4 amici al bar... l'angolo dell'OT VI

stenmark

Intelligenti pauca
Registrato
7 Mar 2008
Messaggi
9.086
Punti reazioni
479
:fiufiu::clap:
 

Allegati

  • Prodi.jpg
    Prodi.jpg
    132,4 KB · Visite: 3.009

stenmark

Intelligenti pauca
Registrato
7 Mar 2008
Messaggi
9.086
Punti reazioni
479
Doppio carpiato con avvitamento a destra e sinistra :eek:

Jack+Laugher+FINA+Diving+World+Series+2012+19uQPPYI3C-l.jpg



applausi.gif
 

er patrizio

92:98=2012:2018
Registrato
26 Apr 2010
Messaggi
7.745
Punti reazioni
290
Già l'avevamo detto tempo indietro...
Prodi imbarazzante...

prodi-euro_x.gif%3Fw%3D378%26h%3D293%26h%3D293
 

stenmark

Intelligenti pauca
Registrato
7 Mar 2008
Messaggi
9.086
Punti reazioni
479
7 febbraio 2014 - Riequilibrio europeo

Guarda come descrivono bene la crisi dell'eurozona come crisi di bilancia dei pagamenti.
(Si dimenticano di citare le politiche deflattive salariali tedesche, ma tanto è tutto certificato dall'ILO)

La crisi euro viene identificata con quella dei debiti sovrani. Ciò conduce a una rappresentazione parziale dei problemi della moneta unica. Determinante fondamentale della caduta di credibilità dell’Unione monetaria è stata l’apertura di divari competitivi interni all’area che hanno portato progressivamente ad allontanare i sistemi produttivi del centro e della periferia

...in cui l'export è stato finanziato con credito da parte del sistema finanziario del paese in surplus

Lo sforzo di aggiustamento è stato finora demandato esclusivamente ai paesi periferici, affetti da deficit nelle partite correnti. Esso si è tradotto in forti contrazioni delle domande interne di tali economie, deterioramenti dei mercati del lavoro, peggioramento delle condizioni sociali. Un simile approccio ha trascurato le interdipendenze tra deficit e surplus, per cui ogni disavanzo esterno esiste e si amplia nel tempo perché viene finanziato dall’avanzo di qualche altra economia. Ciò è stato vero nel primo decennio di vita dell’euro, quando ai passivi crescenti dei paesi periferici si è associato il rigonfiamento del surplus della Germania, con il corrispondente deflusso di capitali tedeschi verso le economie deficitarie

...che ha fatto credito ad cazzum, infischiandosene della solvibilità, tanto se poi i crediti diventano inesigibili e le banche saltano, si presenta il conto ai contribuenti e ai correntisti

Inoltre, nei rapporti tra creditore e debitore il primo è tanto responsabile quanto il secondo nell’alimentare situazioni insostenibili

La necessità di recuperare gli squilibri uccidendo la domanda interna e riducendo i salari...

Il riequilibrio delle partite correnti nei paesi deficitari si è realizzato con la forte contrazione della domanda domestica. A tale politica è stato di fatto demandato il duplice compito, da un lato, di comprimere l’assorbimento nelle economie in deficit e, dall’altro, di indurvi, attraverso indebolimenti dei mercati del lavoro, cosiddette svalutazioni interne, ovvero l’abbassamento persistente delle dinamiche di prezzi e costi sotto quelle della Germania. Un tale processo si è, però, rivelato molto lungo e oneroso, anche per le rigidità al ribasso che normalmente contraddistinguono, in tutte le moderne democrazie industriali, salari e stipendi. Lo sforzo per conseguire svalutazioni interne ha implicato, in assenza di movimenti in senso opposto nell’economia tedesca, aumenti di disoccupazione senza precedenti

... e le inevitabili conseguenze sulla disoccupazione, mentre i rimbambiti si beavano dell'inflazione allo 0,7% (e vorrei vedere, con la disoccupazione raddoppiata o triplicata)

Recupero competitivo e peggioramento del mercato del lavoro sono venuti così a costituire due facce della stessa medaglia e i miglioramenti dei conti con l’estero dei periferici sono stati tanto più significativi quanto maggiore è stato l’ampliamento da essi sperimentato dell’area dei senza lavoro (fig. 3). Il saldo delle partite correnti della Spagna è aumentato, in rapporto al PIL, di 10 punti percentuali tra il 2007 e il 2013, sei volte di più rispetto al miglioramento della bilancia italiana; ciò si è verificato in corrispondenza di una triplicazione del tasso di disoccupazione iberico (da 8,3 a 26,5%), a fronte del “solo” raddoppio (da 6,1 a 12,1%) di quello dell’Italia.


Il riequilibrio delle partite correnti nei paesi deficitari si è realizzato con la forte contrazione della domanda domestica. A tale politica è stato di fatto demandato il duplice compito, da un lato, di comprimere l’assorbimento nelle economie in deficit e, dall’altro, di indurvi, attraverso indebolimenti dei mercati del lavoro, cosiddette svalutazioni interne, ovvero l’abbassamento persistente delle dinamiche di prezzi e costi sotto quelle della Germania. Un tale processo si è, però, rivelato molto lungo e oneroso, anche per le rigidità al ribasso che normalmente contraddistinguono, in tutte le moderne democrazie industriali, salari e stipendi. Lo sforzo per conseguire svalutazioni interne ha implicato, in assenza di movimenti in senso opposto nell’economia tedesca, aumenti di disoccupazione senza precedenti. Recupero competitivo e peggioramento del mercato del lavoro sono venuti così a costituire due facce della stessa medaglia e i miglioramenti dei conti con l’estero dei periferici sono stati tanto più significativi quanto maggiore è stato l’ampliamento da essi sperimentato dell’area dei senza lavoro

A questo ritmo la Spagna ci metterà una trentina d'anni a recuperare il gap d'inflazione accumulato con la Germania.
Con la disoccupazione al 30%.

Ma tranquilli, andrebbe in default molto prima :eek:

L’inflazione media dello 0,7% nell’area euro (gennaio 2014) sottende dinamiche prossime a zero in Spagna e pari a un po’ più dell’1% in Germania. Tenuto conto delle stime del gap competitivo dell’economia iberica comprese tra il 12 e il 30%[1], con l’attuale differenziale inflazionistico occorrerebbero dai dodici ai trenta anni per conseguire un azzeramento del ritardo spagnolo


Con buona pace degli euroti. Riposino in pace. Amen :eek:

titanic.jpg
 

chantal_bbb

Member
Registrato
12 Set 2012
Messaggi
26.142
Punti reazioni
511
E quel che è peggio è che rischiamo di trovarcelo di nuovo sul groppone, grazie al fatto scandaloso avvenuto oggi :mad: Ma un briciolo di vergogna, no?
 

totem1959

...
Registrato
31 Lug 2004
Messaggi
20.731
Punti reazioni
666
Il grande fratello

Smart tv LG: quando il televisore ti spia. Chiedi il rimborso

Quello che guardi e fai con il televisore viene trasmesso al produttore. L'azienda ha rilasciato un aggiornamento che risolve il problema, ma non in tutti i modelli. Lo confermano i nostri test, che faremo presto anche sulle altre smart tv in commercio. Intanto LG ci comunica che gran parte dei suoi modelli hanno lo stesso problema. Segnalaci il tuo caso per il rimborso o la sostituzione.

Smart tv LG: quando il televisore ti spia. Chiedi il rimborso - Altroconsumo
 

kimo

STAY ALIVE !!!
Registrato
30 Apr 2005
Messaggi
7.741
Punti reazioni
294

---> uno dei mali di questa UE e' che anche le pulci si arrogano il diritto ad avere la tosse: la finlandia e' un paese che contava poco prima (con nokia) e non conta un cavolo oggi...ora che i disastri ormai si sono compiuti, anche loro si beccheranno la cucuzza con tutto il cucuzzaro.
Per adesso e' solo la deflazione europea e i tassi bce bassi...but stay tuned
 

MrBadGuy1981

Member
Registrato
4 Gen 2010
Messaggi
1.016
Punti reazioni
73
visto ieri sera su youtube. non è detto che sia oro colato.... però è un interessante punto di vista. Quantomeno fa riflettere su uno dei possibili scenari.
Non nascondo che mi sto arrovellando per cercare di trovare un senso a tuttoquello che è successo nelle ultime settimane.
 

broken brick

Member
Registrato
18 Nov 2010
Messaggi
27.796
Punti reazioni
825
Più che probabile...molto logico.
Ora, per un pezzo, ci terremo questo governo...almeno ci sono un sacco di giovani e si comincia a vedere un paese che passa il testimone.
 

totem1959

...
Registrato
31 Lug 2004
Messaggi
20.731
Punti reazioni
666
i poli terrestre messi insieme sono più caldi rispetto al momento del passaggio simbolico (campanella) delle consegne.....
 

totem1959

...
Registrato
31 Lug 2004
Messaggi
20.731
Punti reazioni
666
Grecia, strage degli innocenti: +43% di mortalità infantile dopo i tagli alla sanità

Il rapporto dei ricercatori di Cambridge, Oxford e Londra, pubblicato "The Lancet": sotto accusa i tagli imposti al paese elennico dai potenti del mondo

BERLINO - La mortalità infantile nei primi mesi di vita dei bambini è aumentata del 43 per cento in Grecia a seguito dei brutali tagli alla spesa pubblica, e al dimezzamento del bilancio della Sanità, imposti dalla crisi del debito sovrano e dalla spietata "terapia" di risanamento imposta dall'Unione europea, dalla Banca centrale europea, dal Fondo monetario internazionale, dal governo federale guidato dalla Cancelliera Angela Merkel. E' una strage degli innocenti, una cifra spaventosa, quella che emerge da un rapporto pubblicato dai ricercatori delle università britanniche di Cambridge, Oxford e Londra e pubblicato dalla rivista medica del Regno Unito "The Lancet", la più autorevole nel mondo. Sono cifre da rabbrividire, che dànno un'immagine del paese dove nacquero la democrazia, filosofia, matematica, cultura e scienze europee ridotto ormai ai livelli dei più derelitti e sfortunati paesi del Terzo mondo. E sono dati che lanciano di fatto un pesantissimo atto d'accusa alle grandi potenze e ai poteri forti dell'eurozona e del mondo economico e finanziario mondiale. Tanto più se si pensa quanto in Germania e Francia industrie militari e dei lavori pubblici e ingegneria civile, e le banche francesi e tedesche che finanziavano i loro affati, abbiano guadagnato dalla sperperosa, irresponsabile politica della spesa facile dei vari governi greci, arricchendosi con fastose, faraoniche opere pubbliche ed enormi spese militari (l'aviazione greca ad esempio ha il doppio di aerei di quella francese, la marina greca ha ordinato il doppio di U-Boot dell'ultimo modello di quella italiana).

Leggi tutto...
 

bigmad

juvenes dum sumus
Registrato
20 Gen 2009
Messaggi
28.271
Punti reazioni
894
visto ieri sera su youtube. non è detto che sia oro colato.... però è un interessante punto di vista. Quantomeno fa riflettere su uno dei possibili scenari.
Non nascondo che mi sto arrovellando per cercare di trovare un senso a tuttoquello che è successo nelle ultime settimane.

Più che probabile...molto logico.
Ora, per un pezzo, ci terremo questo governo...almeno ci sono un sacco di giovani e si comincia a vedere un paese che passa il testimone.

Quindi, se è vero quello che dice Benettazzo, le losche manovre di palazzo sarebbero ancor più insopportabili e spregevoli.
Io continuo a non capire perché la gente ancora non si decide a cacciare via a calci nel sedere questi furfanti: quante cose ancora bisognerà sopportare?
Io, francamente mi chiedo come sia possibile che al momento di mettere la crocetta sulla scheda ci siano ancora milioni di persone che votano PD o PDL o Scelta civica o qualsiasi altro gruppo legato alle logiche di spartizione della vecchia politica...
Il m5S dovrebbe ormai avere altro che il 51%... il 90!!!
 

broken brick

Member
Registrato
18 Nov 2010
Messaggi
27.796
Punti reazioni
825
visto ieri sera su youtube. non è detto che sia oro colato.... però è un interessante punto di vista. Quantomeno fa riflettere su uno dei possibili scenari.
Non nascondo che mi sto arrovellando per cercare di trovare un senso a tuttoquello che è successo nelle ultime settimane.

Come sapete non mi intendo di politica...ma la mia spiegazione é:
-Renzi ha visto dai sondaggi che Silvio sta risalendo e che se si va a regolari elezioni la destra vince
-Napolitano ha convinto Renzi a restare dentro l'Europa e a salvare le banche
-La bella Addormentata dorme nel bosco con i sette nani (Grillo e i grillini con il loro 25% di voti).
 

bigmad

juvenes dum sumus
Registrato
20 Gen 2009
Messaggi
28.271
Punti reazioni
894
Come sapete non mi intendo di politica...ma la mia spiegazione é:
-Renzi ha visto dai sondaggi che Silvio sta risalendo e che se si va a regolari elezioni la destra vince
-Napolitano ha convinto Renzi a restare dentro l'Europa e a salvare le banche
-La bella Addormentata dorme nel bosco con i sette nani (Grillo e i grillini con il loro 25% di voti).

Forse non ti è chiaro: tutta la politica "tradizionale" è schierata contro il M5S che con il suo 25% non può fare più di tanto, se non rompere le balle. Il piano è: "emarginiamoli, denigriamoli, facciamo vedere che non contano nulla e che fanno solo casino, così gli elettori che hanno votato per loro, vedendo che non hanno risolto nulla, la prossima volta torneranno a votare per noi o, al più si asterranno!"
E' un piano vigliacco e io mi auguro che lo capiscano in tanti, regalando alle prossime votazioni, che temo si faranno nel 2018, un plebiscito al M5S... ma non perché si abbia fiducia nei grillini, semplicemente perché i politici tradizionali, intrallazzatori, corrotti e incapaci, se ne devono andare!
 

totem1959

...
Registrato
31 Lug 2004
Messaggi
20.731
Punti reazioni
666
Forse non ti è chiaro: tutta la politica "tradizionale" è schierata contro il M5S che con il suo 25% non può fare più di tanto, se non rompere le balle. Il piano è: "emarginiamoli, denigriamoli, facciamo vedere che non contano nulla e che fanno solo casino, così gli elettori che hanno votato per loro, vedendo che non hanno risolto nulla, la prossima volta torneranno a votare per noi o, al più si asterranno!"
E' un piano vigliacco e io mi auguro che lo capiscano in tanti, regalando alle prossime votazioni, che temo si faranno nel 2018, un plebiscito al M5S... ma non perché si abbia fiducia nei grillini, semplicemente perché i politici tradizionali, intrallazzatori, corrotti e incapaci, se ne devono andare!
quoto quasi tutto... non concordo con la data del voto.... chi di tradimento ferisce, di tradimento perisce....

Renzi s'impantanerà nella pallude della real politic e la spallata fatta a Letta gli si torcerà contro.... il suo era... Letta può stare tranquillo, pur che facciano le cose urgenti....

cosa credi dirà Letta se Renzi non riesce ad ingranare da subito la quinta???

Solo una cosa può tenere la coalisione unita, la consapevolezza che se Renzi fallisce... spiana la strada al m5S...

imho
 

^silver^

R. E. Vice President
Registrato
3 Gen 2013
Messaggi
2.269
Punti reazioni
70
non contano nulla e ... fanno solo casino

cosa ci sarebbe di falso in ciò? :mmmm:

alle prossime votazioni, che temo si faranno nel 2018

Molto prima, ci puoi scommettere :yes:

un plebiscito al M5S... ma non perché si abbia fiducia nei grillini, semplicemente perché i politici tradizionali, intrallazzatori, corrotti e incapaci, se ne devono andare!

Sì, sogna. Siccome secondo te se ne devono andare allora il M5S farà il pienone. Ciò dovrebbe avere un nome ben preciso

Wishful thinking - Wikipedia, the free encyclopedia

Ricordati sempre che dietro ogni elettore che pensa che gli attuali politici devono andarsene, ce ne sono almeno due che pensano che è meglio che restino e per far sì che il loro desiderio si avveri votano, mentre quelli del cambiamento a volte si sfiduciano e rimangono a casa, allargando il divario.

Ma comunque, mi piace questa politica spiccia fatta a tavolino, dopo l'economia con l'uscita certa dall'Euro. Continuate che è bello leggere libri di fantascienza ogni tanto :D
 

bigmad

juvenes dum sumus
Registrato
20 Gen 2009
Messaggi
28.271
Punti reazioni
894
...Ricordati sempre che dietro ogni elettore che pensa che gli attuali politici devono andarsene, ce ne sono almeno due che pensano che è meglio che restino e per far sì che il loro desiderio si avveri votano, mentre quelli del cambiamento a volte si sfiduciano e rimangono a casa, allargando il divario.

Ecco... mi piacerebbe entrare nella mente di quei 2 elettori per capire come sia possibile che ancora possano dare il loro voto a questa gentaccia... che è la stessa gentaccia che ha partorito e continua a partorire scandali e sperperi a non finire, che è manifestamente incapace di porre un freno a tutto ciò e che, nonostante questa incapacità si è riempita di privilegi senza alcun paragone.
Io solo questo vorrei capire...
perché non posso pensare che chi vota PD o PDL sia FAVOREVOLE allo spreco, alla corruzione, alla spartizione del potere e del denaro pubblico, all'inefficienza, all'intrallazzo assunto come metodo standard di comportamento, alla disonestà diffusa... e allora, visto che la fiera contrarietà a questi falsi valori e il voto a quei partiti SONO INCOMPATIBILI... come può essere possibile che questi lestofanti abbiano ancora qualcuno, che non siano i parenti stretti (ma io nemmeno se fossi il fratello di Renzi lo voterei!), che li voti dando loro quella fiducia che evidentemente è stata mal riposta fino ad oggi!?!?!?!
 
Alto