Giglio group studia per diventare grande

oxen park

Nuovo Utente
Registrato
31/5/02
Messaggi
1.611
Punti reazioni
47
Sto selezionando piccoli titoli che siano destinati a diventare grandi imprese di successo (stile amazon, zalando, ecc) e ovviamente li sto cercando nel settore che ha enormi potenzialità di crescita...e commerce

Come tutti ormai si è capito gli acquisti passeranno sempre più da internet e sempre meno dai negozi fisici

In questo settore ho trovato questa piccola società che stà aumentando di anno in anno i propri dati di bilancio e che ha una gestione seria e corretta per una società che studia di diventare una grande del settore

ritengo possa avere le potenzialità per esplodere

pareri?
 

oxen park

Nuovo Utente
Registrato
31/5/02
Messaggi
1.611
Punti reazioni
47
Giglio Group: avanti tutta sull'e-commerce 4.0

L’arma del gruppo si chiama iBox, servizio già attivo in Cina e Usa che permette di fare shopping online inquadrando con lo smartphone un oggetto in tv. Sbarcherà in Italia nel 2018. Il fondatore e Ad Alessandro Giglio a PaeseDigitale: “Pronti per l’upgrade in Borsa”
Andrea Frollà

Giglio Group: avanti tutta sull'e-commerce 4.0
Alessandro Giglio, fondatore e amministratore delegato di Giglio Group


Comprare un capo d’abbigliamento o un accessorio visto in televisione inquadrandolo con la fotocamera dello smartphone o del tablet non è fantascienza. E la notizia è che non si tratta dell’ultimo progetto rivoluzionario dei giganti della Silicon Valley, ma di un’idea tutta made in Italy lanciata da Giglio Group, già diventata realtà in Cina e negli Stati Uniti e prossima allo sbarco in Italia.

«Il meccanismo è semplice – racconta in un’intervista a PaeseDigitale Alessandro Giglio, fondatore e amministratore delegato del gruppo - Chi sta guardando i nostri contenuti video su Amazon, potrà cliccarli e procedere direttamente all’acquisto all’interno di quella piattaforma. Una rivoluzione che si può realizzare nel momento in cui c’è un unico ambiente digitale in cui convergono e-commerce e media, ovvero quello che noi abbiamo definito iBox».

Il numero uno della compagnia ha coniato il termine “e-commerce 4.0” per descrivere la nuova pelle di una società che, dopo anni nel settore del broadcast radio televisivo, ha deciso di aprirsi nuove strade di crescita senza abbandonare il passato. Anzi integrando il know how accumulato nel corso del tempo con i piani di sviluppo nel mondo del commercio elettronico innovativo. Oggi il gruppo, quotato sul mercato Aim e prossimo all’upgrade sul segmento Star di Borsa Italiana, si configura come un produttore di contenuti media, diffusi attraverso accordi con operatori e in larga parte attraverso una infrastruttura proprietaria di trasmissioni via fibra e satellite tramite i propri canali televisivi, e un marketplace digitale globale, che vanta la presenza dei principali retailer digitali del mondo.

In entrambi gli ambiti Giglio vanta accordi e partnership con gruppi importanti, tra cui spiccano Mei e Secoo, i due principali store di lusso in Cina, e una serie di grandi società Usa come Amazon, Apple, Google, Macy’s, Bloomingdale’s e Century21. Un modello di business che sta dando i suoi frutti, con un 2016 chiuso a 34,5 milioni di ricavi (+148% sul 2015) e un utile netto di 1,3 milioni in aumento del 72%). Grazie alla recente acquisizione di Evolve, player di e-commerce nei settori fashion e design, il gruppo si avvia inoltre a triplicare la propria dimensione d’affari. Numeri soddisfacenti che, sottolinea però l’Ad, rappresentano solo l’inizio di un percorso di crescita: «Sono molto fiducioso sul percorso di crescita dell’azienda, perché il nostro modello di business si sta rivelando efficace e performante. Contiamo di confermare questo trend anche in futuro».

Negli ultimi tempi avete impresso un'accelerazione importante con la firma di numerosi accordi internazionali. Quali sono le vostre prospettive di sviluppo all'estero?
Siamo presenti in 5 continenti e 46 Paesi, ma per dimensione e potenzialità di mercato, le nostre prospettive sono concentrate principalmente su Stati Uniti e Cina. Attualmente Giglio Group è presente sulle principali piattaforme digitali a livello mondiale come Roku, Google Play, Itunes, Sling Tv e Dish Network, China International Broadcasting Network, Youku Todou e iQiyi. Dalla Cina e dagli Usa ci aspettiamo una rapida e importante affermazione del nostro business.

Avete intenzione di allargare ulteriormente la platea di partner?
Siamo sempre in contatto con i top player e contiamo di siglare nuovi accordi, espandendo quindi la nostra attività all’estero. Diciamo che negli ultimi anni il nostro posizionamento come testimonial del made in Italy a livello globale si è molto rafforzato e molti brand italiani del lusso vedono nelle nostre piattaforme tv uno strumento di grande impatto per avere visibilità nel mondo. L’integrazione tra media e e-commerce su cui noi abbiamo puntato amplifica questo sentiment.

A proposito di nuove frontiere dell’e-commerce: come prosegue lo sviluppo del progetto iBox?
Il progetto è pienamente operativo in Cina e Usa. Ora grazie alla presenza su Amazon, sia in tv che con i nostri “shop in shop”, lo siamo anche in UK, Austria e Germania. Amazon è uno degli ambienti ideali per noi, in quanto noi siamo fornitori sia di contenuti video che di capi d’abbigliamento con prestigiosi marchi del made in Italy. Presto aumenteranno i Paesi tra cui, nel 2018, contiamo di includere anche l’Italia. Nel nostro Paese abbiamo due canali sul digitale terrestre (Acqua e Play.me) e l’idea è di convertirli in un modello di e-commerce 4.0 grazie all’utilizzo anche di studi virtuali, realtà aumentate e innovazioni tecnologiche che possono rendere più spettacolare l’impatto nel telespettatore.

I vostri piani prevedono percorsi di crescita per linee esterne?
Attualmente stiamo cavalcando già una poderosa crescita organica ed è per linee interne che intendiamo proseguire. Non escludiamo che possano esserci in futuro ulteriori acquisizioni, sia nel settore e-commerce, che in ambito tecnologico. La nostra attenzione riguarderà, però, sempre e solo operazioni sinergiche allo sviluppo del nostro modello di e-commerce 4.0, pensato e rivolto principalmente ai millenials. In questo senso, le recenti nomine di Massimo Mancini, come direttore generale, e di Alessandro Santamaria, come digital strategic managing director, apporteranno ulteriore valore aggiunto al management team di Giglio Group nella strategia di sviluppo a livello globale.
 

oxen park

Nuovo Utente
Registrato
31/5/02
Messaggi
1.611
Punti reazioni
47
a livello tecnico è su trend line rialzista
 

Allegati

  • Immagine.jpg
    Immagine.jpg
    61,7 KB · Visite: 20

walter'74

W la topa
Registrato
29/9/07
Messaggi
8.602
Punti reazioni
202
a livello tecnico è su trend line rialzista

Ciao oxen park,io sono da circa un anno sul titolo avendole in carico a 4,6 di pmc.Da ottobre quando tocco' gli 8,9 si sta muovendo in laterale.Ormai dovrebbe essere prossimo il passaggio al segmento star che dovrebbe dare nuova visibilita' al titolo.
 

oxen park

Nuovo Utente
Registrato
31/5/02
Messaggi
1.611
Punti reazioni
47
comincia il rimbalzo (6,93 +2,20%) dopo aver toccato trend line e supporto statico OK!
 

oxen park

Nuovo Utente
Registrato
31/5/02
Messaggi
1.611
Punti reazioni
47
bè complimenti per averci scomesso con buon anticipo ... ritengo che con i margini di crescita di ricavi, ebitda e utile dimostrati fin'ora e con le ottime prospettive di continua crescita il titolo possa provare nel medio periodo a ritestare i massimi e nel lungo, se verranno confermate le previsioni di crescita, ritengo possa dare grandi soddisfazioni
 

oxen park

Nuovo Utente
Registrato
31/5/02
Messaggi
1.611
Punti reazioni
47
Mancano i volumi,al momento solo 4 contratti

vediamo, potrebbero arrivare a breve i volumi...il denaro comincia a salire e si comincia a comprare sulla lettera ; il tutto nel quadro tecnico del grafico fa presupporre un'imminente ripartenza del trend up
 

andreamax

Omnia tempus habent
Registrato
18/8/11
Messaggi
2.411
Punti reazioni
213
vediamo, potrebbero arrivare a breve i volumi...il denaro comincia a salire e si comincia a comprare sulla lettera ; il tutto nel quadro tecnico del grafico fa presupporre un'imminente ripartenza del trend up

Ciao Oxen, sono tornato dei vostri, dopo averle avute in passato, azienda che mi è sempre piaciuta; entrato per ora con un lotto, se conferma ripartenza trend primario incremento OK!
 

walter'74

W la topa
Registrato
29/9/07
Messaggi
8.602
Punti reazioni
202
vediamo, potrebbero arrivare a breve i volumi...il denaro comincia a salire e si comincia a comprare sulla lettera ; il tutto nel quadro tecnico del grafico fa presupporre un'imminente ripartenza del trend up

Siam sempre li' tra scambi risibili
 

oxen park

Nuovo Utente
Registrato
31/5/02
Messaggi
1.611
Punti reazioni
47
AMMESSA ALL'MTA SEGMENTO STAR

ottima notizia!

ora i fondi inseriranno l'azienda nei portafogli PIR e il prezzo è destinato a salire

faccio notare che i multipli con cui valutare la società devono tenere in considerazione le prospettive e, visti i conti in costante crescita e le potenzialità esplosive del settore in cui opera, la società al momento non è sottovalutata ma, anzi, garantisce ottime possibilità di crescita di valore nel tempo
 

Quindi

Nuovo Utente
Registrato
10/4/03
Messaggi
1.000
Punti reazioni
26
Direi di chiudere il thread, si trasloca in seria a, bye bye a tutte le societa' impantanate nell aim
 

awards

Nuovo Utente
Registrato
20/1/10
Messaggi
196
Punti reazioni
11
Altre categorieRicerca avanzata
GIGLIO GROUP - Oggi l'esordio allo Star. Prima PMI innovativa a diventare una 'stella' 20/03/2018 08:52 - WS
Giglio Group (GGTV.MI) è stato tra i titoli più brillanti di ieri con un balzo del 7% che ha azzerato quasi del tutto la perdita di inizio anno.

La prima società di e-commerce 4.0 quotata su Borsa Italiana ha reso noto che è stata disposta l'ammissione alla quotazione delle azioni ordinarie sul Mercato Telematico Azionario (MTA), segmento STAR, e la contestuale esclusione dalle negoziazioni sul mercato alternativo AIM.
La data di inizio delle negoziazioni sul MTA, segmento STAR, è prevista per oggi 20 marzo 2018.
Giglio Group sarà la prima PMI Innovativa a transitare sul Mercato principale di Borsa Italiana. Il gruppo aveva ricevuto lo status nel marzo 2017, rappresentando una delle realtà imprenditoriali con forte propensione all'innovazione tecnologica nell'evoluzione ed applicazione del proprio business 4.0.
www.websim.it www.websimaction.it
 

oldkingcole

Nuovo Utente
Sospeso dallo Staff
Registrato
21/11/12
Messaggi
215
Punti reazioni
9
mandato una mail al sito numero 1 del trading mondiale FINECO perchè non accetta ordini di spezzature inferiori ai 750 pezzi...
bontà loro