Vivere di rendita, posso (Vol. LII)?

alfa71

Nuovo Utente
Registrato
22/11/14
Messaggi
13.724
Punti reazioni
1.309
da circa 7 mesi sono dipendente pubblico a 1500 al mese(pero da togliere circa 250/300 tra benzina e pedaggio per raggiungere il posto di lavoro, anche se qualcosina è ammortizzato dai miei). Tutto questo è sconfortante dato che non posso permettermi di vivere da solo, anche se una mia indipendenza economica l'ho raggiunta.

Se può essere di aiuto al tuo sconforto....prova ad immaginare tutti quelli che come te guadagnano 1500 al mese (alcuni anche meno) ma lavorano nel settore privato e pertanto non godono della illicenziabilità della quale invece godono i dipendenti pubblici italiani, ovvero parliamo di lavoratori soggetti al regime di mercato i quali possono essere licenziati per svariati motivi oppure subire periodi di stop per cassa integrazione etc.

Inoltre il dipendete pubblico italiano in linea di massima gode di promozioni, avanzamenti di carriera ed aumenti di stipendio molto spesso legati alla semplice anzianità poichè nel pubblico impiego non esistono parametri di valutazione basati sul merito, ai quali i sindacati in primis si sono sempre ferocemente opposti.
 

rentier64

Lean Fire
Registrato
14/3/21
Messaggi
2.166
Punti reazioni
368
ne ho 34. ho lavorato per 10 anni privatamente accumulando qualcosina (nulla di significativo)ma in modo saltuario, da circa 7 mesi sono dipendente pubblico a 1500 al mese(pero da togliere circa 250/300 tra benzina e pedaggio per raggiungere il posto di lavoro, anche se qualcosina è ammortizzato dai miei). Tutto questo è sconfortante dato che non posso permettermi di vivere da solo, anche se una mia indipendenza economica l'ho raggiunta. Provengo da una famiglia abbiente con case di proprietà(tutte affittate) ,terreni e locali commerciali e molta liquidita (in parte investita)dei miei.
Sto mettendo da parte il guadagno del posto fisso ma non so come investirli.
p.s. nei miei progetti ci sono solo viaggi,divertimento con le ragazze, sono single e non ho voglia di mettere su famiglia.

Con 300€ al mese di spese per andare al lavoro forse ti conviene trovare una partner e con lei condividere le spese al 50%un monolocale in affitto in zona lavoro, così unisci l'utile al dilettevole e provi a convivere e vedi se fa per te, altrimenti rimani un bambo. cione a vita;)
 
Ultima modifica:

GordonGekko7

Nuovo Utente
Registrato
3/3/20
Messaggi
490
Punti reazioni
36
Se può essere di aiuto al tuo sconforto....prova ad immaginare tutti quelli che come te guadagnano 1500 al mese (alcuni anche meno) ma lavorano nel settore privato e pertanto non godono della illicenziabilità della quale invece godono i dipendenti pubblici italiani, ovvero parliamo di lavoratori soggetti al regime di mercato i quali possono essere licenziati per svariati motivi oppure subire periodi di stop per cassa integrazione etc.

Inoltre il dipendete pubblico italiano in linea di massima gode di promozioni, avanzamenti di carriera ed aumenti di stipendio molto spesso legati alla semplice anzianità poichè nel pubblico impiego non esistono parametri di valutazione basati sul merito, ai quali i sindacati in primis si sono sempre ferocemente opposti.

assolutamente d'accordo, l'ho premesso che nei 10 anni precedenti al posto pubblico ero uno di quelli nel settore privato. Quindi ne so qualcosa. Sugli aumenti di stipendio si parla di cifre piccole ,uno scatto puo valere anche solo 30\40 euro e ogni tot di anni(mi pare ogni 5 anni),non stiamo parlando di cifre esorbitanti.
 

GordonGekko7

Nuovo Utente
Registrato
3/3/20
Messaggi
490
Punti reazioni
36
Con 300€ al mese di spese per andare al lavoro forse ti conviene trovare una partner e con lei condividere le spese al 50%un monolocale in affitto in zona lavoro, così unisci l'utile al dilettevole e provi a convivere e vedi se fa per te, altrimenti rimani un bambo. cione a vita;)

ho provato a vivere solo(cosa che ho fatto anche durante il periodo universitario), praticamente ci sono solo costi e non riesco da mettere da parte nulla dello stipendio. Era buono solo per portare nuove conoscenze in casa...ma tra tasse, inflazione ,benzina\pedaggio e (eventuale)mutuo\affitto non è convenuto...
 

inversionista

Nuovo Utente
Registrato
29/3/13
Messaggi
15.163
Punti reazioni
136
assolutamente d'accordo, l'ho premesso che nei 10 anni precedenti al posto pubblico ero uno di quelli nel settore privato. Quindi ne so qualcosa. Sugli aumenti di stipendio si parla di cifre piccole ,uno scatto puo valere anche solo 30\40 euro e ogni tot di anni(mi pare ogni 5 anni),non stiamo parlando di cifre esorbitanti.

negli enti locali vi pagano meno di un cameriere :D
 

GordonGekko7

Nuovo Utente
Registrato
3/3/20
Messaggi
490
Punti reazioni
36
negli enti locali vi pagano meno di un cameriere :D

difatti dovrò studiare per quello in ADE ma solo a patto di prendere un punteggione e restare dalle mie parti, altrimenti non conviene.
Provato già 3 anni fa, prove imbarazzanti.
p.s. scusate l'off topic ma inversionista è peggio del controllo della prostata.
 

rentier64

Lean Fire
Registrato
14/3/21
Messaggi
2.166
Punti reazioni
368
ho provato a vivere solo(cosa che ho fatto anche durante il periodo universitario), praticamente ci sono solo costi e non riesco da mettere da parte nulla dello stipendio. Era buono solo per portare nuove conoscenze in casa...ma tra tasse, inflazione ,benzina\pedaggio e (eventuale)mutuo\affitto non è convenuto...

Quindi la soluzione e' fare il Bamboc. Ione a vita finche' ci sono i genitori ;), c'e' gente che con il tuo stipendio paga affitto e mantiene moglie e figli... Semplicemente risparmiando;)
 

inversionista

Nuovo Utente
Registrato
29/3/13
Messaggi
15.163
Punti reazioni
136
difatti dovrò studiare per quello in ADE ma solo a patto di prendere un punteggione e restare dalle mie parti, altrimenti non conviene.
Provato già 3 anni fa, prove imbarazzanti.
p.s. scusate l'off topic ma inversionista è peggio del controllo della prostata.

Io sono idoneo in graduatoria in un concorso da dirigente, sembra stiano scorrendo la graduatoria, spero di essere chiamato.

Se vuoi ti lascio il mio posto :p
 

inversionista

Nuovo Utente
Registrato
29/3/13
Messaggi
15.163
Punti reazioni
136
Quindi la soluzione e' fare il Bamboc. Ione a vita finche' ci sono i genitori ;), c'e' gente che con il tuo stipendio paga affitto e mantiene moglie e figli... Semplicemente risparmiando;)

E fai la vita del miserabile…

Io se non riesco a risparmiare e investire almeno 1200/1300€ al mese mi sento male, vuol dire che altrimenti lavori senza prospettive di crescita finanziaria/patrimoniale.
 

Nemor

Nuovo Utente
Registrato
7/4/07
Messaggi
30.659
Punti reazioni
1.107
ho provato a vivere solo(cosa che ho fatto anche durante il periodo universitario), praticamente ci sono solo costi e non riesco da mettere da parte nulla dello stipendio. Era buono solo per portare nuove conoscenze in casa...ma tra tasse, inflazione ,benzina\pedaggio e (eventuale)mutuo\affitto non è convenuto...

Scusa non per farmi gli affari tuoi, ma in questi 10 anni in cui hai lavorato nel settore privato hai risparmiato ed investito qualcosa ? Avevo interpretato ( forse male ) che questo fosse il tuo primo lavoro a 34 anni e che non avevi da parte nulla perche' non lavoravi.
 

rentier64

Lean Fire
Registrato
14/3/21
Messaggi
2.166
Punti reazioni
368
E fai la vita del miserabile…

Io se non riesco a risparmiare e investire almeno 1200/1300€ al mese mi sento male, vuol dire che altrimenti lavori senza prospettive di crescita finanziaria/patrimoniale.

O aumenti il reddito o diminuisci le spese non ci sono alternative c'e' chi preferisce la prima e chi la seconda.. Io entrambeOK!
 
Ultima modifica:

Toptrader1970

Nuovo Utente
Registrato
4/4/19
Messaggi
17.754
Punti reazioni
233
Non ho piu visto interventi di quel ragazzo che era funzionario della asl e apparteneva ad una famiglia benestante di ristoratori ed anche di quell utente che era ex direttore di banca di Milano con 800 mila di liquidità..:confused:
 

Nemor

Nuovo Utente
Registrato
7/4/07
Messaggi
30.659
Punti reazioni
1.107
Non ho piu visto interventi di quel ragazzo che era funzionario della asl e apparteneva ad una famiglia benestante di ristoratori ed anche di quell utente che era ex direttore di banca di Milano con 800 mila di liquidità..:confused:

Ricordo il ragazzo dell'asl, l'altro no.
Credo che il primo semplicemente si sia adattato alla situazione.
 

JaiGuru72

"I soldi, è importante averli"
Registrato
1/8/22
Messaggi
1.712
Punti reazioni
300
scusate l'off topic ma inversionista è peggio del controllo della prostata.

:clap::clap:
Il primissimo che ho bloccato. Dovrei avercela con te per avermelo fatto tornare in mente, ma le risate per la tua battuta hanno preso il sopravvento.
 

JaiGuru72

"I soldi, è importante averli"
Registrato
1/8/22
Messaggi
1.712
Punti reazioni
300
Provengo da una famiglia abbiente con case di proprietà(tutte affittate) ,terreni e locali commerciali e molta liquidita (in parte investita)dei miei.

p.s. nei miei progetti ci sono solo viaggi,divertimento con le ragazze, sono single e non ho voglia di mettere su famiglia.

La prima frase è un'ottima premessa: diciamo che ti basterebbe rilassarti ed aspettare il naturale corso degli eventi per veder maturare una situazione economicamente allettante.
Fa così brutto "parcheggiarsi" per un dieci/quindici anni? Poi sei a posto.

Di contro, la seconda frase potrebbe potenzialmente contenere i germi della tua rovina: viaggi ancora ancora (a patto di non fare come quegli sciroccati/e che finiscono in galera in Thailandia o in Iran, convinti/e che sia come fare una gita all'Idroscalo), mentre il "divertimento con le ragazze" sappi che alla tua età è comprensibile ma occhio: ne ho visti un fracco dilapidare il patrimonio con cacciatrici di patrimoni o con semplici donnine amanti della bella vita.
 

Turul

Nuovo Utente
Registrato
11/9/08
Messaggi
629
Punti reazioni
92
Inoltre il dipendete pubblico italiano in linea di massima gode di promozioni, avanzamenti di carriera ed aumenti di stipendio molto spesso legati alla semplice anzianità poichè nel pubblico impiego non esistono parametri di valutazione basati sul merito, ai quali i sindacati in primis si sono sempre ferocemente opposti.

Il dipendente pubblico avanza di carriera per anzianità, titoli e concorsi. E se l'anzianità viene da sè i titoli bisogna prenderli e i concorsi vincerli.
Nel privato invece si avanza per merito, senza vincere concorsi o aver titoli, ed il merito può essere anche servilismo, spiate, sopraffazione, sfruttamento, menzogna, parentela, etc
 

bigmad

juvenes dum sumus
Registrato
20/1/09
Messaggi
28.330
Punti reazioni
920
è incredibile l'elevatissima propensione alla singletudine che c'è tra le fila dei partecipanti a questa sezione (parlo delle discussioni economiche in generale) :o
io a 22 anni ero fidanzato con la ragazza che ho sposato a 30, che mi ha dato una figlia a 34, un'altra a 42 e con la quale sto per festeggiare 28 anni di matrimonio. E non mi capacito di come non sia questa la strada, peraltro largamente percorsa in passato da una soverchiante maggioranza dei miei coetanei, che i giovani di oggi sempre più spesso scelgono di non seguire.
 

steve50

Senior User
Registrato
26/12/16
Messaggi
603
Punti reazioni
34
Il dipendente pubblico avanza di carriera per anzianità, titoli e concorsi. E se l'anzianità viene da sè i titoli bisogna prenderli e i concorsi vincerli.
Nel privato invece si avanza per merito, senza vincere concorsi o aver titoli, ed il merito può essere anche servilismo, spiate, sopraffazione, sfruttamento, menzogna, parentela, etc

Concordo assolutamente.... ;)
Voglio solo far presente che per esperienza pluridecennale le simpatiche metodologie messe in pratica (ptp) da molti aspiranti responsabili valgono in toto ed assolutamente anche per il pubblico, dirigenti di molteplici fasce e incaricati (senza concorso), posizioni organizzative, capi team, e vai così....

Saluti
 

wolfbalck

Nuovo Utente
Registrato
9/4/19
Messaggi
14.661
Punti reazioni
896
è incredibile l'elevatissima propensione alla singletudine che c'è tra le fila dei partecipanti a questa sezione (parlo delle discussioni economiche in generale) :o
io a 22 anni ero fidanzato con la ragazza che ho sposato a 30, che mi ha dato una figlia a 34, un'altra a 42 e con la quale sto per festeggiare 28 anni di matrimonio. E non mi capacito di come non sia questa la strada, peraltro largamente percorsa in passato da una soverchiante maggioranza dei miei coetanei, che i giovani di oggi sempre più spesso scelgono di non seguire.

Perchè tendenzialmente la tua unica aspirazione era quella di con cambiare nulla della tua vita di paese quindi il passo da mamma a moglie era la cosa più naturale da fare.

Prima si viveva in un mondo che ti faceva un determinato lavaggio del cervello casa chiesa lavoro da impiegatuccio,ora ti bombardano con altri messaggi **** barche ormeggiate a Montecarlo e Lamborghini nel deserto di Dubai.

Prima non esisteva neanche il divorzio e quindi gestire un rapporto era molto più facile essendoci una parte dominante e una succube indotta semplicemente per indottrinamento senza neanche nessun tipo di violenza fisica o mentale ….ora che abbiamo superato quella fase la convivenza è molto più complicata.