INNOVATEC, solo news e considerazioni/commenti pertinenti al business. No cazzeggio!

Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.

"will"

Nuovo Utente
Registrato
15/4/10
Messaggi
24.509
Punti reazioni
989

Una rondine non fa primavera ma....​

Superbonus, maxi accordo per le ristrutturazioni: Intesa cede 1,3 miliardi di crediti e libera spazi per gli acquisti

Accordo record tra l’istituto di credito e Ludoil Energy: l’obiettivo è rendere di nuovo disponibile capienza fiscale per far ripartire il mercato delle cessioni

Ottima Notizia, penso che Banca Intesa ne fara' altri di Accordi/Cessioni Simili.
 

arturo&z

Utente un po' usato
Registrato
9/11/07
Messaggi
32.259
Punti reazioni
485
Ma davvero Innotec era salita perchè c'era il 110 a gogo'.
Non è credibile, perchè è come se non le fossero riconosciute tutte le altre attività dove eccelle.
Eppure ogni giorno fa un nuovo minimo e non si vede cenno di inversione
 

Wyni

Nuovo Utente
Registrato
2/6/17
Messaggi
3.404
Punti reazioni
224
Ma davvero Innotec era salita perchè c'era il 110 a gogo'.
Non è credibile, perchè è come se non le fossero riconosciute tutte le altre attività dove eccelle.
Eppure ogni giorno fa un nuovo minimo e non si vede cenno di inversione
innovatec sta salendo da mesi , il business pompa , i periodi di stallo sono ovunque e il perchè lo sai anche tu , quindi pazienza e sangue freddo
 

arturo&z

Utente un po' usato
Registrato
9/11/07
Messaggi
32.259
Punti reazioni
485
innovatec sta salendo da mesi , il business pompa , i periodi di stallo sono ovunque e il perchè lo sai anche tu , quindi pazienza e sangue freddo
Condivido che un titolo non sale sempre, infatti della borsa si dice "che è il mondo è fatta a scale", ma sembra di capire che i problemi sul 110% abbiano un effetto più negativo di quante non siano invece le positività su altre attività eppure mi pare che fosse marginale come introiti.
 

barzagli

Nuovo Utente
Registrato
26/10/17
Messaggi
5.818
Punti reazioni
924
Condivido che un titolo non sale sempre, infatti della borsa si dice "che è il mondo è fatta a scale", ma sembra di capire che i problemi sul 110% abbiano un effetto più negativo di quante non siano invece le positività su altre attività eppure mi pare che fosse marginale come introiti.
Caro Arturo, su fatturato 100 di INNO, Il 110% per il 2022 ha inciso il 35... e non è poco. Benissimo hanno fatto per il 2023 a cambiare rotta e puntare molto di più sull'agrifotovoltaico, mentre per quanto riguarda il bonus, porteranno a ricavi solo le villette unifam. e eventualmente i condomini dell'edilizia popolare e della P.A. ma sempre se si trova uno sbocco per questi crediti bloccati. Pare che ora la situazione crediti vada a migliorare, ma una società ha bisogno di CERTEZZE per poter programmare. Per quanto riguarda il settore Ambiente, c'è tanto in arrivo nel 2023, ma dobbiamo fare anche i conti con alcune società clienti che a causa degli enormi costi del gas, nel secondo semestre hanno ridotto la produzione e conseguentemente lo scarto da riciclare. E queste cose il mercato purtroppo le sa e al momento ha deciso di non premiare nulla di quello che verrà nel 2023. Anche qui sembra che la situazione vada a migliorare grazie ai bonus energia dei quali godranno queste società nostre clienti e grazie al prezzo dell'elettricità e del gas che non è più ai massimi di ottobre. Diciamo che nel 2023 il mercato vorrà toccare con mano questi miglioramenti prima di dare un premio sulla fiducia. Spero che annuncino presto l'acquisizione per la quale hanno emesso il bond perchè sarebbe un ulteriore prezioso tassello per un 2023 da protagonisti. Saluti.
 
Ultima modifica:

Sam72

Nuovo Utente
Registrato
20/10/13
Messaggi
67
Punti reazioni
7
Ma cobat ecofactory per riciclo litio batterie quando inaugurerá ? Non era inizio 2023 com’è che possibile il mercato sia così cieco quello sarà un business incredibile con crescita incredibile del fatturato. Mah misteri
 

barzagli

Nuovo Utente
Registrato
26/10/17
Messaggi
5.818
Punti reazioni
924
Ma cobat ecofactory per riciclo litio batterie quando inaugurera ? Non era inizio 2023 com’è che possibile il mercato sia così cieco quello sarà un business incredibile con crescita incredibile del fatturato. Mah misteri
Cobat Ecofactory sarà inaugurata entro giugno 2023... nessuno ha parlato di inizio 2023. La "crescita incredibile del fatturato" ci sarà in previsione dal 2024 in poi. La news cmq sarà molto sensitive perchè saranno i primi in Italia a farlo con procedimento idrometallurgico e questo vantaggio competitivo rispetto agli altri sarà fondamentale perchè gli darà modo di stringere accordi immediati con le case automobilistiche e le gigafactory ma anche con le utilities per lo storage dell'energa da rinnovabili. Ma appunto... ci vorrà tempo. Al momento il mercato non anticipa nessun premio per quello che sarà il futuro...
 

Sam72

Nuovo Utente
Registrato
20/10/13
Messaggi
67
Punti reazioni
7
Ok grazie Barza come sempre comunque da qui a 2 anni tanta crescita vedo e inno capitalizza 160 milioni pura assurdità stralong e strong buy tenendo anche solo 3 anni il titolo prevedo gain a 3 cifre in percentuale 😉
 

arturo&z

Utente un po' usato
Registrato
9/11/07
Messaggi
32.259
Punti reazioni
485
Caro Arturo, su fatturato 100 di INNO, Il 110% per il 2022 ha inciso il 35... e non è poco. Benissimo hanno fatto per il 2023 a cambiare rotta e puntare molto di più sull'agrifotovoltaico, mentre per quanto riguarda il bonus, porteranno a ricavi solo le villette unifam. e eventualmente i condomini dell'edilizia popolare e della P.A. ma sempre se si trova uno sbocco per questi crediti bloccati. Pare che ora la situazione crediti vada a migliorare, ma una società ha bisogno di CERTEZZE per poter programmare. Per quanto riguarda il settore Ambiente, c'è tanto in arrivo nel 2023, ma dobbiamo fare anche i conti con alcune società clienti che a causa degli enormi costi del gas, nel secondo semestre hanno ridotto la produzione e conseguentemente lo scarto da riciclare. E queste cose il mercato purtroppo le sa e al momento ha deciso di non premiare nulla di quello che verrà nel 2023. Anche qui sembra che la situazione vada a migliorare grazie ai bonus energia dei quali godranno queste società nostre clienti e grazie al prezzo dell'elettricità e del gas che non è più ai massimi di ottobre. Diciamo che nel 2023 il mercato vorrà toccare con mano questi miglioramenti prima di dare un premio sulla fiducia. Spero che annuncino presto l'acquisizione per la quale hanno emesso il bond perchè sarebbe un ulteriore prezioso tassello per un 2023 da protagonisti. Saluti.
Grazie, pensavo che il 110 incidesse molto meno.
Al momento mi pare che il governo stia "tarando" il sistema. L'ultima sentita e che salvano i crediti, ma non dovrebbe esserci più possibilità di aprire nuovi cantieri con quel valore.
Per le altre attività effettivamente il caro energia sta facendo parecchi danni e non solo sulle attività di Innotech.
Anche l'Europa su questo problema va troppo in ordine sparso.
Unica positività, i carburanti stanno diminuendo anche con sconto oneri minore
 

barzagli

Nuovo Utente
Registrato
26/10/17
Messaggi
5.818
Punti reazioni
924
L' Ursula sta parlando praticamente solo di rinnovabili in Bocconi.
OK! C’è il delirio oggi a Milano malgrado sia un giorno festivo 😞 Arrivano tutti i politicanti per la prima della Scala… Stasera ci sarà anche “ Il Presidente “ Giorgia 😀 e si troverà fianco a fianco con Ursula e con Mattarella. Potrebbe essere un’ occasione imperdibile nel foyer per dirle in privato che il PNRR va rivisto sia nei tempi che negli obiettivi. Su questo sono d’accordo col Governo attuale perché quando il PNRR è stato scritto, non c’era nessuna avvisaglia di guerre ed emergenza energetica. L’unico punto fermo ed imprescindibile è che arriveranno una valanga di soldi per rinnovabili e riciclo/recupero materie prime…
 

benemanonbenissimo

Nuovo Utente
Registrato
24/7/20
Messaggi
3.198
Punti reazioni
298
OK! C’è il delirio oggi a Milano malgrado sia un giorno festivo 😞 Arrivano tutti i politicanti per la prima della Scala… Stasera ci sarà anche “ Il Presidente “ Giorgia 😀 e si troverà fianco a fianco con Ursula e con Mattarella. Potrebbe essere un’ occasione imperdibile nel foyer per dirle in privato che il PNRR va rivisto sia nei tempi che negli obiettivi. Su questo sono d’accordo col Governo attuale perché quando il PNRR è stato scritto, non c’era nessuna avvisaglia di guerre ed emergenza energetica. L’unico punto fermo ed imprescindibile è che arriveranno una valanga di soldi per rinnovabili e riciclo/recupero materie prime…
Recapitare un biglietto per la prima a Elio Catania... SUBITO :D
 

"will"

Nuovo Utente
Registrato
15/4/10
Messaggi
24.509
Punti reazioni
989
ULTERIORE SPINTA ALL'AGRIFOTOVOLTAICO. ;)OK!


Rinnovabili: Pichetto. in prossime settimane importanti provvedimenti

07/12/2022 ROMA (MF-DJ)--"Ritengo che il raggiungimento di elevati livelli di indipendenza energetica renda improcrastinabile un percorso di crescita delle fonti rinnovabili. In questo verso si muove il Piano nazionale di ripresa e resilienza. che pone tra i propri obiettivi l'incremento della quota di energia rinnovabile attraverso investimenti tesi a favorire lo sviluppo di comunità energetiche. a facilitare lo sviluppo di soluzioni innovative. incluse soluzioni integrate e offshore".

Lo ha detto il ministro dell'Ambiente e della sicurezza energetica. Gilberto Pichetto Fratin. nel corso del seguito delle comunicazioni sulle linee programmatiche del suo Dicastero presso la Commissione Ambiente e lavori pubblici del Senato. "Il Ministero dell'Ambiente e della sicurezza energetica conta di chiudere nelle prossime settimane alcuni importanti provvedimenti volti a favorire lo sviluppo delle fonti di energia rinnovabile". ha riferito.

"Tra questi - ha precisato il ministro -. il decreto attuativo dell'articolo 20. commi 1 e 2. del decreto legislativo 8 novembre 2021. n. 199. concernente l'individuazione delle aree idonee alla realizzazione di impianti di energia rinnovabile. è in fase di finalizzazione da parte dei competenti uffici del mio Ministero. Il provvedimento in questione sarà adottato di concerto con i Ministri dell'Agricoltura e della sovranità alimentare e della cultura. acquisito il parere della Conferenza unificata".

"Ai fini dell'implementazione della misura. è stato istituito. sotto il coordinamento del Mase. un gruppo di lavoro ad hoc. che ha visto il coinvolgimento dei due Ministeri concertanti. delle Regioni. nonché di GSE e RSE per l'opportuno supporto tecnico - ha aggiunto Pichetto -. Sulla base del Piano della Transizione ecologica che stima la nuova potenza FER necessaria per raggiungere gli obiettivi di decarbonizzazione al 2030 a 70/75GW. sono state elaborate alcune ipotesi di riparto regionale della potenza aggiuntiva che abbiamo condiviso con il coordinamento regionale. Proseguendo nell'interlocuzione con le regioni e con gli altri dicasteri coinvolti. auspichiamo di poter chiudere il provvedimento in tempi ragionevolmente brevi".

"Anche per quanto riguarda il decreto FER2. la cui gestazione è stata particolarmente lunga. siamo alle battute finali - ha chiarito il ministro -. Il decreto fornisce continuità all'approccio del FER1. ed ha dunque ad oggetto l'incentivazione della produzione di energia elettrica dalle fonti: geotermia tradizionale a ridotte emissioni. geotermia a emissioni nulle. eolico off-shore. impianti fotovoltaici floating. impianti a energia mareomotrice e altre forme di energia marina. biomasse. biogas e solare termodinamico che presentino caratteristiche di innovazione e ridotto impatto sull'ambiente e sul territorio".

"L'attuazione del decreto consentirà di incentivare complessivamente 4590 MW di impianti. Sul testo è già stato acquisito il parere del Ministero dell'Agricoltura e il parere dell'Arera". ha concluso Pichetto.

(END) Dow Jones Newswires December 07. 2022 08:26 ET (13:26 GMT)
 

"will"

Nuovo Utente
Registrato
15/4/10
Messaggi
24.509
Punti reazioni
989
Energia: Pichetto. accesso diretto incentivi per Comunità energetiche

07/12/2022 ROMA (MF-DJ)--"Anche riguardo alle Comunità di energia rinnovabile. lo scorso 28 novembre è stato messo in consultazione lo schema di decreto. Il testo prevede che la potenza nominale massima del singolo impianto risulti non superiore a 1 MW e che gli impianti posseggano i requisiti prestazionali e di tutela ambientale necessari per rispettare il principio del non arrecare un danno significativo all'ambiente "Do Not Significant Harm" (DNSH)".

Lo ha detto il ministro dell'Ambiente e della sicurezza energetica. Gilberto Pichetto Fratin. nel corso del seguito delle comunicazioni sulle linee programmatiche del suo Dicastero presso la Commissione Ambiente e lavori pubblici del Senato. "Allo stato. le risorse sarebbero assegnate senza il ricorso a procedure competitive. prevedendo l'accesso diretto agli incentivi a valle dell'entrata in esercizio degli impianti nel periodo 2023-2027". ha precisato.

"Obiettivo della consultazione è il coinvolgimento non solo dei cittadini ma anche delle comunità locali. di modo che il testo possa rispondere efficacemente alle esigenze espresse da tutti i soggetti interessati. ivi compresi gli enti locali". ha concluso il ministro.

(END) Dow Jones Newswires December 07. 2022 08:49 ET (13:49 GMT)
 

arturo&z

Utente un po' usato
Registrato
9/11/07
Messaggi
32.259
Punti reazioni
485
OK! C’è il delirio oggi a Milano malgrado sia un giorno festivo 😞 Arrivano tutti i politicanti per la prima della Scala… Stasera ci sarà anche “ Il Presidente “ Giorgia 😀 e si troverà fianco a fianco con Ursula e con Mattarella. Potrebbe essere un’ occasione imperdibile nel foyer per dirle in privato che il PNRR va rivisto sia nei tempi che negli obiettivi. Su questo sono d’accordo col Governo attuale perché quando il PNRR è stato scritto, non c’era nessuna avvisaglia di guerre ed emergenza energetica. L’unico punto fermo ed imprescindibile è che arriveranno una valanga di soldi per rinnovabili e riciclo/recupero materie prime…
I costi non sono assolutamente più quelli di due anni fa. Il mio Comune aveva messo a bilancio due strade, ma allo stesso prezzo ne ha fatta una
 

Sam72

Nuovo Utente
Registrato
20/10/13
Messaggi
67
Punti reazioni
7
Con tutte queste news incentivi per il fotovoltaico innovatec dovrebbe volare invece nulla mai un rimbalzo mah assurdo aspetteremo arriverà il momento che faranno a botte per comprare innovatec e noi rideremo dopo tanta attesa e agonia 😂😂😂
 

"will"

Nuovo Utente
Registrato
15/4/10
Messaggi
24.509
Punti reazioni
989
cob.PNG
 

Sam72

Nuovo Utente
Registrato
20/10/13
Messaggi
67
Punti reazioni
7
Inaugurazione di ECOBAT factory a Vasto sarà un grande punto di svolta per innovatec 👍
 
Stato
Chiusa ad ulteriori risposte.