Calcolo Excel perequazione pensioni - biennio 2023-2024

ExGianca53

Nuovo Utente
Registrato
18/5/11
Messaggi
1.265
Punti reazioni
131
Chi mi conosce sa quanto il sottoscritto sia sensibile e attento all'andamento del proprio assegno INPS. Però, in questo caso, la molla che ha fatto scattare il mio "risentimento" in senso metaforico è stato aver visto sul web che taluni chiedevano soldi per un programmino excel con il quale, appunto, fare il calcolo delle perequazione . Ciò detto ci ho provato e quindi propongo a tutti i pensionati del FOL il risultato delle mie fatiche.
Alcune note per l'utilizzo :
- Foglio "Finanziaria 2023" , inserire il proprio lordo attuale nelle cella D3, automaticamente si avrà in H 10 il nuovo tot. lordo, a lato l'aumento e il corrispondente valore netto tenuto conto della aliquota Irpef. Tutto in automatico .

P.s. se qualcosa non vi torna fate sapere. grazie.

Problema : Il fol NON mi permette di caricare file diversi da xlsx , quindi dovrete prelevarlo zippato.

p:p:s . File rimosso per palese errore nel Metodo di calcolo . Vedi post 10 nuova versione.
 
Ultima modifica:

POSITIVO SEMPRE

Nuovo Utente
Registrato
2/12/22
Messaggi
67
Punti reazioni
22
Chi mi conosce sa quanto il sottoscritto sia sensibile e attento all'andamento del proprio assegno INPS. Però, in questo caso, la molla che ha fatto scattare il mio "risentimento" in senso metaforico è stato aver visto sul web che taluni chiedevano soldi per un programmino excel con il quale, appunto, fare il calcolo delle perequazione . Ciò detto ci ho provato e quindi propongo a tutti i pensionati del FOL il risultato delle mie fatiche con tanto di grafico a indicare l'andamento nel range (modificabile) che va da un lordo di 1000 a 6000 euro .
Alcune note per l'utilizzo :
- Foglio "Finanziaria 2023" , inserire il proprio lordo attuale nelle cella C3, automaticamente si avrà in H 15 il nuovo tot. lordo, a lato l'aumento e il corrispondente valore netto tenuto conto della aliquota Irpef. Tutto in automatico .
- nel foglio "Calcolo " l'unica cella modificabile è la A2 nella quale è possibile cambiare la serie , sempre con + 100 di incremento , quindi premere Crea Grafico per l'aggiornamento.

Nota con la sequenza attualmente impostata 1000 :6000 si puovedere che dopo un lordo di 5200-5300 l'aumento cessa di crescere nel senso che l'Irpef prevale sull'aliquota di aumento prevista.
Il file contiene macro quindi , una volta scaricato, a file chiuso tasto destro >> Proprietà >> mettere il flag su Annulla Blocco >> Applica e infine OK.
Se vi può consolare anche per i miei stessi file scaricati dal web devo applicare quanto sopra . Microsoft ...:P

P.s. se qualcosa non vi torna fate sapere. grazie.

Problema : Il fol NON mi permette di caricare file diversi da xlsx , quindi dovrete prelevarlo zippato.
Ciao buongiorno, io non ho excel ma open office, che fare? grazie.
 

sergio46

Utente dal marzo 2010
Registrato
29/3/10
Messaggi
1.195
Punti reazioni
76
Chi mi conosce sa quanto il sottoscritto sia sensibile e attento all'andamento del proprio assegno INPS. Però, in questo caso, la molla che ha fatto scattare il mio "risentimento" in senso metaforico è stato aver visto sul web che taluni chiedevano soldi per un programmino excel con il quale, appunto, fare il calcolo delle perequazione . Ciò detto ci ho provato e quindi propongo a tutti i pensionati del FOL il risultato delle mie fatiche con tanto di grafico a indicare l'andamento nel range (modificabile) che va da un lordo di 1000 a 6000 euro .
........
Penso che tu debba rettificare la tua elaborazione in excel in quanto il criterio dei prossimi aumenti non prevede, per coloro che superano le 4 volte il trattamento minimo Inps, applicazioni incrementali riferiti agli scaglioni, bensì la perequazione unica sulla pensione che si va a collocare nelle varie fasce di reddito.
Es per pensione lorda di 2616,54 si attribuisce su tale importo l'80% del 7,3%, per cui 152,81 e non 183,49 da te calcolata.
Inoltre, nel contempo, occorre assicurare la clausola di salvaguardia per coloro che superano di poco la fascia di 4,5,6,8,10 volte il minimo e si vedrebbero superare nell'attribuzione della perequazione da coloro che si trovavano nella fascia più bassa.
Es per pensione lorda di 2650 applicando il 4,015% (55%) verrebbe penalizzato (con un incremento di 106 euro) rispetto a coloro che godendo di una pensione di 2626 otterrebbero post perequazione la pensione di 2779.
Buon lavoro!

PS. Se ti iscrivi al forum Pensioni - I Forum di Pensioni Oggi , accedendo con le tue credenziali, potrai vedere il risultato di una elaborazione diversa dalla tua, inserita nella discussione "Calcolo rivalutazione pensioni Anno 2023".
Naturalmente non mi sembra corretto postare qui il file excel ivi gratuitamente prodotto.
Ciao.
 

LucioLeone

Il sonno della ragione genera mostri
Registrato
10/12/05
Messaggi
560
Punti reazioni
172
Grazie per lo strumento che trovo utilissimo. Ho però un dubbio: da quello che avevo letto nell'articolato bollinato dalla ragioneria, gli incrementi avrebbero dovuto calcolarsi per intero con la percentuale corrispondente alla propria fascia di pensione, mentre (sempre che io non abbia capito niente del funzionamento del foglio) mi sembra che nel foglio venga riconosciuta per intero la rivalutazione per i primi 2101,52 di pensione e così via.
Naturalmente ed egoisticamente spero tanto che abbia ragione tu!
Saluti
Lucio

P.S. Ho appena visto che Sergio46 ha esposto in maniera più articolata i miei stessi dubbi.
 

ExGianca53

Nuovo Utente
Registrato
18/5/11
Messaggi
1.265
Punti reazioni
131
Allora, effettivamente anche da altre sedi sembra che il meccanismo di calcolo non sia quello da me ipotizzato applicato a scaglioni incrementali , come di fatto era nel 2022- MA che la perequazione sia calcolata sull'intera pensione . Quindi, spero, che il metodo che ho erroneamente proposto venga adottato dal 2025, come vedete resto sempre un inguaribile ottimista, concedetemelo.
Mentre non ho trovato traccia della clausola di salvaguardia per coloro che superano di poco le fascie di 4,5,6,8,10. Se qualcuno ha info in merito ...
 
Ultima modifica:

LucioLeone

Il sonno della ragione genera mostri
Registrato
10/12/05
Messaggi
560
Punti reazioni
172
Allora, effettivamente anche da altre sedi sembra che il meccanismo di calcolo non sia quello da me ipotizzato applicato a scaglioni incrementali , come di fatto era nel 2022- MA che la perequazione sia calcolata sull'intera pensione . Quindi, spero, che il metodo da me utilizzato venga riutilizzato dal 2025, resto sempre un inguaribile ottimista, concedetemelo.
Mentre non ho trovato traccia della clausola di salvaguardia per coloro che superano di poco le fascie di 4,5,6,8,10. Se qualcuno ha info in merito ...
Questo è il testo bollinato dalla ragioneria. E' scritto in un modo veramente poco comprensibile con immediatezza, però sforzandosi si intuisce che ci deve essere un meccanismo di salvaguardia per chi supera di poco il limite dello scaglione. Ma come questo meccanismo funzioni...
 

Allegati

  • rivalutazione pensioni.pdf
    433,7 KB · Visite: 121

sergio46

Utente dal marzo 2010
Registrato
29/3/10
Messaggi
1.195
Punti reazioni
76
....
Mentre non ho trovato traccia della clausola di salvaguardia per coloro che superano di poco le fascie di 4,5,6,8,10. Se qualcuno ha info in merito ...
È il criterio adottato con la perequazione del 2020: ove non si attuasse la clausola di salvaguardia si creerebbe una palese ingiustizia che porterebbe a ricorsi sicuramente vincenti. Se ben ricordo, lo stesso Inps, con l'applicazione della perequazione del 2020, aveva emanato una circolare con un chiaro prospetto applicativo del provvedimento.
 

ExGianca53

Nuovo Utente
Registrato
18/5/11
Messaggi
1.265
Punti reazioni
131
Grazie, poi lo avevo trovato anch'io.
Allora, ho fatto le rettifiche del caso inserendo anche la detrazione Irpef trattenuta sulla cifra lorda. Se i calcoli sono corretti c'è veramente da ... non so cosa dire nè tantomeno cosa pensare. O meglio lo so , ma la decenza mi impone di stare zitto. Il problema è che a stare sempre zitti , poi si passa pure per fessi !
Quindi ho scritto alla Onorevole sig.a Giorgia Meloni , se qualcuno volesse fare altrettanto ... forse non servirà a nulla, ma almeno qualche sassolino me lo sono tolto .
Scrivi a Giorgia
 
Ultima modifica:

sergio46

Utente dal marzo 2010
Registrato
29/3/10
Messaggi
1.195
Punti reazioni
76
Grazie, poi lo avevo trovato anch'io.
Allora, ho fatto le rettifiche del caso inserendo anche la detrazione Irpef trattenuta sulla cifra lorda. Se i calcoli sono corretti c'è veramente da ... non so cosa dire nè tantomeno cosa pensare. O meglio lo so , ma la decenza mi impone di stare zitto. Il problema è che a stare sempre zitti , poi si passa pure per fessi !
....
OK adesso, però devi cambiare l'indice di perequazione: quello giusto è il 7,3% e non il 7,5%.
Fosse rimasto Draghi sino a marzo 2023 la tua elaborazione precedente sarebbe stata corretta.
Ciao, stammi bene!
 

ExGianca53

Nuovo Utente
Registrato
18/5/11
Messaggi
1.265
Punti reazioni
131
grazie, solita svista, colgo l'occasione per precisare che le celle in giallo D3 e D4 sono modificabili senza problemi.
 

laradio

Nuovo Utente
Registrato
4/2/14
Messaggi
3.516
Punti reazioni
183
Sostituito file al post 10 . Ora dovrebbe essere OK
Ciao exGianca . Nel tuo Excel è voluto il non tener conto delle regole di salvaguardia per importi non superiori all'incremento della fascia precedente oppure non sapevi come trattarle?

Faccio un esempio.
Supponiamo una pensione ante rivalutazione pari a 2.718,52 € se la introduci nella cella D3 il risultato della rivalutazione lorda vale 2.827,66 € in realtà tenendo conto delle regole di salvaguardia il valore lordo della pensione vale 2.877,28 €

Per la fascia dalle 5 volte il TM fino alle 6 volte il TM, la rivalutazione ridotta del 55% il 7,3% non interessa tutta la fascia ma la parte eccedente le 5 volte il TM incrementata della quota di rivalutazione .

Quindi il 5 volte il TM vale 524,35*5=2.621,75 €

La parte di rivalutazione del 5 volte il TM vale 2621,75*0,8*7,3/100=153,11€

Per cui 2621,75+153,11=2774,86 € valore a cui inizia ad applicarsi la rivalutazione ridotta al 55% per tale fascia per cui la pensione lorda iniziale di 2.718,52 € essendo entro la regola di salvaguardia deve essere rivalutata secondo il secondo comma del punto 1 dell’art. 58 della bozza della legge di bilancio.

Pertanto la rivalutazione lorda definitiva vale 2718,52*(1+ 0,8*7,3/100)=2877,28 €
 

beowulf56

Nuovo Utente
Registrato
24/1/21
Messaggi
1.062
Punti reazioni
67
Ciao exGianca . Nel tuo Excel è voluto il non tener conto delle regole di salvaguardia per importi non superiori all'incremento della fascia precedente oppure non sapevi come trattarle?

Faccio un esempio.
Supponiamo una pensione ante rivalutazione pari a 2.718,52 € se la introduci nella cella D3 il risultato della rivalutazione lorda vale 2.827,66 € in realtà tenendo conto delle regole di salvaguardia il valore lordo della pensione vale 2.877,28 €

Per la fascia dalle 5 volte il TM fino alle 6 volte il TM, la rivalutazione ridotta del 55% il 7,3% non interessa tutta la fascia ma la parte eccedente le 5 volte il TM incrementata della quota di rivalutazione .

Quindi il 5 volte il TM vale 524,35*5=2.621,75 €

La parte di rivalutazione del 5 volte il TM vale 2621,75*0,8*7,3/100=153,11€

Per cui 2621,75+153,11=2774,86 € valore a cui inizia ad applicarsi la rivalutazione ridotta al 55% per tale fascia per cui la pensione lorda iniziale di 2.718,52 € essendo entro la regola di salvaguardia deve essere rivalutata secondo il secondo comma del punto 1 dell’art. 58 della bozza della legge di bilancio.

Pertanto la rivalutazione lorda definitiva vale 2718,52*(1+ 0,8*7,3/100)=2877,28 €
Ciao. Una domanda: una persona che è andata in pensione INPS dal 1.11.2022 ha diritto alla rivalutazione 2023 e se si in misura proporzionale ai mesi nei quali è stata in pensione nel 2022 (due)? Grazie.
 

sergio46

Utente dal marzo 2010
Registrato
29/3/10
Messaggi
1.195
Punti reazioni
76
Ciao Laradio ...chi non muore ci si rivede ;-)
In attesa che ti risponda exGianca, ti do la mia versione.
La clausola si salvaguardia la si applica solo se con la tua pensione al 31/12/22 otterresti una pensione rivalutata inferiore a coloro che si trovavano al 31/12/2022 in una fascia che avrebbe consentito loro di ottenere un totale finale, post rivalutazione, superiore al tuo. Nell'esempio che hai proposto, su una pensione base di 2718,52 si ottiene una perequazione di euro 109,15 (applicando il 4,015% di incremento) raggiungendo un totale di 2827,67 al 1/1/2023 che è superiore a 2780,31 che otterrebbe un titolare con una pensione di 2626,90 (pari a 5 volte il minimo) usufruendo dell'incremento del 5,84% pari ad euro 153,41, raggiungendo quindi l'importo di una pensione complessiva di euro 2780,31.
Nel caso in esame non può esserci correttivo perchè l'importo finale del tuo esempio raggiunge l'importo di euro 2827,67 mentre l'altro quello di 2780,31.

Se per ipotesi si facesse un calcolo su pensione al 31/12/22 di euro 2650 come da me ipotizzato in messaggio precedente, in caso di mancata applicazione della clausola di salvaguardia, il soggetto avrebbe percepito solo l'incremento del 4,015% (pari a 106,397) raggiungendo un totale complessivo di euro 2756,39 che è inferiore al pensionato che con 2626.90 (entro 5 volte il minimo) ottiene una pensione di euro 2780,31 (2626,90+ intero incremento del 5,84%). Con la clausola di salvaguardia al pensionato in questione competerà un totale di euro 2780,31 (dato da 2650+increm del 4,015%+ correttivo di euro 23,91).

Posto il risultato visivo per il tuo esempio e per quello da me ipotizzato che riceverà un correttivo.
 

Allegati

  • esempio di salvaguardia.png
    esempio di salvaguardia.png
    175 KB · Visite: 94

sergio46

Utente dal marzo 2010
Registrato
29/3/10
Messaggi
1.195
Punti reazioni
76
Ciao. Una domanda: una persona che è andata in pensione INPS dal 1.11.2022 ha diritto alla rivalutazione 2023 e se si in misura proporzionale ai mesi nei quali è stata in pensione nel 2022 (due)? Grazie.
Ha diritto all'intera rivalutazione. Stai tranquillo e vedi di far girare l'economia con tutti quei soldi che ti daranno ;-)
 

beowulf56

Nuovo Utente
Registrato
24/1/21
Messaggi
1.062
Punti reazioni
67
Ha diritto all'intera rivalutazione. Stai tranquillo e vedi di far girare l'economia con tutti quei soldi che ti daranno ;-)
Veramente la domanda l'ho posta a Laradio e non mi riguarda personalmente. Certe battute te le puoi anche risparmiare.
 

ExGianca53

Nuovo Utente
Registrato
18/5/11
Messaggi
1.265
Punti reazioni
131
In attesa di chiarire il punto controverso lascio l'excel in standby. Comunque la modifica è per me semplicissima, dovrei solo cambiare un riferimento di cella in una formula.
 

sergio46

Utente dal marzo 2010
Registrato
29/3/10
Messaggi
1.195
Punti reazioni
76
Veramente la domanda l'ho posta a Laradio e non mi riguarda personalmente. Certe battute te le puoi anche risparmiare.
Scusami se ho risposto a una domanda che poteva interessare tutti, nelle stesse condizioni.
Non hai visto che ho messo un simbolo ironico? Perchè te la prendi?
Saluti.
 

ExGianca53

Nuovo Utente
Registrato
18/5/11
Messaggi
1.265
Punti reazioni
131
Allora, su questo sito Aumento pensioni: la Finanziaria cambia la rivalutazione
ho trovato in calce alla tabella con le nuove perequazioni, questa postilla :
* Attenzione tutti gli aumenti sono attribuiti alle pensioni anche oltre le soglie citate ma entro il limite maggiorato con la quota di rivalutazione . Ad esempio il secondo scaglione (fino a 5 volte il minimo= 2620 euro circa) la rivalutazione all'80% si applica in realtà fino alla soglia maggiorata dell'80% del 7,3% (indice ISTAT 2022) dell'importo della pensione.
Se interpreto correttamente, modello 1 (il file del post. 10) ottengo i seguenti risultati :
- per una pensione fino a 5 volte - fascia 2 = 2626 la sua rivalutazione all' 80 % si applica fino a 2780,31 , ovvero maggiorata (2626) dell'80 % di 7,3 sarà di 2779,36
- per una pensione fino a 6 volte -fascia 3 = 2627 si ottiene un valore rivalutato pari a = 2780,31

Verificando ora il ragionamento di Laradio ( che saluto) mi risulta che una pensione di 2718, quindi di fascia 3, con Indice 55 % che , secondo me, è da usare per l'intero calcolo. Mentre nel tuo esempio la pensione di 2718 la infili nel valore rivalutato di fascia 2 giocando sul fatto che 2718 è < 2780, In questo modo guadagni una fascia e relativa differenza di alquota ovvero un riusultato finale di 2877,28.

Però, metodo Laradio, per una pensione di 2626 ottengo un lordo finale rivalutato = 2817,70
mentre per una pensione di 2627 si ottiene un valore di 2780,31
E qui direi proprio che la salvaguardia non esiste.