FATFire - In Italia non ne parla nessuno

Nemor

Nuovo Utente
Registrato
7/4/07
Messaggi
30.637
Punti reazioni
1.101
E' anche vero che adesso i tassi sono a zero, ma lo e' anche l'inflazione..
 

Lumoney

Nuovo Utente
Registrato
23/10/20
Messaggi
458
Punti reazioni
24
Penso che per vivere bene ci voglia la pensione + almeno 2k euro al mese (vivi senza pensieri economici). Oppure 4k al mese senza pensione.
Ovviamente le spese devono essere ben bilanciate.
Io al momento sono ancora lontano dal mio obiettivo economico ma spero di arrivarci entro i prossimi 15-20 anni al max
 

potamo

Nuovo Utente
Registrato
18/3/20
Messaggi
1.941
Punti reazioni
123
Punti ad una pensione di 2000€ al mese, mica male!!!
 

freetimenow

Nuovo Utente
Registrato
23/10/19
Messaggi
1.723
Punti reazioni
217
Ma non e' un po' alienante vivere fin da giovani con l'idea di dover risparmiare una parte consisitente del proprio reddito, per doverla investire in strumenti finanziari rischiosi o quantomeno molto volatili con ulteriore stress che si accumula? Sicuro che a quando arrivi a 45 anni non ti fai un infarto e vai al creatore?
E se poi quando arrivi a 45/50 anni e scopri che in realta' il tuo lavoro ti piace e non vuoi mollarlo che fai?

Io queste pianificazioni di vita le trovo assurde. Ho vissuto benissimo 35 anni di lavoro senza farmi problemi e mi sono anche divertito. Ho risparmiato tutto quello che mi avanzava e ho investito al meglio che potevo.
Adesso sono un "superfatfired" secondo la tua definizione. :)
 

GreedyTrader

Stay lazy, get rich
Registrato
22/10/12
Messaggi
10.592
Punti reazioni
706
perchè hai vissuto un'altra epoca. Oggi il lavoro è schiavitu, mediocritas e ricatti. non conosco quasi nessuno della mia generazione contento del suo lavoro, forse chi è emigrato ma sicuramente non in Italia. E conosco persone in tantissime aziende diverse. Chi è entrato nel mercato dopo il 2000 ha trovato solo da lavare i piatti. Invidio questi robinhooders che a 19 anni già mettono soldi in borsa invece di buttarli come ho fatto io a studiare materie che non garantiscono nulla. E' vero che mi piacevano, ma tolto un discorso culturale, un investimento a ROI negativo.
Quindi bene chi vuole puntare tutto sul patrimonio anche perchè ha capito che il lavoro varrà sempre meno e andrà sempre peggio, invece di trovarsi a spendere (quindi avere un certo tipo di cash flow e un certo tipo di abitudini di vita) e poi non avere nulla se non debiti, magari cassintegrato e licenziato, con pensioni da fame (se ci arriva).
beato poi chi ha vissuto altre esperienze migliori.
MOlto meglio vivere al 30% delle possibilità e risparmiare per vivere di rendita che schiavo tutta la vita.
 

freetimenow

Nuovo Utente
Registrato
23/10/19
Messaggi
1.723
Punti reazioni
217
Da un certo punto di vista capisco di piu' quelli che fanno un lavoro di me.rda con poco guadagno e nessuna soddisfazione che avendo magari qualche soldo ereditato puntano a smettere e "fare downshifting".

Ma per chi fa una professione di un certo livello, che da anche delle soddisfazioni, che mi sembra la condizione minima per poter puntare ad accumulare tanti soldi da avere 4/5K mensili di rendita certa (quindi almeno 2 MLN oggi) mi sembra abbastanza assurdo mettersi in questa ottica alienante.
Poi boh ognuno evidentemente la vede a suo modo.
 

GreedyTrader

Stay lazy, get rich
Registrato
22/10/12
Messaggi
10.592
Punti reazioni
706
ti ripeto tu fai un discorso che oggi non sta in piedi. A parte che 4-5 k li puoi fare solo con lavori a percentuale che devi avere un ritmo di vendite che in un paese in declino economico da anni (e ora ancora di più) significa ritmi impossibili, fregare la gente, sfruttare, etc. etc. magari sei un autonomo, tallonato dal fisco e con mille burocrazie sul collo , oppure hai capito che la tua professione è su una strada morta, come ad esempio tanti negozianti o tante ditte che non riescono più a tenere. Sei in una azienda ? Allora sei dirigente, a meno di non stare in qualche ventre di vacca pubblico sei appeso come le foglie d'autunno. Alla prima crisetta ristrutturazione e dirigente sbattuto fuori (ne conosco parecchi purtroppo, reinventatesi a fare lavori da pischelli a 55 anni).
Ad esempio un mio amico avvocato, l'unico invero che ha studiato e ha un reddito che dici tu (togliendo figli di papà) punta alla vita di rendita, mi dice che gli studi si stanno mangiando tutto, il lavoro per i piccoli è sempre di meno, e lui a fare la rotellina non ci si sente proprio.
Guarda ti potrei citare mille esempi.
Io comunque in effetti rientro probabilmente più nella tua prima descrizione, nel senso che avevo roba da gestire, siccome rendeva di più di lavori farlocchi senza prospettiva, ho scelto di seguire maggiormente il patrimonio che se fatto bene e con perizia è un lavoro pure quello, solo che ad alta intensità di capitale.
Poi se uno è cardiochirurgo e gli piace fare operazioni lo stimo molto, continuasse pure a lavorare :D
 

freetimenow

Nuovo Utente
Registrato
23/10/19
Messaggi
1.723
Punti reazioni
217
perchè hai vissuto un'altra epoca. Oggi il lavoro è schiavitu, mediocritas e ricatti. non conosco quasi nessuno della mia generazione contento del suo lavoro, forse chi è emigrato ma sicuramente non in Italia. E conosco persone in tantissime aziende diverse. Chi è entrato nel mercato dopo il 2000 ha trovato solo da lavare i piatti. Invidio questi robinhooders che a 19 anni già mettono soldi in borsa invece di buttarli come ho fatto io a studiare materie che non garantiscono nulla. E' vero che mi piacevano, ma tolto un discorso culturale, un investimento a ROI negativo.
Quindi bene chi vuole puntare tutto sul patrimonio anche perchè ha capito che il lavoro varrà sempre meno e andrà sempre peggio, invece di trovarsi a spendere (quindi avere un certo tipo di cash flow e un certo tipo di abitudini di vita) e poi non avere nulla se non debiti, magari cassintegrato e licenziato, con pensioni da fame (se ci arriva).
beato poi chi ha vissuto altre esperienze migliori.
MOlto meglio vivere al 30% delle possibilità e risparmiare per vivere di rendita che schiavo tutta la vita.

Ma dai che anche oggi ci sono 40enni che non se la passano male, medici, dirigenti d'azienda, alcuni liberi professionisti.... poi certo tutti mugugnano.

Certo il paese e' in declino, adesso poi in caduta libera, su questo hai ragione. Anche io a un certo punto sono "emigrato" e tutt'ora vivo all'estero. Pero' che c'entra, e' una scelta come un'altra.

Se hai la fortuna di appartenere ad una delle categorie suddette e non ti godi un po' la vita da giovane sei un co.glione secondo me. E se non appartieni a una delle quelle categorie stai sicuro che i soldi per fare il "fatfired" non ce li avrai mai.

I robinhooders ne riparliamo appena la borsa e certi titoli vanno giu'... forsei padri gli dovranno pagare i debiti.

La verita' e' che oggi come mai nella storia le rendite finanziarie sono azzerate e stratassate.
 

GreedyTrader

Stay lazy, get rich
Registrato
22/10/12
Messaggi
10.592
Punti reazioni
706
ah ecco vivi all'estero :D ti sei perso il meglio de sto Paese :D
 

totuccio2

Nuovo Utente
Registrato
9/7/10
Messaggi
6.633
Punti reazioni
186
Ma dai che anche oggi ci sono 40enni che non se la passano male, medici, dirigenti d'azienda, alcuni liberi professionisti.... poi certo tutti mugugnano.

Certo il paese e' in declino, adesso poi in caduta libera, su questo hai ragione. Anche io a un certo punto sono "emigrato" e tutt'ora vivo all'estero. Pero' che c'entra, e' una scelta come un'altra.

Se hai la fortuna di appartenere ad una delle categorie suddette e non ti godi un po' la vita da giovane sei un co.glione secondo me. E se non appartieni a una delle quelle categorie stai sicuro che i soldi per fare il "fatfired" non ce li avrai mai.

I robinhooders ne riparliamo appena la borsa e certi titoli vanno giu'... forsei padri gli dovranno pagare i debiti.

La verita' e' che oggi come mai nella storia le rendite finanziarie sono azzerate e stratassate.

Il problema del paese è che siete (siamo) senza palle, invece di provare a fare qualcosa di buono ci limitiamo a voler gestire il patrimonio lasciato da chi le palle le aveva.
Se piangiamo noi,cosa doveva fare chi era sotto le bombe settantacinque anni fa.
Io sti discorsi non li sopporto
 

Lumoney

Nuovo Utente
Registrato
23/10/20
Messaggi
458
Punti reazioni
24
Ma non e' un po' alienante vivere fin da giovani con l'idea di dover risparmiare una parte consisitente del proprio reddito, per doverla investire in strumenti finanziari rischiosi o quantomeno molto volatili con ulteriore stress che si accumula? Sicuro che a quando arrivi a 45 anni non ti fai un infarto e vai al creatore?
E se poi quando arrivi a 45/50 anni e scopri che in realta' il tuo lavoro ti piace e non vuoi mollarlo che fai?

Io queste pianificazioni di vita le trovo assurde. Ho vissuto benissimo 35 anni di lavoro senza farmi problemi e mi sono anche divertito. Ho risparmiato tutto quello che mi avanzava e ho investito al meglio che potevo.
Adesso sono un "superfatfired" secondo la tua definizione. :)

No, io non ho intenzione di mollare il lavoro. Premetto che sono ingegnere e il lavoro non è male come nemmeno lo stipendio. Solo che il mio piano prevede di investire di più ora che sono giovane e di meno man mano che mi avvicino alla pensione. Tanto quello che conta sul montante finale sono soprattutto i soldi versati nei primi anni di investimento. Detto questo con la mia strategia mi abituo a vivere imparando a dare valore ai soldi perchè ora investendo una parte consistente del mio reddito sono costretto a trovare sempre un buon livello costo/beneficio per gli acquisti / viaggi / passatempi che mi concedo (faccio un esempio: è inutile andare a pagare in pizzeria 20 euro per una serata se trovi coupon che ti danno pizza no stop a 10 euro, ecc....non so se si è capito il senso). Fortunatamente vivo al sud e tranquillamente qui con 1000 euro al mese sopravvivi, quindi per me 4k-5k al mese saranno un sacco di soldi....:)

Male che mi va (anche se perdessi tutti i soldi) con i miei 2k al mese vivrò decentemente comunque!!! Ma punto a ben oltre i 2k ed ecco perchè sono sulla strada del FATFire :)
 

GreedyTrader

Stay lazy, get rich
Registrato
22/10/12
Messaggi
10.592
Punti reazioni
706
boh però non ho capito bene, tu dici che vuoi continuare a lavorare però parli di FATFire ...:confused:
non per dire ma non è chiarissimo se oggi con 1000 € stai bene a 70 anni ne vuoi 4000 :D ?
 

Dedalo Invest

dedaloinvest.com
Registrato
29/5/19
Messaggi
1.824
Punti reazioni
436
Praticamente si, ma guarda che a 1M€ ci arrivi senza problemi investendo 500 euro/mese per 30 anni con un interesse del 10% (interesse medio azionario USA).

Se si riucisse ad investire di più tutti ci potrebbero arrivare a quelle cifre...con 1000 euro/mese arrivi a 2M€ e con la regola del 4% puoi prelevare 80k annui (che netti ti darebbero 5k al mese per sempre).

Ovvio che devi stare all-in per 30 anni nell'investimento....dipende dalle scelte ma io ci sto :)

Perché non chiamare questo tipo di investimento col suo nome italiano? Piano di Accumulo del Capitale (PAC) a rate costanti trentennale di 500 euro al mese su un ETF azionario (globale, spero). O 1000 al mese...
 

marco164

Nuovo Utente
Registrato
3/11/14
Messaggi
721
Punti reazioni
24
No, io non ho intenzione di mollare il lavoro. Premetto che sono ingegnere e il lavoro non è male come nemmeno lo stipendio. Solo che il mio piano prevede di investire di più ora che sono giovane e di meno man mano che mi avvicino alla pensione. Tanto quello che conta sul montante finale sono soprattutto i soldi versati nei primi anni di investimento. Detto questo con la mia strategia mi abituo a vivere imparando a dare valore ai soldi perchè ora investendo una parte consistente del mio reddito sono costretto a trovare sempre un buon livello costo/beneficio per gli acquisti / viaggi / passatempi che mi concedo (faccio un esempio: è inutile andare a pagare in pizzeria 20 euro per una serata se trovi coupon che ti danno pizza no stop a 10 euro, ecc....non so se si è capito il senso). Fortunatamente vivo al sud e tranquillamente qui con 1000 euro al mese sopravvivi, quindi per me 4k-5k al mese saranno un sacco di soldi....:)

Male che mi va (anche se perdessi tutti i soldi) con i miei 2k al mese vivrò decentemente comunque!!! Ma punto a ben oltre i 2k ed ecco perchè sono sulla strada del FATFire :)

Però quando sei giovane potresti farti passare qualche sfizio in più, magari viaggiare (che comunque ti accultura). La pizza no stop a 10 euro probabilmente non è buona (almeno non sempre) come nella pizzeria dove paghi 20 euro. Non dico di andare al ristorante stellato ogni sera, però nemmeno arrivare a questi livelli di esagerazione di vivere solo di offerte.
Sicuramente fai bene a cercare di investire quanto più possibile ora che puoi, sia per l'interesse composto ma anche perché in futuro sicuramente le tue spese per la vita normale aumenteranno.

Praticamente si, ma guarda che a 1M€ ci arrivi senza problemi investendo 500 euro/mese per 30 anni con un interesse del 10% (interesse medio azionario USA).

Se si riucisse ad investire di più tutti ci potrebbero arrivare a quelle cifre...con 1000 euro/mese arrivi a 2M€ e con la regola del 4% puoi prelevare 80k annui (che netti ti darebbero 5k al mese per sempre).

Ovvio che devi stare all-in per 30 anni nell'investimento....dipende dalle scelte ma io ci sto :)

Senza problemi non direi. 10% è l'interesse medio del passato, ma ricorda sempre la legge: il rendimento passato non è indicativo del rendimento futuro. Al momento, purtroppo, ci aspettano anni di rendimenti magri. Chi può dire fino a quando? Magari esplode la bolla domani e i rendimenti attesi tornano alti, magari ci giapponesizziamo a questi livelli e i rendimenti attesi continuano ad essere sul 4/5%...

Hai considerato anche le tasse che dovrai pagare quando prelevi?

Hai considerato che a un certo punto dovrai acquistare una casa? Che avrai figli da mantenere?
 

freetimenow

Nuovo Utente
Registrato
23/10/19
Messaggi
1.723
Punti reazioni
217
Il problema del paese è che siete (siamo) senza palle, invece di provare a fare qualcosa di buono ci limitiamo a voler gestire il patrimonio lasciato da chi le palle le aveva.
Se piangiamo noi,cosa doveva fare chi era sotto le bombe settantacinque anni fa.
Io sti discorsi non li sopporto

Mi impediscono di darti un altro bollino verde... Comunque sono pienamente d'accordo.
 

freetimenow

Nuovo Utente
Registrato
23/10/19
Messaggi
1.723
Punti reazioni
217
boh però non ho capito bene, tu dici che vuoi continuare a lavorare però parli di FATFire ...:confused:
non per dire ma non è chiarissimo se oggi con 1000 € stai bene a 70 anni ne vuoi 4000 :D ?

Beh stavolta devo concordare in pieno. Penso che in questo modo i FATfired saranno i suoi figli, se li ha o li avra'...:D

E poi per favore smettiamola con la favola dei rendimenti 10% annuo e cosi via. A parte le tasse, a parte l'inflazione ma poi sopratutto al crescere del patrimonio occorre necessariamente diversificare e un portafoglio ben diversificato e bilanciato non potra' mai rendere il 10% annuo. 4/5% e' un target ragionevole e sostenibile su periodi di diversi decenni.
 

libertario

the humble bubble
Registrato
24/9/20
Messaggi
3.439
Punti reazioni
117
Il problema del paese è che siete (siamo) senza palle, invece di provare a fare qualcosa di buono ci limitiamo a voler gestire il patrimonio lasciato da chi le palle le aveva.
Se piangiamo noi,cosa doveva fare chi era sotto le bombe settantacinque anni fa.
Io sti discorsi non li sopporto

Colgo la tua provocazione, perché ci sta.
Però ci manca la prova del nove, cioò che cosa avrebbero fatto i nostri nonni se si fossero calati nella realtà odierna.
Con la mentalità di chi ha la fame in pancia si fanno tante cose, senza quella mentalità sei meno disposto alla sopportazione.
Lavorare in pieno boom economico è cosa diversa dal lavorare in un paese in declino.
La cultura e i costumi si sono evoluti, non necessariamente in meglio, e alcuni modi di vivere di oggi sarebbero stati impensabili per i nostri nonni.
 

GreedyTrader

Stay lazy, get rich
Registrato
22/10/12
Messaggi
10.592
Punti reazioni
706
Colgo la tua provocazione, perché ci sta.
Però ci manca la prova del nove, cioò che cosa avrebbero fatto i nostri nonni se si fossero calati nella realtà odierna.
Con la mentalità di chi ha la fame in pancia si fanno tante cose, senza quella mentalità sei meno disposto alla sopportazione.
Lavorare in pieno boom economico è cosa diversa dal lavorare in un paese in declino.
La cultura e i costumi si sono evoluti, non necessariamente in meglio, e alcuni modi di vivere di oggi sarebbero stati impensabili per i nostri nonni.

ma veramente vi bevete questa cosa degli attributi ? Chi è che aveva gli attributi. Vi ricordo un paese che in 24 ore si inchinò ad un nuovo padrone. Curchill: il 24 luglio c'erano in Italia 40 milioni di fascisti, il 25 luglio 40 milioni di antifascisti. Buffo, non mi risulta che in quel paese vivano 80 milioni di persone. Erano questi la gente con gli attributi ? gli unici con gli attributi erano quello 0,5% del Paese con la schiena dritta che furono messi, per una conbinazione unica della storia e proprio a causa della guerra, a dirigere il paese. I vari Nenni, Togliatti, De gasperi, enaudi che avevano fatto carcere e confino. E imprenditori che venendo a mancare quelle combinazioni familistiche e clientelari (era tutto distrutto) che caraterizzano questo paese da SECOLI, riuscirono a dimostrare il loro talento.
Chi lavora o investe in italia o è un pazzo o un romantico (o un delinquente nel quel caso ha la strada spianata).
 
Ultima modifica: