Chi vota il Berlusca riavrà Monti

  • Ecco la 72° Edizione del settimanale "Le opportunità di Borsa" dedicato ai consulenti finanziari ed esperti di borsa.

    È stata un’ottava ricca di spunti per i mercati, dapprima con l’esito delle elezioni europee, poi con i dati americani incoraggianti sull’inflazione e la riunione della Fed. L’esito delle urne ha mostrato uno spostamento verso destra del Parlamento europeo, con l’avanzata dei partiti nazionalisti più euroscettici a scapito di liberali e verdi. In Francia, il presidente Macron ha indetto il voto anticipato dopo la vittoria di Le Pen e in Germania i socialdemocratici del cancelliere tedesco Olaf Scholz hanno subito una disfatta record. L’azionario europeo ha scontato molto queste incertezze legate al rischio politico in Francia. Oltreoceano, i principali indici di Wall Street hanno raggiunto nuovi record dopo che mercoledì sera, la Fed ha mantenuto invariati i tassi nel range 5,25-5,50%. I dot plot, le proiezioni dei funzionari sul costo del denaro, stimano ora una sola riduzione quest’anno rispetto a tre previste a marzo. Lo stesso giorno è stato diffuso il report sull’inflazione di maggio, che ha mostrato un rallentamento al 3,3% e un dato core al 3,4%, meglio delle attese.
    Per continuare a leggere visita il link

Sequoia

Utente Registrato
Registrato
14/11/09
Messaggi
38.291
Punti reazioni
1.280
E' paradossale, eppure è quasi matematico: come scriveva ieri non ricordo più chi, se vince netto Bersani sarà lui a fare il premier; se invece Berlusca riesce a perdere facendo eleggere comunque un buon numero di parlamentari, può ancora costringere le altre forze politiche al grande inciucio tecnico: e qui il nanerottolo potrebbe in ogni caso difendere le proprie aziende e la propria posizione giudiziaria, mentre se vincesse nettamente il PD sarebbe molto più difficile.
Quindi i montiani antiberlusconiani (ma non di sinistra) , categoria cui mi pregio di appartenere, devono augurarsi un parlamento frammentato, per poter rivedere il Professore all'opera ;)
 
E' paradossale, eppure è quasi matematico: come scriveva ieri non ricordo più chi, se vince netto Bersani sarà lui a fare il premier; se invece Berlusca riesce a perdere facendo eleggere comunque un buon numero di parlamentari, può ancora costringere le altre forze politiche al grande inciucio tecnico: e qui il nanerottolo potrebbe in ogni caso difendere le proprie aziende e la propria posizione giudiziaria, mentre se vincesse nettamente il PD sarebbe molto più difficile.
Quindi i montiani antiberlusconiani (ma non di sinistra) , categoria cui mi pregio di appartenere, devono augurarsi un parlamento frammentato, per poter rivedere il Professore all'opera ;)

:yes:

Berlusconi in questo caso, per ottenere un pareggio, andrebbe votato senza intendere il voto come a suo favore, ma contro una netta vittoria del csx che probabilmente se vincesse, non farebbe spazio a Monti. E tra Bersani e Monti...meglio il secondo...tanto Silvio non vincerebbe comunque ma è utile ad abbassare la media del csx.
 
discorso condivisibile e non è impossibile che si avveri, anche se mi auguro non vada cmq perso il prestigio che Monti ha fatto recuperare al Paese.
Le ultimissime vicende lo confermerebbe.
 
:yes:

Berlusconi in questo caso, per ottenere un pareggio, andrebbe votato senza intendere il voto come a suo favore, ma contro una netta vittoria del csx che probabilmente se vincesse, non farebbe spazio a Monti. E tra Bersani e Monti...meglio il secondo...tanto Silvio non vincerebbe comunque ma è utile ad abbassare la media del csx.

Beh, certo. E' un ottima cosa avere Silvio che continua a condizionare il Paese per i suoi interessi...:yes:
 
Il titolo è corretto ma incompleto: "Chi vota Berlusca, Casini e Bersani ..." :wall:
 
:yes:

Berlusconi in questo caso, per ottenere un pareggio, andrebbe votato senza intendere il voto come a suo favore, ma contro una netta vittoria del csx che probabilmente se vincesse, non farebbe spazio a Monti. E tra Bersani e Monti...meglio il secondo...tanto Silvio non vincerebbe comunque ma è utile ad abbassare la media del csx.

ho difficoltà a recepire l'utilità di berlusconi soprattutto in questi ultimi anni nella nostra scena politica; lo paragonerei politicamente ad un De Mita o Pomicino (se non si offendono) ma loro non avevano tre televisioni e tre giornali.
 
:yes:

Berlusconi in questo caso, per ottenere un pareggio, andrebbe votato senza intendere il voto come a suo favore, ma contro una netta vittoria del csx che probabilmente se vincesse, non farebbe spazio a Monti. E tra Bersani e Monti...meglio il secondo...tanto Silvio non vincerebbe comunque ma è utile ad abbassare la media del csx.


;)





discorso condivisibile e non è impossibile che si avveri, anche se mi auguro non vada cmq perso il prestigio che Monti ha fatto recuperare al Paese.
Le ultimissime vicende lo confermerebbe.


Fortunatamente nelle cancellerie europee (e non solo) sono in grado di contestualizzare la sortita di Berlusconi: han capito che è il gioco di azzardo di un disperato...
Sicuramente, invece, a livello di media ed opinione pubblica il fatto che in Italia un simile individuo abbia ancora un certo seguito non ci fa fare una gran figura :wall:
 
Ultima modifica:
Contano soprattutto i voti al Senato in particolare in Lombardia, Veneto e Sicilia.
Chi abita in queste regioni se non vuole un governo con solo Bersani e Vendola si dovrà turare naso, orecchie e bocca e votare il nano. Nel caso invece i sondaggi lo dessero davanti al senato in ambito regionale potrebbe votare qualche altra formazione partitica sopra all'8% che porti cmq via i voti del riparto al PD.
Io che non ho mai votato Berlusconi spero vivamente di non essere costretto a farlo per la prima volta in vita mia. Sarebbe ovviamente un voto per il solo Senato e con il solo scopo di non fare governare da soli Bersani con Vendola e la Cgil. Alla camera voterei se si presenta il movimento di Giannino o la lista Monti. Non amo Monti perchè mi aspettavo molto da lui e mi ha deluso, ma tra Bersani e Berlusconi preferisco tenermi lui. Forse se avesse un suo movimento che lo sostiene e scendesse in campo anche lui avrebbe più forza verso i partiti nel fare le riforme.
 
ho difficoltà a recepire l'utilità di berlusconi soprattutto in questi ultimi anni nella nostra scena politica; lo paragonerei politicamente ad un De Mita o Pomicino (se non si offendono) ma loro non avevano tre televisioni e tre giornali.

Come no, allora era anche peggio esisteva solo la RAI e giornali nazionali quasi tutto in mano DC ...........
 
Beh, certo. E' un ottima cosa avere Silvio che continua a condizionare il Paese per i suoi interessi...:yes:



Silvio è al canto del cigno, e la sua influenza sarebbe fortunatamente molto inferiore rispetto al passato.
Preferisco un Monti equidistante che un Bersani con la spada di Damocle vendoliana sulla testa :)
 
E' paradossale, eppure è quasi matematico: come scriveva ieri non ricordo più chi, se vince netto Bersani sarà lui a fare il premier; se invece Berlusca riesce a perdere facendo eleggere comunque un buon numero di parlamentari, può ancora costringere le altre forze politiche al grande inciucio tecnico: e qui il nanerottolo potrebbe in ogni caso difendere le proprie aziende e la propria posizione giudiziaria, mentre se vincesse nettamente il PD sarebbe molto più difficile.
Quindi i montiani antiberlusconiani (ma non di sinistra) , categoria cui mi pregio di appartenere, devono augurarsi un parlamento frammentato, per poter rivedere il Professore all'opera ;)

Non capisco chi si stupisce ,mi pare tutto molto chiaro ........... anche il fatto che Bersani non avrà i voti dei sondaggi di Ballarò ma molti di meno.
 
;)

Fortunatamente nelle cancellerie europee (e non solo) sono in grado di contestualizzare la sortita di Berlusconi: han capito che è il gioco di azzardo di un disperato...
Sicuramente, invece, a livello di media ed opinione pubblica il fatto che in Italia un simile individuo abbia ancora un certo seguito non ci fa fare una gran figura :wall:

ma quale seguito se personalmente nei sondaggi di gradimento non raggiunge il 5%? solo per i suoi avvocati profumatamente pagati è una risorsa.
 
Non capisco chi si stupisce ,mi pare tutto molto chiaro ........... anche il fatto che Bersani non avrà i voti dei sondaggi di Ballarò ma molti di meno.

i fantasondaggi?
Scusa ma con il 50% di astenuti e indecisi che valore vuoi che abbiano?
Ogni 10% che decidono il 32% di Bersani traballa visto che astenuti e indecisi sono quasi tutti i gli ex votanti del nano.
 
Silvio è al canto del cigno, e la sua influenza sarebbe fortunatamente molto inferiore rispetto al passato.
Preferisco un Monti equidistante che un Bersani con la spada di Damocle vendoliana sulla testa :)

Mai dare per morto Silvio...
 
ma quale seguito se personalmente nei sondaggi di gradimento non raggiunge il 5%? solo per i suoi avvocati profumatamente pagati è una risorsa.



Secondo te non arriva al 18-20% se si allea coi leghisti, e parte a razzo con una campagna estremamente aggressiva antiGermania, antiEuropa ed anticomunista? Occhio a dare per morto Facciadiplastica, ha parecchie vite il fetentone :D
 
Come no, allora era anche peggio esisteva solo la RAI e giornali nazionali quasi tutto in mano DC ...........

non è vero: ogni partito aveva il suo giornale di partito e per quanto riguarda la RAI:
RAIUNO= DC
RAIDUE= PSI
RAITRE= PCI
 
Mai dare per morto Silvio...


Leggi il post sopra...io intendo bello vivo in campagna elettorale, ma al canto del cigno come politico di riferimento generale: questa sarà la sua ultima legislatura.
 
Indietro