Il mercato dei mutui da oggi in avanti - Futuro e sviluppi

DoctorT

Nuovo Utente
Sospeso dallo Staff
Registrato
21/5/01
Messaggi
3.159
Punti reazioni
129
Ciao a tutti,

....

Secondo voi come si evolverà la situazione inflazione/tassi da qui ai prossimi anni?
  • Può l'Europa permettersi di innalzare i tassi sopra il 2%? Se si, l'Euribor 3M che oggi viene visto al 2/2.5%, fin quanto credete potrà arrivare in alto senza far scoppiare più di qualche testa?
  • Guardando i CAP venduti dalle Banche, si collocano tra il 3%-4%, calcolando uno spread medio dell'1%, vuol dire che la Banca si attende un livello del parametro di riferimento (Euribor per la maggior parte) di un massimo pari al 2-2.5%, esattamente le attese del mercato sulla curva forward al momento. Le Banche non sono sicuramente fesse, e se collocano un CAP del genere, non è certamente per far un favore ai clienti... si attendono tassi sicuramente in linea con lo strike del CAP venduto
  • Ritorneremo ad avere tassi fissi del 6% e variabili del 4/5% nei prossimi 5 anni? Oppure la recessione incombente farà rifare alla BCE una marcia indietro alla Trichet riportando i tassi in basso o tenendoli a lungo fermi?

Sono curioso di sentire le vostre opinioni. La mia è che sicuramente l'Europa non è nelle condizioni giuste per sostenere un tasso superiore al 4%, e questo mi fa dire che l'Euribor non dovrebbe schizzare oltre la soglia del 2/2.5% così a breve e a bocce ferme.

Riccardo

Riccardo se 1996 è il tuo anno di nascita il fatto è comprensibile ma quelle che tu reputi condizioni impossibili per l'economia europea fino a 15 anni fa erano la normalità. Tassi variabili del 4/5 % erano molti diffusi ma si arrivava tranquillamente oltre ... in un periodo con inflazione normale (ritengo normale un 2.5 annuo che è la media degli ultimi 20 anni), altro punto normalmente il valore dell'Euribor è maggiore del tasso di sconto ufficiale quindi con un tasso BCE al 4% potremmo arrivare anche ad un euribor 3m al 5.
L'unica cosa su cui posso concordare e che vista la possibilità della recessione il rialzo dei tassi BCE potrebbe fermarsi un pò' prima ... forse al 3,25% che è stato il precedente massimo storico ma è difficile da dire perchè dipende anche dal contesto internazionale
 

Dirkpitt01

Nuovo Utente
Registrato
30/7/12
Messaggi
42
Punti reazioni
2
Salve a tutti,

nella mia situazione prima casa mutuo 25A variabile già da 1 anno con ISP al 1,75% su 270K scarsi oggi sto facendo una pesante ristrutturazione...

negli ultimi 3 mesi ho visto la rata salire di circa 100 euro e, pur non avendo ancora raggiunto l'80% ho contattato la banca per chiedere una eventuale rinegoziazione.

Sicuramente mi proporranno variabile con cap...Converrebbe cambiare ora o attendere e vedere le cure che la BCE sarà costretta a mettere in campo per non finire gambe all'aria?

Attendo i vostri consigli e opinioni a riguardo.

Grazie OK!
 

fabbry21

Nuovo Utente
Registrato
4/7/21
Messaggi
23
Punti reazioni
0
Ciao,

Come scrivo, anche il mutuo CONSAP può essere surrogato. Il punto però è che normalmente, le banche concedono l’80% della somma richiesta. Chi ha richiesto un mutuo CONSAP ha invece ottenuto il 100%. Chiedendo una surroga dovrai trovare una banca disposta a darti come la Banca originaria un mutuo superiore al fatidico 80%.

Ecco perché il CONSAP spesso viene surrogato quando l’importo restante del mutuo scende al di sotto dell’80%.

Esempio:
  • Mutuo €100.000
  • Ottenuto il 100%
  • La probabilità che una Banca accetti la surroga è massima a partire da un debito residuo <80.000 euro (cioè l’80% che ogni Banca offre nella sua normale operatività)

Cordialmente,

Riccardo

ti leggo solo ora, e ti ringrazio, davvero gentilissimo =)
 

giovanni1888

Nuovo Utente
Registrato
3/9/22
Messaggi
321
Punti reazioni
28
Ciao a tutti,

Sono curioso di sentire la vostra opinione circa le aspettative relative al mercato dei mutui da qui ai prossimi 5 anni.

Ad oggi ci troviamo come tutti sappiamo in una fase altamente inflattiva combattuta dalle banche centrali a forza di rialzi dei tassi di interesse. In particolare, nel mercato USA in cui l'inflazione è in larga parte dal lato della domanda, la FED sta agendo con forza per riportarla sotto controllo mediante consistenti aumenti dei tassi. Nel mercato Europeo in cui il problema è invece dovuto ai prezzi dell'energia e allo shock di offerta post covid, la BCE sta cercando di seguire l'esempio americano: alzare i tassi, seppur fino ad ora con ingente ritardo rispetto alle attese e sollevando la polemica circa l'efficacia di maggiori tassi di interesse su un'inflazione da offerta e non da domanda. In Europa abbiamo poi lo spettro dell'alto indebitamento e non godiamo di una situazione politica stabilissima (elezioni italiane a peggiorare il senso di instabilità).

In questo contesto, i mutui fissi sono arrivati a toccare punte del 4%, i variabili invece legati all'Euribor a 3M, per ora possono ancora contare su tassi "contenuti" del 2/2.5%.

Il mercato dei mutui sta già mostrando segni di cedimento e contrazione, soprattutto dopo la contrazione delle offerte di mutui CONSAP al 100%. Sono tornati di moda i variabili con CAP.

Secondo voi come si evolverà la situazione inflazione/tassi da qui ai prossimi anni?
  • Può l'Europa permettersi di innalzare i tassi sopra il 2%? Se si, l'Euribor 3M che oggi viene visto al 2/2.5%, fin quanto credete potrà arrivare in alto senza far scoppiare più di qualche testa?
  • Guardando i CAP venduti dalle Banche, si collocano tra il 3%-4%, calcolando uno spread medio dell'1%, vuol dire che la Banca si attende un livello del parametro di riferimento (Euribor per la maggior parte) di un massimo pari al 2-2.5%, esattamente le attese del mercato sulla curva forward al momento. Le Banche non sono sicuramente fesse, e se collocano un CAP del genere, non è certamente per far un favore ai clienti... si attendono tassi sicuramente in linea con lo strike del CAP venduto
  • Ritorneremo ad avere tassi fissi del 6% e variabili del 4/5% nei prossimi 5 anni? Oppure la recessione incombente farà rifare alla BCE una marcia indietro alla Trichet riportando i tassi in basso o tenendoli a lungo fermi?

Sono curioso di sentire le vostre opinioni. La mia è che sicuramente l'Europa non è nelle condizioni giuste per sostenere un tasso superiore al 4%, e questo mi fa dire che l'Euribor non dovrebbe schizzare oltre la soglia del 2/2.5% così a breve e a bocce ferme.

Riccardo

Io credo che per come ci siamo abituati in Italia negli ultimi 20 anni, dove: mutui regalati, conti corrente regalati, cdc regalate, voli regalati, bonus edilizi 110 e 90n % che praticamente ti regalano la ristrutturazione di un immobile ecc

ecco credo che il rialzo dei tassi, provocherà una crisi talmente pesante che torneremo agli anni 45/50, (mascherati dal far fuori il patrimonio di famiglia per vivere/sopravvivere)
pochissime transazioni immobiliari, per lo più fatte da anziani, azzerate o quasi le ristrutturazioni, (con l'eliminazione del 110 finiscono tutte e scrivo tutte le ristrutturazioni)
prestiti al consumo pure loro azzerati.
il tutto già lo si è visto per i viaggi, è bastato un "lieve" rialzo dei biglietti delle low cost, per far rimanere a casa milioni di italiani che prima viaggiavano
 

giovanni1888

Nuovo Utente
Registrato
3/9/22
Messaggi
321
Punti reazioni
28
Riccardo se 1996 è il tuo anno di nascita il fatto è comprensibile ma quelle che tu reputi condizioni impossibili per l'economia europea fino a 15 anni fa erano la normalità. Tassi variabili del 4/5 % erano molti diffusi ma si arrivava tranquillamente oltre ... in un periodo con inflazione normale (ritengo normale un 2.5 annuo che è la media degli ultimi 20 anni), altro punto normalmente il valore dell'Euribor è maggiore del tasso di sconto ufficiale quindi con un tasso BCE al 4% potremmo arrivare anche ad un euribor 3m al 5.
L'unica cosa su cui posso concordare e che vista la possibilità della recessione il rialzo dei tassi BCE potrebbe fermarsi un pò' prima ... forse al 3,25% che è stato il precedente massimo storico ma è difficile da dire perchè dipende anche dal contesto internazionale

15 anni fa fai 18/20, gli immobili si vendevano da soli e giravano un sacco di soldi, era l'epoca dei governi Berlusconi e della Bell' époque, poi è arrivato Monti ed il PD ed il risultato lo abbiamo visto, quegli anni lì erano magici, macchine straniere Mercedes e bmw se ne vedevano a vagante, spider, ecc ecc
che ne è rimasto?
C'è solo da sperare ora che la Meloni faccia un governo con condoni fiscali e lassismo fiscale totale, oltre a togliere qualsiasi limite al contante, forse solo in tal modo l'economia non. affonderà, se no con le carte che abbiamo oggi, affonderà tutto.
Ma chi ha voglia di fare "attività" con le Leggi attuali? E chi vuole finanziarsi con i tassi attuali ed in futura crescita ?
 

semplicementeMe

Nuovo Utente
Registrato
18/10/22
Messaggi
14
Punti reazioni
0
Premetto che Non sono un'esperta del settore ma sto cercando di documentarmi su questo periodo storico finanziario, nonché da conoscenze che lavorano nell'ambito, e i tassi aumenteranno almeno per un po'... questo mi dicono... superando anche il 4%... Poi come tutte le cose dovremmo avere la palla di cristallo... ci sono troppe variabili in gioco.

Colgo l'occasione per chiedervi un'opinione in merito ad un mutuo acquisto + ristrutturazione che stipulerò a breve, devo scegliere tra queste due tipologie (con due banche distinte-non faccio nomi se non necessario):
- mutuo tasso fisso con spread 1.3 (TASSO FINITO 3.73) - RATA 2000 EURO
- mutuo rata protetta con spread 1.08 (TASSO FINITO 3.77) - RATA 1700 EURO
- mutuo tasso variabile puro con spread 1.55 (TASSO FINITO 2.08) - RATA 1600 EURO


Escludiamo il variabile puro perchè temiamo troppo il rialzo dei tassi, nonché la durata a 30 anni ci scoraggia...Per quanto il risparmio ad oggi sarebbe notevole... Il rata protetta sembrerebbe il più sensato MA i dubbi sono in merito a "inghippi" celati in questa formula e rispetto al fatto che non ci sarebbe periodo di preammortamento.

ps è un investimento importante come potete dedurre dal rateo, e prima di leggere alcuni commenti specifico che abbiamo già avuto da entrambe le banche una "pre-delibera" ovviamente

Grazie infinite a chiunque possa illuminarmi :)
 

Umberto79

Nuovo Utente
Registrato
17/10/22
Messaggi
3
Punti reazioni
0
Buon pomeriggio a tutti,
Devo decidere con urgenza:
Mutuo a 27 anni, 188.000 euro.

Ad oggi preferireste 3% fisso.

Oppure variabile 0,4% + Tasso Bce (oggi 1,25%) con cap a 4,5%
 

giovanni1888

Nuovo Utente
Registrato
3/9/22
Messaggi
321
Punti reazioni
28
Buon pomeriggio a tutti,
Devo decidere con urgenza:
Mutuo a 27 anni, 188.000 euro.

Ad oggi preferireste 3% fisso.

Oppure variabile 0,4% + Tasso Bce (oggi 1,25%) con cap a 4,5%

Hai 27 anni e fai un mutuo e quindi quanto dura?

il mutuo è di 27 anni? e tu quanti anni hai?

nel secondo caso consiglio di non fare nessun mutuo se hai già 30 anni (un suicidio arrivare a 50 anni ed avere ancora 7 anni di rate da pagare).
 

Ingegna

Nuovo Utente
Registrato
12/5/20
Messaggi
160
Punti reazioni
6
Buon pomeriggio a tutti,
Devo decidere con urgenza:
Mutuo a 27 anni, 188.000 euro.

Ad oggi preferireste 3% fisso.

Oppure variabile 0,4% + Tasso Bce (oggi 1,25%) con cap a 4,5%

Quelli ibridi non sono mai una buona cosa: scegli tra variabile puro o fisso puro.
Tra i due comunque sceglierei il fisso.

Hai 27 anni e fai un mutuo e quindi quanto dura?

il mutuo è di 27 anni? e tu quanti anni hai?

nel secondo caso consiglio di non fare nessun mutuo se hai già 30 anni (un suicidio arrivare a 50 anni ed avere ancora 7 anni di rate da pagare).

Scusa, ma dove vivi? Intendo quale pianeta...
...sulla Terra, se non si viene aiutati da paparino, la maggior parte delle persone non riesce ad accendere un mutuo prima dei 30 anni.
Sono già più messaggi che leggo tuoi che hanno delle teorie, permettimi, un po' fuori dalla realtà.
Ma sinceramente, lo fai apposta?
 

Napoli1986

Nuovo Utente
Registrato
5/7/19
Messaggi
2.497
Punti reazioni
109
Hai 27 anni e fai un mutuo e quindi quanto dura?

il mutuo è di 27 anni? e tu quanti anni hai?

nel secondo caso consiglio di non fare nessun mutuo se hai già 30 anni (un suicidio arrivare a 50 anni ed avere ancora 7 anni di rate da pagare).

se l'alternativa e' fare o non fare il mutuo, invece arrivare a 57 anni e pagare l'affitto cos'e'? un bel toccasana?

io smettero' di pagare il mutuo a 65 anni (ne ho fatto uno di 30 anni a 35 anni). Avrei potuto farlo anche a 20 o a 15 anni rimanendo nel rapporto rata/reddito sostenibile. per poche migliaia di euro di interessi in piu' mi trovo una rata dimezzata, aumenta la mia capiacita' di spesa e di risparmio... Poi quando mi sono rotto lo estinguo!

mi suicido ora o aspetto i 60 anni ?
 

bu$ine$$

TUTTI IN PRIMA LINEA
Registrato
26/8/05
Messaggi
9.623
Punti reazioni
1.444
se l'alternativa e' fare o non fare il mutuo, invece arrivare a 57 anni e pagare l'affitto cos'e'? un bel toccasana?

io smettero' di pagare il mutuo a 65 anni (ne ho fatto uno di 30 anni a 35 anni). Avrei potuto farlo anche a 20 o a 15 anni rimanendo nel rapporto rata/reddito sostenibile. per poche migliaia di euro di interessi in piu' mi trovo una rata dimezzata, aumenta la mia capiacita' di spesa e di risparmio... Poi quando mi sono rotto lo estinguo!

mi suicido ora o aspetto i 60 anni ?

:bow::bow: hai super ragione....poi sei hai optato per il tasso fisso che 1 anno fa era bassissimo è un'operazione con i fiocchi;)
 

Agent0

You're a slave to money then you die.
Registrato
8/7/22
Messaggi
80
Punti reazioni
13
:bow::bow: hai super ragione....poi sei hai optato per il tasso fisso che 1 anno fa era bassissimo è un'operazione con i fiocchi;)

Concordo con entrambi.
Con tasso fisso all'1% (o meno, conosco gente che tra fine 2021 e gennaio 2022 ha strappato anche a 0.70) conviene indebitarsi anche 'oltre tempo' (come dice @Napoli1986, meglio aver una rata ridicola sui 30 anni, che magari averla un po' più alta su 15 o 20anni) piuttosto che aver 'fretta' di estinguere il mutuo.
Con i risparmi del 'delta rata' mensile (tra un 30anni e un 15/20anni) hai voglia a recuperare gli interessi (probabilmente con una buona capacità di investimento, oggi, ci guadagnerà pure l'utente).

Ora però con gli scenari cambiati, cosa fareste/consigliereste?
Dovremmo comprar casa a marzo 2023, con un mutuo tra i 100k e i 130k (settimana prox ci dovrebbero contattare per appuntamento le varie banche, dopo aver fatto richiesta e 'chiamata' con l'operatore di mutuionline questa settimana).
Stavamo pensando ad una durata tra i 15 e i 20 anni, per non regalare troppi interessi (stavolta con i tassi aumentati..) alla banca.
Altra info: una rata mensile fino agli 8/850€ sarebbe sostenibile (andrebbe ad intaccare l'ottima regola dell' 1/3 di uno dei 2 stipendi)

Ad oggi ho questo prospettino (con scenario futuro al 4% del fisso) + scenario attuale (che però sarà poco veritiero perché in sede di rogito/emissione mutuo i tassi al 99% saranno diversi):

SIMULAZIONE MUTUO CON TASSO FISSO 4%:
100K SU 15ANNI --> RATA 740€
100K SU 20ANNI --> RATA 610€

110K SU 15ANNI --> RATA 815€
110K SU 20ANNI --> RATA 670€

120K SU 15ANNI --> RATA 890€
120K SU 20ANNI --> RATA 730€

130K SU 15ANNI --> RATA 965€
130K SU 20ANNI --> RATA 790€



ad oggi col 3.05%-3.15% (tasso fisso)
avremmo rate mensile
dai 690/700€ (100k in 15anni) ai 900+ (130k in 15anni) [interessi dai 25k ai 32/33k]
dai 560€ (100k in 20anni) ai 730/40€ (130k in 20 anni) [interessi dai 35k ai 47/48k]

TASSO VARIABILE:
130k in 15 ANNI --> 770/800€ [quota interessi, se restasse fermo, 15k]
130K IN 20 ANNI --> 590€ (BCC) o dai 630€ in su [se restasse fermo, alla fine la quota interessi sarà dai 15k ai 21/22k...ma proprio come best case scenario]

Consigli/Pareri? (ovviamente mi aspetto dalle banche anche proposte di variabile con cap..ho un amico in BNL che negli ultimi 2 mesi ha consigliato, e poi fatto firmare, un bel po' di variabili con cap..ma anche qui --> interessi esclusivi della banca probabilmente?)
 

giovanni1888

Nuovo Utente
Registrato
3/9/22
Messaggi
321
Punti reazioni
28
Quelli ibridi non sono mai una buona cosa: scegli tra variabile puro o fisso puro.
Tra i due comunque sceglierei il fisso.



Scusa, ma dove vivi? Intendo quale pianeta...
...sulla Terra, se non si viene aiutati da paparino, la maggior parte delle persone non riesce ad accendere un mutuo prima dei 30 anni.
Sono già più messaggi che leggo tuoi che hanno delle teorie, permettimi, un po' fuori dalla realtà.
Ma sinceramente, lo fai apposta?

Invece di compranti la villetta o l'appartamento in classe a A+++ in centro o prima periferia, ti compri un appartamento anni 80 in un paese a pochi km dalla città 5/10 km a 80.000 euro e te lo ristrutturi: vivo in questa realtà arrivi a 45 anni con mutuo finito e casa ancora in buono stato dopo 17 anni
se no arrivi a 57 con casa da rifare e senza un euro in tasca oltre ad essere stanco di lavorare (se ci arrivi a 57)
 

giovanni1888

Nuovo Utente
Registrato
3/9/22
Messaggi
321
Punti reazioni
28
se l'alternativa e' fare o non fare il mutuo, invece arrivare a 57 anni e pagare l'affitto cos'e'? un bel toccasana?

io smettero' di pagare il mutuo a 65 anni (ne ho fatto uno di 30 anni a 35 anni). Avrei potuto farlo anche a 20 o a 15 anni rimanendo nel rapporto rata/reddito sostenibile. per poche migliaia di euro di interessi in piu' mi trovo una rata dimezzata, aumenta la mia capiacita' di spesa e di risparmio... Poi quando mi sono rotto lo estinguo!

mi suicido ora o aspetto i 60 anni ?

tu sei ricco (sei mica di Capri?)
 

Ingegna

Nuovo Utente
Registrato
12/5/20
Messaggi
160
Punti reazioni
6
se l'alternativa e' fare o non fare il mutuo, invece arrivare a 57 anni e pagare l'affitto cos'e'? un bel toccasana?

io smettero' di pagare il mutuo a 65 anni (ne ho fatto uno di 30 anni a 35 anni). Avrei potuto farlo anche a 20 o a 15 anni rimanendo nel rapporto rata/reddito sostenibile. per poche migliaia di euro di interessi in piu' mi trovo una rata dimezzata, aumenta la mia capiacita' di spesa e di risparmio... Poi quando mi sono rotto lo estinguo!

mi suicido ora o aspetto i 60 anni ?

Lascia però una fiala di cianuro pure per me che sembra che qui saremo destinati a soccombere schiacciati da un mutuo :D

Invece di compranti la villetta o l'appartamento in classe a A+++ in centro o prima periferia, ti compri un appartamento anni 80 in un paese a pochi km dalla città 5/10 km a 80.000 euro e te lo ristrutturi: vivo in questa realtà arrivi a 45 anni con mutuo finito e casa ancora in buono stato dopo 17 anni
se no arrivi a 57 con casa da rifare e senza un euro in tasca oltre ad essere stanco di lavorare (se ci arrivi a 57)

Sono gusti soggettivi, non oggettivi. Io preferisco godermi la villetta in un quartiere di tutto rispetto qui nella capitale.
Ancora con la fissa che la casa è da rifare dopo 30 anni? Mamma mia, non te lo togli dalla testa.
Io più che altro mi preoccuperei della combo che hai scelto tu: casa anni '80, appartamento e paesino...
...tutte cose che lasciano presagire rogne. Non tanto il discorso dell'appartamento in se come tipologia di abitazione, ma il fatto che un edificio del genere fatto in un paese (dove si è spesso fatto come gli pareva in quei periodi), con i crismi costruttivi del tempo io non lo avrei mai comprato. Magari sono quelle situazioni con 6/8 unità abitative familiari fatte condonando anche la recinzione...
Si vede che probabilmente non sei molto addentrato nell'edilizia.
Non guardare la pagliuzza nell'occhio dell'altro quando hai una trave dentro il tuo.
Poi, se questo era quello che ti potevi permettere non sto qui a giudicarlo, perché ognuno fa quello che vuole e quello che può ed è sacrosanto. Però da qui a sparlare sempre di chi fa scelte diverse (e anche più impegnative) mi sembra alquanto fastidioso.
 

Bigsaver

Nuovo Utente
Registrato
4/12/13
Messaggi
328
Punti reazioni
14
Concordo con entrambi.
Con tasso fisso all'1% (o meno, conosco gente che tra fine 2021 e gennaio 2022 ha strappato anche a 0.70) conviene indebitarsi anche 'oltre tempo' (come dice @Napoli1986, meglio aver una rata ridicola sui 30 anni, che magari averla un po' più alta su 15 o 20anni) piuttosto che aver 'fretta' di estinguere il mutuo.
Con i risparmi del 'delta rata' mensile (tra un 30anni e un 15/20anni) hai voglia a recuperare gli interessi (probabilmente con una buona capacità di investimento, oggi, ci guadagnerà pure l'utente).

Ora però con gli scenari cambiati, cosa fareste/consigliereste?
Dovremmo comprar casa a marzo 2023, con un mutuo tra i 100k e i 130k (settimana prox ci dovrebbero contattare per appuntamento le varie banche, dopo aver fatto richiesta e 'chiamata' con l'operatore di mutuionline questa settimana).
Stavamo pensando ad una durata tra i 15 e i 20 anni, per non regalare troppi interessi (stavolta con i tassi aumentati..) alla banca.
Altra info: una rata mensile fino agli 8/850€ sarebbe sostenibile (andrebbe ad intaccare l'ottima regola dell' 1/3 di uno dei 2 stipendi)

Ad oggi ho questo prospettino (con scenario futuro al 4% del fisso) + scenario attuale (che però sarà poco veritiero perché in sede di rogito/emissione mutuo i tassi al 99% saranno diversi):

SIMULAZIONE MUTUO CON TASSO FISSO 4%:
100K SU 15ANNI --> RATA 740€
100K SU 20ANNI --> RATA 610€

110K SU 15ANNI --> RATA 815€
110K SU 20ANNI --> RATA 670€

120K SU 15ANNI --> RATA 890€
120K SU 20ANNI --> RATA 730€

130K SU 15ANNI --> RATA 965€
130K SU 20ANNI --> RATA 790€



ad oggi col 3.05%-3.15% (tasso fisso)
avremmo rate mensile
dai 690/700€ (100k in 15anni) ai 900+ (130k in 15anni) [interessi dai 25k ai 32/33k]
dai 560€ (100k in 20anni) ai 730/40€ (130k in 20 anni) [interessi dai 35k ai 47/48k]

TASSO VARIABILE:
130k in 15 ANNI --> 770/800€ [quota interessi, se restasse fermo, 15k]
130K IN 20 ANNI --> 590€ (BCC) o dai 630€ in su [se restasse fermo, alla fine la quota interessi sarà dai 15k ai 21/22k...ma proprio come best case scenario]

Consigli/Pareri? (ovviamente mi aspetto dalle banche anche proposte di variabile con cap..ho un amico in BNL che negli ultimi 2 mesi ha consigliato, e poi fatto firmare, un bel po' di variabili con cap..ma anche qui --> interessi esclusivi della banca probabilmente?)

Ciao e buongiorno a tutti. Sono più o meno nella tua stessa situazione. Ho trovato una nuova casa e dovrei fare un nuovo mutuo per circa 230/240k.
Mi fa molto riflettere come sono passato nel giro di qualche mese da investitore selvaggio (conti deposito, azioni e movimenti intraday con le criptovalute) a nuovo indebitato 😅

In pratica fino a poco fa nonostante il debito residuo che avrei potuto estinguere (circa 80k) mi conveniva pagare il mutuo e investire la liquidità con ampio margine. Ora solo facendo un confronto con i conti deposito con i tassi attuali sarei a pari (ma tassi in forte crescita).

Scusate la digressione. Detto ciò, dovrei estinguere il vecchio mutuo, vendere casa e comprare la nuova con un nuovo mutuo a 20/30 anni. Il momento non è ottimale ne per comprare ne per fare mutui purtroppo…

A sensazione opterò per un nuovo fisso o variabile con cap (mi sembra di aver capito però che sia una tipologia molto marketing e poca sostanza)..
ho sempre il dubbio che nonostante i tassi alti convenga scommettere su un variabile anche stavolta poiché ad ogni modo i tassi prima i poi torneranno giù a meno che non crolli tutto il sistema immobiliare in modo devastante, mentre facendo un fisso mi cucco già un interesse notevole proprio nei primi anni dove la quota capitale è molto alta…
Inizio a fare qualche giro nelle banche e vediamo cosa propongono
Consigli per banche che propongono tassi interessanti?
 

Epic Tail

Nuovo Utente
Registrato
11/10/19
Messaggi
16
Punti reazioni
1
quindi io che a 38 anni mi accingo a fare un mutuo 30ennale di 450k mi sto suicidano???:cool:
 

Epic Tail

Nuovo Utente
Registrato
11/10/19
Messaggi
16
Punti reazioni
1
che pessimismo! si surrogherà in tempi migliori!