scaldabagno elettrico

il Barbin

Nuovo Utente
Registrato
25/1/18
Messaggi
512
Punti reazioni
55
ciao a tutti,
devo cambiare scaldabagno perchè pur essendo nuovo, continua a dare problemi... (la carta della garanzia non è percorribile....)

io ora avevo un ariston 100 litri.
pensavo di prendermi anzitutto un 80 litri, siamo solo in 2.

nei vari leroy merlin / bricocenter non c'è molta offerta, diciamo che se la giocano Ariston e Ferroli.
in particolare vedo che l'80 litri Ferroli Calypso viene sui 90 euro, mentre l'Ariston sui 150 euro.

l'idraulico mi ha detto di comprare quello che voglio, che bene o male "si tratta solo di una resistenza, bussolotto a parte".
però non vorrei fare ulteriori cappellate....

voi che ne pensate, avete esperienze con ferroli? o in genere concordate che uno vale l'altro?
 

gianted

Nuovo Utente
Registrato
12/4/14
Messaggi
3.258
Punti reazioni
222
Sì esperienza proprio col ferroli calypso, non proprio positiva.
Intanto non sono 80 litri ma 78. Poi già dopo pochi mesi il riscaldamento non avviene in continuo ma il termostato accende e spegne quando je pare, coll'ovvio risultato che gli serve più tempo per andare in temperatura. Non so se sia dovuto ad un difetto del termostato o più probabilmente alle incrostazioni di calcare che hanno fatto ponte fra la resistenza e il tubo sonda (in effetti dalle mie parti l'acqua è dura). Mi toccherà smontare e pulire. per fortuna la base è larga (attacco a 5 viti).
Prima ne avevo uno di produzione russa che funzionava benissimo, pur avendolo pagato all'epoca sui 70 euro.
 

il Barbin

Nuovo Utente
Registrato
25/1/18
Messaggi
512
Punti reazioni
55
Sì esperienza proprio col ferroli calypso, non proprio positiva.
Intanto non sono 80 litri ma 78. Poi già dopo pochi mesi il riscaldamento non avviene in continuo ma il termostato accende e spegne quando je pare, coll'ovvio risultato che gli serve più tempo per andare in temperatura. Non so se sia dovuto ad un difetto del termostato o più probabilmente alle incrostazioni di calcare che hanno fatto ponte fra la resistenza e il tubo sonda (in effetti dalle mie parti l'acqua è dura). Mi toccherà smontare e pulire. per fortuna la base è larga (attacco a 5 viti).
Prima ne avevo uno di produzione russa che funzionava benissimo, pur avendolo pagato all'epoca sui 70 euro.

grazie! allora me ne sto con Ariston....proprio sto weekend volevo comprarlo...
 

Andriii

Nuovo Utente
Registrato
7/2/14
Messaggi
1.261
Punti reazioni
43
grazie! allora me ne sto con Ariston....proprio sto weekend volevo comprarlo...

Guarda l'Ariston Velis da 80L, è il loro top di gamma a resistenza.
Vero che una resistenza è sempre una resistenza, ma una gestione smart e sapiente può fare miracoli.
Inoltre potresti abbinarlo (se hai acqua calcarea) ad un filtro a polifosfati, che trovi sempre da Leroy Merlin, in maniera da farlo durare più a lungo e limitare i problemi del calcare.
 
Ultima modifica:

iceblue

Nuovo Utente
Registrato
20/7/06
Messaggi
193
Punti reazioni
14
Visto il costo attuale dell'energia elettrica, io proverei a guardare anche ai modelli in pompa di calore, tipo Ariston Lydos hybrid o la serie Nuos
 

twosun

Nuovo Utente
Registrato
17/5/12
Messaggi
3.997
Punti reazioni
149
ti consiglio di cercare anche la marca fais.sono degli ariston rimarchiati e costano meno.
a casa mia siamo in 2 e abbiamo un fais 50 lt.
con una gestione oculata riusciamo a gestirlo bene(accensione con timer 1 ora ogni mattina....accensione 1 ora prima della doccia).
un 50 litri scalda prima e mantiene meglio la temperatura.
per la cucina abbiamo scaldino da 10lt.
 

AceVentura

Nuovo Utente
Registrato
22/10/20
Messaggi
1.462
Punti reazioni
276
Ti consiglio un Ariston Lydos Plus da 50 litri in classe B.
Hanno una gestione particolare. In pratica puoi impostare 1 o 2 eventi giornalieri programmando l'ora e la temperatura dell'acqua che desideri. Ad esempio acqua a 55 gradi alle 7.00 am, più che sufficiente per due docce al mattino.
 

il Barbin

Nuovo Utente
Registrato
25/1/18
Messaggi
512
Punti reazioni
55
Guarda l'Ariston Velis da 80L, è il loro top di gamma a resistenza.
Vero che una resistenza è sempre una resistenza, ma una gestione smart e sapiente può fare miracoli.
Inoltre potresti abbinarlo (se hai acqua calcarea) ad un filtro a polifosfati, che trovi sempre da Leroy Merlin, in maniera da farlo durare più a lungo e limitare i problemi del calcare.

tra l' altro questo sembra anche "bello" rispetto ai soliti bussolotti.....però costa il triplo....
 

hal.9000

Nuovo Utente
Registrato
12/11/15
Messaggi
578
Punti reazioni
58
OT: che cosa non funge nell'attuale? Non sono molte le possibili grane di un boiler.

Qualche tempo fa presi a buon mercato un Ferroli titano (che è gemello del calypso ma con 5 anni di garanzia) per cambiare un Ariston Ti+ bucato (esperienza non entusiasmante, visto il prezzo di quest'ultimo). Va bene, comoda la regolazione della temperatura fuori dalla calotta, ma l'isteresi del termostato è abbastanza atroce, come hanno già scritto. Gli stessi prodotti esistono anche a marchio Isea e costano praticamente uguale.
Ci sono anche Bandini (Braun) e Styleboiler, più Baxi che produce però in Egitto. Prezzi più o meno uguali per tutti e stabilmente sotto Ariston.

Occhio che parecchi modelli nella versione con 2 anni di garanzia non hanno la flangia larga apribile (se c'è, lo scrivono in bella mostra).
 
Ultima modifica:

il Barbin

Nuovo Utente
Registrato
25/1/18
Messaggi
512
Punti reazioni
55
OT: che cosa non funge nell'attuale? Non sono molte le possibili grane di un boiler.

Qualche tempo fa presi a buon mercato un Ferroli titano (che è gemello del calypso ma con 5 anni di garanzia) per cambiare un Ariston Ti+ bucato (esperienza non entusiasmante, visto il prezzo di quest'ultimo). Va bene, comoda la regolazione della temperatura fuori dalla calotta, ma l'isteresi del termostato è abbastanza atroce, come hanno già scritto. Gli stessi prodotti esistono anche a marchio Isea e costano praticamente uguale.
Ci sono anche Bandini (Braun) e Styleboiler, più Baxi che produce però in Egitto. Prezzi più o meno uguali per tutti e stabilmente sotto Ariston.

Occhio che parecchi modelli nella versione con 2 anni di garanzia non hanno la flangia larga apribile (se c'è, lo scrivono in bella mostra).


ciao Hal, no beh non sei OT direi...
sin dal primo giorno di utilizzo il boiler ha dato i seguenti problemi:
- perdita dalla valvola della pressione, e vabbe ci puo stare, ho quindi fatto installare un vaso di espansione (persino nel libretto di istruzioni del boiler c'era scritto che eventuali perdite sarebbero state normali e che in tal caso bisognava ricorrere a un vaso di espansione)
- ma soprattutto, OGNI GIORNO da 6 mesi ormai, appena accendo il boiler o semplicemente quando comincia a scaldare, fa un rumore assurdo. è proprio rumorisissimo. quando sono venuti a montarmi il vaso di espansione mi hanno confermato che un rumore del genere non ha senso di esistere. mi hanno detto che se vogliono mi cambiano resistenza e termostato, ma che in pratica tra pezzi e manodopera costa come un boiler nuovo....

e la ciliegina settimana scorsa, quando proveniva un fortissimo odore di plastica bruciata quando l'ho acceso.
quindi per me a posto cosi, voglio cambiarlo e via.
sono stufo di metterci le mani, già il solo vaso di espansione + manodopera mi è costato quasi 200 euro...non voglio andare avanti a tacconare per poi avere magari ancora problemi. cambio tutto e via

certo, il ferroli a 89 euro mi faceva gola per il prezzo.....

Ah ho riletto meglio, il problema con il termostato lo hai con il ferroli... Beh allora prendo qualcosa altro di ariston, se due su due mi dite male del ferroli...
 
Ultima modifica:

Andre1983

Nuovo Utente
Registrato
5/11/16
Messaggi
1.026
Punti reazioni
32
ciao a tutti,
devo cambiare scaldabagno perchè pur essendo nuovo, continua a dare problemi... (la carta della garanzia non è percorribile....)

io ora avevo un ariston 100 litri.
pensavo di prendermi anzitutto un 80 litri, siamo solo in 2.

nei vari leroy merlin / bricocenter non c'è molta offerta, diciamo che se la giocano Ariston e Ferroli.
in particolare vedo che l'80 litri Ferroli Calypso viene sui 90 euro, mentre l'Ariston sui 150 euro.

l'idraulico mi ha detto di comprare quello che voglio, che bene o male "si tratta solo di una resistenza, bussolotto a parte".
però non vorrei fare ulteriori cappellate....

voi che ne pensate, avete esperienze con ferroli? o in genere concordate che uno vale l'altro?

Ciao io per esperienza ti posso dire che ho un Ariston nuos evo a pompa di calore da 80 litri dal 2014 e mai un problema...
 

hal.9000

Nuovo Utente
Registrato
12/11/15
Messaggi
578
Punti reazioni
58
Plastica bruciata mi sa tanto di morsetti dei fili stretti male durante il montaggio, comunque ormai sono andati, nel caso. Sul rumore, beh se è calcare (come probabile) bisogna "solo" svuotarlo, tirar fuori la resistenza e pulirla, mentre la valvola che perde non è necessariamente colpa del boiler. Insomma sono problemi che potresti avere con qualsiasi prodotto, scrauso e non.
Del Ferroli non è che ti parlo male, dico che la temperatura oscilla un po' troppo e quindi tocca impostarlo a una temperatura più alta di quella strettamente necessaria. Ma d'altra pare anche l'Ariston, oggi fuori catalogo, è durato pochino per quello che era costato all'epoca (e manco aveva la flangia).
In fondo se uno deve spenderci parecchio forse oggi conviene uno a pompa di calore piuttosto che un tradizionale "premium".
 
Ultima modifica:

il Barbin

Nuovo Utente
Registrato
25/1/18
Messaggi
512
Punti reazioni
55
Plastica bruciata mi sa tanto di morsetti dei fili stretti male durante il montaggio, comunque ormai sono andati, nel caso. Sul rumore, beh se è calcare (come probabile) bisogna "solo" svuotarlo, tirar fuori la resistenza e pulirla, mentre la valvola che perde non è necessariamente colpa del boiler. Insomma sono problemi che potresti avere con qualsiasi prodotto, scrauso e non.
Del Ferroli non è che ti parlo male, dico che la temperatura oscilla un po' troppo e quindi tocca impostarlo a una temperatura più alta di quella strettamente necessaria. Ma d'altra pare anche l'Ariston, oggi fuori catalogo, è durato pochino per quello che era costato all'epoca (e manco aveva la flangia).
In fondo se uno deve spenderci parecchio forse oggi conviene uno a pompa di calore piuttosto che un tradizionale "premium".

Dopo l'odore di plastica bruciata è venuto il termo idraulico, i fili sono ok e nessun filo si è "biscottato", la resistenza era ok all'apparenza, calcare impossibile... É nuovo...

E ok per la perdita dalla valvola nessun problema transcendentale, con il vaso di espansione ho risolto...

Però nonostante il controllo alla resistenza e appurato che nn può essere calcare... Il rumore che fa in fase di riscaldamento è assurdo, anche tenendo chiusa la porta si sente per tutta casa... Quindi va cambiato per forza....

Sono il primo che nella vita non si fa "confondere" dalle differenze di prezzo di un brand piuttosto di un altro, però appunto 89 euro di boiler quando l'altro più economico viene quasi il doppio mi faceva pensare..

I prossimi giorni vado a comprarlo ma a sto punto starò sull ariston....

Il dubbio che abbiamo è che chi mi ha fatto i lavori di ristrutturazione mi ha rifilato un boiler "nuovo" ma magari riutilizzato di recente.... Boh...
 

gianted

Nuovo Utente
Registrato
12/4/14
Messaggi
3.258
Punti reazioni
222
- ma soprattutto, OGNI GIORNO da 6 mesi ormai, appena accendo il boiler o semplicemente quando comincia a scaldare, fa un rumore assurdo. è proprio rumorisissimo.
...
e la ciliegina settimana scorsa, quando proveniva un fortissimo odore di plastica bruciata quando l'ho acceso.
Guarda per me risolvi se sostituisci la resistenza (e nuova guarnizione ovviamente)
con un 20 euro dovresti cavartela facendo te il lavoro sporco (o per meglio dire: bagnato)
se è il modello a base esagonale devi procurarti la chiave tubolare apposita
 

seidifiori

Nuovo Utente
Registrato
5/2/05
Messaggi
2.416
Punti reazioni
76
Ho un problema anch'io con lo scaldabagno: un ariston velis 50 lt.
da qualche giorno perde acqua, non molta, ma perde. Oggi ho tolto la protezione di plastica
e mi sono trovato di fronte a due resistenze; :wall: io ne ho comprata solo una.
Penso che la perdita sia dovuta alla formazione di calcare che preme sulla guarnizione
creando delle fessure. Ho fatto una foto e prima di provare a sostituire la resistenza
vorrei un consiglio. Tolto il coperchio ho visto che l'acqua era un po' dappertutto ma una volta
asciugata, la perdita mi sembra circoscritta solo nel lato sx. Quindi per il momento cambierò
solo una resistenza.
Come fare? Stacco la corrente, chiudo la valvola d'entrata, stacco il tubo d'uscita
e faccio defluire tutta l'acqua. Va bene fin'ora?
Poi ci sono quattro dadi da svitare, due faston da staccare, ma il filo centrale? ho provato a tirare
e sembra sfilarsi, ma non ho proseguito per paura di fare danni.
Metto la foto, se qualcuno può darmi un suggerimento :bow::bow:
 

Allegati

  • ariston.jpg
    ariston.jpg
    96,4 KB · Visite: 23

Borse 2020

Nuovo Utente
Registrato
6/1/20
Messaggi
5.890
Punti reazioni
220
Ho un problema anch'io con lo scaldabagno: un ariston velis 50 lt.
da qualche giorno perde acqua, non molta, ma perde. Oggi ho tolto la protezione di plastica
e mi sono trovato di fronte a due resistenze; :wall: io ne ho comprata solo una.
Penso che la perdita sia dovuta alla formazione di calcare che preme sulla guarnizione
creando delle fessure. Ho fatto una foto e prima di provare a sostituire la resistenza
vorrei un consiglio. Tolto il coperchio ho visto che l'acqua era un po' dappertutto ma una volta
asciugata, la perdita mi sembra circoscritta solo nel lato sx. Quindi per il momento cambierò
solo una resistenza.
Come fare? Stacco la corrente, chiudo la valvola d'entrata, stacco il tubo d'uscita
e faccio defluire tutta l'acqua. Va bene fin'ora?
Poi ci sono quattro dadi da svitare, due faston da staccare, ma il filo centrale? ho provato a tirare
e sembra sfilarsi, ma non ho proseguito per paura di fare danni.
Metto la foto, se qualcuno può darmi un suggerimento :bow::bow:

Qual' e' il filo centrale ?
 
Ultima modifica:

gianted

Nuovo Utente
Registrato
12/4/14
Messaggi
3.258
Punti reazioni
222
Ma perchè spendere 40 euro quando al massimo basta sostituire la guarnizione?
oppure provare semplicemente a serrare i bulloni, dubito che la vecchia guarnizione sia completamente partita.
 

seidifiori

Nuovo Utente
Registrato
5/2/05
Messaggi
2.416
Punti reazioni
76
Ma perchè spendere 40 euro quando al massimo basta sostituire la guarnizione?
oppure provare semplicemente a serrare i bulloni, dubito che la vecchia guarnizione sia completamente partita.

intanto posso provare a stringere i dadi. Hai visto quei pezzi di calcare attaccati alla borchia della resistenza? Posso immaginare dentro come è messa.
 

gianted

Nuovo Utente
Registrato
12/4/14
Messaggi
3.258
Punti reazioni
222
Se vedi che la resistenza è molto incrostata ti conviene smontare e ripulire anche l'altra. Per rimuovere agevolmente il calcare sulla serpentina immergila per un paio di giorni in una soluzione di acqua e aceto. Rimonta con guarnizione nuova. L'anodo sacrificale puoi conservarlo dato che probabilmente sarà consumato solo in parte (tipo formaggio rosicchiato da un topo).