Acquisto gruppo elettrogeno nuovo perchè toglieranno la corrente

filosofem

Nuovo Utente
Registrato
17/8/09
Messaggi
598
Punti reazioni
17
Ciao tutti, sarei curioso di sapere il vostro punto di vista.

Parliamo della casa in cui ci sono gli appartamenti dove vivo io, i miei genitori e dove c'è il negozio e gli uffici in cui lavoriamo io e mio fratello.
Già adesso, da molti anni, è presente un gruppo elettrogeno di emergenza con un motore Lombardini L14 a gasolio con un alternatore da 7kVa che da vent'anni, ogni sei mesi avvio, faccio girare per una mezz oretta e spengo per controllare che tutto funzioni e faccio manutenzione ogni 2/3 anni.

Ovviamente questo gruppo elettrogeno in tutti questi anni è stato forse utile una o due volte in cui la corrente è mancata per più di mezz'ora; una volta ricordo che mancò per una giornata intera. Quindi il gruppo che adesso ho è in grado di supportare tranquillamente il negozio e gli uffici (e nel caso anche gli appartamenti visto che i quadri sono provvisti di deviatore) senza grosse pretese: ovviamente senza ascensore, aria condizionata e pompa di calore, senza tutte le stampanti laser, con un illuminazione "d'emergenza"

Mio papà qualche giorno fa mi ha detto che secondo lui dovremmo acquistare, e anche alla svelta, un nuovo gruppo elettrogeno molto più potente che possa supportare tutto il carico di corrente compresi soprattutto ascensore e climatizzatori...
Perchè secondo lui mancherà la corrente.

Ho in mano un preventivo di un gruppo da 20kVA (!!!) perchè possa supportare tutta la casa e soprattutto la corrente di spunto del motore dell'aria condizionata (un canalizzato che copre tutti gli uffici ed il negozio).

Purtroppo è difficile fargli cambiare idea, è convinto che taglieranno la corrente mentre il gasolio per far andare il generatore si potrà sempre trovare.

A me sembra una follia,
1) perchè un gruppo elettrogeno già c'è
1b) perchè in realtà non sarebbe mai servito ma c'è per una tranquillità
2) perchè nel caso di bisogno è in grado di mantenere operativa l'attività rimandando operazioni energivore non urgenti.
3) perchè sinceramente vedo impossibile che tolgano la corrente
4) perchè in caso anche di assenza della corrente non vedo come importante avere l'aria condizionata
5) perchè nel caso veramente togliessero la corrente dubito che i clienti verrebbero in negozio, il personale verrebbe al lavoro, i pagamenti elettronici dubito funzionerebbero.

Insomma sembra che lui voglia preparasi all'indipendenza energetica per mesi.

Purtroppo il problema è che lui ne parla con me (lasciamo perdere mio fratello, lui "ha una famiglia") e vuole convincermi della sua idea. Ma a me sembra una ca@@ata e l'ho detto. E ogni volta che torna sul discorso si arrabbia con me dicendo che non penso avanti.


Vorrei sapere cosa ne pensate; chiaro che mi potrete rispondere "a meno che la spesa sia un problema, lasciagli mettere il nuovo gruppo elettrogeno che starà li a prendere polvere e basta" ma quello che vorrei capire è, sono io che valuto come altamente improbabile che venga tolta la corrente elettrica o è mio papà che sovrastima il problema?

Grazie
Scusate lo sfogo
 

bu$ine$$

TUTTI IN PRIMA LINEA
Registrato
26/8/05
Messaggi
9.623
Punti reazioni
1.444
Ma il vero discorso è...perchè non ha pensato di mettere un mega impianto fotovoltaico con batterie e tenere quel generatore li?
Anche perchè il generatore ti serve in situazioni di emergenza...il fotovoltaico no...e cmq se ci saranno dei cali di corrente....saranno di poche ore o al max giornalieri...il nostro sistema di connessione già ora prevede (nel caso di emergenze) di attaccare alle cabine di distribuzione mega generatori a gasolio che sono sicuramente più produttivi del tuo piccolo....poi non so...c'è gente che si compra il bunker antiatomico...per cui il generatore è il meno....
prima di togliere la corrente a casa tua (o mio) staccano la corrente prima ai grandissimo consumatori (cartiere, cementifici, acciaierie ecc ecc) , poi alle grandi aziende, poi alle medie...e infine a casa....penso che già ora, con le rinnovabili al 35% della produzione totale siano sufficienti a coprire tutto il civile....lo si vede dai dati di Terna

ps: quanto costa?

Rinnovabili in Italia: coperto il 44,6% della produzione elettrica nazionale.

Rinnovabili in Italia: 44,6% della produzione ma idro ed eolico crollano
22 Giugno 2022
Nel mese di maggio le green energy italiane hanno fornito 9.539 GWh coprendo il 37% dei consumi nazionali. In crescita il saldo con l’estero e la produzione fossile


rinnovabili in Italia

I dati di Terna sui consumi elettrici e le rinnovabili in Italia
(Rinnovabili.it) – Il clima caldo e secco di questi mesi si sta facendo sentire anche a livello energetico. A maggio 2022, a fronte di un aumento della produzione fotovoltaica, l’idroelettrico nazionale ha proseguito nella sua spirale discendente. Raggiungendo un meno 28,7% rispetto al dato di maggio 2021. E se si confrontano i primi 5 mesi dell’anno, il calo risulta ancora più evidente con una riduzione del 39% nel 2022 sul 2021.
I dati arrivano dal consueto rapporto sul sistema elettrico di Terna che offre mensilmente un’approfondita panoramica dell’andamento delle rinnovabili in Italia e della domanda nazionale. Nel complesso, spiega l’operatore della rete di trasmissione, i consumi di energia elettrica continuano a crescere, non solo rispetto alle performance 2021 ma anche di mese in mese. Ma le difficili condizioni siccitose con cui l’Italia si trova a dover fare i conti, hanno tagliato le gambe all’idroelettrico. E nell’ultimo periodo si aggiunti anche i tagli alla geotermia (-0,9% tra maggio 22/21) e all’eolico (-43,1% tra maggio 22/21).
Il risultato? Tutto sommato soddisfacente, grazie ad alcuni picchi del solare. Lo scorso mese le rinnovabili in Italia hanno contribuito con il 44,6% alla produzione elettrica nazionale, coprendo il 37% dei consumi. Nel dettaglio, maggio ha avuto un giorno lavorativo in più e una temperatura media mensile superiore di quasi 3°C (22 vs 21). La domanda di energia elettrica italiana è stata soddisfatta per l’82,3% con la produzione nazionale e per la quota restante dal saldo dell’energia scambiata con l’estero, dato oggi in crescita. Dall’inizio dell’anno invece la produzione verde è stata del 37,2% per una copertura della domanda del 32,6%.
Il rapporto di Terna aggiorna anche l’indice IMCEI che prende in esame i consumi industriali delle imprese cosiddette ‘energivore’. Il documento riporta una flessione del 2,8% rispetto a maggio del 2021 (+2% a parità di calendario). Positive le rilevazioni dei comparti degli alimentari e della cartaria; in contrazione i settori dei metalli non ferrosi, dei mezzi di trasporto, dei materiali da costruzione e delle siderurgiche; sostanzialmente stabili i settori della meccanica e della chimica.
 

San Siro

Nuovo Utente
Registrato
28/3/08
Messaggi
7.059
Punti reazioni
205
Secondo me hai ragione tu.

Ma avere ragione non serve a convincere tuo padre.

Per fargli cambiare idea dovresti trovare degli argomenti validi, e il top sarebbe che queste cose vengano in mente a lui.

Un argomento sarebbe che una crisi energetica può prendere strade imprevedibili.

Quindi converrebbe vagliare tutte le strade possibili e aspettare a spendere fino a quando non se ne saprà di più.

Cioè mai.
 

2carte

Nuovo Utente
Registrato
17/6/15
Messaggi
6.977
Punti reazioni
273
*Nell'immediato non serve.
*Se tolgono la corrente col fotovoltaico non fai girare gli ascensori.
*Nel 2035 ma se andiamo avanti così anche prima, chiudono i rubinetti del petrolio quindi il gruppo grande con cosa lo fai girare.
*E' di questi giorni l'ampliamento dell'approvigionamento di energia nucleare dai Paesi fornitori.
*Se mancherà la corrente mancherà a molti. Se nel quartiere sarete gli unici ad averla, più di tanto che ve ne fate?
 

filosofem

Nuovo Utente
Registrato
17/8/09
Messaggi
598
Punti reazioni
17
ps: quanto costa?

C'è da vergognarsi a dirlo ma parliamo di circa 16/18k€, più se non ho capito male, c'è da fare delle modifiche all'impianto elettrico. Gli elettricisti che curano la casa hanno manifestato dubbi sull'utilità ma chiaramente per loro è lavoro.

Secondo me hai ragione tu.

Ma avere ragione non serve a convincere tuo padre.

Per fargli cambiare idea dovresti trovare degli argomenti validi, e il top sarebbe che queste cose vengano in mente a lui.

Un argomento sarebbe che una crisi energetica può prendere strade imprevedibili.

Quindi converrebbe vagliare tutte le strade possibili e aspettare a spendere fino a quando non se ne saprà di più.

Cioè mai.

*Nell'immediato non serve.
*Se tolgono la corrente col fotovoltaico non fai girare gli ascensori.
*Nel 2035 ma se andiamo avanti così anche prima, chiudono i rubinetti del petrolio quindi il gruppo grande con cosa lo fai girare.
*E' di questi giorni l'ampliamento dell'approvigionamento di energia nucleare dai Paesi fornitori.
*Se mancherà la corrente mancherà a molti. Se nel quartiere sarete gli unici ad averla, più di tanto che ve ne fate?


Qualcuno che ragiona. Io la penso esattamente cosi!

Nell' ipotesi che si verificasse quello che dice mio papà, essere gli unici ad avere la corrente, verrebbero tutti i vicini a chiedere di poter caricare il telefono :D
 

Benjamin_Malaussène

Nuovo Utente
Registrato
12/8/19
Messaggi
5.405
Punti reazioni
577
C'è da vergognarsi a dirlo ma parliamo di circa 16/18k€, più se non ho capito male, c'è da fare delle modifiche all'impianto elettrico. Gli elettricisti che curano la casa hanno manifestato dubbi sull'utilità ma chiaramente per loro è lavoro.






Qualcuno che ragiona. Io la penso esattamente cosi!

Nell' ipotesi che si verificasse quello che dice mio papà, essere gli unici ad avere la corrente, verrebbero tutti i vicini a chiedere di poter caricare il telefono :D

Se tolgono la corrente per motivazioni gravi (razionamento, crisi, etc.) sicuramente non vai a poter acquistare il gasolio dietro l'angolo.

Piuttosto se hai 20k da investire fatto un impianto a pannelli solari che almeno lo usi per aria condizionata quando c'è il sole
 

Borse 2020

Nuovo Utente
Registrato
6/1/20
Messaggi
5.890
Punti reazioni
220
C'è da vergognarsi a dirlo ma parliamo di circa 16/18k€, più se non ho capito male, c'è da fare delle modifiche all'impianto elettrico. Gli elettricisti che curano la casa hanno manifestato dubbi sull'utilità ma chiaramente per loro è lavoro.






Qualcuno che ragiona. Io la penso esattamente cosi!

Nell' ipotesi che si verificasse quello che dice mio papà, essere gli unici ad avere la corrente, verrebbero tutti i vicini a chiedere di poter caricare il telefono :D

16/18 picchi... si commentano da soli. KO!
Ma poi tuo padre e' nostradamus che prevede il futuro?
 

orsomorso

Nuovo Utente
Registrato
12/12/20
Messaggi
652
Punti reazioni
85
come già detto da altri, pienamente d'accordo con te.
Meno male che le nuove generazioni ragionano meglio delle vecchie :)
riassumendo:
- farsi un fotovoltaico è meglio
- in caso di crisi grave e duratura, il gasolio sarebbe razionato
- se rimani l'unico nel paese/città ad avere elettricità mentre il resto del mondo sta al buio, è praticamente irrilevante averla. Anzi controproducente...
 

piof

Nuovo Utente
Registrato
8/5/09
Messaggi
13.829
Punti reazioni
542
scusate, non ho letto tutto, ma c'entra qualcosa con la sezione?
 

bu$ine$$

TUTTI IN PRIMA LINEA
Registrato
26/8/05
Messaggi
9.623
Punti reazioni
1.444
C'è da vergognarsi a dirlo ma parliamo di circa 16/18k€, più se non ho capito male, c'è da fare delle modifiche all'impianto elettrico. Gli elettricisti che curano la casa hanno manifestato dubbi sull'utilità ma chiaramente per loro è lavoro.






Qualcuno che ragiona. Io la penso esattamente cosi!

Nell' ipotesi che si verificasse quello che dice mio papà, essere gli unici ad avere la corrente, verrebbero tutti i vicini a chiedere di poter caricare il telefono :D

con 16/18 k ti tieni il tuo generatore, monti con il bonus 50 % un bel 20/25 kwp di fotovoltaico e una bella batteria capiente (io sono contrario al momento sulle batterie ma nel tuo caso potrebbe essere utile a tranquillizzare tuo papà) e tra negozio e abitazioni avrai vantaggi sicuri senza dipendere da nessun tipo di razionamento (se tolgono la corrente penserà mica che vendano il gasolio?, e se pensa di fare scorta di gasolio....wabbe a questo punto mi arrendo)
 

sandalio

Part-time trader
Registrato
22/2/07
Messaggi
7.141
Punti reazioni
238
se tolgono la corrente penserà mica che vendano il gasolio?

?? In base a che ragionamento?? La corrente salta per guasti, ad esempio nella mia zona è saltata giorni fa. L'azienda elettrica (c'è la centrale nel comune) ha fatto arrivare in fretta e furia dei generatori diesel a noleggio (li porta il camion), uno è rimasto "parcheggiato" in un distributore.
Concordo che non ci sia convenienza. Potete anche tenervi il generatore attuale e su internet prendete uno a benzina da 4-5 kW a 600 euro. con 7+5 = 12 kW siete più che a posto.
 

filosofem

Nuovo Utente
Registrato
17/8/09
Messaggi
598
Punti reazioni
17
Potete anche tenervi il generatore attuale e su internet prendete uno a benzina da 4-5 kW a 600 euro. con 7+5 = 12 kW siete più che a posto.

Ni purtroppo sommare le potenze di due generatori non è cosi facile. Non sono un tecnico ma suppongo che, si, spenderei 600€ per il generatori e (forse) dieci volte per un dispositivo che metta in fase le due onde prodotte e che bilanci i carichi (a uno circa il 60% 7/12 e all'altro circa il 40% 5/12). Meglio non tirare fuori strane idee :D:D:D
 

paolodivi

No War
Registrato
26/4/10
Messaggi
4.481
Punti reazioni
154
scusate, non ho letto tutto, ma c'entra qualcosa con la sezione?

Se tagliano la corrente residenziale sarà dovuto a un problema di tipo macro economico ? Speriamo lo facciano d’inverno così resta il frigo outdoor funzionante e si accende il camino… per chi c’è l’ha….:'(
 

filosofem

Nuovo Utente
Registrato
17/8/09
Messaggi
598
Punti reazioni
17
Ancora oggi mio papà me l'ha mentata con sta cosa. "Toglieranno la corrente" "ma non leggi i giornali?" "perchè non ci arrivi?" "non sei capace di vedere lontano" "quando poi servirà non ce ne saranno più"

Purtroppo parlare con mio papà è difficle, farlo ragionare impossibile. Pretende che tu lo ascolti e, parlare con lui, vuol dire che all'inizio della converazione tu hai la tua idea e lui la sua e alla fine della conversazione tu devi avere la sua idea se no sei scemo.

Ho difficoltà ad avere una conversazione con chi ha un comportamento cosi violento. Se ho la mia idea o il mio punto di vista non è possibile che ogni settimana ritiri fuori l'argomento mettendomi sotto il naso un articolo di giornale e dicendo "se proprio sicuro che non sia il caso di prendere il nuovo gruppo elettrogeno?"
 

orsomorso

Nuovo Utente
Registrato
12/12/20
Messaggi
652
Punti reazioni
85
controbatti con articoli sul fotovoltaico :D
 

Cassetto nei sogni -

Nuovo Utente
Registrato
15/7/22
Messaggi
1.321
Punti reazioni
121
Ancora oggi mio papà me l'ha mentata con sta cosa. "Toglieranno la corrente" "ma non leggi i giornali?" "perchè non ci arrivi?" "non sei capace di vedere lontano" "quando poi servirà non ce ne saranno più"

Purtroppo parlare con mio papà è difficle, farlo ragionare impossibile. Pretende che tu lo ascolti e, parlare con lui, vuol dire che all'inizio della converazione tu hai la tua idea e lui la sua e alla fine della conversazione tu devi avere la sua idea se no sei scemo.

Ho difficoltà ad avere una conversazione con chi ha un comportamento cosi violento. Se ho la mia idea o il mio punto di vista non è possibile che ogni settimana ritiri fuori l'argomento mettendomi sotto il naso un articolo di giornale e dicendo "se proprio sicuro che non sia il caso di prendere il nuovo gruppo elettrogeno?"

In Italia la corrente viene prodotta utilizzando olio combustibile di derivazione petrolifera,gas,carbone ed energie rinnovabili. Poi non essendo in grado di fare fronte all' interno fabbisogno , importa energia dall' estero di provenienza nucleare.
Terna dichiara di immettere energia nella rete intorno al 35% di energia da fonti rinnovabili.
Questo è lo scenario. Al mento attuale il problema e' il gas ed il petrolio.
Da qui dedurre che ci sara' un blocco totale dell' erogazione vuol dire supporre che le altre fonti facciamo cilecca e che non entri piu' petrolio e gas .
Allo stato attuale l' Italia di sta approvviggionsmdo di gas per l' inverno.
Un totale blocco dell' erogazione di energia elettrica e' uno scenario da conflitto nucleare,il peggior scenario possibile.
Forse tuo padre.andrebbe tranquillizzato,forse e' un tipo emotivo .
 

Cassetto nei sogni -

Nuovo Utente
Registrato
15/7/22
Messaggi
1.321
Punti reazioni
121
Inoltre la questione si sta ponendo male ,poiche' e' sotto forma di scommessa.
Qualcuno perdera' la scommessa e ci sara' uno che incolpera' l' altro .
Nessuno puo' prevedere un evento simile, ci sono maggiori probabilità o minori a seconda dell' evolversi della situazione ma non certezze.
 

Cassetto nei sogni -

Nuovo Utente
Registrato
15/7/22
Messaggi
1.321
Punti reazioni
121
Inoltre il petrolio russo viene venduto agli arabi che lo utilizzano per le proprie centrali elettriche ed il proprio,eccedente ,viene immesso sul mercato.
Quindi il petrolio russo da un giro piu' largo ma continua ad essere venduto.
 

San Siro

Nuovo Utente
Registrato
28/3/08
Messaggi
7.059
Punti reazioni
205
Ancora oggi mio papà me l'ha mentata con sta cosa. "Toglieranno la corrente" "ma non leggi i giornali?" "perchè non ci arrivi?" "non sei capace di vedere lontano" "quando poi servirà non ce ne saranno più"

Purtroppo parlare con mio papà è difficle, farlo ragionare impossibile. Pretende che tu lo ascolti e, parlare con lui, vuol dire che all'inizio della converazione tu hai la tua idea e lui la sua e alla fine della conversazione tu devi avere la sua idea se no sei scemo.

Ho difficoltà ad avere una conversazione con chi ha un comportamento cosi violento. Se ho la mia idea o il mio punto di vista non è possibile che ogni settimana ritiri fuori l'argomento mettendomi sotto il naso un articolo di giornale e dicendo "se proprio sicuro che non sia il caso di prendere il nuovo gruppo elettrogeno?"

Come ti hanno già fatto notare alcuni, se siete gli unici in zona ad avere la corrente, attirate l'attenzione di tutta una serie di personaggi.

Passi per i vicini che chiedono di caricare il telefonino.

Potreste però essere vittima di un vero e proprio assalto.

Legati alle sedie come salami e intanto la gang smonta il vostro impianto per rimontarlo (o venderlo) altrove.

Difficile che la polizia intervenga. Saranno giorni di caos, a cominciare dalle comunicazioni.

Dovresti trovare qualcuno che gli metta la pulce nell'orecchio.

Già ci sono gli habitué delle rapine in villa, poi gli specialisti nel furto del rame.

Vuoi che non facciano una joint venture e vengano a fottervi l'impianto?