (MF-DJ)--"Il piano e' credibile e rappresenta la chiave per entrare nel mondo dell'idrogeno". E' quanto ha affermato Renato Mazzoncini, a.d. di A2A, nel corso della conference call di presentazione del piano al 2030 del gruppo. lab MF-DJ NEWS

28/01/2022 09:22

--------------------

A2A: Mazzoncini, lavoriamo continuamente su deal Ardian

MILANO (MF-DJ)--"Con Ardian abbiamo prorogato al 31 marzo il periodo di esclusiva. Ci stiamo lavorando continuamente". E' quanto ha affermato Renato Mazzoncini, a.d. di A2A, nel corso della conference call di presentazione del piano al 2030 del gruppo. "La situazione esplosa a dicembre con il picco del costo dei gas ci ha suggerito di prendere piu' tempo per fare delle valutazioni in uno scenario che asupicabilmente sara' in futuro meno nebuloso", ha aggiunto. lab MF-DJ NEWS

28/01/2022 09:29

--------------------

A2A: Cfo, 2021 eccellente da punto di vista finanza sostenibile

MILANO (MF-DJ)--"Il 2021 anche da un punto di vista della finanza sostenibile e' stato eccellente" per il gruppo A2A. Lo ha affermato il Cfo di A2A, Andrea Crenna, nel corso della conference call di presentazione del piano. pl (fine) MF-DJ NEWS

28/01/2022 09:49

--------------------

A2A: Mazzoncini; siamo molto contenti, stiamo lavorando per ottimo 2022

MILANO (MF-DJ)--"Siamo molto contenti e stiamo lavorando per un ottimo 2022". Lo ha affermato Renato Mazzoncini, a.d. di A2A, nel corso della conference call di presentazione del piano. "Abbiamo rafforzato la nostra guidance" e "confermiamo la grande crescita degli investimenti, con un ritorno degli investimenti molto interessante", ha aggiunto il top manager. pl (fine) MF-DJ NEWS

28/01/2022 09:55

--------------------

A2A: Mazzoncini, in Waste Sicilia e Centro Italia interessanti

MILANO (MF-DJ)--"Nel Waste i due territori piu' interessanti al momento sono la Sicilia" e "il Centro Italia". Lo ha sottolineato Renato Mazzoncini, a.d. di A2A, nel corso della presentazione del piano al 2030. pl (fine) MF-DJ NEWS

28/01/2022 10:05

--------------------

A2A: Cfo, costo debito intorno a 1,7%

MILANO (MF-DJ)--"Il debito avra' un costo medio intorno all'1,7%". Lo ha affermato il Cfo di A2A, Andrea Crenna, nel corso della conference call di presentazione del piano. Il costo medio del debito, gia' in riduzione negli ultimi anni grazie alle azioni di ottimizzazione della struttura finanziaria di A2A, e' atteso ridursi ulteriormente nei prossimi 10 anni (sotto l'1,7%). Nell'aggiornamento di piano, la durata media del debito di lungo termine e' superiore a 7 anni. pl (fine) MF-DJ NEWS

28/01/2022 10:13

--------------------

A2A: Mazzoncini; piano standalone, operazione Ardian migliorativa

MILANO (MF-DJ)--"Il piano" presentato oggi "e' standalone. Tutto e' basato su ipotesi standalone. Poi qualunque operazione con Ardian non potra' che essere migliorativa sia da un punto di vista industriale, che dei nostri economics". E' quanto ha affermato Renato Mazzoncini, a.d. di A2A, nel corso della conference call di presentazione del piano al 2030 del gruppo. pl (fine) MF-DJ NEWS

28/01/2022 10:32
 
Ultima modifica:
A2A: Mazzoncini, puntiamo ad ampliare presenza in Italia

MILANO (MF-DJ)--"L'aggiornamento del Piano prevede di anticipare di 10 anni l'obiettivo comune di emissioni zero, ampliare ulteriormente la nostra presenza in Italia e stabilire nuovi e ancora piu' ambiziosi target di business. Puntiamo a essere protagonisti del processo di decarbonizzazione del Paese, grazie alla nostra capacita' di poter garantire sia energia elettrica rinnovabile sia molecole sostenibili come idrogeno e biometano, in linea con quanto previsto dalle direttive europee". Lo sostiene l'a.d. di A2A, Renato Mazzoncini, commentando l'aggiornamento del piano al 2030. "Il primo anno del Piano Industriale 2021-2030 e' stato significativamente superiore alle aspettative sia da un punto di vista di risultati industriali che economici, con un impegno quotidiano nel perseguimento degli obiettivi ESG che ci siamo dati. Facendo leva su una forte capacita' di crescita dimostrata da tutte le business unit del Gruppo, abbiamo deciso di aumentare ulteriormente gli investimenti destinando 18 miliardi alla transizione ecologica", aggiunge. lab MF-DJ NEWS

28/01/2022 08:16
 
UPDATE: Mazzoncini, A2A sara' protagonista del bio metano al 2030 28/01/2022 13:05 - MF-DJ
(Riepiloga e aggiunge dettagli) MILANO (MF-DJ)--"Saremo protagonisti del bio metano al 2030. A fine piano l''obiettivo e'' di avere 60 impianti a bio metano". Lo ha affermato Renato Mazzoncini, a.d. di A2A, nel corso della conferenza stampa di presentazione dell''aggiornamento del piano del gruppo. "Parliamo di 600 mln di investimenti per arrivare ad una produzione di 200 mln di metri cubi di biometano. Il potenziale e'' di circa 8 mld di metri cubi. Ci occuperemo anche di idrogeno per il quale abbiamo stimato 200 mln di investimenti", ha aggiunto. "Con questo piano siamo andati oltre le aspettative", ha detto ancora. "Il nostro obiettivo e'' arrivare a un net zero per la meta'' del secolo; entro il 2040. Ci sara'' un rapido aumento della capacita'' installata dell''energia rinnovabile e una diffusa elettrificazione dei consumi finali. Stiamo ragionando su una strategia net zero che e'' ancora piu'' sfidante". Mazzoncini ha sottolineato che "nel 2021 abbiamo accelerato sulla transizione energetica. Lo scorso anno gli analisi pensavano che il piano che presentavamo fosse molto sfidante soprattutto sulla capacita'' di crescita delle rinnovabili. Invece, l''aver chiuso il 2021 con gli obiettivi centrati rispetto al 2024, e'' la migliore risposta che potevamo dare. Siamo il secondo operatore sulle rinnovabili in Italia. Abbiamo chiuso il 2021 in modo molto positivo per gli investimenti e abbiamo preso coraggio per rilanciare ancora. Siamo tra le prime aziende italiane per investimenti". "A2A", ha proseguito, "e le associazioni industriali stanno studiando un contratto di fornitura di energia elettrica fino al 2025 a prezzo fisso per circa 400 imprese. Inoltre tuteliamo circa il 90% dei nostri clienti mass market con contratti annuali e biennali a prezzo fisso per la componente energia e offrendo la possibilita'' di rateizzare i pagamenti". Nel corso della conferenza stampa l''a.d. ha sottolineato che "nel piano abbiamo confermato l''impegno verso l''elettrificazione consumi. L''impegno e'' quello di aumentare la potenza delle nostre reti per collegare per esempio auto elettriche. Ovviamente questo presuppone grandi investimenti che devono essere fatti". In particolare, per quanto riguarda la mobilita'' elettrica, "vogliamo mantenere una quota di mercato importante. Puntiamo a 24 mila punti di ricarica per mantenere la nostra solida posizione di terzo operatore del settore". "Nel piano abbiamo previsto un 20% di crescita per M&A" per crescere nelle rinnovabili "e l''80% green field", ha detto ancora. "E'' abbastanza ovvio partire con M&A perche'' non abbiamo un track record di pipeline. Avevamo bisogno di recuperare l''arretrato". Sul fronte delle acquisizioni e in particolare per quelle all''estero, il top manager ha spiegato che "il primo pezzo di espansione e'' legato all'' operazione chiusa in Spagna la settimana scorsa. E'' un piccolo passo ma significativo perche'' e'' la prima espansione all''estero". "Con le acquisizioni siamo diventati definitivamente un player nazionali. La Calabria e'' ormai la nostra terza regione di riferimento, questo la dice lunga sull''approccio che stiamo avendo". In Sicilia, ha aggiunto, "siamo disponibili a valutare l''investimento nella centrale San Filippo del Mela di circa 400 milioni per la trasformazione della centrale a gas, e ci siamo candidati per la realizzazione del termovalorizzatore nella parte est dell''isola, e sono altri 300-400 milioni. Quindi in Sicilia stiamo programmando investimenti per circa 800 milioni, non credo che ci siano investimenti simili per l''isola. Altre opportunita'' si potranno presentare nell''eolico". L''incotro e'' stato anche l''occasione per fare il punto sulla jv con Ardian. "Abbiamo prorogato al 31 marzo il periodo di esclusiva. Ci stiamo lavorando continuamente. La situazione esplosa a dicembre con il picco del costo dei gas ci ha suggerito di prendere piu'' tempo per fare delle valutazioni in uno scenario che auspicabilmente sara'' in futuro meno nebuloso. Nel caso in cui no si arrivasse al closing dell''operazione con Ardian la copertura dell''investimento da 450 mln euro" per l''acquisto dei due portafogli eolici "verra'' fatta con l''emissione di un bond ibrido da 600 mln euro. Le operazioni sui portafogli di Ardian e la partnership sempre con Ardian sono separate perche'' gli investitori sono sottoscrittori diversi. Avevamo avviato due cantieri: uno per l''acquisizione dei 2 portafogli e poi accordo con l''Ardian per una partnership. Gli scenari energetici non hanno impattato nell''acquisto dei due portafogli eolici che sono stati chiusi nei tempi previsti; mentre ci siamo presi piu'' tempo per l''operazione piu'' ampia". Infine Mazzoncini ha annunciato che il gruppo partecipera'' alla gara per Sea Energy. "Quelle di Linate e di Malpensa sono due centrali molto importanti. In particolare quella di Linate ha la caratteristica di dare energia elettrica e di calore allo scalo e in modo maggiore a un buon numero di famiglie collegate. Presenteremo una offerta e parteciperemo alla gara perche'' riteniamo sia un asset strategico per lo sviluppo del teleriscaldamento". lab laura.bonadies@mfdowjones.it

MF-DJ NEWS
 
Indietro