Il Gigante cerca giovani da assumere: "Ma non ne troviamo"

fdg86

eugenio forever
Registrato
8/5/10
Messaggi
23.496
Punti reazioni
568
Finché c'è il cuscinetto boomer non è un problema (per me invece si). Il paese va avanti così.
Eh insomma questi di cui parlo sono partenti di 45-50 anni. Inizia ad essere grave la questione.
 

pulviscolo

InterStellar Medium
Registrato
4/9/02
Messaggi
15.636
Punti reazioni
611
Nel momento in cui hai abbandonato la lira per l'Euro ( e quindi senza poter fare piu' le svalutazioni competitive ), senza fare vere riforme del paese ( lavoro, giustizia ecc.. ), non c'era altra strada da perseguire. La sanno tutti i dirigenti politici italiani ed europei, ma nessuno lo ammette pacificamente.

Veramente e' la catena che lamenta di non trovare manovalanza. Non il contrario.

infatti a Milano cercano figure introvabili (bassi salari), perchè solo un pazzo penserebbe di lavorare in perdita in eterno per lavori in cui la curva di apprendimento si appiattisce in 3 mesi... esperienza fatta e ciao ciao.

hanno compresso i salari e il costo del lavoro per continuare ad avere margini di profitto e competitivo, ammazzando il consumo interno a favore dell'export e al solito tutti hanno approfittato, anche quei settori che non avevano problemi, perchè rinunciare ai profitti e fare re-distribuzione se nessuno ti obbliga ? infatti..

non è detto che questa formula possa continuare in eterno senza abbassare i costi complessivi della vita,
 

freude

Blus a Balus !
Registrato
12/10/08
Messaggi
45.024
Punti reazioni
875
Hanno deciso di schiantare l'inflazione sui salariati, mentre per autonomi e imprenditori gli affari continuano ad andare bene. I pensionati avranno una parziale rivalutazione come ogni anno.
A lavoro ho a che fare con entrambe le categorie produttive, le aziende ancora fanno dei bei ebitda, i dipendenti mediamente hanno un potere d'acquisto da paese emergente, poi c'e' altro a compensare per questo non è un problema considerato grave e non ci sono proteste (con la complicità dei sindacati omertosi)
Quindi deflazione salariale perenne, il modello di competitività scelto negli ultimi 20 anni e se manca manodopera si importano i negher.

Si stanno mettendo le basi per ulteriori incolmabili diseguaglianze sempre nel disinteresse generale.
la cosa è iniziata piu di 30 anni fa, è stato l'unico "contributo" della politica, x il resto solo mangiatoie ormai impossibili
e si continua nonostante si sia arrivati a una espansione abbastanza spinta del modello negher
raccoglitore di pomodori, è cosi che la meloni intende formare i "divanisti" in regioni che hanno il 40% di occupazione
dentro la quale c'è sottoccupazione, precarietà onnipresente salvo tra statali e para, salari da fame e per il restante spiccioli in nero

d'altra parte il pallino dello sviluppo e della ricchezza gira da paese a paese, non tutti una volta che ce l'hanno in mano riescono a mantenerlo, alcuni se lo mangiano
 

Luzern2

Nuovo Utente
Registrato
4/10/16
Messaggi
6.654
Punti reazioni
609
I produttori forse (e sottolineo forse) sono gli unici in grado di adeguarsi all'inflazione in maniera istantanea.
I piccoli imprenditori avendo a che fare con la concorrenza e aumenti graudali di piccola entità pecentuale dei prezzi all'ingrosso spesso la assorbono tenendo uguali i prezzi e riducendo i margini.
Ma soprattutto tutti sanno che è una follia adeguare stipendi e pensioni all'inflazione, solo in Italia (che pure dovrebbe avere memoria delle catastrofi dei decenni passati) si piange per avere il contrario.
Non vedo margini così ridotti tra gli esportatori, anzi.
Poi magari le aziende esposte sul mercato interno avranno problemi, ma è 20 anni che tutti parlano di internazionalizzare almeno l'80% del fatturato.

Per me non è affatto una follia, la Germania nei settori strategici sta già allineando i salari (grazie anche ai sindacati). L'Italia non andava malaccio nei periodi di alta inflazione con la scala mobile. Io non c'ero, ma tutti mi sembrano contenti quando raccontano quei tempi.
Per me è molto peggio il modello a deflazione salariale rimanendo con moneta forte e rigida. E' una lenta agonia.
 

Luzern2

Nuovo Utente
Registrato
4/10/16
Messaggi
6.654
Punti reazioni
609

wizardgsz

Nuovo Utente
Registrato
9/2/01
Messaggi
24.077
Punti reazioni
670
Ormai questi giovanotti abituati a far poco o nulla per mantenersi rifiutano qualsiasi lavoro. Ai miei tempi non era cosi , anche paghe modeste erano ben accettate.
Da qualche parte bisogna iniziare e magari sul luogo di lavoro conosci clienti/fornitori/ecc. che potrebbero farti fare il salto... a casa sul divano puoi solo conoscere i VIP del web ed i FOLlisti come noi
FOL-rotfl.gif
 

Nemor

Nuovo Utente
Registrato
7/4/07
Messaggi
30.686
Punti reazioni
1.112
Per me è molto peggio il modello a deflazione salariale rimanendo con moneta forte e rigida. E' una lenta agonia.
Infatti, ma era una strada che pero' gia' sapevamo che dovevamo percorrere. Abbiamo come paese preferito girarci dall'altra parte ed aspettare che sarebbe arrivato il piu' tardi possibile.
 

fdg86

eugenio forever
Registrato
8/5/10
Messaggi
23.496
Punti reazioni
568
Infatti, ma era una strada che pero' gia' sapevamo che dovevamo percorrere. Abbiamo come paese preferito girarci dall'altra parte ed aspettare che sarebbe arrivato il piu' tardi possibile.
Comunque ormai l'euro non è più una moneta "forte e rigida"...
 

Lupak

Nuovo Utente
Registrato
25/11/06
Messaggi
16.993
Punti reazioni
977
Magari, i piccoli imprenditori agricoli invece sono alla canna del gas appunto per i prezzi dell'energia,scusate il gioco di parole..
Che appunto dimostra ciò che ho detto, ovvero che molte aziende NON sono in grado di scaricare i maggiori costi sul cliente finale ed assorbono buona parte dell'inflazione.
Cosa che ovviamente smentisce i vari piangitori stipendiati italiani.
Anch'io prendo 2000 euro al mese, ma prendo 11 euro l ora.
Perchè dovrei andare in un posto per prendere 2000 euro al mese prendendone 5 all ora?
Non c'è motivo per cui uno si accontenti di una paga oraria minore.
Ma a parte il fatto che stiamo facendo un processo alle intenzioni perché non sappiamo quante ore un mungitore lavora e per quanto, la notizia è che siamo in un paese in cui pur avendo disoccupazione non irrilevante si rifiutano lavori da 2.000 euro netti/mese perché scomodi.
Chiaro nemmeno io asprirerei a fare il mungitore, ma da disoccupato e con famiglia da mantenere no ci penserei due volte a ripartire da lì e nel frattempo (ma con 2.000 euro/mese in più che mi entrano in tasca) cercarmi altro.
 

Luzern2

Nuovo Utente
Registrato
4/10/16
Messaggi
6.654
Punti reazioni
609
Eh insomma questi di cui parlo sono partenti di 45-50 anni. Inizia ad essere grave la questione.
Ho amici che stano facendo il primo mutuo e il primo figlio a 43 anni, che qui vengono ancora definiti giovani.

E' grave. Da quello che vedo nel mondo accade solo in Italia. Ormai qui è spostato tutto in avanti.

D'altra parte tutta la ricchezza prodotta è aspirata dai pensionati. Il lavoratore medio (che vuole vivere in modo indipendente) vive in una condizione di servitu' e può fare ben poco rimanendo in questo sistema.

Si sta in pena fino a che non si eredita. Poi ci si sistema.

Evidentemente alle persone va bene così, altrimenti ci sarebbero i forconi e le barricate per la strada, credo no?
 

fdg86

eugenio forever
Registrato
8/5/10
Messaggi
23.496
Punti reazioni
568
Ho amici che stano facendo il primo mutuo e il primo figlio a 43 anni, che qui vengono ancora definiti giovani.

E' grave. Da quello che vedo nel mondo accade solo in Italia. Ormai qui è spostato tutto in avanti.

D'altra parte tutta la ricchezza prodotta è aspirata dai pensionati. Il lavoratore medio (che vuole vivere in modo indipendente) vive in una condizione di servitu' e può fare ben poco rimanendo in questo sistema.

Si sta in pena fino a che non si eredita. Poi ci si sistema.

Evidentemente alle persone va bene così, altrimenti ci sarebbero i forconi e le barricate per la strada, credo no?
Mah secondo me tanti, anche tanti miei amici, sono contenti della vita semplice...
Due stipendi sui 1500-600 €, vita in provincia tranquilla etc.
I nonni danno l'aiuto per la casa, l'aiuto per i vestiti del bimbo, per la macchina, etc. etc.
Adesso qualcosa inizia a scricchiolare perchè con l'aumento dei costi c'è chi non ci sta dentro.
 

jurassic88

Nuovo Utente
Registrato
27/1/17
Messaggi
12.567
Punti reazioni
493
Rdc di stato interferisce con la legge domanda offerta. Senza Rdc quei posti sarebbero coperti, con Rdc rimangono vuoti. Unico modo sarà importare migliaia di indiani e extracomunitari vari come fa la Germania
Si coperti...
Che appunto dimostra ciò che ho detto, ovvero che molte aziende NON sono in grado di scaricare i maggiori costi sul cliente finale ed assorbono buona parte dell'inflazione.
Cosa che ovviamente smentisce i vari piangitori stipendiati italiani.

Non c'è motivo per cui uno si accontenti di una paga oraria minore.
Ma a parte il fatto che stiamo facendo un processo alle intenzioni perché non sappiamo quante ore un mungitore lavora e per quanto, la notizia è che siamo in un paese in cui pur avendo disoccupazione non irrilevante si rifiutano lavori da 2.000 euro netti/mese perché scomodi.
Chiaro nemmeno io asprirerei a fare il mungitore, ma da disoccupato e con famiglia da mantenere no ci penserei due volte a ripartire da lì e nel frattempo (ma con 2.000 euro/mese in più che mi entrano in tasca) cercarmi altro.

Ma io ci vado a fare il mungitore, vado a fare il colloquio e gli dico.
3 mila e inizio domani
Domanda e offerta caro mio, o cosi o accontentati di avere meno commesse e continua a lamentarti con i giornali
 

pulviscolo

InterStellar Medium
Registrato
4/9/02
Messaggi
15.636
Punti reazioni
611
Si coperti...


Ma io ci vado a fare il mungitore, vado a fare il colloquio e gli dico.
3 mila e inizio domani
Domanda e offerta caro mio, o cosi o accontentati di avere meno commesse e continua a lamentarti con i giornali

per 800 mese ci sono gli indiani più famiglia allargata a sostituirti la giornata in caso di necessità, perchè non assumi il singolo ma il clan...

Il mito che in certi settori l'imprenditore cerchi l'italiano è del tutto infondato al limite è costretto a cercare l'italiano.
 

vileggo

Nuovo Utente
Registrato
19/1/03
Messaggi
11.828
Punti reazioni
469
Nell'ultimo anno oltre 100 miliardi in più sui conti degli italiani

"
I risparmi sui conti correnti degli italiani sono cresciuti di oltre 100 miliardi nell'ultimo anno, da maggio 2021 a maggio 2022.

Il saldo totale dei conti correnti e dei depositi ammonta a 2.101 miliardi di euro in aumento di oltre il 5% rispetto ai 1.995 miliardi di un anno fa. È quanto emerge da un'analisi elaborata dal Centro studi di Unimpresa a partire dai dati delle Banca d'Italia sulla situazione finanziaria degli italiani.

"
Vedremo poi i dati di fine anno.

D'altra parte lo noterai anche tu che il tenore di vita medio degli Italiani è assolutamente incompatibile sia con i redditi dichiarati che con il risparmio accumulato.
Hiiii.non dirlo
 

jurassic88

Nuovo Utente
Registrato
27/1/17
Messaggi
12.567
Punti reazioni
493
La fatica degli sfaticati si paga a caro prezzo :D
Mi spiace, ma per i mungitori best I can do is 8,97€/h
https://agribi.verona.it/wp-content...lle-retribuzioni-operai-agricoli-1-1-2021.pdf

Gli imprenditori veneti li conosco troppo bene...ma piu o meno sono tutti cosi.
Il target dell'imprenditore medio è : lavoratore in forze, s tupido, con figli, meglio divorziato con figli, con mutuo trentennale sulle spalle.
Cercano tutti nello stesso stagno, i disperati costretti a lavorare senno si impiccano.
A me l ultimo colloquio mi han fatto compilare un questionario
1)Sposato
2)Figli
3)Quanti lavori hai cambiato
4) Casa di proprietà

Chiaro che non trovi nessuno a lavorare, perchè tutti puntano a quelli, si fanno concorrenza tra di loro e quindi rimangono soltanto quelli che non sono ricattabili
 

ispuligidenie

Nuovo Utente
Registrato
17/3/14
Messaggi
1.899
Punti reazioni
121
Il contratto dei metalmeccanici è un signor contratto.
Ho mio fratello che lavora per la grande distrubuzione, si alza alle 3( TRE DI NOTTE)
stacca alle 10, mangia, dorme 2 ore, ricomincia alle 2 di pomeriggio, poi stacca alle 6
Gli orari li sa per il giorno dopo
Gli ho detto di mollare, ma c ha la compagnia li
Prende una miseria, 5-6 euro l ora
A queste condizioni, visto che ha pure la tempra, può trovare facilmente di meglio…bucagli le gomme così capisce che deve fare altro…
 

Nemor

Nuovo Utente
Registrato
7/4/07
Messaggi
30.686
Punti reazioni
1.112
Che appunto dimostra ciò che ho detto, ovvero che molte aziende NON sono in grado di scaricare i maggiori costi sul cliente finale ed assorbono buona parte dell'inflazione.
Cosa che ovviamente smentisce i vari piangitori stipendiati italiani.
Il discorso e' questo. la GDO va dai piccoli imprenditori agroalimentari che stanno alla canna del gas per i motivi che ho detto prima. Fanno le aste al ribasso ( prima c'erano anche la aste al doppio ribasso che sono state fortunatamente ritenute illegali ) Poi pero' quando hanno ottenuto il prezzo bloccato ( in genere annuale ), al consumatore presentano ovviamente il prezzo maggiorato dall'inflazione ;)

Qui e' spiegato bene che cosa erano ( speriamo solo che erano ) le aste criminali al doppio ribasso

Stop alle aste al doppio ribasso sui prodotti alimentari. Approvato il nuovo provvedimento - Il Fatto Alimentare
 

Lupak

Nuovo Utente
Registrato
25/11/06
Messaggi
16.993
Punti reazioni
977
Gli imprenditori veneti li conosco troppo bene...ma piu o meno sono tutti cosi.
Il target dell'imprenditore medio è : lavoratore in forze, s tupido, con figli, meglio divorziato con figli, con mutuo trentennale sulle spalle.
Cercano tutti nello stesso stagno, i disperati costretti a lavorare senno si impiccano.
Onestamente, chi ti aspetti faccia il mungitore? Il colletto bianco, il laureato o chi ha necessità?
In Nuova Zelanda chi pensi vada a tosare le pecore? Il latifondista, il cittadino di Auckland o l'italiano col visto lavorativo di un anno?
Quello che si vuole dire è che sono lavori dignitosi e che se con contratto a termini di legge hanno paghe accettabili per tutto sommato sforzo ridotto e specializzazione richiesta nulla.
Non o vuoi fare? Bene. Ma stupisce che con milioni di disoccupati ci sia carenza di queste figure nel nostro paese.
 

fdg86

eugenio forever
Registrato
8/5/10
Messaggi
23.496
Punti reazioni
568
Gli imprenditori veneti li conosco troppo bene...ma piu o meno sono tutti cosi.
Il target dell'imprenditore medio è : lavoratore in forze, s tupido, con figli, meglio divorziato con figli, con mutuo trentennale sulle spalle.
Cercano tutti nello stesso stagno, i disperati costretti a lavorare senno si impiccano.
A me l ultimo colloquio mi han fatto compilare un questionario
1)Sposato
2)Figli
3)Quanti lavori hai cambiato
4) Casa di proprietà

Chiaro che non trovi nessuno a lavorare, perchè tutti puntano a quelli, si fanno concorrenza tra di loro e quindi rimangono soltanto quelli che non sono ricattabili
Sembra assurdo a leggerlo ma è esattamente come dici tu. Anche per profili di medio-alto livello (che so, ing progettista o simili), il pattern è quello.