ETF con buoni/alti dividendi vol 3 [ indice in 1° pagina ]

Julius67

methos
Registrato
24/9/07
Messaggi
37.695
Punti reazioni
1.794
ce l'ho in PTF e non lo capisco, sembra diventato bimestrale, ma sul sito ufficiale non dice niente, justetf e BI riportano ancora frequenza annuale, non si trova una cappero di informazione!

https://etf.dws.com/it-it/AssetDownload/Index/628b63ad-8f2c-4794-8a91-950e0b29c2b2/KIID.pdf/

Distribuzione ballerina, dice "... distribuzione fino a 4 volte all'anno", a sorpresa, quando meno te lo aspetti, taaaaac dividendo..!

grazie
 

ForseSiForseNo

Target Lean FI(re): current 62% /Retire Early 2032
Registrato
12/3/13
Messaggi
1.416
Punti reazioni
216
Distribuzione ballerina, dice "... distribuzione fino a 4 volte all'anno", a sorpresa, quando meno te lo aspetti, taaaaac dividendo..!

Etf per me bocciato senza appello :rolleyes: ... come qualsiasi altro con distribuzione dei dvd "ad cazzum", cambiando un po' sì e un po' no frequenza e mesi degli stacchi, non si sa in base a cosa o quale criterio :no:
 

dazapov

Nuovo Utente
Registrato
15/2/15
Messaggi
1.979
Punti reazioni
94
Etf per me bocciato senza appello :rolleyes: ... come qualsiasi altro con distribuzione dei dvd "ad cazzum", cambiando un po' sì e un po' no frequenza e mesi degli stacchi, non si sa in base a cosa o quale criterio :no:

Diciamo che per chi cerca una rendita prevedibile e costante meglio optare per altri etf, o, come me relegarlo a una quota non troppo rilevante del ptf (10% per me)
 

money4nothing

Tenere lontano dai quattrini
Registrato
9/9/06
Messaggi
4.524
Punti reazioni
862
Etf per me bocciato senza appello :rolleyes: ... come qualsiasi altro con distribuzione dei dvd "ad cazzum", cambiando un po' sì e un po' no frequenza e mesi degli stacchi, non si sa in base a cosa o quale criterio :no:

Diciamo che per chi cerca una rendita prevedibile e costante meglio optare per altri etf, o, come me relegarlo a una quota non troppo rilevante del ptf (10% per me)

Ce l'ho dal 2015, dividendi sempre crescenti e tutto sommato accettabili, avendo un PMC basso mi rende il 3% netto l'anno (l'ANNO mica il bimestre!!!) non ho mai incrementato e me lo tengo visto che occupa una percentuale bassa del PTF

Cmq concordo sul fatto che questa distribuzione alla "quanno me pare" mi infastidisce e la trovo proprio scomoda da un punto di vista di gestione del flusso dei dividendi, queti ad un certo punto possono decidere di non distribuire piu' senza dire niente come del resto era nel 2017
 

depositatore

Nuovo Utente
Registrato
7/8/17
Messaggi
562
Punti reazioni
26
Seguo da poco questa discussione non essendomi interessato ad ETF a distribuzione in passato.

Di recente ho però cambiato idea ed iniziato ad accumulare con alcuni ingressi importanti in IEMB, VEMT ed EMBE.
EMBE lo sto prendendo solo di recente visto il cambio debolissimo euro/dollaro, continuerò ad accumularne se scende ancora, ovviamente la speranza è che un giorno, anche lontano, l' euro si riprenda ed in tal caso lo venderei aumentando le quote di IEMB.

Quello che mi piace particolarmente di questi ETF è che staccano cedole mensili, in pratica il fattore rendita mensile me li ha fatti preferire rispetto ad investimenti immobiliari da affittate con tutte le noie che quest'altra alternativa avrebbe comportato.

Mi chiedevo però se sempre nell'ottica della rendita e della diversificazione, sarebbe il caso di affiancargli anche altri ETF, ad esempio azionari ed anche di altre aree o settori rispetto ai solo emergenti.

Vedo che ci sono poche alternative che staccano dividendi mensili ma penso che alla fine ci si adatti anche a quelle trimestrali o semestrali, basta non spendere tutto appena viene accreditato :)

Volevo chiedere quindi quali sono i vostri preferiti, od in genere come avete composto il vostro ptf a distribuzione, nel mio caso del tutto separato da quello ad accumulazione.

Per adesso la mia composizione è all'incirca:
60% IEMB
20% VEMT
10% EMBE
10% BTP MM25 (inflation linked)

Grazie
 

Diversificatore

Nuovo Utente
Registrato
15/1/16
Messaggi
32
Punti reazioni
2
Seguo da poco questa discussione non essendomi interessato ad ETF a distribuzione in passato.

Di recente ho però cambiato idea ed iniziato ad accumulare con alcuni ingressi importanti in IEMB, VEMT ed EMBE.
EMBE lo sto prendendo solo di recente visto il cambio debolissimo euro/dollaro, continuerò ad accumularne se scende ancora, ovviamente la speranza è che un giorno, anche lontano, l' euro si riprenda ed in tal caso lo venderei aumentando le quote di IEMB.

Quello che mi piace particolarmente di questi ETF è che staccano cedole mensili, in pratica il fattore rendita mensile me li ha fatti preferire rispetto ad investimenti immobiliari da affittate con tutte le noie che quest'altra alternativa avrebbe comportato.

Mi chiedevo però se sempre nell'ottica della rendita e della diversificazione, sarebbe il caso di affiancargli anche altri ETF, ad esempio azionari ed anche di altre aree o settori rispetto ai solo emergenti.

Vedo che ci sono poche alternative che staccano dividendi mensili ma penso che alla fine ci si adatti anche a quelle trimestrali o semestrali, basta non spendere tutto appena viene accreditato :)

Volevo chiedere quindi quali sono i vostri preferiti, od in genere come avete composto il vostro ptf a distribuzione, nel mio caso del tutto separato da quello ad accumulazione.

Per adesso la mia composizione è all'incirca:
60% IEMB
20% VEMT
10% EMBE
10% BTP MM25 (inflation linked)

Grazie

Ciao :)

Se ti possono andare bene anche azionari a distribuzione trimestrale prova a dare un occhio a VHYL o VWRL. Esposizione globale seppur con focus differente (più focalizzato sui dividendi il primo, più neutro il secondo) e TER accettabili (0,29% e 0,22%).

Poi ce ne sono anche altri che però non possiedo ma che seguo come GLDV e USDV. In ogni caso ce ne sono molti e con diverse differenze. Dipende poi dalle tue singole esigenze e preferenze.
 

depositatore

Nuovo Utente
Registrato
7/8/17
Messaggi
562
Punti reazioni
26
Ciao :)

Se ti possono andare bene anche azionari a distribuzione trimestrale prova a dare un occhio a VHYL o VWRL. Esposizione globale seppur con focus differente (più focalizzato sui dividendi il primo, più neutro il secondo) e TER accettabili (0,29% e 0,22%).

Poi ce ne sono anche altri che però non possiedo ma che seguo come GLDV e USDV. In ogni caso ce ne sono molti e con diverse differenze. Dipende poi dalle tue singole esigenze e preferenze.



Grazie per il commento, il tuo nickname è già in linea con il mio scopo di aumentare la diversificazione invece di avere tutto su un sola categoria anche se molto estesa (gli emer).

Comunque si, come scrivevo nel post, in questo ptf per rendita, non ho problemi ad inserire anche azionario, spero che visto il maggiore rischio paghi anche un pò di più dell'obligazionario che al momento è vicino al 5% lordo.

EDIT: in effetti mi pare che questo non sia sempre scontato perchè gli azionari contanto anche sull' aumento del valore in aggiunta al dividendo
 
Ultima modifica:

ForseSiForseNo

Target Lean FI(re): current 62% /Retire Early 2032
Registrato
12/3/13
Messaggi
1.416
Punti reazioni
216
Per adesso la mia composizione è all'incirca:
60% IEMB
20% VEMT
10% EMBE
10% BTP MM25 (inflation linked)

Dai un'occhiata anche a STHY (o STHE con la copertura in euro), basato su bond corporate a breve termine (1-5anni) prevalentemente USA... cedole mensili anche loro, buona diversificazione rispetto ai bond emergenti governativi, con duration molto più bassa (2 anni), quindi minor sensibilità ai tassi e rendimento cedolare simile (4-5% lordo).

Tanto per fare un esempio, nello scenario attuale, STHY è paradossalmente vicino ai massimi relativi grazie al dollaro forte e alla sua bassa duration, ... ben diverso dall'andamento di IEMB/VEMT, dove la forza del dollaro non è stata comunque sufficiente per evitare forti perdite (seppur ben attenuate rispetto a EMBE) a causa di una duration più alta sui 7-8 anni che non ha protetto gli ETF dal movimento al rialzo dei tassi.
 
Ultima modifica:

rentier64

Lean Fire
Registrato
14/3/21
Messaggi
2.172
Punti reazioni
371
Seguo da poco questa discussione non essendomi interessato ad ETF a distribuzione in passato.

Di recente ho però cambiato idea ed iniziato ad accumulare con alcuni ingressi importanti in IEMB, VEMT ed EMBE.
EMBE lo sto prendendo solo di recente visto il cambio debolissimo euro/dollaro, continuerò ad accumularne se scende ancora, ovviamente la speranza è che un giorno, anche lontano, l' euro si riprenda ed in tal caso lo venderei aumentando le quote di IEMB.

Quello che mi piace particolarmente di questi ETF è che staccano cedole mensili, in pratica il fattore rendita mensile me li ha fatti preferire rispetto ad investimenti immobiliari da affittate con tutte le noie che quest'altra alternativa avrebbe comportato.

Mi chiedevo però se sempre nell'ottica della rendita e della diversificazione, sarebbe il caso di affiancargli anche altri ETF, ad esempio azionari ed anche di altre aree o settori rispetto ai solo emergenti.

Vedo che ci sono poche alternative che staccano dividendi mensili ma penso che alla fine ci si adatti anche a quelle trimestrali o semestrali, basta non spendere tutto appena viene accreditato :)

Volevo chiedere quindi quali sono i vostri preferiti, od in genere come avete composto il vostro ptf a distribuzione, nel mio caso del tutto separato da quello ad accumulazione.

Per adesso la mia composizione è all'incirca:
60% IEMB
20% VEMT
10% EMBE
10% BTP MM25 (inflation linked)

Grazie

X curiosita' quanto riesci a ricavare netto in % di media come rendita annuale sul tuo portafoglio a distribuzione?
 

ForseSiForseNo

Target Lean FI(re): current 62% /Retire Early 2032
Registrato
12/3/13
Messaggi
1.416
Punti reazioni
216
X curiosita' quanto riesci a ricavare netto in % di media come rendita annuale sul tuo portafoglio a distribuzione?

Con un ptf simile (STHY al posto di EMBE e btp), seppur incompleto e ancora in fase di costruzione/incremento, coi miei pmc attuali ottengo una media del 3.5% netto di flusso cedolare su base annua.
 

depositatore

Nuovo Utente
Registrato
7/8/17
Messaggi
562
Punti reazioni
26
Dai un'occhiata anche a STHY (o STHE con la copertura in euro), basato su bond corporate a breve termine (1-5anni) prevalentemente USA... cedole mensili anche loro, buona diversificazione rispetto ai bond emergenti governativi, con duration molto più bassa (2 anni), quindi minor sensibilità ai tassi e rendimento cedolare simile (4-5% lordo).

Tanto per fare un esempio, nello scenario attuale, STHY è paradossalmente vicino ai massimi relativi grazie al dollaro forte e alla sua bassa duration, ... ben diverso dall'andamento di IEMB/VEMT, dove la forza del dollaro non è stata comunque sufficiente per evitare forti perdite (seppur ben attenuate rispetto a EMBE) a causa di una duration più alta sui 7-8 anni che non ha protetto gli ETF dal movimento al rialzo dei tassi.


Grazie per il suggerimento, non li conoscevo e rispondono bene al mio target anche in ottica di diversificazione.
Settimana prossima me li studio per benino ;)
 

depositatore

Nuovo Utente
Registrato
7/8/17
Messaggi
562
Punti reazioni
26
X curiosita' quanto riesci a ricavare netto in % di media come rendita annuale sul tuo portafoglio a distribuzione?

Guarda essendo entrato da pochi mesi, da febbraio su VEMT e poi incrementando di molto sui ribassi, ho beneficiato di un pmc molto basso a fronte di rendimenti circa costanti.
il BTP MG25 poi ha staccato la cedola semestrale davvero alta essendo IL.

In questi pochi mesi quindi ho ottenuto poco meno un 4% netto annualizzato.

Fino a poco tempo fa non avrei pensato di iniziare un ptf a distribuzione, per la ragione che come molti altri, concordavo che pagare le imposte ad ogni stacco non ottimizzava la crescita del capitale.

Però una volta cominciato ad incassare ogni mese mi sono dimenticato di tutti i discorsi sulla perfetta allocazione ed ho apprezzato la sensazione (che in parte conoscevo con buoni/btp/CD9 di ricevere una extra entrata mensile.

Adesso mi sono posto un target, ancora lontano, di possibilmente arrivare a ricevere un importo paragonabile ad un buono stipendio e decidere se ritirarmi dal lavoro fra 4-5 anni con la prole ormai quasi autosufficiente (si spera)
 

ForseSiForseNo

Target Lean FI(re): current 62% /Retire Early 2032
Registrato
12/3/13
Messaggi
1.416
Punti reazioni
216
Fino a poco tempo fa non avrei pensato di iniziare un ptf a distribuzione, per la ragione che come molti altri, concordavo che pagare le imposte ad ogni stacco non ottimizzava la crescita del capitale.

Però una volta cominciato ad incassare ogni mese mi sono dimenticato di tutti i discorsi sulla perfetta allocazione ed ho apprezzato la sensazione (che in parte conoscevo con buoni/btp/CD9 di ricevere una extra entrata mensile.

Adesso mi sono posto un target, ancora lontano, di possibilmente arrivare a ricevere un importo paragonabile ad un buono stipendio e decidere se ritirarmi dal lavoro fra 4-5 anni con la prole ormai quasi autosufficiente (si spera)

Idem, dell'ottimizzazione o efficienza fiscale non mi importa più di tanto, anche perchè la mia priorità non è far crescere il capitale (lo farà lo stesso comunque, grazie all'elevato tasso di risparmio e il reinvestimento delle cedole, pur senza la super efficienza dei prodotti ad accumulazione) ma farlo rendere sfornando reddito passivo a manetta.

Le cedole mensili, una volta provate, è difficile rinunciarvi, creano dipendenza :asd:

Stesso target, nel mio caso anche facilitato dall'essere (e voler rimanere) single e senza figli.
 

money4nothing

Tenere lontano dai quattrini
Registrato
9/9/06
Messaggi
4.524
Punti reazioni
862
Le cedole mensili, una volta provate, è difficile rinunciarvi, creano dipendenza :asd:
Che triste constatazione che condivido pienamente

sono anni che cerco di strutturare una parte del PTF in modo che ogni singolo mese dell'anno arrivi qualcosa, non e' per nulla facile
 

rentier64

Lean Fire
Registrato
14/3/21
Messaggi
2.172
Punti reazioni
371
Guarda essendo entrato da pochi mesi, da febbraio su VEMT e poi incrementando di molto sui ribassi, ho beneficiato di un pmc molto basso a fronte di rendimenti circa costanti.
il BTP MG25 poi ha staccato la cedola semestrale davvero alta essendo IL.

In questi pochi mesi quindi ho ottenuto poco meno un 4% netto annualizzato.

Fino a poco tempo fa non avrei pensato di iniziare un ptf a distribuzione, per la ragione che come molti altri, concordavo che pagare le imposte ad ogni stacco non ottimizzava la crescita del capitale.

Però una volta cominciato ad incassare ogni mese mi sono dimenticato di tutti i discorsi sulla perfetta allocazione ed ho apprezzato la sensazione (che in parte conoscevo con buoni/btp/CD9 di ricevere una extra entrata mensile.

Adesso mi sono posto un target, ancora lontano, di possibilmente arrivare a ricevere un importo paragonabile ad un buono stipendio e decidere se ritirarmi dal lavoro fra 4-5 anni con la prole ormai quasi autosufficiente (si spera)

Grazie per la risposta, io oltre ad immobile a reddito rendita netta 3,78% e vari cd presi a scaletta con rendimento netto medio del 1,2% ho preso a giugno il btp Italia giu30 vedremo a fine anno la prima cedola, per differenziare con la liquidita' rimasta volevo comprare 3/4 etf a distribuzione entrando con pmc bassi tipo i tuoi embe/iemb vemt + sthx aspetto ancora qualche mese in attesa di ulteriori ribassi per comprarli a sconto, in ottica di tenerli a lungo e non guardare il loro valore in Conto capitale essendo interessato alla loro rendita da dividendi mensili
 

pomodorini

When in doubt, let your horse figure it out
Registrato
23/8/20
Messaggi
512
Punti reazioni
52
Che triste constatazione che condivido pienamente

sono anni che cerco di strutturare una parte del PTF in modo che ogni singolo mese dell'anno arrivi qualcosa, non e' per nulla facile

Un approccio diverso, con dividendi bassi ma total return alti: un 60/40 a distribuzione. HMWD - IWRD - FGQI - US10 (20/20/20/40). La combinazione dei primi tre permette un dividendo mensile.

Un altro approccio: controllare periodicamente gli etf con i maggiori rendimenti su justetf. Ad esempio, in questo momento EUNY, complice il calo di prezzo, dà un rendimento del 9,27%. Occorre verificare, a mio parere, che i dividenti siano stati abbastanza costanti negli anni, e comprando sui ribassi si potrebbero fare buoni affari. In pratica creare un giardinetto di diversi ETF con alti dividendi perchè comprati a sconto.
 

money4nothing

Tenere lontano dai quattrini
Registrato
9/9/06
Messaggi
4.524
Punti reazioni
862
Un approccio diverso, con dividendi bassi ma total return alti: un 60/40 a distribuzione. HMWD - IWRD - FGQI - US10 (20/20/20/40). La combinazione dei primi tre permette un dividendo mensile.

Intanto grazie per l'ottimo suggerimento, in effetti ogni mese arriva qualcosa, negli anni passati c'e' qualche "buco" ma va bene cosi', devo studiarmi gli ETF e confrontare i rendimenti con quelli che ho, che non mi coprono i 12 mesi pero' mi rendono anch il 6% (grazie ad un PMC basso)

Screenshot 2022-09-03 at 12.07.16.png

Un altro approccio: controllare periodicamente gli etf con i maggiori rendimenti su justetf. Ad esempio, in questo momento EUNY, complice il calo di prezzo, dà un rendimento del 9,27%. Occorre verificare, a mio parere, che i dividenti siano stati abbastanza costanti negli anni, e comprando sui ribassi si potrebbero fare buoni affari. In pratica creare un giardinetto di diversi ETF con alti dividendi perchè comprati a sconto.

Si facevo cosi' sino a qualche anno fa, poi non ho piu' avuto il tempo per fare un lavoro attento e mi sono arreso
 

paolov

Nuovo Utente
Registrato
3/5/09
Messaggi
1.437
Punti reazioni
68
Ciao. Contribuisco alla discussione con questo trio di azionari globali alti dividendi

Vanguard FTSE All-World High Dividend Yield UCITS ETF Distributing
ISIN IE00B8GKDB10, Ticker VHYL

SPDR S&P Global Dividend Aristocrats UCITS ETF
ISIN IE00B9CQXS71, Ticker GLDV

iShares STOXX Global Select Dividend 100 UCITS ETF (DE)
ISIN DE000A0F5UH1, Ticker ISPA

Si dovrebbero coprire tutti i mesi con i dividendi