Venezuela e PDVSA (Vol.158) Quota "Aran2" .... il sogno reminiscente!

  • Caro Ospite,
    finalmente abbiamo aggiornato il forum di FinanzaOnLine per fornirti un servizio performante e aggiornato. Come avrai notato il lavoro non è ancora ultimato. Purtroppo alcune funzioni della vecchia piattaforma non sono presenti per motivi di incompatibilità ma siamo aperti a considerare eventuali sviluppi.
    Per qualsiasi quesito sull'utilizzo della nuova piattaforma o se riscontri qualche problema di funzionamento o di navigazione scrivi nella sezione FIX FORUM. Stiamo raccogliendo tutte le segnalazioni al fine di perfezionare la nuova piattaforma.

    Grazie per la comprensione e grazie per il supporto.
    Staff | FinanzaOnLine

Carib

rerum cognoscere causas
Registrato
1 Dic 2004
Messaggi
18.530
Punti reazioni
1.316
Osservazione banale ma ottima e pertinente.

I mercati sono chiusi da oltre 2 anni e le quotazioni attuali non sono determinate dalle naturali fluttuazioni di un mercato aperto ma imposte dai pochi avvoltoi attualmente liberi di operare in condizioni di monopolio.

Periodicamente qualcuno sembra dimenticarsene e bisogna ripetere la filastrocca dall'inizio.

E allora iniziamo.




Non raccontiamoci favole.

Se per vendere dei titoli devi obbligatoriamente metterti in comunicazione privatamente con una lista molto limitata di operatori che ti fanno un'offerta a prezzi di saldo in modalità prendere o lasciare non parlerei di libero mercato, né di contrattazioni e nemmeno di ritmo ridotto.





Idem come sopra.

Le OPA si potevano fare in Europa.
Teoricamente.
Ma nessuna banca o grande operatore si è azzardato a farle.
E nessuno di questi le farà mai, per la troppa paura di incorrere nelle sanzioni.
E se anche le facesse le farebbe ai prezzi di saldo che sappiamo, cioè OPA irricevibili a cui nessuno aderirebbe.

Favole quindi, di cui è inutile parlare.









Nei mesi scorsi si sono sentite quotazioni nell'intorno dei 5-7 su 100 comprensive di cedole arretrate.

Da livelli così bassi si può solo risalire.

Nel 2019, prima della chiusura dei mercati:
- Pagamenti e rimborsi erano già stati sospesi da un pezzo (si può discutere se si trattasse di default o sospensione ma resta il fatto che non pagavano da un pezzo)
- C'erano già diverse sanzioni
- Maduro era lo stesso simpaticone che è ora
- I ministri in carica erano più o meno gli stessi incapaci di adesso
- L'economia era disastrata all'incirca come ora con all'incirca le stesse prospettive di crescita attuali
- Guaidò si piangeva addosso esattamente come fa ora, senza combinare nulla esattamente come fa ora
- La probabilità di un'invasione dall'esterno stile Iraq e relativi danni collaterali era molto più alta di adesso
- Parlare di accordi era impossibile
- Vedere Rodriguez e uno di Guaidò firmare insieme uno stesso documento in mondovisione era utopia

....e su mercati aperti quotavano tutte stabilmente sopra i 30.


Non un granché, ma comunque circa 5-6 volte i livelli di cui sopra.



Comunque vadano le cose lo spazio per un upside importante rispetto ai livelli attuali non manca.



Quando poi si dovesse, in un nuovo contesto politico ovviamente, iniziare a parlare seriamente di ristrutturazione
nessuno può dire come andrà a finire, ma certo si vedranno cose interessanti.

Quasi sicuramente "poco ortodosse" ma molto probabilmente destinate a creare un importante precedente nella storia delle ristrutturazioni dei debiti sovrani.

E per questo interessanti.

il mercato "normale"... e' chiuso dalle sanzioni.

cio' detto, transazioni se ne vedono, occasionalmente.

OPA, se ne sono viste, piccole e limitate, e riportate sul forum.

tutti temi noti.

la questione di fondo, a mio parere resta:

Se la probabilita' di recuperare 100+cedole fosse consistente,
Offerte di acquisto volte al retail per ammontari limitati, cioe' decine di milioni, fioccherebbero a mio parere.

Ne farei volentieri una io stesso.

la possibilita di un "lieto fine" esiste.

il problema e' stimarne la probabilita'.
 
Ultima modifica:

Potemkin

Nuovo Utente
Registrato
25 Lug 2017
Messaggi
4.164
Punti reazioni
599
Sono in vacanza e seguo poco, ma è uscita qualche news relativa ad una amnistia per i prigionieri politici?
 

amgone

ultimo dei ribelli
Registrato
6 Mar 2001
Messaggi
15.967
Punti reazioni
1.031
LASCIAMOLI LAVORARE....UNA VOLTA ACCORDATI SU CHI DEVE E COME
COMANDARE
SARÀ UNA PASSEGGIATA
 

amgone

ultimo dei ribelli
Registrato
6 Mar 2001
Messaggi
15.967
Punti reazioni
1.031
IMPORTANTE CHE FRA NOI BH E UTENTI DEL FOL NON SI TORNI A DISCUTERE .....COME PER LA STORIA INFINITA DELLA SOSPENSIONE DELLA PRESCRIZIONE.
 

amgone

ultimo dei ribelli
Registrato
6 Mar 2001
Messaggi
15.967
Punti reazioni
1.031
Chi rischia più di tutti è IL CINGHIALE.
E LO SA....
 

Carib

rerum cognoscere causas
Registrato
1 Dic 2004
Messaggi
18.530
Punti reazioni
1.316

E' un livello che deriva da scarse transazioni in presenza di sanzioni, e da attese pessimistiche sul possibile recovery value.

se le attese fossero effettivamente di recovery 150 (si fa per dire).. i prezzi sarebbero piu' elevati, e ci sarebbero bids opportunistici piu' alti.

le sanzioni sui bonds distorcono tutto, e' chiaro.

Nel 2010, i bonds argentini, rimborsati 5 anni dopo a 150, si compravano a 30, non a 10.
 

bondholders

Nuovo Utente
Registrato
31 Gen 2020
Messaggi
24
Punti reazioni
5
Noi retail italiani non le possiamo vendere otc. Fino ad oggi è stato possibile darle via aderendo ad una delle rare, quanto inevitabilmente misere proposte di qualche finanziaria estera.
Magari fossero trattabili otc!

non e' vero! c'e' un compratore che compra anche size retail.. scrivi a IlliquidX (OTC e si mette in contatto con la vostra banca)
 

bondholders

Nuovo Utente
Registrato
31 Gen 2020
Messaggi
24
Punti reazioni
5
E' un livello che deriva da scarse transazioni in presenza di sanzioni, e da attese pessimistiche sul possibile recovery value.

se le attese fossero effettivamente di recovery 150 (si fa per dire).. i prezzi sarebbero piu' elevati, e ci sarebbero bids opportunistici piu' alti.

le sanzioni sui bonds distorcono tutto, e' chiaro.

Nel 2010, i bonds argentini, rimborsati 5 anni dopo a 150, si compravano a 30, non a 10.

Ma infatti ho semplicemente scritto a quello a cui stanno trattando adesso, non ho fatto nessuna supposizione sanzioni o non, ad oggi stanno trattando posizioni di oltre 5mln/20mln OTC a quei prezzi.

Percio' il mercato e quello.

Una volta che leveranno le sanzioni, chi lo sa.. la palla di vetro ancora non l'hanno fabbricata. Ti puoi basare su precedenti similitudini, ma farne tutta l'erba un fascio temo sia sbagliato.
 

bondholders

Nuovo Utente
Registrato
31 Gen 2020
Messaggi
24
Punti reazioni
5
Quello che posso confermarti, e' che le transazioni sono tutto tranne che scarse.