Anche gli Usa stanno finendo le armi?Ahi ahi ahi .....

persicaccio

Nuovo Utente
Registrato
11/11/14
Messaggi
459
Punti reazioni
118
Si esercitano a dipingere i russi come sottosviluppati mentali. Un tempo esistevano le ideologie che riflettevano correnti di pensiero. Poi le ideologie sono state dichiarate finite in quanto nel frattempo si è affermata un'unica ideologia quella dell'IO sono io e voi non siete un capzo a seconda di chi la racconta. E a raccontarla gli occidentali non hanno eguali. Finirà molto male per gli stolti che sono nel west.
Questa è un affermazione ad usual, naturalmente per rinforzare l'opinione dell'autore del post, l'occidente brutto e cattivo. E invece è proprio qui la differenza sostanziale tra noi e i paesi a regime autocratico: il rispetto per l' io sono, che in Russia manco sanno cosa sia.
Da una battuta di un filmetto b movie tranciate giudizi sulle nostre società senza che ci sia un domani. Consiglio la lettura per esempio di "elogio dell'Occidente" del sociologo Franco LA Cecla. Non meritate le democrazie, sistema certo imperfetto ma emendabile, a differenza del vostro guru Putino.
 

Kimmo

Nuovo Utente
Registrato
8/1/09
Messaggi
17.136
Punti reazioni
752
Questa è un affermazione ad usual, naturalmente per rinforzare l'opinione dell'autore del post, l'occidente brutto e cattivo. E invece è proprio qui la differenza sostanziale tra noi e i paesi a regime autocratico: il rispetto per l' io sono, che in Russia manco sanno cosa sia.
Da una battuta di un filmetto b movie tranciate giudizi sulle nostre società senza che ci sia un domani. Consiglio la lettura per esempio di "elogio dell'Occidente" del sociologo Franco LA Cecla. Non meritate le democrazie, sistema certo imperfetto ma emendabile, a differenza del vostro guru Putino.

Ma il guru di chi, di cosa vai cianciando. Comprendo che il mainstream vi porti ad etichettare ed a classificare a tutto spiano dando luogo a giudizi formulati in modo bambinesco ma a tutto c'è un limite. Ma basta co sta solfa e riattivate i neuroni.
 

lorenzov1963

RdC?! A Lavorare!
Sospeso dallo Staff
Registrato
30/7/08
Messaggi
29.307
Punti reazioni
1.028
Ma il guru di chi, di cosa vai cianciando. Comprendo che il mainstream vi porti ad etichettare ed a classificare a tutto spiano dando luogo a giudizi formulati in modo bambinesco ma a tutto c'è un limite. Ma basta co sta solfa e riattivate i neuroni.
Temo che ti stai solo parlando addosso...
 

tutmosi

Nuovo Utente
Registrato
20/9/03
Messaggi
15.683
Punti reazioni
490
Tornando al tema una cosa appare evidente,e cioè che la Russia ha un arsenale gigantesco .
E' da aprile che in occidente si parla di Russia a corto di missili:
-aprile La Russia sta per esaurire le armi? Missili e tank fabbricati in Ucraina e la Francia non vende più: Putin rischia di restare a secco
-maggio
"Putin ha finito i missili. Ora Kiev può vincere"
-ottobre
La Russia sta davvero finendo le scorte di armi e munizioni per combattere la guerra in Ucraina?
-novembre Putin sta finendo i missili. E ricicla quelli nucleari ma senza testate (di L. Santucci)


Poi 1 settimana fa ,5 dicembre la pioggia dei missili inaspettata

Guerra Ucraina, pioggia di missili russi su tutto il Paese | Video Sky - Sky TG24

Quindi sembrerebbe che Putin abbia un arsenale incredibile a disposizione.
Da fonti affidabili (Campochiari del canale parabellum) si sa che In Russia ormai da mesi sono entrati in economia di guerra:le fabbriche sono a pieno regime,lavorano su 3 turno giornalieri compresi sabato e domenica,producono almeno 100 missili al mese;pare non abbiano problemi di componentistica,hanno comprato negli anni milioni di chip e alle spalle hanno paesi (Cina Iran) in grado di aiutarli se occorre.
Senza contare le enormi riserve nei magazzini,nelle navi .;anche i missili terra-aria stanno venendo trasformati in missili terra-terra ,oltre ai di droni leggeri kamikaze iraniani,che stanno iniziando a produrre:
I drono,anche che se non fanno danni enormi perchè hanno cariche esplosive limitate, sono però molto precisi ed efficaci nel distruggere obiettivi particolari come trasformatori di potenza, pompe dell'acquedotto, binari ferroviari e similiae .
Per non parlare delle munizioni per cannoni che gli stessi Usa ammettono essere disponibili in quantità enormi.

Ormai è evidente che la Russia ha optato per una strategia difensiva sul fronte, dove si sta trincerando e blindando e una strategia di attacco tecnologico sull'entroterra ucraino con il lancio periodico di centinaia e centinaia di missili che vanno a distruggere centrali elettriche, depositi di armi e carburanti, ferrovie, strade, cercando di piegare l'Ucraina o perlomeno costringerla a trattare atraverso un martellamento ai fianchi che sta mettendo in ginocchio la Nazione.
E' arrivato l'inverno, per chi non ha acqua corrente in Ucraina non sarà disponibile nemmeno il riscaldamento e con le centrali elettriche sistematicamente messe fuori uso non è che sul fronte energetico si stia meglio.

Questo nuovo tipo di guerra adottato permette ai russi di diminuire decisamente le perdite di uomini e mezzi, toccherà agli ucraini attaccare e attaccare significa perdite notevoli per gli attaccanti e limitate per i difensori.

La superiorità numerica ucraina pare sia ancora schiacciante e i rifornimenti di soldi e armi dagli USA e dall'Europa tengono in piedi l'esercito ucraino anche dal punto di vista tecnologico,ma è in atto una 2° mobilitazione che potrebbe portare le forze russe a 700.000 uomini,senza intaccare la massa di riservisti (2 milioni) come ha fatto l'Ucraina,in quanto comporterebbe dichiarare lo stato di guerra, operazione che comporta un costo politico che evidentemente Putin non vuole pagare.

Quindi?
I russi stanno puntando a vincere per logoramento dell'avversario. Gli ucraini di logorare la Russia non hanno speranza, se USA e Europa tirano i remi in barca anche un pochino crollano in 15 giorni, quindi non è che abbiano grandi scelte. Appena le condizioni lo permetteranno dovranno giocoforza attaccare in forze e lì si decideranno i destini di questa guerra. Ma non la vedo bene per gli ucraini in nessun caso.

Io l'unica soluzione che vedo ( e che mi auguro) è che gli Usa convincano gli ucraini, obtorto collo, ad abbandonare l'atteggiamento massimalista che hanno assunto (o Crimea o morte) ed accettare più ragionevolmente qualche perdita territoriale in cambio di qualche garanzia da parte russa di qualche altro tipo.
 

Triplet

I love Greyhound
Registrato
23/5/10
Messaggi
38.106
Punti reazioni
1.106
Tornando al tema una cosa appare evidente,e cioè che la Russia ha un arsenale gigantesco .
E' da aprile che in occidente si parla di Russia a corto di missili:
-aprile La Russia sta per esaurire le armi? Missili e tank fabbricati in Ucraina e la Francia non vende più: Putin rischia di restare a secco
-maggio
"Putin ha finito i missili. Ora Kiev può vincere"
-ottobre
La Russia sta davvero finendo le scorte di armi e munizioni per combattere la guerra in Ucraina?
-novembre Putin sta finendo i missili. E ricicla quelli nucleari ma senza testate (di L. Santucci)


Poi 1 settimana fa ,5 dicembre la pioggia dei missili inaspettata

Guerra Ucraina, pioggia di missili russi su tutto il Paese | Video Sky - Sky TG24

Quindi sembrerebbe che Putin abbia un arsenale incredibile a disposizione.
Da fonti affidabili (Campochiari del canale parabellum) si sa che In Russia ormai da mesi sono entrati in economia di guerra:le fabbriche sono a pieno regime,lavorano su 3 turno giornalieri compresi sabato e domenica,producono almeno 100 missili al mese;pare non abbiano problemi di componentistica,hanno comprato negli anni milioni di chip e alle spalle hanno paesi (Cina Iran) in grado di aiutarli se occorre.
Senza contare le enormi riserve nei magazzini,nelle navi .;anche i missili terra-aria stanno venendo trasformati in missili terra-terra ,oltre ai di droni leggeri kamikaze iraniani,che stanno iniziando a produrre:
I drono,anche che se non fanno danni enormi perchè hanno cariche esplosive limitate, sono però molto precisi ed efficaci nel distruggere obiettivi particolari come trasformatori di potenza, pompe dell'acquedotto, binari ferroviari e similiae .
Per non parlare delle munizioni per cannoni che gli stessi Usa ammettono essere disponibili in quantità enormi.

Ormai è evidente che la Russia ha optato per una strategia difensiva sul fronte, dove si sta trincerando e blindando e una strategia di attacco tecnologico sull'entroterra ucraino con il lancio periodico di centinaia e centinaia di missili che vanno a distruggere centrali elettriche, depositi di armi e carburanti, ferrovie, strade, cercando di piegare l'Ucraina o perlomeno costringerla a trattare atraverso un martellamento ai fianchi che sta mettendo in ginocchio la Nazione.
E' arrivato l'inverno, per chi non ha acqua corrente in Ucraina non sarà disponibile nemmeno il riscaldamento e con le centrali elettriche sistematicamente messe fuori uso non è che sul fronte energetico si stia meglio.

Questo nuovo tipo di guerra adottato permette ai russi di diminuire decisamente le perdite di uomini e mezzi, toccherà agli ucraini attaccare e attaccare significa perdite notevoli per gli attaccanti e limitate per i difensori.

La superiorità numerica ucraina pare sia ancora schiacciante e i rifornimenti di soldi e armi dagli USA e dall'Europa tengono in piedi l'esercito ucraino anche dal punto di vista tecnologico,ma è in atto una 2° mobilitazione che potrebbe portare le forze russe a 700.000 uomini,senza intaccare la massa di riservisti (2 milioni) come ha fatto l'Ucraina,in quanto comporterebbe dichiarare lo stato di guerra, operazione che comporta un costo politico che evidentemente Putin non vuole pagare.

Quindi?
I russi stanno puntando a vincere per logoramento dell'avversario. Gli ucraini di logorare la Russia non hanno speranza, se USA e Europa tirano i remi in barca anche un pochino crollano in 15 giorni, quindi non è che abbiano grandi scelte. Appena le condizioni lo permetteranno dovranno giocoforza attaccare in forze e lì si decideranno i destini di questa guerra. Ma non la vedo bene per gli ucraini in nessun caso.

Io l'unica soluzione che vedo ( e che mi auguro) è che gli Usa convincano gli ucraini, obtorto collo, ad abbandonare l'atteggiamento massimalista che hanno assunto (o Crimea o morte) ed accettare più ragionevolmente qualche perdita territoriale in cambio di qualche garanzia da parte russa di qualche altro tipo.

è quello che tutti auspicano...
 

Pred_01

compro i sogni
Registrato
21/10/14
Messaggi
25.679
Punti reazioni
616
Tornando al tema una cosa appare evidente,e cioè che la Russia ha un arsenale gigantesco .
E' da aprile che in occidente si parla di Russia a corto di missili:
-aprile La Russia sta per esaurire le armi? Missili e tank fabbricati in Ucraina e la Francia non vende più: Putin rischia di restare a secco
-maggio
"Putin ha finito i missili. Ora Kiev può vincere"
-ottobre
La Russia sta davvero finendo le scorte di armi e munizioni per combattere la guerra in Ucraina?
-novembre Putin sta finendo i missili. E ricicla quelli nucleari ma senza testate (di L. Santucci)


Poi 1 settimana fa ,5 dicembre la pioggia dei missili inaspettata

Guerra Ucraina, pioggia di missili russi su tutto il Paese | Video Sky - Sky TG24

Quindi sembrerebbe che Putin abbia un arsenale incredibile a disposizione.
Da fonti affidabili (Campochiari del canale parabellum) si sa che In Russia ormai da mesi sono entrati in economia di guerra:le fabbriche sono a pieno regime,lavorano su 3 turno giornalieri compresi sabato e domenica,producono almeno 100 missili al mese;pare non abbiano problemi di componentistica,hanno comprato negli anni milioni di chip e alle spalle hanno paesi (Cina Iran) in grado di aiutarli se occorre.
Senza contare le enormi riserve nei magazzini,nelle navi .;anche i missili terra-aria stanno venendo trasformati in missili terra-terra ,oltre ai di droni leggeri kamikaze iraniani,che stanno iniziando a produrre:
I drono,anche che se non fanno danni enormi perchè hanno cariche esplosive limitate, sono però molto precisi ed efficaci nel distruggere obiettivi particolari come trasformatori di potenza, pompe dell'acquedotto, binari ferroviari e similiae .
Per non parlare delle munizioni per cannoni che gli stessi Usa ammettono essere disponibili in quantità enormi.

Ormai è evidente che la Russia ha optato per una strategia difensiva sul fronte, dove si sta trincerando e blindando e una strategia di attacco tecnologico sull'entroterra ucraino con il lancio periodico di centinaia e centinaia di missili che vanno a distruggere centrali elettriche, depositi di armi e carburanti, ferrovie, strade, cercando di piegare l'Ucraina o perlomeno costringerla a trattare atraverso un martellamento ai fianchi che sta mettendo in ginocchio la Nazione.
E' arrivato l'inverno, per chi non ha acqua corrente in Ucraina non sarà disponibile nemmeno il riscaldamento e con le centrali elettriche sistematicamente messe fuori uso non è che sul fronte energetico si stia meglio.

Questo nuovo tipo di guerra adottato permette ai russi di diminuire decisamente le perdite di uomini e mezzi, toccherà agli ucraini attaccare e attaccare significa perdite notevoli per gli attaccanti e limitate per i difensori.

La superiorità numerica ucraina pare sia ancora schiacciante e i rifornimenti di soldi e armi dagli USA e dall'Europa tengono in piedi l'esercito ucraino anche dal punto di vista tecnologico,ma è in atto una 2° mobilitazione che potrebbe portare le forze russe a 700.000 uomini,senza intaccare la massa di riservisti (2 milioni) come ha fatto l'Ucraina,in quanto comporterebbe dichiarare lo stato di guerra, operazione che comporta un costo politico che evidentemente Putin non vuole pagare.

Quindi?
I russi stanno puntando a vincere per logoramento dell'avversario. Gli ucraini di logorare la Russia non hanno speranza, se USA e Europa tirano i remi in barca anche un pochino crollano in 15 giorni, quindi non è che abbiano grandi scelte. Appena le condizioni lo permetteranno dovranno giocoforza attaccare in forze e lì si decideranno i destini di questa guerra. Ma non la vedo bene per gli ucraini in nessun caso.

Io l'unica soluzione che vedo ( e che mi auguro) è che gli Usa convincano gli ucraini, obtorto collo, ad abbandonare l'atteggiamento massimalista che hanno assunto (o Crimea o morte) ed accettare più ragionevolmente qualche perdita territoriale in cambio di qualche garanzia da parte russa di qualche altro tipo.
Infatti c'è anche un altro signore (un certo Nane Cantatore), che in un suo video ha si confermato anche lui la capacità dei 100 missili prodotti al mese, ma ha anche detto che la Russia ne sta usando mediamente proprio un centinaio alla settimana : se così stanno le cose, oltre a finire in bancarotta (sempre questo signore parla di un costo che oscilla tra i 500 milioni ed il miliardo - presumo di USD - a botta), ma allo stesso tempo si sta riducendo le sue scorte strategiche e questo "normalmente" non è una bella cosa. Se a tutto questo si aggiunge che questa situazione se da un lato comporta una riduzione della disponibilità di energia elettrica per gli ucraini (stimata intorno al 35/40%), e che quindi indubbiamente comporta dei problemi in Ucraina, dall'altra ad oggi non sta segnando nessuna svolta.

Circa il numero di uomini da mettere in campo, anche qua mi sembra che sono in diversi a dover dire che il problema (per la Russia), non è il quantitativo umano, ma il fatto che il sistema logistico russo sta dimostrando di non essere in grado di supportare (ed anche tra luci ed ombre), non più di 200 mila uomini; se così stanno le cose, non credo abbia senso parlare di 700 mila e passa uomini da inviare in Ucraina.
Tant'è che al momento Surovikin si sta mettendo sulla difensiva.

Di seguito il video dove si riportano quelle "belle cose" sui missili e non solo.

 

tutmosi

Nuovo Utente
Registrato
20/9/03
Messaggi
15.683
Punti reazioni
490
Infatti c'è anche un altro signore (un certo Nane Cantatore), che in un suo video ha si confermato anche lui la capacità dei 100 missili prodotti al mese, ma ha anche detto che la Russia ne sta usando mediamente proprio un centinaio alla settimana : se così stanno le cose, oltre a finire in bancarotta (sempre questo signore parla di un costo che oscilla tra i 500 milioni ed il miliardo - presumo di USD - a botta), ma allo stesso tempo si sta riducendo le sue scorte strategiche
Secondo fonti statunitensi indicano , una rimanenza di 3.000 missili di precisione, oltre a circa 7.000 missili vecchio stampo (ma ad alto potere distruttivo).
D’altro canto, non è possibile conoscere con precisione la quantità di armi in possesso di Putin prima del conflitto.
Gli analisti stanno varando tutte le ipotesi, tenendo conto delle pesanti sanzioni inflitte alla Russia che ne hanno di certo limitato la possibilità di rifornimento militare. Nelle ultime settimane, infatti, l’Armata rossa ha utilizzato munizioni insolitamente costose.
Quanti missili ha ancora la Russia (senza contare le armi nucleari)

Senza contare i circa 28.000 missili terra-aria che stanno venendo trasformati in missili terra-terra di cui si parla ma al momento non ho fonti certe da pubblicare.
E poi ci sono quelli delle navi che pare siano tanti.
 

tutmosi

Nuovo Utente
Registrato
20/9/03
Messaggi
15.683
Punti reazioni
490
Secondo fonti statunitensi indicano , una rimanenza di 3.000 missili di precisione, oltre a circa 7.000 missili vecchio stampo (ma ad alto potere distruttivo).
D’altro canto, non è possibile conoscere con precisione la quantità di armi in possesso di Putin prima del conflitto.
Gli analisti stanno varando tutte le ipotesi, tenendo conto delle pesanti sanzioni inflitte alla Russia che ne hanno di certo limitato la possibilità di rifornimento militare. Nelle ultime settimane, infatti, l’Armata rossa ha utilizzato munizioni insolitamente costose.
Quanti missili ha ancora la Russia (senza contare le armi nucleari)

Senza contare i circa 28.000 missili terra-aria che stanno venendo trasformati in missili terra-terra di cui si parla ma al momento non ho fonti certe da pubblicare.
E poi ci sono quelli delle navi che pare siano tanti.
Trovato il link Ucraina. Mosca non ha gli arsenali vuoti: altri 3.000 missili di precisione

Hai voglia a finire i missili

E c’è un altro dato allarmante: gli ingegneri russi hanno convertito in armi terroristiche terra-terra ordigni pensati in origine per la difesa da aerei e razzi. Ne hanno 28mila, modificabili in missili ultraveloci, imprecisi, ma altamente distruttivi. Progettano di fare altrettanto con i missili di prima generazione, ancora in servizio con gli eserciti di decine di clienti russi. Per rifornirli, Mosca ha mantenuto sempre aperte le linee di produzione. Ne conosce i segreti e non ha perso i dettagli tecnici.

Se la misura andrà in porto, saranno diverse decine di migliaia di nuove munizioni potenziali. Il fatto che l’Armata Rossa alterni da otto mesi missili ultraprecisi e vettori vecchi indica che progetta una guerra lunga. Le sue riserve, le sue capacità produttive integre e le schiere di ingegneri militari al lavoro non promettono nulla di buono. Duole dirlo, ma la Russia può continuare i raid terroristici contro l’Ucraina per tanti mesi ancora. E’ il dramma della guerra, di tutte le guerre, anche se questa ci tocca più da vicino.


Non vedo come Putin possa perdere .
 

Sency

Agorista
Registrato
26/8/04
Messaggi
4.246
Punti reazioni
445
Putin non perde. Fallisce. Ti risulta che l'URSS abbia perso?
 

BlackM

Rock and Roll
Registrato
30/3/00
Messaggi
170.737
Punti reazioni
3.309
Questa è un affermazione ad usual, naturalmente per rinforzare l'opinione dell'autore del post, l'occidente brutto e cattivo. E invece è proprio qui la differenza sostanziale tra noi e i paesi a regime autocratico: il rispetto per l' io sono, che in Russia manco sanno cosa sia.
Da una battuta di un filmetto b movie tranciate giudizi sulle nostre società senza che ci sia un domani. Consiglio la lettura per esempio di "elogio dell'Occidente" del sociologo Franco LA Cecla. Non meritate le democrazie, sistema certo imperfetto ma emendabile, a differenza del vostro guru Putino.
Infatti il discorso è questo. Chi critica le nostre democrazie fa benissimo, ma se guarda ad est è veramente ridicolo.
Ci fosse UNO dei critici dell'Europa, degli USA ecc che proponesse un sistema migliore. Macchè. L'Occidente fa schifo, però Putin... :asd:
Eh ma Assad, il Leone della Siria! :asd:
Eh ma l'Iran, che tiene testa a esticazz.... :asd:
 

Manaos

Nuovo Utente
Registrato
22/9/06
Messaggi
13.302
Punti reazioni
420
Quindi sembrerebbe che Putin abbia un arsenale incredibile a disposizione.
Da fonti affidabili (Campochiari del canale parabellum) si sa che In Russia ormai da mesi sono entrati in economia di guerra:le fabbriche sono a pieno regime,lavorano su 3 turno giornalieri compresi sabato e domenica,producono almeno 100 missili al mese;pare non abbiano problemi di componentistica,hanno comprato negli anni milioni di chip e alle spalle hanno paesi (Cina Iran) in grado di aiutarli se occorre.
Senza contare le enormi riserve nei magazzini,nelle navi .;anche i missili terra-aria stanno venendo trasformati in missili terra-terra ,oltre ai di droni leggeri kamikaze iraniani,che stanno iniziando a produrre:
se la russia si è messa in economia di guerra per una "operazione speciale" contro l'Ucraina mi sa che non se la passerà bene prossimamente, per quanto può andare avanti così per un pezzo di Ucraina?

da una economia di guerra non si esce mai bene, soprattutto se vuoi essere una potenza mondiale e le altre potenze vanno avanti più o meno normalmente.
 

tutmosi

Nuovo Utente
Registrato
20/9/03
Messaggi
15.683
Punti reazioni
490
se la russia si è messa in economia di guerra per una "operazione speciale" contro l'Ucraina mi sa che non se la passerà bene prossimamente, per quanto può andare avanti così per un pezzo di Ucraina?

da una economia di guerra non si esce mai bene, soprattutto se vuoi essere una potenza mondiale e le altre potenze vanno avanti più o meno normalmente.
La Russia soffrirà ma si riprenderà grazie alle sue ricchezze in materie prime e appoggiandosi a oriente,Cina e india sopratutto,farà parte del blocco di superpotenze a guida cinese e con un mercato potenziale di qualche mld di persone non credo soffrirà della mancanza del mercato di 400 mln di persone.
Viceversa noi già stiamo soffrendo dell'economia di guerra impostaci dagli Usa.
 

long

Nuovo Utente
Registrato
10/11/00
Messaggi
11.043
Punti reazioni
687
La Russia soffrirà ma si riprenderà grazie alle sue ricchezze in materie prime e appoggiandosi a oriente,Cina e india sopratutto,farà parte del blocco di superpotenze a guida cinese e con un mercato potenziale di qualche mld di persone non credo soffrirà della mancanza del mercato di 400 mln di persone.
Viceversa noi già stiamo soffrendo dell'economia di guerra impostaci dagli Usa.

Ma quali ricchezze? Guadagnava quasi un miliardo di euro al giorno grazie al gas e al petrolio acquistati dalle democrazie occidentali...ora il gas putin se lo può solo sniffare mentre sul petrolio c'è il tetto dei 60 dollari.....La Russia senza la possibilità di vendere le sue materie prime all'occidente democratico diventerà più povera che mai e sarà costretta a svendere gas e petrolio a tutti gli altri...non parliamo poi di industrie manifatturiere perchè in Russia degne di questo nome non ne esistono e le poche sono tecnologicamente arretrate....cosa vuoi che si riprendano dopo la fine della guerra....poi in merito al tuo desiderio di vedere gli italiani in sofferenza ti devo dare una brutta notizia.....non ci sono al momento problemi nell'approvvigionamento di gas e luce....
 

Manaos

Nuovo Utente
Registrato
22/9/06
Messaggi
13.302
Punti reazioni
420
La Russia soffrirà ma si riprenderà grazie alle sue ricchezze in materie prime e appoggiandosi a oriente,Cina e india sopratutto,farà parte del blocco di superpotenze a guida cinese e con un mercato potenziale di qualche mld di persone non credo soffrirà della mancanza del mercato di 400 mln di persone.
Viceversa noi già stiamo soffrendo dell'economia di guerra impostaci dagli Usa.
in pratica da potenza mondiale diventerà il benzinaio di Cina e India, non mi sembra una grande vittoria per Putin.
 

cammello

ROB's something
Registrato
17/1/05
Messaggi
6.699
Punti reazioni
735
La Russia soffrirà ma si riprenderà grazie alle sue ricchezze in materie prime e appoggiandosi a oriente,Cina e india sopratutto,farà parte del blocco di superpotenze a guida cinese e con un mercato potenziale di qualche mld di persone non credo soffrirà della mancanza del mercato di 400 mln di persone.
Viceversa noi già stiamo soffrendo dell'economia di guerra impostaci dagli Usa.
mi soffermo solo su
"blocco di superpotenze a guida cinese "
solo la Cina sarà una super potenza; la russia era ed è al piu una potenza regionale ma sicuramente non ha possibilità di avere impatti a livello globale.
La russia ha sbagliato nel non scegliere se essere potenza regionale rivolta all'Europa o potenza regionale rivolta all'Asia e poi usare la sua influenza per ottenere i suoi scopi. Ha voluto usare la forza bruta con le figure barbine che vediamo e la totali perdita di credibilità (vedi schiaffoni di Modi, del kazako e del tagiko).
Quando finirò la guerra impiegherà abbastanza anni per riottenere uno standing e non essere visto come il cugino scemo (ma utile a portare le valigie pesanti)

C
 

Manaos

Nuovo Utente
Registrato
22/9/06
Messaggi
13.302
Punti reazioni
420
mi soffermo solo su
"blocco di superpotenze a guida cinese "
solo la Cina sarà una super potenza; la russia era ed è al piu una potenza regionale ma sicuramente non ha possibilità di avere impatti a livello globale.
La russia ha sbagliato nel non scegliere se essere potenza regionale rivolta all'Europa o potenza regionale rivolta all'Asia e poi usare la sua influenza per ottenere i suoi scopi. Ha voluto usare la forza bruta con le figure barbine che vediamo e la totali perdita di credibilità (vedi schiaffoni di Modi, del kazako e del tagiko).
Quando finirò la guerra impiegherà abbastanza anni per riottenere uno standing e non essere visto come il cugino scemo (ma utile a portare le valigie pesanti)

C
secondo me Putin non ci ha capito nulla, non è all'altezza di guidare una nazione dalle potenzialità della Russia nel mondo di oggi;

si è fatto attrarre da una visione romantica della Russia opponondosi all'inesorabile occidentalizzazione degli stati ex urss europei, e facendolo nella maniera peggiore, come un dittatore del novecento, vado bombardo e annetto;

Putin non è in grado di avere una visione economica moderna e finirà per essere sottomesso alla parte asiatica che crede alleata e che ora ovviamente sta a guardare e acquista a prezzi di saldi pezzi di russia.
 

tutmosi

Nuovo Utente
Registrato
20/9/03
Messaggi
15.683
Punti reazioni
490
mi soffermo solo su
"blocco di superpotenze a guida cinese "
solo la Cina sarà una super potenza; la russia era ed è al piu una potenza regionale ma sicuramente non ha possibilità di avere impatti a livello globale.
La russia ha sbagliato nel non scegliere se essere potenza regionale rivolta all'Europa o potenza regionale rivolta all'Asia e poi usare la sua influenza per ottenere i suoi scopi. Ha voluto usare la forza bruta con le figure barbine che vediamo e la totali perdita di credibilità (vedi schiaffoni di Modi, del kazako e del tagiko).
Quando finirò la guerra impiegherà abbastanza anni per riottenere uno standing e non essere visto come il cugino scemo (ma utile a portare le valigie pesanti)

C
Con 6500 bombe nucleari sei una superpotenza di default.

E ccmq sempre più della (dis)Unione europea rispetto agli Usa di cui siamo gli zerbini.
 
Ultima modifica:

tutmosi

Nuovo Utente
Registrato
20/9/03
Messaggi
15.683
Punti reazioni
490
secondo me Putin non ci ha capito nulla, non è all'altezza di guidare una nazione dalle potenzialità della Russia nel mondo di oggi;

si è fatto attrarre da una visione romantica della Russia opponondosi all'inesorabile occidentalizzazione degli stati ex urss europei, e facendolo nella maniera peggiore, come un dittatore del novecento, vado bombardo e annetto;

Putin non è in grado di avere una visione economica moderna e finirà per essere sottomesso alla parte asiatica che crede alleata e che ora ovviamente sta a guardare e acquista a prezzi di saldi pezzi di russia.
Quali pezzi di Russia?